Notizie su Bergamo e provincia
(10-15 settembre 2018)

15 SETTEMBRE

 

1 – La canapa legale di J-Ax in centro: 20 metri di coda all’inagurazione

Dopo il grande successo del primo punto vendita milanese del dispensario di canapa legale “Mr. Nice”, J-Ax, il fratello Grido e il socio Takagi fanno il bis. E scelgono Bergamo: ieri (venerdì 14 settembre) è stato aperto “Mr. Nice Bergamo” in via Sant’Alessandro, al civico 29. Venti metri di coda all’ingresso per incontrare il cantante e produttore televisivo.

2 – Furgone ribaltato a Bianzano, l’autista è grave

Un furgone si è ribaltato nelle primissime ore di stamattina, poco prima delle 5. L’episodio si è verificato a Bianzano, lungo la strada provinciale della Valle Rossa. Sul mezzo stava viaggiando un uomo di 39 anni che, in seguito al ribaltamento, è rimasto incastrato tra le lamiere. È grave.

3 – Morti diecimila cuccioli di tacchino in un incendio a Cologno

Un incendio che non ha dato scampo, nel capannone dove erano allevati. Sono i circa diecimila pulcini di tacchino morti a cause delle fiamme nate da un cortocircuito, nella tarda serata di giovedì, a Cologno al Serio, in una delle strutture della «Società agricola Cascina Palazzo». Migliaia di euro i danni.

4 – Diocesi, Università degli Studi e Fondazione Bernareggi insieme

Diocesi di Bergamo e Università degli Studi di Bergamo più vicine ai giovani grazie alla cultura. Ieri mattina, presso il salone d’onore del Museo Adriano Bernareggi, è stato presentato l’accordo di partenariato. Nasceranno azioni e progetti comuni nell’ambito culturale, della formazione e della ricerca valorizzando gli spazi disponibili presso Palazzo Bassi Rathgeb in Via Pignolo 76, che ospita la raccolta di opere del museo diocesano e che potrà accogliere centri di studio e ricerca, spazi didattici, biblioteca e sale studio. La collaborazione permetterà di sviluppare sinergie al fine di rendere maggiormente fruibile il materiale museale, aprirlo ad un pubblico più ampio ed in particolare giovane come quello che frequenta l’Università, fruire di alcuni spazi e della biblioteca specialistica presente presso il palazzo, realizzare in comune alcune iniziative in ambito culturale e artistico. Coinvolta nell’operazione anche la bella aula picta di Piazza Duomo. E tanto altro.

5 – Arrestato il rapinatore di via Trento a Treviglio, è un 28enne di Brignano

Svolta nelle indagini del rapinatore di via Trento di fine luglio scorso. Arrestato e portato in carcere un 28enne di Brignano Gera d’Adda senza fissa dimora. È stato rintracciato nel dormitorio della Stazione Ferroviaria di Bergamo. Tentò di rapinare tre minori armato di coltello e con il volto travisato. Soltanto la reazione dei tre giovani riuscì a far desistere l’aggressore, che poi si diede alla fuga facendo così perdere le proprie tracce.

 

14 SETTEMBRE

 

1 – Auto a 120 all’ora in circonvallazione. E a bordo c’erano due etti di hashish

Non si aspettavano certo che ci fosse una pattuglia della Polizia Locale di Bergamo sulla circonvallazione in direzione Curno martedì sera intorno alle ore 23: stavano infatti viaggiando a 120km/h, 50km l’ora oltre il limite di velocità, i tre giovani residenti in provincia e si sono visti fermare dagli agenti del Comune di Bergamo, in servizio di Polizia Stradale finalizzato al controllo della velocità. Durante i tradizionali accertamenti di casi del genere, gli agenti hanno avvertito anche un forte odore di hashish provenire dall’auto, un’Alfa Romeo Mito: alla domanda su un eventuale detenzione di droghe leggere da parte della Polizia Locale, il passeggero seduto sul sedile anteriore, M.A. 22enne bergamasco residente in provincia, ha consegnato una piccola dose di hashish. Approfondendo i controlli sui tre giovani e sul veicolo, gli agenti hanno trovato circa 171 gr di hashish, oltre a 1800 euro in contanti. M.A. e R.O., 21enne residente anch’egli in provincia, sono stati quindi arrestati per violazione dell’art. 73 del Dpr 309/90. Il conducente del veicolo, R.A., 23enne residente in provincia, si è visto immediatamente ritirare la patente di guida ed è stato denunciato a piede libero ai sensi dell’art. 110 del Codice Penale.

