scalo merci bergamo stazione

Notizie su Bergamo e provincia
(26-31 dicembre 2016)

31 DICEMBRE

 

1 – I dubbi di Gori sullo scalo merci. «Troppi pericoli» per l’area circostante

Le Ferrovie dello Stato sono disponibili a cedere le aree occupate dallo scalo merci di Bergamo alla società che gestisce l’infrastruttura, la Cisaf. Perché altre ipotesi, al momento, sono tutte su un binario morto. Il sindaco Gori però è scettico: «Mantenere uno scalo dedicato a merci pericolose a pochi metri da un ospedale, dal principale polo scolastico della provincia e da un nodo ferroviario da cui ogni anno transitano più di dieci milioni di persone, credo vada valutata con estrema attenzione e cautela», ha detto a L’Eco di Bergamo.

2 – In manetta papà e figlia: lui coltiva marijuana, lei spaccia

E’ accusata di spacciare marijuana ai compagni di scuola di Darfo, che poi la fumavano durante l’intervallo. Per questo è stata arreastata una 15enne residente nell’alto Sebino bergamasco. Poi è finito in manette anche il papà: coltivava nel suo orto le piantine che poi finivano, dopo l’opportuno trattamento, tra la merce che la figlia vendeva ai coetanei.

3 – Gli uffici statali potrebbero spostarsi in via Pascoli

Dovranno lasciare lo storico palazzo di Largo Belotti a fine 2017 perché il contratto d’affitto è scaduto. Ma la nuova sede non è ancora stata trovata. Prima si parlava di una nuova sede a Colognola (in fondo a via San Bernardino, di fronte all’area ex Gres), da costruire. Ma al Comune l’idea non piace. Ora c’è l’ipotesi di via Pascoli, dove c’erano le poste: lì potrebbero confluire anche gli uffici attualmente in via Bonomelli e viale Papa Giovanni XXIII.

4 – Ricerca, il ministero premia l’Università di Bergamo

La ricerca scientifica premia l’Università di Bergamo. È grazie ai miglioramenti in questo settore infatti che il ministero dell’Istruzione ha decretato un incremento dei trasferimenti all’ateneo orobico di quasi un milione di euro. In totale arriveranno 42.549.578 euro.

5 – Collegamento diretto Brebemi-A4, Autostrade fa ricorso al Tar

Riparte la battaglia legale tra Autostrade per l’Italia e Brebemi. Il motivo? La connessione diretta nel Bresciano fra le due autostrade, che la Brebemi Spa è stata autorizzata a costruire dal Cipe. I lavori sono già iniziati. La Aspi, che detiene la concessione del tratto Milano-Brescia della A4, ha presentato ricorso al Tar di Milano perché quel collegamento porterebbe una grande perdita di traffico e, di conseguenza, di ricavi tariffari. Nella convenzione firmata al momento della concessione, si dice nel ricorso, ciò non era previsto.

 

30 DICEMBRE

 

1 – Elisoccorso di nuovo in azione. Un ferito, ancora in Val Brembana

Elisoccorso di nuovo in azione, oggi pomeriggio verso le 16, nella zona del pizzo del Becco, sopra i laghi Gemelli, nel territorio di Carona. Due gli escursionisti coinvolti: uno è precipitato, ma non è in pericolo di vita. Avrebbe accusato alcune fratture. La seconda persona soccorsa invece è riuscita a scendere a valle senza problemi.

2 – Prima l’omicidio, ora i furti. Colognola chiede la videosorveglianza

Dopo il delitto di Daniela Roveri, tanti furti negli appartamenti. Ma in realtà anche prima. Da qualche mese a questa parte, per la precisione. Sicurezza al centro della scena a Colognola, come segnalato sul gruppo Facebook del quartiere. Molti residenti chiedono un maggior presidio del territorio e a breve partirà anche una raccolta firma per avere la videosorveglianza.

3 – Panettoni su viale Roma per evitare nuove Nizza e Berlino

Il capodanno di Bergamo pensa anche alla sicurezza. Non sono emersi segnali che facciano pensare a un pericolo reale di attentati a Bergamo, né Bergamo sembra essere in cima alla lista delle città nel mirino del terrorismo. Ma prevenire è meglio che curare. Domani sera, in centro, potrebbero quindi essere posti dei panettoni di cemento a difesa di viale Roma. Così nessun mezzo potrebbe lanciarsi tra la folla.

