10 notizie di cui parlare a cena
Il sì irlandese ai matrimoni gay

 

1 – L’Irlanda dice “sì” ai matrimoni gay

Ireland Gay Marriage

È un giorno storico per l’Irlanda, dove i risultati del referendum di ieri hanno accertato il successo (già previsto) dei sì ai matrimoni gay: già mentre gli spogli erano in corso, il governo ha anticipato l’esito del sondaggio, su cui rimane soltanto da stabilire le percentuali nette di differenza, che però viaggiano su rapporti di due sì ogni no. Dublino diventa così la prima capitale ad approvare le unioni tra persone dello stesso sesso tramite un voto referendario, cosa che ha spinto il premier Enda Kenny a parlare di «messaggio pionieristico» spedito dall’Irlanda a tutto il mondo. È il tono degli annunci fatti anche dal Ministro della Salute Leo Varadkar, che ha invitato il Paese ad essere «un faro» per il resto del mondo in quanto a libertà e uguaglianza. (Leggi tutta la notizia qui)

 

2 – Nuova legge in Francia: i supermercati dovranno donare le eccedenze agli enti caritatevoli

Man buying fresh meat

Una legge per ridurre al minimo gli sprechi alimentari nei supermercati, riciclando il cibo o donandolo a chi può averne bisogno. Così ha scelto all’unanimità l’Assemblea nazionale francese, con tre emendamenti volti a dare nuova vita alle eccedenze alimentari derivate dalla grande distribuzione. Le date di scadenza, infatti, impongono ai supermercati di togliere dalla vendita alcuni prodotti ancora commestibili ma non più vendibili, che la nuova legge obbliga a dare in omaggio ad enti caritatevoli che si occupano di assistenza ai più bisognosi. In alternativa, le confezioni potranno essere destinate al consumo animale, al compostaggio o alla valorizzazione energetica. Inoltre, per i supermarket con una superfice maggiore di 400 metri quadri, ci sarà l’obbligo di sottoscrivere convenzioni con enti d’assistenza e associazioni caritative. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 – La bocciatura della Ue al “reverse charge” vale 728 milioni di euro

RENZI

È una bocciatura che pesa quella della Commissione Europea al “reverse charge”, la norma introdotta nella Legge di Stabilità 2015 e che, stando ai piani del Governo, avrebbe generato un’entrata da 728 milioni di euro nel corso dell’anno. Bruxelles ha ritenuto che tale soluzione viola le norme europee, e non ha concesso la deroga. E ora l’Italia dovrà recuperare quella cifra in altra maniera, e qualcuno si aspetta già un aumento delle accise della benzina (inserito come clausola di salvaguardia proprio in caso di bocciatura). Niente da fare, quindi, per il “reverse charge”, pratica che si struttura sull’inversione dell’obbligo di versamento dell’Iva, che passa dal venditore all’acquirente. La novità avrebbe riguardato i fornitori della grande distribuzione, lasciando direttamente al supermercato l’onere di versare l’Iva, lasciando al fornitore (se in situazione di credito Iva verso lo Stato) la possibilità di fare domanda allo Stato per ricevere un credito di imposta. (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 – Iraq, respinti 40mila profughi: si temono infiltrati dell’Isis

isis ragazzini

Continua la guerra dell’Isis su due fronti. Palmira è stata conquistata in Siria, e le voci che arrivano dalla città fanno credere il peggio: video di uomini decapitati e uccisi, racconti di ricerche casa per casa di lealisti, coprifuoco e violenze. Sarebbero già 280 i militari uccisi nelle ultime 48 ore. Ma ancor più complessa si fa la situazione a Ramadi: qui gli jihadisti spingono verso Baghdad, con un’insistenza che ha costretto l’esercito iracheno a bloccare l’accesso al ponte di Bzebiz, fermando almeno 40mila persone in fuga dall’Isis. Il timore, infatti, è che tra di loro si possano anche mescolare terroristi dello Stato Islamico, che riuscirebbero in questa maniera ad infiltrarsi nella capitale. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 – Chi insulta su Facebook rischia il carcere

A smartphone user shows the Facebook application on his phone in Zenica, in this photo illustration

Chi insulta tramite Facebook rischia il carcere. È il risultato della decisione della Corte di Cassazione, che ha stabilito come tale materia competa ad un tribunale normale e non ad un giudice di pace, cambiando così l’ordine di pena che un cittadino rischia. Tutto è nato dal caso burrascoso di una coppia: lui postava insulti e frasi ingiuriose sulla bacheca della ex-moglie. E una volta partita la denuncia, è nato un processo per diffamazione rimpallato tra giudice di pace e tribunale. Il primo, però, può decidere solo per sanzioni pecuniarie, il secondo, invece, può anche scegliere il carcere, con pene che vanno da sei a tre anni per il reato in questione. La decisione della Cassazione è stata di affidare il caso alle mani di quest’ultimo, esponendo così al carcere chi insulta su Facebook. (Leggi tutta la notizia qui)

 

