Finalmente è uscito Harry Potter 8
La trama e le più belle foto di scena

Partiamo con la notizia più importante. È finalmente uscito il nuovo libro dedicato al maghetto di Hogwarts. Se volete comprarlo, lo trovate nelle librerie inglesi e, naturalmente, su Amazon, qui; in Italia uscirà il 24 settembre 2016, edito da Salani. Basato sulla nuova originale storia firmata J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne, Harry Potter and the cursed child (Harry Potter e la maledizione dell’erede) è di fatto l’ottavo libro della saga e la prima storia ufficiale di Harry Potter mai rappresentata su un palco.

Lo spettacolo. È in corso proprio in queste settimane (e ci sono ancora alcuni biglietti disponibili, che verranno venduti a partire dal 4 agosto) la rappresentazione al Palace Theatre di Londra. Diviso in due parti, da vedere lo stesso giorno mattina e pomeriggio o in due sere consecutive, lo spettacolo riprende il filo della storia 19 anni dopo averla e averci lasciati sul binario 9 e tre quarti, alle prese con la prima partenza dei figli di Harry, Hermione, Ron e Draco per la scuola di magia.

Dopo le polemiche per la selezione degli attori a dicembre 2015 (per Hermione, in particolare, si era scelta un’interprete di colore, fieramente difesa dalla Rowling), a giugno di quest’anno erano state presentate le prime foto del cast in abiti di scena. E poi, poco dopo, il debutto, con entusiasti giudizi della critica: The New York TimesThe IndependentLondon Evening Standard e The Daily Telegraph hanno lodato e premiato con cinque stelle sia la messa in scena che la storia e The Guardian ha dato allo spettacolo un voto di quattro stelle su cinque.

 


La trama: super *SPOILER*. La breve sinossi introduttiva presentata l’anno scorso diceva che «è sempre stato difficile per Harry Potter essere Harry Potter e non è di certo più facile ora, con un impiego al Ministero della Magia, un ruolo da marito e da padre di tre ragazzi in età scolare. Così, mentre Harry cerca di tenere a bada un passato che si rifiuta di rimanere tale, il suo figlio più giovane, Albus, deve fare i conti con il peso di un’eredità che non ha mai voluto. Mentre passato e presente si fondono minacciosamente, padre e figlio imparano a confrontarsi con la verità: qualche volta l’oscurità si può trovare in luoghi inaspettati».

Oggi, a spettacolo in scena, si hanno ovviamente ricchissime notizie sulla storia e, anche se l’autrice invita, in un video titolato #KeepTheSecrets, a non diffondere segreti e anticipazioni, qualcosa in più si può dire. C’è senz’altro in atto una forte frizione tra l’ingombrante eredità di Harry Potter e il desiderio del figlio Albus di trovare una propria autonomia, ma siamo sicuri che sia proprio lui l’erede maledetto? Di fatto, Albus da subito manifesta simpatia e stringe amicizia con il figlio di Draco Malfoy, Scorpius, e viene assegnato a Serpeverde, mentre non va affatto d’accordo con la cugina Rose, che invece è Grifondoro. E poi, per non rovinare troppo la sorpresa ai lettori e ai fortunati che ancora devono assistere allo spettacolo, diremo solo che c’è di mezzo un segreto legato al Torneo Tremaghi e alla morte di Cedric Diggory e, naturalmente, il Giratempo di Hermione (e le sue disastrose conseguenze, fatte di futuri paralleli distorti). Ah, per chi se lo stesse chiedendo e non sa proprio resistere, c’è *SPOILER* pure Voldemort vivo e vegeto, in forma smagliante e… Con prole (indovinate un po’ chi è la madre del pargolo)! E, sorpresa lieta per gli affezionati della saga, *SUPER SPOILER* addirittura Severus Piton ancora in azione.

Che bello sarebbe se ci fosse un altro film a raccontare tutto quanto per bene, con la magia a cui siamo stati abituati anno dopo anno, capitolo dopo capitolo. E invece no. Anche perché, a quanto pare, proprio nelle ultime ore la Rowling ha dichiarato di aver messo, con questo spettacolo, un punto definitivo al suo legame con Harry Potter. Rumore di cuore che si spezza. Intanto, comunque, a breve uscirà nelle sale Animali fantastici e dove trovarli, di cui è coautrice. Che, se non è Harry Potter, perlomeno ci assomiglia parecchio.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.