2 – Tredici nuovi agenti: cresce la Polizia Locale di Bergamo

Tredici nuove assunzioni: il Corpo di Polizia Locale ricomincia a crescere e inserisce forze fresche in un 2018 che rappresenta una ventata d’aria nuova per quello che riguarda via Coghetti, che aveva visto ridurre le proprie forze negli anni scorsi per via delle stringenti regole sul blocco del turnover. Negli ultimi anni i vincoli imposti dallo Stato hanno fatto sì che il numero di agenti in servizio sulle strade della città di Bergamo si riducesse, raggiungendo le 146 unità registrare nel dicembre 2016. «Solo grazie alla riorganizzazione del Corpo di via Coghetti, pensata e attuata nel 2015 dall’assessore alla Sicurezza Sergio Gandi e dall’allora comandante Virgilio Appiani, e alle innovazioni tecnologiche introdotte lo scorso anno è stato possibile non solo mantenere, ma addirittura incrementare gli standard del servizio sul territorio cittadino nei mesi scorsi», aveva spiegato il viceSindaco Sergio Gandi. La tendenza invece si è invertita già nel 2017 quando arrivarono 8 nuovi agenti: il percorso continua nel 2018, visto che ben 13 stanno entrando in queste settimane nella Polizia del Comune di Bergamo. Palazzo Frizzoni ha stretto una convenzione con il Comune di Cremona che ha consentito di attingere alle graduatorie del bando istruito dalla città del sindaco Galimberti. «In questo modo abbiamo potuto snellire le procedure e stringere i tempi per assumere nuovo personale», spiega la Comandante Gabriella Messina. 319 sono stati i partecipanti al concorso, 59 quelli che sono riusciti ad accedere alla graduatoria finale.

3 – Arresti ed espulsioni, i risultati del blitz a Zingonia

Nel blitz di questa mattina a Zingonia è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 37enne marocchino, clandestino sul territorio nazionale e pregiudicato per reati specifici. Nella sua disponibilità sono stati rinvenuti circa 20 grammi di droga (tra hashish e cocaina) suddivisi in più dosi. Lo straniero è stato portato in carcere a Bergamo e nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio di convalida. È stato, inoltre, rintracciato un 50enne italiano destinatario da un ordine di carcerazione per reati contro la persona emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penale della Procura della Repubblica di Bergamo. L’uomo è stato arrestato e condotto in carcere a Bergamo. I militari hanno rintracciato dieci stranieri, tra marocchini e nigeriani, clandestini sul territorio nazionale. Sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di clandestinità ed avviati in Questura a Bergamo, all’Ufficio Stranieri, per la successiva espulsione dall’Italia (sono in corso le operazioni di accompagnamento al Cie di Torino). Nei loro confronti è altresì scattata la contestazione penale per le occupazioni abusive, in relazione appunto agli appartamenti occupati all’interno dei palazzoni sottoposti a verifica ambientale.

4 – Telelavoro, primo infortunio da casa. Donna scivola mentre va in bagno

La prima volta non si scorda mai. È degno di nota, quindi, il primo caso di infortunio sul lavoro da parte di chi in quel momento stava svolgendo mansioni per la sua azienda attraverso lo strumento del telelavoro. Agile, da casa. Meno agile la donna che, andando in bagno a casa sua, è scivolata e ha denunciato dunque un infortunio professionale, che l’Inail le ha riconosciuto.

5 – Blitz a Zingonia, cani ed elicottero per cercare armi e droga

Blitz a Zingonia, questa mattina all’alba. I carabinieri con cani ed elicottero cercano droga, armi e clandestini, negli ultimi due palazzoni rimasti agibili prima della bonifica e dell’abbattimento. Un elicottero del secondo nucleo di Orio al Serio, munito di telecamera ad infrarossi, monitora le attività dall’alto. L’intera zona è stata completamente cinturata dai militari dell’Arma. Sul posto anche personale della Polizia Locale di Ciserano.

6 – Furto notturno alla Conad di Boltiere: via coi liquori

Sapevano già come muoversi, probabilmente grazie a sopralluoghi preventivi. Due malviventi hanno preso di mira nella notte la Conad di via Cardinal G. Testa a Boltiere, attorno alle 21.30, quando ormai tutti i dipendenti erano tornati a casa. Hanno forzato le porte laterali e in due minuti hanno fatto incetta di liquori costosi. Ma sono dovuti fuggire anticipatamente a causa dell’allarme scattato nel supermercato.

7 – Testamento biologico, 107 richieste in sei mesi a Bergamo

107 richieste in sei mesi. Sono i cittadini che dopo l’entrata in vigore della legge sul testamento biologico si sono rivolti al Comune di Bergamo per lasciare le disposizioni anticipate di trattamento (Dat), ovvero la possibilità di mettere per iscritto le proprie scelte di cura prima di non avere più modo di comunicarle. Il Comune di Bergamo prima di compilare i moduli consiglia sempre un colloquio medico.

