10 notizie di cui parlare a cena
È morto il numero 2 dell’Isis?

1 – Ucciso al Afri, il numero 2 dell’Isis

È stato ucciso Abu Alaa al Afri, il numero due dell’Isis e, secondo alcune fonti, attuale capo dello Stato Islamico dopo il grave ferimento di Al Baghdadi. A dare la notizia è il ministero della difesa dell’Iraq, che parla di un raid aereo della coalizione su un meeting dei dirigenti jihadisti: non vi sono però, al momento, ulteriori conferme, in particolare dal fronte americano. Qualora la notizia fosse vera, sarebbe un colpo molto grosso per indebolire l’Isis. Qualche giorno fa, segnala il Corriere della Sera, il dipartimento della giustizia americana aveva posto una taglia da 7 milioni di dollari su Al Afri, a seguito anche dell’interesse crescente su di lui. Forse, qualcuno, ha parlato svelando i suoi movimenti e favorendo il raid iracheno. (Leggi tutta la notizia qui)

 

2 – Il ministro nord-coreano ucciso a cannonate

Hyon Yong-chol

A uccidere Hyon Yong-chol, Ministro della difesa nordcoreano, sarebbe stato un colpo di cannone antiaereo. Questo è quello che filtra dai servizi segreti della Corea del Sud, che spiegano come l’atroce morte del politico di Pyongyang sia stata voluta dal capo del regime Kim Jong-un, infuriato con l’uomo per essersi addormentato durante una cerimonia e per aver osato rispondere una volta rimproverato. Difficile verificare se la notizia sia vera o meno: dalla Corea del Nord non arrivano alcune conferme ne smentite. L’ultima volta che il ministro è comparso in pubblico era il 20 marzo, poi il 29 aprile veniva citato dalla stampa del paese: l’esecuzione sarebbe avvenuta il 30 aprile, davanti a centinaia di persone. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 – L’accordo tra il Vaticano e lo Stato palestinese

PAPA FRANCESCO

Il Vaticano riconosce lo stato della Palestina. È quanto emerso oggi al termine di una riunione plenaria tra le delegazioni della Santa Sede e quella, appunto, palestinese. Settimana prossima Papa Francesco incontrerà Abu Mazen, il quale sarà presente anche alla cerimonia di canonizzazione di due religiose palestinesi. E vista la strettezza tra le parti, si è arrivati all’annuncio di questo avvicinamento, spiegato su L’Osservatore Romano anche da monsignor Camilleri, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati: «Lo scopo» è quello «di favorire la vita e l’attività della Chiesa cattolica e il suo riconoscimento a livello giuridico anche per un suo più efficace servizio alla società». In particolare, «il testo ha un preambolo e un primo capitolo sui principi e le norme fondamentali che sono la cornice in cui si svolge la collaborazione tra le parti. In essi si esprime, ad esempio, l’auspicio per una soluzione della questione palestinese e del conflitto tra israeliani e palestinesi nell’ambito della Two-State Solution e delle risoluzioni della comunità internazionale, rinviando a un’intesa tra le parti». Ma l’accordo non piace a Israele: si è detto deluso il portavoce del Ministero degli Esteri di Tel Aviv, che aggiunge che questa decisione «non contribuisce a riportare i palestinesi al tavolo delle trattative». (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 – L’Europa approva l’agenda sull’immigrazione

Malta Europe Migrants

È finalmente arrivata l’approvazione dell’agenda per la politica dell’immigrazione della commissione europea. Il testo prevede l’accoglienza di 20mila persone, e di questi il 9,94 percento sarà accolto dall’Italia. Così il nostro Paese risulterà di fatto più alleggerito nella gestione dell’emergenza, affiancato dalle altre nazioni dell’Unione. Ora si attendono soltanto le conferme dei governi, ma entro la fine del mese di dovrebbe arrivare a una soluzione definitiva. Nell’ottica di rivedere, il prossimo anno, il regolamento di Dublino. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 – Usa, si laurea a 94 anni

virginia-kXND-U10501884139193LH-700x394@LaStampa.it

Dagli Stati Uniti arriva la storia di Anthony Brutto, neolaureato alla West Virginia University. L’uomo ha però una particolarità: l’età. È infatti un 94enne, e ha completato il suo corso di studi cominciato nel ’39. All’epoca dovette smettere di frequentare l’ateneo a causa della guerra e, una volta tornato a casa, per le gravi condizioni di salute della moglie. Ma quando poi ha raggiunto la pensione, Anthony ha deciso di tornare sui libri. Riuscendo, finalmente, a conquistare la laurea. (Leggi tutta la notizia qui)

