Nel mondo di Harry Potter a Milano
È iniziata la super mostra mondiale

Non è una mostra, è qualcosa di più. È un’immersione nel mondo di Harry Potter. A Milano la Fabbrica del Vapore è stata infatti trasformata in una piccola Hogwarts, 1600 metri quadri che sono stati montati come un set in cui i visitatori sono chiamati a muoversi nel mondo inventato da J.K. Rowling.

Si potrà passeggiare nella sala comune e nel dormitorio dei Grifondoro, nelle aule di pozioni ed erbologia fino alla Foresta Proibita: tutti ambienti che saranno pieni di oggetti di scena autentici, costumi e creature usati durante le riprese della famosa serie. L’attesa è altissima, tanto che per la mostra aperta sabato 12 maggio sono già stati venduti 130mila biglietti. D’altra parte parliamo di una mostra che in dieci anni ha calamitato quattro milioni e mezzo di visitatori in alcune tra le più importanti città del mondo e che ora sbarca per la prima volta in Italia. Non a caso il maghetto è un fenomeno da oltre 450 milioni di copie vendute e di più di 7 miliardi e mezzo di dollari incassati dagli adattamenti cinematografici. È un fenomeno che ha segnato l’immaginario di una generazione e fatto innamorare tante altre.

 

James e Oliver Phelps hanno fatto una bella sorpresa ad alcuni fortunati fan questa mattina durante l’inaugurazione di Harry Potter™: The Exhibition!

[Foto di Francesco Prandoni]

Pubblicato da Harry Potter: The Exhibition – Milano su sabato 12 maggio 2018

 

La mostra è un’occasione imperdibile per i fan di vivere la Potter Experience, soprattutto per chi non è mai potuto andare a Londra negli Studios di Leavesden, dove dal 2012 è stata allestita la permanente Warner Bros Studio Tour – The Making of Harry Potter. In quel contesto si possono vedere e attraversare i set originali ovviamente non trasportabili. Nonostante sia per forza di cose più contenuta, la mostra di Milano è comunque ricchissima di costumi di scena e oggetti vari e sono state riprodotte alcune delle stanze più importanti.

Dal momento in cui i visitatori fanno il primo passo nella mostra su Harry Potter, si ritrovano immediatamente immersi nel mondo del protagonista. Si viene subito accolti da un padrone di casa che suddivide alcuni fortunati fan a seconda della loro casa di Hogwarts preferita, per condurli poi all’interno della mostra dove inizia il viaggio verso e dentro le scene predilette dei film di Harry Potter. La mostra si sviluppa portando il visitatore nelle ambientazioni tratte dalle più famose location dei film.

 

 

Tra gli ambienti più coinvolgenti c’è la serra di Erbologia, dove si può estrarre una radice di mandragola urlante, stando naturalmente attenti a non svenire… È una mostra che punta sull’interattività come accade nella sezione dedicata al Quidditch, dove il visitatore può lanciare la pluffa negli anelli come dei veri Cacciatori, scrutare le divise e vedere finalmente anche la mitica scopa Nimbus 2000 di Harry. Dopo le creature della Foresta Proibita, un’intera ala è dedicata agli antagonisti di Harry Potter, tra uniformi, abiti e bacchette, uno svettante Dissennatore, la temibile Torre gigante della Pietra filosofale e gli Horcrux. Il finale spetta alla Sala Grande, forse la più ricca di storie: dallo scrigno del Calice di fuoco alla Coppa Tremaghi, dai vestiti per il Ballo del Ceppo a quelli di Silente e McGranitt, dalle pasticche vomitose ai Doni della morte, da Dobby alla spada di Godric Grifondoro, che ci congeda in un tripudio finale.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.