Il film da vedere nel weekend
Rogue One, la saga continua

Regia: Gareth Edwards.
Cast: Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Forest Whitaker, Donnie Yen, Jiang Wen, Alan Tudyk, Jonathan Aris, James Earl Jones, Genevieve O’Reilly, Warwick Davis, Valene Kane.
Dove vederlo a Bergamo e provincia: qui.

 

La saga di Star Wars è senza dubbio una di quelle che ha maggiormente segnato l’immaginario collettivo, da quando George Lucas mise mano al primo episodio. Già da allora, al di là degli evidenti limiti tecnici (evidenti oggi, certo non allora), il film dimostrava la capacità di dar vita ad un universo coerente, con una sua storia socio-politica e un potere di fascinazione ancora oggi inesausto. Sin da subito, poi, il genio imprenditoriale di Lucas è riuscito a dare corpo a questa narrazione attraverso tutta una serie di storie parallele, che hanno dato vita ben presto a quello che oggi viene definito “universo espanso” di Star Wars. Con ciò si allude a tutta la mole di personaggi, eventi, specie, luoghi che non hanno trovato spazio nei lungometraggi cinematografici e che tuttavia costituiscono parte integrante di quel mondo “lontano lontano”.

Per questo i fan non hanno accolto con sorpresa, ma anzi con sincera trepidazione l’arrivo di Rogue One. A Star Wars Story, primo lungometraggio che – pur essendo ambientato nello spazio e nel tempo dei precedenti film (fra l’episodio III e l’episodio IV), coinvolge nuovi personaggi, eventi e situazioni. Una strategia già sperimentata anche con la serie animata The Clone Wars che, pur con qualche problema di coerenza interna, si proponeva di colmare il vuoto narrativo fra gli episodi II e III della saga. La decisione di raccontare gli eventi compresi fra la nascita dell’Impero e la distruzione della Morte Nera (al centro di episodio IV), appare in effetti piuttosto felice, proprio perché il delicato momento non era mai stato raccontato in tutte le sue implicazioni. La saga di Star Wars, fra l’altro, appare perfetta per questo genere di arricchimenti proprio perché è ricchissima di tante piccole storie che nel corso delle saghe principali sono state semplicemente accennate o nominate.

 

rogue-one-jyn-ersa-geared-up

 

A compiere l’impresa è stato chiamato Gareth Edwards, visto recentemente alla prova nel già non facile compito di rilanciare il franchise di Godzilla dopo il tragico remake americano di Emmerich. Per dare corpo alla vicenda narrativa il regista sceglie di raccontare una delle vicende più misteriose dell’intera saga: sappiamo che i ribelli riescono, al termine di un rocambolesco duello spaziale, a distruggere la Morte Nera. Ciò è stato possibile grazie a dei piani militari rubati: ebbene, Rogue One ci dice finalmente con chiarezza chi e in che modo ha trafugato i piani, mettendo in moto quella catena di eventi che avrebbe portato alla prima, importante, vittoria della Ribellione.

 

rone10

 

La vicenda, snodo fondamentale per la comprensione degli eventi già raccontati, permette poi di rivedere personaggi iconici già apprezzati dai fan e non solo: su tutti, ovviamente, spicca Darth Vader, arcinemico della Ribellione e spietato braccio destro dell’Imperatore Palpatine. In effetti sembrerebbe che Rogue One abbia scelto la strada migliore per uno spin-off quale è: raccontare eventi collaterali, ai margini delle vicende principali, per consentire allo spettatore (fan o meno) di capire meglio quanto già conosce (o sarà invogliato a conoscere). Per quanto sia a pieno titolo un film inserito nell’universo di riferimento, poi, Rogue One si lascia gustare anche in autonomia; certo non si comprenderanno riferimenti alla saga o non si proverà un perverso piacere a rivedere Vader sullo schermo, ma il film funziona anche preso per quello che è.

Nel complesso dunque, un film ambizioso ma completamente riuscito, in grado di far provare ai fan una certa malinconica nostalgia ma al contempo capace di intrattenere i neofiti della saga. Il che non è certamente poco per un film derivativo come questo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.