La mappa di tutti i meteoriti
caduti sulla Terra, Bergamo inclusa

CartoDB attribution
  • < 10.6
  • 60000000 >
meteoritessize
Every meteorite fall on earth mapped

Il 23 marzo scorso, Linkiesta.it pubblicò la mappa delle meteore cadute sulla terra negli ultimi 500 anni. Il 22 novembre quella dei meteoriti caduti dal 1994 al 2013. A guardare le carte – planisferi centrati sul meridiano di Greenwich – il nostro pianeta sembra affetto dalla varicella blu.

Le carte sono quelle della Encyclopedia of Meteorites, il cui sito dev’essere molto frequentato perché se non avete una connessione veloce vi dice gentilmente di tentare più tardi perché loro non hanno tempo di aspettare chiamate lunghe tanto sono occupati. I dati sono invece forniti dalla Meteoritical Society, che [traduciamo] «può vantare tra i suoi membri oltre mille scienziati ed entusiasti di 52 Paesi che si occupano di meteoriti, polvere cosmica, asteroidi, comete, reperti di missioni spaziali, crateri da impatto e di origine del Sistema Solare».

Gente col naso rivolto al cielo, in poche parole. “Viri Galilaei” come i contemporanei scettici chiamavano i fans del grande Galileo, giocando sul calambour fra “di Galileo” e “di Galilea”. [«Viri galilaei, quid statis (admiramini) aspicientes in caelum?», cioè «Uomini di Galilea, cosa state a guardare col naso rivolto al cielo?») erano state le parole dell’angelo agli apostoli che osservavano Gesù salire in alto]. Dunque di gente che guarda la volta celeste, o per un motivo o per l’altro, di giorno o di notte ce n’è un sacco, a questo mondo.

 

111

[Clicca sull’immagine per visualizzare la mappa interattiva dei meteoriti caduti sulla Terra negli ultimi 500 anni.]

 

La Meteroretical Society – è sempre lei a farcelo sapere – organizza incontri e workshops ogni anno e si dà da fare per incoraggiare e sostenere giovani scienziati planetari in qualsiasi parte del pianeta. Cliccando sulla carta interattiva dell’Enciclopedia si possono individuare anche tutti i pezzi di cielo – i più sembrano veri e propri calcinacci – caduti dalle nostre parti. In provincia di Bergamo non risultano precipitazioni, ma nel cremasco o in quel di Brescia qualcosa è successo. C’è anche il bollettino, sul quale ci si può informare in maniera dettagliatissima su qualsiasi cosa, ad esempio per sapere se di meteoriti vere si tratta o di oggetti solo presunti celesti.

La località che ci ha fatto tribolare di più è quella indicata col nome di Rivolta de Bassi, che sulle attuali mappe non esiste. Si deve andare su 58381.activeboard.com per apprendere che si tratta di “Ghiara di Serio appresso Ripalta vecchia”. Ghiara di Serio non si trova nemmeno lei, ma Ripalta vecchia sì. È a sud di Crema, 10 km a nord di Gombito. Gombito. Dice nulla?