8 – Morto Umberto Zanetti, grande poeta in bergamasco

Se n’è andato in fretta, a causa di una breve malattia, Umberto Zanetti, cantore del bergamasco. Nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 settembre è stato strappato agli affetti dei suoi cari, della sua famiglia. È nelle poesie in dialetto che ha saputo dare i frutti più preziosi.

 

13 SETTEMBRE

 

1 – Chiusura del punto nascita di Piario. I sindaci vincono il primo round al Tar

A seguito del ricorso al Tar, presentato dai sindaci dell’Alta Valle Seriana e Valle di Scalve, per ottenere la sospensiva e l’annullamento della delibera regionale numero 267 del 28 giugno 2018, oggi il presidente del Tar ha accolto l’istanza di misure cautelari monocratiche e, per l’effetto, sospende l’esecuzione della delibera fino alla prossima Camera di Consiglio, durante la quale viene fissata la trattazione in sede collegiale dell’istanza cautelare. «Questa notizia non significa che la Camera di Consiglio confermerà la sospensiva o e concederà l’annullamento della delibera e quindi la riapertura del punto nascita – ha dichiarato Antonella Luzzana, presidente dell’Ambito 9 Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve -, ma è il primo passo significativo che dimostra che la scelta condivisa e unanime da parte dei 24 sindaci di intraprendere un ricorso al Tar, a difesa del territorio, non è stata vana».

2 – Arrestati in piazzale Marconi mentre preparavano dosi tra le bici

Confezionavano le dosi di cocaina sul muretto vicino al parcheggio di biciclette della stazione ferroviaria di Bergamo. Poi le nascondevano nei calzini, in attesa di piazzarle direttamente in piazzale Marconi. Sono stati denunciati dal personale della Squadra Mobile nel tardo pomeriggio di mercoledì 12 settembre due maghrebini di 31 e 38 anni, entrambi irregolari sul territorio nazionale, per spaccio di stupefacenti. Sono stati fermati e portati in Questura per avviare le pratiche di espulsione.

3 – A Bergamo un campo dedicato a Piermario Morosini

Sarà inaugurato questa sera alle 19 a Bergamo, presso la sede della Asd Polisportiva Monterosso, il nuovo campo dedicato a Piermario Morosini, realizzato da Aic Onlus (la Onlus dell’Associazione Italiana Calciatori) grazie ai fondi raccolti in questi anni dai calciatori di tutte le categorie finalizzati alla realizzazione del progetto in ricordo del calciatore scomparso nell’aprile del 2012. Saranno presenti, al campo sul quale Piermario è cresciuto calcisticamente, tanti suoi amici calciatori che da tempo portano avanti l’impegno di non dimenticarlo: Michael Agazzi, che ha promosso l’iniziativa, Giampaolo Bellini, Cristian Raimondi, Damiano Tommasi, Diego Bonavina, Massimo Paganin e molti altri amici ed ex-compagni di squadra.

4 – Un 24enne a letto con la cognatina di 13 anni: rischia 3 anni di carcere

È andato a letto con la cognatina di appena 13 anni. Per questo un giovane di 24 anni ora rischia 3 anni di carcere per atti sessuali con minore. I due, che abitano nello stesso palazzo a Bergamo, avevano intrecciato una relazione clandestina. A sporgere denuncia è stata una professoressa della ragazzina che aveva ascoltato furtivamente le confidenze fatte in classe a un’amica. Lo racconta il Corriere della Sera Bergamo. La professoressa ha subito avvisato la madre e poi la procura di Bergamo. Il giovane, arrestato, ha confessato la relazione specificando: due o tre incontri nel corso di un anno, ha precisato. La ragazzina ha invece ammesso di essersi innamorata: per la legge però il suo consenso non ha alcun valore, essendo minore di 14 anni. Per il cognato, ai domiciliari, la procura ha chiesto 3 anni di carcere, ridotti con il rito abbreviato. Il giovane ha risarcito la famiglia con 2.500 euro e ha accettato di seguire un percorso di recupero psicologico.

5 – Arrestato per aver pestato a sangue il vicino

Ieri pomeriggio i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno catturato in via Crippa, a due passi dal centro storico di Treviglio, un albanese 27enne, incensurato e senza occupazione, autore di un brutale pestaggio lo scorso 21 agosto ai danni di un vicino di casa 73enne. I fatti in questione si sono verificati a Mola di Bari e per tale motivo il 27enne era stato indagato per lesioni personali pluriaggravate. Lo stesso Gip del Tribunale di Bari però nella relativa ordinanza di custodia cautelare non esclude che l’imputazione possa anche trasformarsi in tentato omicidio, poiché appunto l’anziana vittima, a causa del grave trauma cranico riportato, è tuttora a rischio vita.

