Oriocenter-Rtl 102.5, un binomio
da settantamila persone danzanti

Oriocenter, nemmeno a dirlo, ha sbancato anche in quest’occasione. Un week-end che ha riscritto tutti i record interni della smart city che proprio sabato 24 novembre compiva vent’anni. Più di cinquantamila visite per il “venerdì nero“, quasi settantamila nel sabato del compleanno. Per festeggiare ci si è affidati a una collaborazione tra numeri uno: il (non più) centro commerciale più grande d’Italia e la radio più ascoltata in tutta la nazione, ovvero Rtl 102.5. Eccellenze bergamasche che si espandono per tutta la nazione e per tutto il mondo: chi ha buona memoria ricorderà infatti che anche Rtl aveva mosso i suoi primi passi proprio in Città Alta. Il patron Lorenzo Suraci, del resto, è bergamasco doc (e grande tifoso atalantino).

E la discoteca ha messo d’accordo tutti: gli organizzatori, che non potevano sperare in un risultato migliore; giovani e giovanissimi, che hanno ballato fino all’una di notte sui brani mixati da Dj Sautufau, che ha sapientemente alternato brani house e brani dei grandi trapper del momento come Sfera Ebbasta e Ghali, che hanno mandato in delirio i ragazzi; genitori e famiglie, alcuni in prima fila sotto al palco, altri leggermente defilati, ma comunque tranquilli e inseriti in un contesto che sarebbe stato difficile immaginare, ovvero una discoteca veramente per tutti. Appunto, un luogo aggregativo “pulito e sicuro”, come si sono varie volte augurati i vertici di Oriocenter e gli organizzatori di Rtl.

 

 

La festa è cominciata con Andrea De Sabato nella storica food court alle 21. La prima mezz’ora è stata di riscaldamento in attesa del “main event”: tempo di metabolizzare la portata dell’evento e le danze si sono aperte per davvero. E quando alle 23 la festa si è spostata nella nuova food court, la folla fitta di persone partiva dalla playground e arrivava fino a Wagamama: praticamente tutta l’area cibo. La seconda parte della serata era trasmessa in diretta nazionale, su radio e televisione. Alla console di Rtl arrivavano i messaggi dalle persone in tangenziale: «Vi sto ascoltando e sto cercando di raggiungervi, ma che coda c’è?». Angelo Baiguini, direttore artistico di Rtl, microfono in mano al centro del palco, commentava: «Questo è per farvi capire la portata di quello che stiamo facendo». Attorno a mezzanotte, Dj Sautufau e Angelo Baiguini sono stati raggiunti sul palco da alcune ragazze del pubblico.

Un grande successo quindi non solo per Oriocenter, ma anche per la Discoteca Nazionale. Il programma aveva già trasmesso in diretta da “fuori sede”, e ha spesso legato la sua storia al Caparena di Taormina, da dove sono state trasmesse alcune delle puntate più memorabili del programma nato nel 2013. Ma l’evento di sabato sera forse è l’apice della storia del programma, così come è l’apice (a livello di presenze) della storia di Oriocenter. Insomma, Rtl e Oriocenter sembrano aver mantenuto le promesse, dando vita, per una sera, alla «discoteca più grande d’Europa». Ogni sabato fino a febbraio, Discoteca Nazionale trasmetterà da Oriocenter per replicare il grande successo di questo evento. A margine dei festeggiamenti per il ventesimo compleanno di Orio, un concorso ha assegnato venti gift card dal valore di mille euro: chiunque avesse fatto acquisti in una qualunque attività del mall aveva diritto a giocare lo scontrino nelle postazioni instant.win posizionate in zona infopoint. In giornata, sono anche state distribuite le gift card da cento euro nell’ambito della promozione per il Black Friday (ogni scontrino da quattrocento euro dava diritto a una gift da cento). Domenica 25 novembre, infine, ci sono state la finale della Sim Racing Cup (torneo di corse virtuali) e il firmacopie di Baby K.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.