Raccolta di 20 film per S. Valentino

L’amore e il cinema parlano un linguaggio comune: quello dei sogni. Non è un caso che il bacio, sigillo dell’amore, sia anche uno dei momenti cinematografici più consolidati e di sicuro effetto della Settima Arte. In occasione di San Valentino vogliamo allora tuffarci in questo mondo meraviglioso, spesso coronato da felicità eterna. Tante storie d’amore su pellicola finiscono male, come d’altronde quelle della vita, ma forse proprio per questo ne siamo ancor più legati, hanno un posticino nel nostro cuore. Ma quali sono i film con le storie d’amore più memorabili o i baci più belli? Eccone alcuni; ovviamente fate attenzione se ancora non li avete visti, perché qua e là si parla dei finali.

 

 

1) Titanic, James Cameron, 1997. Niente da aggiungere, è stato detto davvero tutto e tutti hanno sofferto per il finale. Ne ha parlato recentemente Kate Winslet, dicendo che «Sulla tavola di legno c’era posto anche per Jack». Sale sulle ferite dei fan.

2) Via col vento, Victor Fleming, 1939. Il più grande successo della storia del cinema in America. Il dialogo con cui Rhett lascia Rossella è uno dei più celebri in assoluto.

Rossella: So solo che ti amo.
Rhett: Questa è la tua disgrazia.
Rossella: Aspetta, Rhett… Rhett… Se te ne vai, che sarà di me, che farò?
Rhett: Francamente me ne infischio.

3) Romeo+Juliet, Baz Luhrmann, 1996. Shakespeare è sempre Shakespeare. In questo caso Luhrmann ne offre una felice riproposizione, ambientando la vicenda in epoca moderna e scegliendo il giovanissimo DiCaprio come protagonista.

4) Ghost, Jerry Zucker, 1990. Classico film da pianto disperato. La sequenza in cui i due protagonisti modellano la creta racconta l’amore in modo davvero originale. Memorabile.

 

5) Ufficiale e gentiluomo, Taylor Hackford, 1982. La sequenza finale rappresenta il sogno di molte donne: arriva l’ufficiale che ami (un Richard Gere giovane e bello) e ti porta via con sé, tra le sue braccia.

6) Moulin Rouge, Baz Luhrmann, 2001. Un bellissimo film, tra antico e moderno come Romeo+Juliet. Una storia d’amore travagliata, a ritmo di musical, su un palco teatrale che fa da scenografia iper-artistica.

7) Basic Instinct, Paul Verhoeven, 1992. Siamo agli antipodi. La sequenza dell’interrogatorio è emblematica: facce da poker, colori freddi, lussuria strisciante e intrisa di mistero. Sensualità ai massimi livelli.

8) La finestra sul cortile, Alfred Hitchcock, 1954. Capolavoro assoluto dell’immenso regista di Psycho, con un bacio da sogno tra Grace Kelly e James Stewart.

 

 

9) Colazione da Tiffany, Blake Edwards, 1961. Il film in cui Audrey Hepburn ha riscritto le regole dello stile e dell’eleganza. Il finale è indimenticabile:un bacio sotto la pioggia, con il povero gatto in mezzo ai due innamorati.

10) Da qui all’eternità, Fred Zinnemann, 1953. Altro bacio memorabile: sulla spiaggia, in un magnifico bianco e nero.

11) La dolce vita, Federico Fellini, 1960. Una pagina capitale del nostro cinema. In una delle sequenze più belle, Marcello Mastroianni e Anita Ekberg si sfiorano nella Fontana di Trevi.

12) Pretty Woman, Garry Marshall, 1990. In uno dei momenti più memorabili, Richard Gere chiede: «Cosa vuoi?» e Julia Roberts risponde semplicemente: «Voglio la favola».

13) Spider Man, Sam Raimi, 2002. Prima dell’ondata di cinecomic, Raimi dava vita al suo supereroe, regalando sequenze memorabili, tra cui quella del bacio a testa in giù.

14) Dirty Dancing, Emile Ardolino, 1987. Altro classicone, con musiche annesse. La sequenza del bacio la conoscono proprio tutti.

15) Lost in Translation, Sofia Coppola, 2003. Storia d’amore delicatissima, completamente platonica. I protagonisti sono Scarlett Johansonn e Bill Murray: serve altro?

16) Moonrise Kingdom, Wes Anderson, 2012. Una meravigliosa fuga d’amore tra due ragazzini alle prime armi coi sentimenti. Un viaggio divertente e pieno di spunti: i bambini cercano di ottenere ciò che vogliono, senza tanti patemi. Gli adulti invece?

 

 

17) Solo gli amanti sopravvivono, Jim Jarmusch, 2013. Esiste l’amore eterno? Forse no, tra persone mortali. Ma tra vampiri che vivono da millenni? Stupenda opera di Jarmusch, che ridà nobiltà a un tema banalizzato da recenti saghe per adolescenti.

18) Vi presento Joe Black, Martin Brest, 1998. Il magnate vedovo William “Bill” Parrish (Anthony Hopskin) si ritrova catapultato in casa uno splendido ragazzo biondo (Brad Pitt), che altri non è che la Morte, curiosa di conoscere la vita. Naturalmente incontrerà anche l’amore, nella splendida figlia del ricco uomo d’affari.

19) Le pagine della nostra vita, Nick Cassavetes, 2004. Tratto dal romanzo di Nicholas Sparks, garanzia per il romanticismo più mieloso di tutti, è la storia di un amore estivo indimenticabile, di una separazione dolorosa. E della bellezza del ritrovarsi. Il tutto in adorabile atmosfera anni Quaranta.

20) Jerry Maguire, Cameron Crowe, 1996. Un brillante procuratore sportivo senza scrupoli (il giovane Tom Cruise), una giovane impiegata (Renée Zellweger). Una dichiarazione finale super toccante in un salotto pieno di amiche pettegole, con lei che alla fine taglia corto con un: «Mi avevi già convinto al “Ciao”».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.