6 – Le rubano lo smartphone in treno, ladri inseguiti dai passeggeri

Paura l’altra sera sul treno Milano-Bergamo. Una ragazza di roma è stata derubata dello smartphone da un uomo che si è poi dato alla fuga all’altezza della stazione di Verdello-Dalmine con un complice, che aveva fatto partire di proposito l’apertura di emergenza della porta del convoglio. Due passeggeri hanno inseguito l’aggressore, purtroppo invano.

7 – Allarme chimico per un forte odore di letame, evacuato centro sportivo di Treviglio

Il centro sportivo di Treviglio, in via Bergamo,  è stato evacuato ieri sera per un sospetto allarme chimico generato da un odore molto intenso di letame. Ma forti disagi per quello che sembra essere uno spandimento di letame avvenuto irregolarmente, si sono registrati anche in diversi altri punti della zona Nord. È intervenuta anche l’Arpa, per i rilievi di rito. È stato però subito chiaro che, a parte il forte disagio, non c’erano rischi importanti per i presenti né per la popolazione. Le forze dell’ordine stanno indagando per risalire alla causa del forte odore, che comunque con il passare dei minuti si è molto attenuato. Si tratterebbe di un campo non distante, probabilmente concimato di recente e forse non a regola d’arte.

8 – Partiti i lavori alla barchessa di destra della Carrara

Picconate e rumore di martello pneumatico arrivano dall’interno della barchessa di destra della Accademia Carrara di Bergamo. Si è aperto il cantiere della Vitali Spa, che dona alla città la ristrutturazione della barchessa, come recita la scritta sulla facciata dell’ala del museo che dà sulla piazza. Verrà utilizzato per meeting ed eventi culturali e di intrattenimento.

 

12 SETTEMBRE

 

1 – Tecnica dei soldi nel frigorifero. Truffe agli anziani, è allarme

Brutta avventura per due persone anziane martedì mattina a Cavernago, vittime di truffe da parte di finti incaricati che hanno convinto gli anziani a riporre oro e soldi nel frigorifero per poi rubarlo e scappare. Una tecnica molto usata negli ultimi anni che, per quanto possa sembrare assurda, continua a mietere vittime tra la popolazione anziana e sola. A raccontare come si è svolta la truffa è il primo cittadino Giuseppe Togni. «La truffa è stata messa a segno alle spese di due persone di una certa età – ha detto – I malviventi si sono presentati come un tecnico e un carabiniere che indossava una divisa. La scusa utilizzata dai due per approcciare le vittime è stata quella di una contaminazione del gas nell’acqua così che l’acqua avrebbe a sua volta contaminato i soldi e l’oro». Una volta entrati i ladri sanno essere convincenti. «A quel punto – ha detto il sindaco – i cittadini hanno aperto e fatto entrare i truffatori che li hanno convinti a riporre soldi e gioielli nel frigorifero per tenerli al sicuro. Una volta fuori dalla vista dei signori, ai ladri non è rimasto altro che arraffare il bottino nel frigo e scappare». Potrebbe sembrare una scena surreale, ma i truffatori sono sempre più astuti per rendere credibile la messa in scena. “Quello che ho notato entrando in casa – continua il sindaco – è stato un fortissimo odore, come di gas. I ladri devono aver spruzzato qualcosa perché io stesso non riuscivo a stare in casa. Voglio avvisare tutti i cittadini di non aprire a nessuno che si presenti come tecnico del gas o dell’acqua e che vogliano fare controlli. Nessuno è titolato per farlo». Gli stessi truffatori si muovono sul territorio: dopo Cavernago la loro presenza è stata segnalata a Cortenuova. A luglio invece sempre due persone a Cavernago erano rimaste vittima del raggiro.

2 – Infortunio a Valtorta, intervengono elisoccorso e soccorso alpino

Un uomo è rimasto ferito oggi alle 15 in una zona impervia a Valtorta, non lontano dalla strada provinciale. Sembra sia stato colpito da un albero, ma non è ancora la dinamica dell’incidente, né le cause. Sul posto sono intervenuti i soccorritori in elicottero, ambulanza, automedica e una squadra del soccorso alpino.

3 – Bergamo avrà la 37esima farmacia: a Santa Lucia

Bergamo avrà una nuova farmacia. L’annuncio è stato dato dal sindaco Giorgio Gori nel corso della seduta del Consiglio Comunale di lunedì 10 settembre e vedrà coinvolto il quartiere di Santa Lucia. Si copre così l’esigenza di un quartiere da alcuni anni orfano di una struttura di questo tipo, dopo il trasferimento della farmacia degli Ospedali Riuniti al Papa Giovanni XXIII.