 

6 – L’intervista al veleno di Trierweiler su Hollande

hollande

«Il potere è la loro ossessione». È schietta e diretta Valerie Trierweiler nel parlare di François Hollande e Segolene Royal. L’ex-compagna del presidente francese, resa nota da un libro in cui raccontava al vetriolo del loro rapporto, è tornata a fare la giornalista, ma ha anche rilasciato un’intervista a Le Parisien, in cui parla al veleno di Hollande e della sua ex-compagna, ora Ministro dell’Ambiente. Tra i due è tornata ad esserci profonda intesa politica, e, dice la Trierweiler: «Mi inchino davanti a loro, compimenti. D’altra parte sono indissociabili. Condividono un gusto immoderato per la loro politica». L’accusa che rivolge al presidente francese è di averla usata quando si era allontanato dalla Royal, per poi accantonarla in via sbrigativa quando era comparsa una terza donna, Julie Gayet. E a quel punto sarebbe risbocciato l’amore (ma solo politico) con Segolene Royal, che gode di maggior popolarità rispetto al Premier. (Leggi tutta la notizia qui)

 

7 – Expo, donna cinese denunciata per aver morso un finanziere

EXPO 2015 INAUGURAZIONE

Una donna manager cinese di 39 anni impegnata a Expo è stata arrestata ieri per aver aggredito un agente della Guardia di Finanza in borghese, mordendogli una mano. L’episodio è accaduto ieri: il militare delle Fiamme Gialle aveva fermato la donna per controllare i documenti a lei e a un altro uomo orientale. Ne è nata una discussione, resa ulteriormente lunga dalla difficoltà a capirsi, e quando poi la donna ha pensato di essere vittima di un raggiro si è difesa mordendo l’agente. (Leggi tutta la notizia qui)

 

8 – È la notte di Real-Juve

Massimiliano Allegri

È la notte di Real-Juve, il giorno in cui i bianconeri possono veramente capire se il calcio europeo li riaccetterà tra le grandi o se invece la ambizioni di essere tornata al top dovranno essere rimandate di un anno. Ieri sera il Barcellona si è arreso al Bayern, ma cambiava poco: i catalani sono la prima finalista della Champions League, e attendono con impazienza di sapere se saranno protagonisti di un altro Clasico contro il club di Ancelotti o se invece scenderanno in campo contro i ragazzi di Allegri. (Leggi tutta la notizia qui)

 

9 – Meteo, arriva il brutto (e il freddo)

Bergamo dopo la pioggia fotografo devid rotasperti (3)

Brutte notizie per chi attende il week end. Il meteo non prevede nulla di buono, anzi, ci si aspetta un peggioramento drastico da giovedì a domenica, con cali delle temperature di anche 10 gradi. E tutto per colpa di Ferox, il  ciclone che si avvicina minacciosamente all’Italia. (Leggi tutta la notizia qui)

 

10 – Si fa togliere una multa usando Google Maps

Google-Maps-Traffico

Ha trovato un modo semplicissimo per farsi annullare una multa: usare Google Maps. Il tribunale di Savona ha deciso di togliere la sanzione che era stata comminata ad un autista, colto a viaggiare a 70 km/h in un tratto urbano, dove invece il limite era di 50. Come però documentano le immagini satellitari, il punto d’infrazione indicato non era affatto un centro abitato, ovvero non era un tratto di strada tra le case, bensì un viale tra orti e campagne. Così il tribunale ha rilevato che la multa era in contraddizione con quanto definito dal codice della strada come centro abitato. E ha dato ragione all’automobilista. (Leggi tutta la notizia qui)