La roulotte più casa del mondo
e la nuova moda delle Tiny House

In America sono una vera e propria moda e sempre più persone stanno decidendo di cambiare vita, abbandonando le proprie abitazioni classiche per andare a vivere nelle… Tiny House. Letteralmente “case piccole”, in realtà l’immagine di un’America nuova, che predilige la qualità alla quantità (questa sì che è una cosa incredibile per i grandi Stati Uniti) e che guarda al futuro con un nuovo senso ecologico e coscienza ambientale. Certo, a dirla tutta anche la crisi ha avuto il suo peso. Fatto sta che diversi produttori americani hanno iniziato a pensare: perché non creare delle abitazioni piccole, così piccole da sembrare roulotte, in cui però c’è tutto, anche un occhio di riguardo verso la natura, e che non comportino enormi esborsi economici per gli acquirenti? Un’alternativa verde e conveniente alle classiche abitazioni extralarge a cui ci hanno sempre abituato gli statunitensi.

 

tiny house

 

È così nato un mercato di nicchia, ma assai prolifico, in cui diversi produttori hanno iniziato a creare queste Tiny House: piccole, carine, dotate di ogni comodità (o quasi), trasportabili ovunque vogliate. E il boom che i più lungimiranti costruttori si aspettavano è arrivato, tenendo conto che in questi primi mesi del 2015 sono sempre di più le persone che hanno deciso di abbandonare le proprie vecchie case (con ipoteche, costi di costruzione e costi di mantenimento) per trasferirsi invece in una Tiny House. I vantaggi si potrebbero riassumere in tre semplici concetti: semplificazione, autosufficienza ed economicità.

Ce ne sono di tutti i tipi, dalle più semplici per chi ha poche pretese, alle più sofisticate, nelle quali il design la fa da padrone. Ma recentemente c’è una Tiny House che ha letteralmente conquistato il cuore di tanti. Si chiama Toy Box Tiny Home ed è stata realizzata dai designer Frank Henderson e Paul Schultz per la TinyHouseListings. Semplice, simpatica, colorata e di design: sono questi i fattori che l’hanno resa così di successo in America. I suoi creatori hanno affermato che il messaggio che vorrebbero passare a chi guarda questa abitazione si può esprimere in quattro concetti: pace, semplicità, felicità e divertimento. Un bel pacchetto per chi decide di spendere 48mila dollari (42.222 euro) per averla.

 

tiny house toy box

Uno sguardo alla Toy Box e il sorriso verrà automatico: i pannelli multicolor (rosso, verde e giallo) che adornano le fiancate si abbinano perfettamente agli infissi neri delle finestre. Questo gioco di colori e soprattutto di forme si ripete anche all’interno, dove una serie di “cubi” vanno a creare lo spazio relax. Come accade spesso in questo tipo di strutture, nulla è lasciato al caso: questi simpatici pouf, a necessità, possono trasformarsi in un comodissimo e utilissimo tavolino. Ma c’è di più: sono anche dei fantastici portaoggetti di grande capienza e utilità.

Altrettanto ben ideata è l’area cucina, dove tutto è a portata di mano senza soffocare chi ci lavora. Merito della perfetta organizzazione degli spazi, con mensole e ripiani usati alla perfezione per conservare prodotti. Vicino a una delle piccole finestre c’è anche un delizioso tavolino dove gustare la colazione. Anche il bagno è pensato per essere piccolo, funzionale ma comodo, con l’intera “stanza” che si trasforma in una doccia.

 

mensola

 

I progettisti non si sono dimenticati di coloro che a casa lavorano anche: nell’area relax è stata creata una piccola scrivania, comodissima per stare al computer o leggere una rivista. Ma sono i particolari a stupire molti. Henderson e Schultz, infatti, hanno pensato a tutto, anche alla creazione di una serie di bellissimi box-dispensa, ovvero scatole integrate nell’arredo in grado di contenere riso, pasta, cereali e altri prodotti pronti all’uso. Non solo una trovata utile, ma anche di design. Allo stesso modo tutte le pareti della Toy Box sono ricche di piccole mensole e scaffali dove tenere gli oggetti di tutti i giorni oppure piccoli soprammobili di bellezza. Una scala a pioli ci porta poi verso la stanza da letto: una sorta di mansarda abbastanza spaziosa per accogliere un materasso anche di una piazza e mezza.

Certo non è una reggia, ma la Toy Box Tiny Home rappresenta quanto di meglio possa offrire oggi il mercato delle Tiny House. Non è solo bella, infatti, ma anche ecofriendly: il legno usato è tutto riciclato, mentre la struttura in plastica bianca è stata pensata proprio per non recare danni alla natura. Le tante finestre, di diverse dimensioni, installate sulle pareti hanno un doppio scopo: portare luce naturale all’interno, ma anche permettere una buona ventilazione degli spazi interni. Al momento quello che vedete nelle foto è l’unico modello esistente di Toy Box in commercio, ma visto il successo è probabile che presto la produzione aumenterà, per accontentare un po’ tutti i nuovi fan della Tiny House mania. Alla modica cifra di 48mila dollari.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.