4 – Nel suo orto coltivava marijuana. Scovata serra casalinga a Calcio

Aveva anche un impianto di irrigazione automatico, per non lasciare nulla al caso. È stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio per coltivazione illegale di sostanze stupefacenti e relativa detenzione il 43enne di origini sarde, ma nato in Francia, catturato ieri dagli investigatori dell’Arma dopo un blitz antidroga compiuto in pieno centro a Calcio. L’uomo, con alle spalle già un precedente specifico per droga, dopo l’irruzione in casa dei militari, è stato trovato in possesso di diverse piante di marijuana con infiorescenze, 8 esattamente, con altezze variabili dal metro e mezzo circa sino ai 3 metri. Di fatto il 43enne aveva creato nel giardino della propria abitazione, in via Salvo d’Acquisto, una vera e propria serra. Durante le perquisizioni domiciliari eseguite dai carabinieri della stazione di Calcio e dai militari del Nucleo Operativo di Treviglio, sono stati anche rinvenuti diversi semi e lampade artigianali riscaldanti utilizzate verosimilmente per l’essiccazione delle foglie di canapa. In casa c’erano anche la moglie del 43enne e i figli minorenni.

5 – Auto ribaltata stamattina sul rondò a Zanica, due feriti

Attimi di paura stamattina a Zanica sul rondò che collega via Padergnone e via Zanica: c’era un 74enne alla guida dell’auto che si è ribaltata in corrispondenza l’immissione sull’ex statale 591. I soccorsi sono giunti in codice rosso con un’ambulanza e un’auto medica. Fortunatamente è stato constato che i due uomini coinvolti nello scontro avevano ferite lievi.

6 – Cellulare, cuffie e motori truccati: 300 multe alle due ruote

In tutto i vigili hanno redatto 289 verbali, quest’estate, per altrettante violazioni. Giro di vite su scooter e moto in città. Tra le trasgressioni più comuni: usare il cellulare con le mani, le cuffie per sentire la musica, motori truccati. E, ancora: esercitarsi alla guida in zone trafficate e non in quelle poco frequentate, come invece prevede il Codice della strada.

7 – Testi scolastici, il Sil: «Gravi ritardi nelle consegne»

Il Sil, sindacato italiano librai, ha scritto alla dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Patrizia Graziani per segnalare i gravi ritardi nella consegna dei testi scolastici. Ecco il testo integrale della lettera inviata stamattina dal presidente del Sil, Antonio Terzi: «Nello spirito di collaborazione sempre intercorso con i Vostri Uffici, siamo con la presente a rappresentare la grave situazione venutasi a creare con l’approvvigionamento dei testi per l’anno scolastico che sta per iniziare. Ad oggi, a nome delle librerie bergamasche, ci sentiamo in dovere di avvertire questo ufficio che nelle ultime settimane si registrano tempi di evasione ordini da parte degli editori che in alcuni casi raggiungono le tre settimane. Tutto ciò a motivo non solo di alcune legittime e per lo più condivisibili agitazioni sindacali da parte degli operatori della logistica interessati, ma anche dell’inaccettabile livello di disorganizzazione aziendale degli editori stessi, impegnati più in una indiscriminata riduzione degli oneri di gestione che verso la garanzia di un servizio quantomeno accettabile. Servizio ed organizzazione che restano su livelli arretrati ed indegni. Le librerie bergamasche sono impegnate su tutti i fronti per garantire, nel limite delle loro possibilità, che i disagi siano i più limitati possibile. Le saremmo grati se volesse condividere con le scuole della provincia queste informazioni, invitando i docenti a tener conto della situazione con gli studenti e le loro famiglie».

8 – Palestra comunale intitolata a Roberto Barborini, ucciso da Vallanzasca

La palestra comunale di Cavernago sarà intitolata a Renato Barborini. L’appuntato venne ucciso barbaramente al casello di Dalmine dal criminale Vallanzasca, durante un posto di blocco, il sei febbraio del 1977. La proposta dell’intitolazione della palestra di via Verdi è stata accolta all’unanimità dal Consiglio d’Istituto. La palestra infatti, come il centro sportivo, sono luoghi frequentati dai ragazzi e dalle nuove generazioni, e quindi rappresenta il luogo ideale per perseguire l’obiettivo della memoria e del ricordo. Lo stesso messaggio è stato portato avanti con l’intitolazione della scuola media a Ilaria Alpi lo scorso anno, con un progetto didattico che ha coinvolto in prima persona i ragazzi.

