Foto nerazzurre dell’inaugurazione
del negozio di Linda Raff a Orio

Si respira un bel clima a casa Raff: alle 18.30 è tutto pronto per l’inaugurazione del temporary store di Linda nel cuore di Oriocenter. La stilista e architetto argentina, moglie del Papu Gomez (capitano dell’Atalanta), ha deciso di puntare sul centro commerciale bergamasco per pubblicizzare la sua nuova linea di capi estivi: il punto vendita è aperto da una settimana, e rimarrà lì fino a giugno. Grazie anche all’annuncio dell’altoparlante del centro commerciale, la zona dello store si riempie giusto in tempo per l’arrivo della padrona di casa. Linda indossa un bellissimo vestito bianco ed è, manco a dirlo, puntualissima. Con lei c’è la famiglia al completo: il Papu, subito “dato in pasto” ai numerosi tifosi nerazzurri presenti a caccia di autografi e fotografie, Bauti e Coti, i due figli di Linda e Alejandro. La piccola Coti indossa un vestitino nero che è parte della collezione baby della mamma, e saltella per tutta l’area riservata, dribblando la foresta di gambe degli invitati, tanto che sembra di vedere il padre contro Chiellini e Koulibaly. Con la famiglia Gomez-Raff arriva anche, a sorpresa, Bryan Cristante. Il numero 4 nerazzurro regala qualche selfie ai tifosi e gioca a fare l’aeroplano con Coti, che è sempre la più scatenata. Il secondo ospite è invece Josè Luis Palomino, che arriva allo store di Linda in compagnia della fidanzata Juline. Poco più tardi arrivano anche Andrea Masiello, accompagnato dalla moglie e dalle tre figlie, e Remo Freuler. Presente all’inaugurazione anche Ricarda, la moglie di Marten de Roon, insieme alle bambine. Tra un prosecco e una brioche salata, riusciamo a scambiare due parole con Linda.

Come è andata questa prima settimana allo store?

«Benissimo, se tutte le prossime settimane saranno come questa, potrei quasi quasi fermarmi qui…».

Vediamo sui social che sei molto presente allo store, in questi giorni. Ma quando riesci a dormire?

«Non preoccupatevi che dormo quanto basta. L’unica cosa è che mi addormento molto prima (ride, ndr). Comunque sì, sto cercando di seguire il più possibile lo store, soprattutto negli orari di punta. Mi piace essere presente, del resto è un progetto molto importante e voglio seguirlo in prima persona».

In che direzione stai portando il marchio LindaRaff?

«Innanzitutto in questo momento sono concentrata sul progetto Oriocenter, anche a livello pubblicitario, e si sta rivelando un ottimo supporto al sito di e-commerce. È utile anche per chi, ad esempio, vuole venire a provare i costumi, capire meglio le taglie, insomma, orientarsi per acquistare poi in un secondo momento. È capitato di vedere persone venire allo store anche tre o quattro volte solo questa settimana, per provare dei costumi. Per quanto riguarda il futuro, invece, sto lavorando per cercare di passare al multibranding, ma è molto difficile trovare i partner giusti. L’intenzione è quella di portare il marchio e i capi in negozi multi-marchio, con dei corner LindaRaff. Diciamo che siamo in fase di analisi delle cose, vedremo».

Intanto sei soddisfatta di questa inaugurazione?

«Sì, sono molto contenta, è venuta tanta gente e mi fa molto piacere».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.