4 – Unioni civili nello sgabuzzino. Stezzano bocciata dal Tar

Al termine di un contenzioso durato solo poche settimane il Tar della Lombardia ha annullato la delibera della Giunta del Comune di Stezzano, nelle parti in cui disponeva un’illegittima disparità di trattamento tra matrimoni civili e unioni civili. Tutto è cominciato perché un residente ha chiesto di celebrare l’unione civile con il suo fidanzato nel salone affrescato che viene utilizzato per i matrimoni. Invece, l’amara sorpresa: uno sgabuzzino con faldoni e schedari. Non certo la cornice ideale. Il Comune dovrà anche versare alla coppia 6mila euro come risarcimento.

5 – Tornato in azione il piromane del Ponte del Costone

Ogni inverno, dal 1997, quando sulla provincia spira il vento caldo e secco che arriva dalle alpi, favonio o Föhn, entra in azione. Dà fuoco al pizzo Frol, vicino al Ponte del Coste, tra Casnigo e Ponte Nossa. L’ha fatto anche questa settimana, con un nuovo tipo di innesco: un mazzetto di fiammiferi legato a un bastoncino d’incenso, capace di bruciare lentamente per un’ora. Così il piromane si può allontanare. Ha affinato la tecnica. Gli inquirenti sono sicuri che ad agire sia sempre la stessa persona, ma non l’hanno mai colto in flagrante.

6 – Scalo merci, ipotesi di mantenerlo a Bergamo oltre il 2017

Lo scalo merci potrebbe anche restare a Bergamo oltre il 2017. L’ha detto l’assessore regionale ai trasporti Sorte. Archiviata l’ipotesi di Verdello, per il no di Levate, e quella di Treviglio-Caravaggio, resta sul tavolo l’ipotesi di Terno d’Isola. O la permanenza in città. Ma bisogna vedere cosa dicono i sindaci.

7 – Servizio antiprostituzione a Zingonia: denunce e multe ai clienti

I carabinieri della compagnia di Treviglio hanno effettuato un servizio antiprostituzione a Zingonia. Sono stati accompagnati in caserma 5 brasiliani, bloccati in corso Europa. Quattro di loro non erano in regola con il permesso di soggiorno e sono stati denunciati a piede libero. Multe anche per i clienti.

8 – Redona, quattro anziani truffati in un condominio

Finti tecnici del gas o dell’elettricità, soprattutto. Ma anche finti poliziotti. I truffatori sono bravi a farsi aprire la porta di casa dagli anziani, distraendoli con finti controlli e finti documenti da firmare. E mentre l’anziano è impegnato, il complice arraffa i preziosi. E’ accaduto in quattro casi, mercoledì, nel quartiere di Redona, in una palazzina di via Radini Tedeschi, a pochi passi da via Corridoni.

 

29 DICEMBRE

 

1 – Precipita vicino al Rifugio Calvi. Morto il campione Franco Togni

Oggi alle 14 un’escursionista è precipitato lungo il sentiero che collega il rifugio Calvi, a Carona, al Brunone. La vittima Franco Togni, 56enne di Sorisole, ex campione di atletica. A dare l’allarme un altro alpinista che era in zona. Immediato l’intervento dell’elisoccorso del 118. Inutile, purtroppo, il trasporto repentino all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo: l’uomo ha messo di respirare nel tardo pomeriggio.

2 – Tentano di rubare a casa Di Pietro: inseguimento e arresto

Inseguimento da parte dei carabinieri e arresto, oggi, nel quartiere Marigolda di Curno. Via Brembo. Due malviventi incappucciati hanno cercato di entrare nella casa di Antonio Di Pietro, ma sono stati notati da una vicina di casa. Anche perché, a quanto pare, avrebbero sfondato un muretto con l’auto. La donna ha chiamato subito le forze dell’ordine e i militari sono arrivati prima che i ladri riuscissero a entrare. Si sono dati alla fuga a bordo della loro Golf bianca con targa svizzera rubata. Pare esserci anche stata una sparatoria. Uno dei ladri è stato arrestato, l’altro è riuscito a dileguarsi attraverso il Brembo.