 

11 SETTEMBRE

 

1 – Cade con la moto, che s’incendia. Muore 59enne a Costa Serina

È caduto a Costa Serina con la sua Kawasaki di grossa cilindrata, che ha preso fuoco. È morto così, in via San Lorenzo, un 59enne di Zogno, oggi alle 17.30. Ancora da chiarire l’esatta dinamica di quanto successo. Sul posto sono arrivate l’automedica, l’ambulanza e l’elisoccorso, oltre ai carabinieri del comando di Zogno.

2 – Fuori strada finisce nel fosso, ferito un 48enne a Casirate

Paura tra Casirate e Calvenzano, lungo al Sp130. Un uomo di 48 anni al volante di una Dacia Duster scura ha perso il controllo della vettura finendo in un fosso con il muso dell’auto. Le sue condizioni sembravano sulle prime abbastanza serie, ma è riuscito a uscire da solo dall’abitacolo. È stato lui a chiamare i soccorritori. È stato quindi portato in ospedale per accertamenti. Un colpo di sonno, forse, all’origine dell’incidente. Sul posto la Polizia locale e una squadra dei Vigili del fuoco.

3 – Lavori notturni in via Mai, viale Pirovano, viale delle Mura

Continuano i lavori di asfaltatura in città: il Comune di Bergamo prosegue nel piano di sistemazione delle strade cittadine, con una serie di interventi notturni che in questi giorni vengono realizzati in molte zone della città. La notte scorsa gli operai incaricati dal Comune di Bergamo hanno lavorato in via Angelo Mai e in via Madonna della Neve, completando l’ennesimo dei 60 interventi previsti nel 2018 per quello che riguarda l’asfalto in città. Nei prossimi giorni altri cantieri notturni, per ridurre il disagio al traffico il più possibile: i principali interventi riguarderanno viale delle Mura a Bergamo Alta, un ampio tratto di via Camozzi e infine viale Pirovano, ovvero il viale che conduce al Cimitero Monumentale di Bergamo. Dal 24 settembre altri lavori notturni sulle circonvallazioni cittadine: partiranno infatti interventi per 30mila mq (che si aggiungono ai 27mila già realizzati lo scorso anno) su quattro diverse aree. La prima in ordine di estensione è quella di via delle Valli–via Correnti compreso sovrappasso in direzione Valseriana, in cui si andranno a riasfaltare 14mila metri quadri. Seguirà il tratto di circonvallazione Plorzano e Mugazzone dal sovrappasso di via Zanica (inizio competenza comunale) in direzione valli, in cui si interverrà su due corsie. Interventi minori per estensione, ma egualmente importanti per la viabilità, verranno realizzati sulla bretella di immissione in uscita dalla circonvallazione Fabriciano per la rotonda Monterosso-Stadio, compreso il relativo marciapiedi. Ulteriori lavori sulle strade sono previsti nelle prime settimane di ottobre in molte altre strade (come via dei Bersaglieri e via San Bernardino) della città, nell’ambito del secondo lotto di asfaltature 2018.

4 – Cade in moto in pista nel Bresciano. Trentenne di Parre in fin di vita

Un bergamasco di 30 anni, Mirko Caccia, residente a Parre in Val Seriana, è ancora ricoverato in condizioni critiche in ospedale dopo un gravissimo incidente avvenuto ieri all’Autodromo di Franciacorta a Castrezzato. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente. L’uomo, stando a una prima ricostruzione, sarebbe caduto dopo aver perso il controllo della sua moto, una Suzuki 600. Pare sia scoppiato il motore e l’olio sull’asfalto abbia fatto perdere aderenza alla ruota posteriore. Ha sbattuto violentemente la testa. Immediata è stata la chiamata ai soccorsi da parte dello staff dell’Autodromo di Franciacorta. La chiamata è partita in codice rosso alle 9.26 e sul posto è arrivato anche l’elisoccorso. L’uomo, dopo essere stato intubato sul posto, è stato trasportato in Poliambulanza a Brescia.

5 – Estorsioni, minacce e spaccio: 13 arrestati dalla Guardia di Finanza

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo dalle prime ore di questa mattina stanno eseguendo 7 misure di custodia cautelare in carcere a carico dei principali esponenti di un’associazione per delinquere di matrice campana ed albanese, dedita ad attività estorsive, rapina, lesioni, spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, minacce e detenzione illegale di armi clandestine. I destinatari del provvedimento di oggi, tutti pluripregiudicati, alcuni dei quali per associazione per delinquere di stampo mafioso e omicidio, operavano nel territorio orobico in danno di imprenditori ai quali, con l’uso della violenza, imponevano il pagamento di ingenti somme di denaro a titolo di “protezione” della loro attività. Le indagini si sono rivelate lunghe e laboriose e spesso ad altissimo rischio. In un’occasione i finanzieri si sono trovati sulla scena di un tentato omicidio che non si è consumato solo perché l’arma si è inceppata consentendo anche poi l’arresto dell’autore. Numerosi gli episodi di estorsione e di violenze fisiche accertati in danno di imprenditori locali, costretti a corrispondere somme di denaro, o disponibilità patrimoniali, anche arrivando a cedere le loro attività ai membri del sodalizio.