6 – Il crowdfunding di Federica per andare alla Columbia University

4137182_1431858864.2088

È stata presa alla Columbia University, ma non ha i soldi per partire. Per questo Federica Belletti, studentessa marchigiana laureata in Scienze della Comunicazione, ha lanciato un’operazione di crowdfunding, per raccogliere gli aiuti necessari a prendere e partire: per ora ha messo da parte 2500 euro, deve arrivare a 77mila. Questa è la cifra che le sarebbe necessaria per cominciare un corso in film producing e di cui non riesce a disporre chiedendo aiuto alla sua famiglia: i suoi genitori sono entrambi operai. Così, ha chiesto aiuto alla rete: «Perché dovrebbero investire in me? Perché Sto lottando per poter essere a New York il 31 Agosto ad imparare come poter trasformare la tradizione cinematografica italiana in una rinnovata industria capace di creare lavoro, innovazione ed educazione filmica. Vorrei studiare come gli americani sono in grado di capitalizzare la propria cultura. Perché a modo mio, con la scrittura per immagini, voglio provare a fare qualcosa per questo Paese». (Leggi tutta la notizia qui)

 

7 – Milan, Ancelotti può tornare davvero?

1792394-ancelotti

Il calcio è strano e si scalda il cuore con un possibile ritorno considerato impossibile fino a qualche settimana fa, ma ora, di giorno in giorno, sempre più ipotizzabile. È quello di Ancelotti al Milan, club che segue con le luci spente l’allenatore del Real, in attesa di capire se il club madrileno lo lascerà veramente a casa o se invece gli chiederà di restare ancora un anno al Bernabeu. Per il Milan, infatti, la cosa si può fare, ma a solo ad una condizione: il Real liberi il tecnico dandogli una sostanziosa buona uscita. A quel punto per Ancelotti la cosa si potrebbe anche fare. Intanto, è lui stesso che sta cercando di capire cosa succederà: in un clima surreale, ieri, ha risposto alle domande dei giornalisti spagnoli che volevano saperne di più. Domande dirette, scansate con eleganza e un filo di commozione. Con una sola certezza: «Domenica o lunedì incontrerò la società per parlare di futuro». (Leggi tutta la notizia qui)

 

8 – Gp di Monaco, Hamilton vola davanti a tutti

Lewis Hamilton

In mattinata era stato Vettel a schizzare sull’asfalto di Montecarlo. Ma nelle prove ufficiali del Gp di Monaco l’ha spuntata Lewis Hamilton, che col tempo di 1’15”098 partirà davanti a tutti, staccando il compagno di squadra Rosberg e, appunto, la Ferrari del tedesco. È la prima volta che Hamilton stacca il biglietto per la prima fila nel Principato, risultato che gli dà una spinta enorme in vista della gara di domani, circuito notoriamente ostico per i sorpassi. (Leggi tutta la notizia qui)

 

9 – Lo studio australiano: la vita da pendolare fa bene

pendolari bergamo

La vita del pendolare fa bene. A dirlo è una ricerca condotta da uno studioso, David Bissel, dell’Australia National University, che ha rivalutato l’idea che tanta gente ha degli spostamenti quotidiani tra treni, autobus e metro, quasi più appaganti di chi per andare in ufficio deve fare solo pochi passi o usare la propria auto. Viaggiare in treno aiuterebbe a sentirsi di buonumore e consentirebbe a tutti di ricavarsi il proprio spazio, per pensare un po’ di più a sé e guardarsi intorno. «I trasporti pubblici sono degli spazi preziosi in cui ritrovarsi con gli altri. Prevengono l’isolamento sociale», spiega l’autore dello studio, sottolineando come si costruisca una dinamica di linguaggio corporale inconsapevole, che ha l’effetto di far sentire le persone sempre più connesse e in sintonia con gli altri. Bissel ha intervistato 53 pendolari e 26 impiegati del trasporto pubblico, passando proprio alcune giorni immerso nella vita di queste persone. «Molti credono che il viaggio per tornare a casa o per andare a lavoro sia un’attività limitata e indipendente. Invece questi passaggi rappresentano proprio il momento in cui riprendiamo i contatti con la famiglia e con gli amici, pensiamo, pianifichiamo. La nostra vita professionale e privata si fondono in molti modi: le esperienze che facciamo durante questi spostamenti possono influenzare ciò che poi faremo una volta a casa o a lavoro». (Leggi tutta la notizia qui)

 

10 – Ancora week end instabile. Il sole arriverà solo giovedì

Bergamo dopo la pioggia fotografo devid rotasperti (8)

Week end ancora instabile per colpa di Venere, il ciclone che sta attraversando in queste ore la penisola, con pioggia e freddo. Al nord il sole sembra, di ora in ora, avere la meglio dopo le nubi dei giorni scorsi: gli ultimi piovaschi interesseranno oggi il nordest e la Romagna, mentre da domani il bel tempo dovrebbe reggere. Più complessa la situazione al sud: qui i soli miglioramenti previsti per il week end sono per le temperature, in leggero aumento, mentre nubi e pioggia continueranno a farla da padrona su Lazio, regioni adriatiche e zone costiere. Per la prossima settimana le previsioni sono agrodolci: pioverà fino a martedì, poi da giovedì finalmente torneranno caldo e sole. (Leggi tutta la notizia qui)