3 – Dal 2017 in bici dal centro di Bergamo alla Fiera, e quindi a Seriate

Dal 2017 sarà possibile pedalare in sicurezza da Seriate fino al centro di Bergamo: la Giunta del Comune ha presentato oggi il progetto per una nuova pista ciclabile che collegherà la Fiera Nuova con il polo scolastico di via Europa, passando dal quartiere Boccaleone e attraversando i campi non lontani dal viadotto della circonvallazione. Il percorso collegherà dunque la ciclabile di Seriate – che al momento si interrompe proprio nei pressi della fiera di Bergamo – con il centro cittadino. La pista, dalla lunghezza di circa 2,5 km, verrà realizzata durante il 2017 ampliando o allargando alcuni marciapiedi esistenti per renderli ciclo-pedonali, costruendo ex-novo diversi tratti, ricongiungendo infine tratti esistenti, ma attualmente scollegati tra loro. L’opera costerà 500mila euro e verrà finanziata interamente con i fondi provenienti dal Bando del Governo per progetti a favore delle periferie, grazie al quale la città di Bergamo si è aggiudicata 18 milioni di euro. Non solo: il Comune prevede sempre per il 2017 la realizzazione di un tratto ciclabile che colleghi la stazione di Bergamo con il Sentierone, passando da via Galliccioli e via Taramelli.

4 – Ospedale di Romano, gamba gonfia curata col Voltaren. Era fratturata

Al pronto soccorso dell’ospedale di Romano con una gamba gonfia: le hanno dato il Voltaren, congedandola dopo una breve visita, ma un accertamento svolto all’Humanitas Gavazzeni di Bergamo ha rilevato fratture multiple al femore. Protagonista della vicenda una 77enne. Elisabetta Fabbrini. direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest, che gestisce l’ospedale di Romano, si è scusata con la signora e ha assicurato che verranno svolti i doverosi accertamenti sulla vicenda da parte della direzione sanitaria.

5 – Pronto soccorso preso d’assalto: l’influenza cinese ha cominciato a colpire

Il picco di diffusione è atteso dopo le feste. Ma l’influenza cosiddetta cinese ha già cominciato a colpire, tant’è che, complici le giornate di festa e i medici di base in vacanza, sono stati giorni da bollino nero all’ospedale di Bergamo. In media l’aumento dell’afflusso è stato del 32 per cento, con tempi di attesa fino a dieci ore per i codici bianchi.

6 – Bocia, 5 mesi di domiciliari per un daspo violato

Era stato sorpreso nella zona del baretto,fuori dallo stadio, in occasione di AlbinoLeffe-Empoli del 2009. Peccato avesse un daspo che gli impediva di stare nelle vicinanze del Comunale durante le partite. Claudio «Bocia» Galimberti, leader degli ultrà atalantini, sconterà 5 mesi di detenzione ai domiciliari. Lo ha stabilito il tribunale di Sorveglianza accogliendo la richiesta dei difensori di Galimberti sulla conversione della pena.

7 – Treni dei pendolari, scende l’età media in Lombardia

Va meglio, ma ancora la media italiana è più bassa. L’età media dei treni dei pendolari in Lombardia è scesa a 18,6 anni. Nel 2015 era di 22. Sono stati dismessi i treni più vetusti (in particolare quelli a piano ribassato del 1969) in concomitanza con l’immissione dei nuovi. A dirlo è Legambiente nel rapporto Pendolaria 2016. Il parco rotabile della nostra regione resta al 7° posto in Italia per vetustà: la media italiana è di 17,2 anni.

8 – Foppolo, seggiovia della Quarta Baita riparata nella notte

Un diversivo interessante, risalire le piste con il gatto delle nevi o trainati dalle motoslitte. Soprattutto per i più piccoli. Ma nettamente meno efficiente rispetto alla seggiovia. L’impianto della Quarta Baita, a Foppolo, si era guastato ieri mattina ma è stato riparato in fretta e furia nella notte grazie all’arrivo del pezzo di ricambio necessario. Oggi, quindi, tutto funziona regolarmente.