6 – Omicidio di Palosco, cinque indiani condannati

Ieri il gup Massimiliano Magliacani, in rito abbreviato, ha condannato cinque indiani, componenti del “Taigar grup” per l’omicidio di Ammandeep Singh, il 22enne ucciso con un colpo di pistola sul balcone di casa a Palosco, il 10 settembre 2017. Un vero e proprio regolamento di conti. Contro di lui una spedizione punitiva per vendicare un’azione dimostrativa di qualche sera prima con cui lo stesso 22enne aveva cercato di riscuotere un credito che vantava verso i suoi aggressori. Condannato a 16 anni Hardeep Sing, detto Deepa, 35 anni, ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio. Sedici anni anche per Harpinder Lally, 31 anni accusato di aver incitato l’amico a sparare. Dieci anni invece per Hardeep Singh, detto Happy, 30 anni e per Amanpreet Singh, 28 anni. Quattordici anni, infine, per Baksish Singh, detto Prince, 30 anni. Era già stato rinviato a giudizio, invece, Sandhu Bhupinderejeet Singh, 28enne, ritenuto il capo del “Taigar grup”. Per tutti è stata predisposta l’espulsione dopo aver espiato la pena. Le difese, però, stanno pensando di presentare ricorso.

7 – Anche Javier Zanetti tifa per Alessandro, giocatore colpito da malore

Javier Zanetti,  indimenticato capitano dell’Inter, domenica ha reso pubblicamente omaggio ad Alessandro. Il calciatore della Tritium in forza ai Giovanissimi 2005 che sabato 1 settembre è stato colpito da un malore in campo e si trova ricoverato in ospedale a Bergamo. «So che Alessandro oggi non c’è (si sta lentamente riprendendo, ndr). Ma lo aspetto per vedere insieme una partita dell’Inter». Queste le parole pronunciate dall’ex capitano nerazzurro, bandiera della Beneamata, e attuale vicepresidente dell’Inter, che domenica era Filago all’Accademia Bergamasca.

8 – Ai domiciliari per reati commessi da minorenne, viola le prescrizioni: arrestata

È stata arrestata dai carabinieri della compagnia di Treviglio su ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Torino la 24enne con numerosi precedenti contro il patrimonio che, da minorenne, nel 2012, era stata condannata dall’A.G. minorile a 3 mesi di reclusione e 400 euro di multa. La ragazza, specializzata soprattutto in furti in abitazione, da alcune settimane si trovava in regime di detenzione domiciliare a Dalmine. Durante però alcuni controlli eseguiti dai carabinieri la 24enne si era mostrata insofferente agli stessi e in un’occasione, in casa, era stata accertata la presenza di un pregiudicato per reati vari, violando così le prescrizioni in essere. Le informative redatte in tal senso dai militari dell’Arma hanno quindi fatto emettere il provvedimento di revoca della detenzione domiciliare, che è stato infatti sostituito con quello del carcere.

 

10 SETTEMBRE

 

1 – Furto di attrezzi ai vigili del fuoco. Arrestato 30enne della provincia
È stato pizzicato, poco dopo la mezzanotte di ieri, in via degli Alpini a Merate: usciva dalla caserma dei vigili del fuoco dopo aver sottratto alcuni attrezzi dal magazzino. Valore? Circa tremila euro. L’uomo un 30enne romeno residente nella bergamasca è stato fermato e portato in caserma. Oggi il giudizio direttissimo in cui il giudice del tribunale di Lecco ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

2 – Folla per l’ultimo addio a Massimo Scanzi

Ultimo saluto oggi a Massimo Scanzi, 64 anni, l’uomo investito a Lallio col figlio Giovanni (morto poche ore dopo l’incidente), deceduto dopo una settimana di lotta tra la vita e la morte. I funerali sono stati celebrati nella chiesa di San Pellegrino Terme.

3 – Finisce fuori strada con l’auto, soccorsa dal padre        

Brutto incidente verso le 13.20 di questo pomeriggio a Treviglio, in via Canonica. Una giovane è finita fuori strada con la propria auto. Stava rientrando al lavoro dopo la pausa pranzo. A.G, di 23 anni, un’operaia della  Ics di Canonica. Improvvisamente, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della propria auto. Una brusca virata a sinistra e poi, dopo aver invaso la corsia di marcia opposta, l’auto ha sfondato il guard rail finendo nella roggia a bordo strada. A chiamare i soccorsi un automobilista che arrivava dal senso di marcia opposto. La ragazza, sotto shock, non riusciva a parlare. Avvisato dell’accaduto, il padre della giovane si è subito precipitato sul posto e ha aiutato la figlia a scendere dall’auto prima dell’arrivo dell’ambulanza. Le condizioni della ragazza sarebbero meno gravi di quelle che si temevano nei primi minuti. È stata trasportata in ospedale a Treviglio in codice giallo, media criticità. Sul posto la Polizia locale, la Stradale e i Vigili del fuoco di Treviglio, per recuperare l’auto.

