La carica di ben 180 tatuatori
Per tre giorni sono a Chiuduno

Il fine settimana dei tatuaggi parte ancora alla conquista della fiera di Chiuduno. Da venerdì 1 a domenica 3 novembre, dalle 10 a mezzanotte, c’è il Tattoo Weekend, che finisce per mostrare un mondo più rassicurante del previsto. Usare la pelle come una tela ha da tempo superato il confine che separa la ribellione dalla “normalità”. Il fatto che più di due milioni di italiani abbia un disegno o una scritta sull’epidermide la dice già lunga sul fenomeno. Le garanzie offerte dai tatuatori – ce ne saranno 180 da tutta Italia, propongono tattoo e piercing a prezzi scontati – fanno il resto: rassicurazioni sulle condizioni igienico-sanitarie al grido di «il mio studio è praticamente una clinica» o «da me solo materiale usa e getta», niet per chi desidera un disegno non in linea con lo stile dell’artefice. L’iconografia del tatuaggio ha molto da spartire con il rock e in particolare con gli stilemi di alcuni fumetti, meglio se di genere (gothic e fantasy innanzitutto). E di rock ce n’è tanto, anche dal vivo. E ci sono anche birre artigianali, spettacoli, mercatino vintage.

 

 

Gli show sono di vario genere: si va dai grandi numeri di basket freestyle, tanto di trampolino e il gruppo Dunk Italy, agli spettacoli bondage con gli artisti di Rope Tales; dalla “street percussion” di Drumbo Drummer alla pole dance di Sara Peverelli. Queste le band che saliranno invece sul palco: Blascover (cover di Vasco Rossi) venerdì 1° novembre al pomeriggio, Stereotipi la sera; Pop Corn Band sabato pomeriggio, Intrigo Rock Italiano alla sera; musica dance anni 90 con Hit Mania Band domenica pomeriggio. E poi elezioni della miglior barba, della miglior birra, della ragazza più alternativa. Ci sono anche un tattoo contest, un’area per bambini con scivolo e trucca bimbi, due ampie aree food. Tutte le info su www.tattooweekend.it.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.