 

28 DICEMBRE

 

1 – Niente fuochi d’artificio dal Comune. Spaventano gli animali domestici

In vista dell’ultimo dell’anno, serata che si rivela molto complicata per gli animali domestici, il Comune di Bergamo fornisce un breve e sintetico vademecum, in modo da ridurre o contenere i disagi di tutti gli amici a quattro zampe, così sensibili ai botti che vengono esplosi per celebrare tradizionalmente l’anno nuovo. Il Comune non prevede alcuno spettacolo pirotecnico per l’ultima sera dell’anno e consiglia a tutti i cittadini di ridurre il più possibile l’utilizzo di botti e fuochi artificiali.

2 – In arrivo 18 milioni di euro per 41 progetti per le periferie

“L’avevamo anticipato: il 2017 sarà l’anno delle periferie. A maggior ragione lo possiamo dire oggi di fronte alla notizia dei 18 milioni di euro conquistati attraverso il Bando del Governo”. Così il Sindaco Giorgio Gori commenta conferma pervenuta oggi da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri del finanziamento di 18 milioni di euro per progetti previsti dal Comune di Bergamo a favore delle periferie.

3 – Terribile incidente sugli sci, bambino di 7 anni portato a Bergamo.

Un bambino di sette anni ha perso il controllo degli sci ed è caduto sulla pista Paradiso, a Santa Caterina Valfurva, in parte ancora ghiacciata. E’ stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergam. L’impatto è stato violento e il baby-sciatore ha riportato un serissimo trauma cranico e facciale.

4 – Vende la bici rubata su Internet. Ma a comprarla sono i carabinieri

Ruba la bici e la rivende su Internet. Ma il proprietario la riconosce e chiama i carabinieri, che organizzano un finto appuntamento, mostrandosi clienti interessati all’acquisto. Denunciato il presunto ricettatore, un 56enne a Treviglio di origini pugliese. Il mercato criminale che ruota intorno ai furti di biciclette nella Bassa, già da alcuni mesi, è nel mirino degli investigatori dell’Arma. E i ritrovamenti in questi mesi sono stati numerosi.

5 – Più di una casa su cinque vuota nella provincia di Bergamo

Il dato è viziato dalle tante seconde case nelle valli, e anche sul lago. Però fa riflettere. Sono 122mila le case vuote e inutilizzate nella provincia di Bergamo, più di una su cinque (22,7%). Il dato è leggermente al di sopra della media nazionale (22,5%). È quanto emerge da un’analisi di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 340 agenzie. La proposta del gruppo? Sostenere con interventi legislativi, anche in materia fiscale, il mercato locativo.

6 – Seggiovia guasta a Foppolo: l’alternativa è il gatto delle nevi

Foppolo, seggiovia Quarta Baita ferma per guasto. Nessun atto vandalico, sia chiaro. Nessun dolo. Solo un piccolo inconveniente sta mattina per gli sciatori che si sono recati in Alta Val Brembana. L’alternativa? Gatti delle nevi e motoslitte.

7 – Poste alla ricerca di portalettere. Anche nella Bergamasca

Poste italiane cerca portalettere e ci sono posti disponibili anche nella provincia di Bergamo. Per partecipare alla selezione cliccare qui. I requisiti? Diploma di scuola media superiore con votazione minima 70/100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110.

8 – Morto il chitarrista degli Staus Quo: la loro hit accompagna l’Atalanta in campo
Sono famosi per un unico brano, Whatever you want, bellissimo, che usa anche l’Atalanta da qualche anno per accompagnare l’ingresso delle squadre in campo al comunale di Bergamo. Sono gli Status Quo. Nel 2016 dell’addio a tante rock e pop star, se n’è andato anche il loro storico chitarrista, Rick Parfitt: aveva 68 anni. Era stato ricoverato in Spagna a causa di una ferita alla spalla, è morto per le complicazioni di una infezione.

 

27 DICEMBRE

 

1 – Tir con 9 persone nel carico, dalla Bulgaria fino a  Stezzano

Carico con sorpresa dalla Bulgaria oggi alla Schneider Electric di Stezzano. L’autista di un Tir, mentre scaricava, ha trovato nove uomini nascosti tra il carico: alcuni potrebbero essere minorenni. Forse sono afgani., ma non c’è ancora la certezza. L’uomo ha subito chiamato i carabinieri. Non si sa dove siano saliti con precisione: si ipotizza non abbiano compiuto un lungo tragitto sul camion.

