Sentierone, piovono stelle Michelin
Parole e delizie di 4+1 superchef

Sul Sentierone piovono stelle Michelin. GourMarte, la kermesse enogastronomica organizzata da Promoberg, porterà nel centro di Bergamo quattro divi assoluti dell’Olimpo culinario italiano, pluriglorificati dalle guide specializzate. Le stelle, però, non staranno a guardare. Prima si racconteranno in incontri ravvicinati con il pubblico nello spazio della Domus di piazza Dante, poi si esibiranno in una performance di show cooking a base di prodotti tipici bergamaschi. Infine prepareranno una cena sopraffina che sarà servita nei locali del Balzer. I nomi dei fantastici quattro? Tenetevi forte. Massimo Bottura (Osteria Francescana, Modena), in rappresentanza della cucina del Nord; Pino Cuttaia (La Madia, Licata-Agrigento), campione delle Isole, Annie Féolde (Enoteca Pinchiorri, Firenze) per il Centro e Gennaro Esposito (Torre del Saracino, Vico Equense – Napoli) per il Sud. Dulcis in fundo, a fare gli onori di casa, ci saranno anche i fratelli Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto.

Un evento da non perdere, insomma, per i palati fini bergamaschi. Sedersi a tavola non sarà alla portata di tutte le tasche, è vero, perché il menu costerà 99 euro a testa (vini inclusi). Ma gli organizzatori fanno notare che se si varca la soglia dei templi di questi superchef si finisce con lo spendere almeno il doppio. Anzi, nel menu di Bottura figura un piatto che da solo sfiora i 90 euro. Insomma, non sarà sicuramente una serata a prezzi stracciati, ma ne vale la pena. Chi ha un business più limitato potrà comunque dirottare sull’incontro-aperitivo che sarà organizzato prima della cena (costo decisamente più pop, 10 euro). Si comincia il 2 settembre con Bottura, poi via con Cuttaia (21 settembre), Annie Féolde (5 ottobre) e Esposito (12 ottobre). Gran finale con i fratelli Cerea il 6 novembre, a Brusaporto. Poi, nello stesso mese, si svolgerà in Fiera la rassegna vera e propria dedicata ai prodotti d’eccellenza del territorio e non solo.

 

 

Luigi Trigona, segretario generale di Promoberg, ha sottolineato come lo sbarco di Gourmarte sul Sentierone possa contribuire al “Rinascimento” auspicato da più parti per il centro piacentiniano. In quest’ottica, il connubio Domus-Balzer apre la strada a una promettente collaborazione tra attività storiche e nuove iniziative. «L’evento arriva nel cuore di Bergamo con l’obiettivo di esaltare la varietà della cucina e dei prodotti agroalimentari italiani – ha spiegato Trigona – . Passeremo dall’estate all’autunno con quattro serate che coinvolgeranno quattro grandi nomi: il cibo al centro, gli chef come nuovi pittori e i piatti come tavolozze che rallegreranno la vista e delizieranno il palato».

Secondo il sindaco Giorgio Gori, «l’enogastronomia è sempre più legata alla promozione del territorio. I turisti non chiedono solo bei luoghi da visitare ma anche buone tavole a cui sedersi. Bergamo ha molto da offrire sotto questo aspetto e sta imparando a valorizzarlo al meglio». L’asse Domus-Balzer piace anche all’inquilino di Palazzo Frizzoni: «Le iniziative in centro hanno creato qualche malumore tra alcuni commercianti, ma io credo nel concetto di massa critica. Non bisogna temere la concorrenza, anzi. Se riusciamo a portare più gente in un luogo alla fine ne beneficiano tutti».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.