2 – Clima quasi primaverile a Bergamo: 19 gradi. Un pericolo per le piante

Per il calendario oggi è il 27 dicembre, ma la temperatura rilevata dal termometro fa quasi pensare di essere in primavera. Alle 10,30 di questa mattina infatti a Bergamo si sono registrati 13,3 gradi, 8 in più rispetto alla media climatica provinciale del periodo. Alle 12,30 la temperatura è salita addirittura oltre i 17 gradi. In seguito, sono stati toccati i 19 gradi. Coldiretti Bergamo evidenzia come questa bolla di calore rischi di essere pericolosa per le piante, che ingannate dalle temperature miti riprendono la vita vegetativa e si trovano impreparate ad affrontare eventuali gelate e nevicate improvvise. Un pericolo annunciato anche dalle previsioni dell’Arpa Lombardia che indicano in progressiva diminuzione le temperature, sia le minime che le massime, nei prossimi giorni.

3 – L’aeroporto di Bergamo festeggia l’undicimilionesimo passeggero

L’Aeroporto di Bergamo ha festeggiato oggi, martedì 27 dicembre, il transito dell’undicimilionesimo passeggero del 2016. Si tratta di Alessandro Galletti, 29enne milanese, partito con volo Pobeda Airlines per Mosca. È stato premiato da SACBO, rappresentata dal direttore generale Emilio Bellingardi e dall’aviation director Giacomo Cattaneo, con una targa e una card gratuita per l’accesso alle Vip Lounge aeroportuali, e ha ricevuto un biglietto omaggio da Pobeda Airlines. Il traguardo di 11 milioni di passeggeri rappresenta il massimo storico per lo scalo.

4 – Investe ragazza e non si ferma. «Non me ne ero accorto», dice

«Non me ne ero accorto», si è giustificato. Forse perché tre ore dopo l’incidente aveva un tasso alcolico ancora tre volte sopra il limite. La mattina della vigilia di Natale, in piazza Camozzi, a Grumello, un operaio kosovaro di 58 anni ha investito una ragazza lasciandola a terra con il bacino rotto senza fermarsi. I carabinieri l’hanno rintracciato grazie alle telecamere. Stava tornando dal turno in fabbrica: ha ammesso di aver brindato per Natale prima di lasciare lo stabilimento.

5 – Si barrica in casa con un coltello a Martinengo: minacce ai parenti

Altro che serenità a Natale. Per una famiglia di Martinengo è stato un pomeriggio da incubo, quello del 25. Un uomo di 43 anni, con problemi psichici, durante il pranzo è stato colto da un raptus, ha preso in mano in coltello e si è chiuso in una stanza, minacciando di far del male a sé stesso e agli altri. Nulla hanno potuto le parole dei famigliari, dei medici del 118 e dei carabinieri. Che alla fine hanno fatto irruzione nella stanza, immobilizzando l’uomo, preso in carico dai sanitari e quindi ricoverato nel Reparto Psichiatrico dell’Ospedale di Treviglio.

6 – Verdellino, confisca dell’auto ai clienti delle prostitute

Giro di vite contro la prostituzione da parte del Comune di Verdellino. Il consiglio ha adottato un regolamento che prevede, oltre a una multa di 500 euro, anche la confisca amministrativa del veicolo. È l’ultimo dei tentativi per colpire un fenomeno che si concentra soprattutto nella parte del paese che rientra nei confini di Zingonia.

7 – Il vento e le feste portano un’aria più pulita

Dopo 25 giorni di valori di Pm10 sopra il limite, finalmente il livello delle polveri sottili in città è tornato sotto il livello di guardia, 50 microgrammi per metro cubo. 40, per la precisione, il valore rilevato alle centraline di via Meucci e via Garibaldi il 26 dicembre. Resta alto invece a Treviglio: 80 microgrammi.

8 – Auto contromano a Natale, si cerca il pirata della strada

«Volevo chiedervi se potevate darmi una mano per la ricerca del pirata della strada che il giorno di Natale alle ore 17 circa ha percorso in contromano la strada provinciale del Ponte del Costone, all’altezza del benzinaio, alla rotonda di Casnigo». Questo l’inizio di un messaggio postato in Facebook da un ragazzo di 21 anni che chiede aiuto. Il numero per contattare il lettore è 346/5708540.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.