4 – Infarto sui monti, 48enne muore davanti alla figlia di nove anni

Ieri sera la stazione di Valle Sabbia, Brescia, del Soccorso alpino, ha recuperato il corpo senza vita di un uomo di Osio Sopra, Stefano Tintori, 48 anni. Secondo i primi rilievi, a causa di un infarto ha perso l’equilibrio ed è caduto in acqua nella Stretta di Luina, situata nel Parco delle fucine e ferrate, davanti ad alcuni famigliari tra cui la figlia di 9 anni, che era corsa a chiamare aiuto perché il papà le aveva detto di non sentirsi bene. Sul posto il Cnsas, i vigili del fuoco e l’elisoccorso da Brescia, che ha effettuato un recupero particolarmente tecnico e complesso.

5 – Grave incidente tra auto e moto a Romano, ferito un 17enne

Grave incidente a Romano, arriva l’elisoccorso. È successo alle 8.30 in via Del Maglio 47. A restare ferito un ragazzo di 17 anni che stava raggiungendo il liceo Don Milani per l’inizio delle lezioni. Dalla prima ricostruzione, effettuata dagli agenti della Polizia locale di Romano, il ragazzo avrebbe percorso contromano in moto il senso unico di via Belvedere sbucando in via Del Maglio proprio mentre sopraggiungeva un’auto guidata da una donna di Chiari. Impossibile evitare l’impatto. Sul posto un’ambulanza della Croce rossa di Romano in codice rosso e l’eliambulanza da Bergamo che stanno predisponendo il trasporto in ospedale con l’elisoccorso in codice giallo. Le condizioni dello studente, A.D. di Romano, non sono gravi.

6 – Spaccata a Fara, via le slot dal Caffè del Portico

Spaccata a Fara, via le slot dal Caffè del Portico. Hanno messo a soqquadro il locale per portarsi via le slot machine e il cambiamonete lasciandosi dietro una scia di danni. È successo questa notte intorno alle 3. I malviventi hanno utilizzato come ariete un furgone e hanno sfondato la serranda del locale di via Longobardica. Una volta all’interno con una forza incredibile hanno si sono portati via due slot machine e un cambiamonete in pochissimi minuti. Il locale ha subito diversi danni quantificati in circa cinque-seimila euro. Ci avevano già provato circa un mese fa, ma non erano riusciti a rubare nulla.

7 – Ancora incendi a Zingonia, brucia una Torre: due intossicati in ospedale

Ennesimo incendio alle Torri di Zingonia, scoppiato ieri. Le fiamme sono divampate al terzo piano di Anna 1. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco. Due residenti  sono finiti in ospedale, con i sintomi di un’intossicazione da fumo. Si tratta del nono  incendio nel giro di poche settimane, nelle sei torri. E anche quest’ultimo sembra avere tutte le caratteristiche per rientrare nella inquietante escalation inaugurata  a marzo: si tratta di roghi dolosi, appiccati forse per il colpo di coda di una guerra di droga, o forse per uno assurdo dispetto. L’ultimo autunno “caldo” delle Torri, la cui demolizione è prevista per l’inizio del 2019, sembra appena cominciato.

8 – Quasi 5mila presenze per la prima edizione di Download Innovation It

Si è conclusa ieri con la presenza di circa 4.800 visitatori la prima edizione di Download Innovation It Conference & Festival, organizzato da Sorint.lab in collaborazione con il Comune di Bergamo nella suggestiva cornice del Lazzaretto di Bergamo. Una due giorni – sabato 8 e domenica 9 settembre – dedicata al futuro dell’innovazione digitale, gratuiti ed aperti al pubblico, con più di 40 workshop di alto profilo sulle ultime tendenze tecnologiche del mondo digitale; oltre 70 speakers tra cui numerosi influenti leader del settore (RedHat, Oracle, Amazon Web Services, IBM), che hanno proposto lezioni di approfondimento sugli ultimi trend tecnologici, sulle nuove metodologie di sviluppo nell’era del cloud computing e sulle soluzioni utilizzate dalle più importanti Digital Company mondiali. Non sono mancate le attività dedicate ai più curiosi, agli appassionati e alle famiglie: 22 i laboratori tra attività di coding, stampa 3D, “make lab”, giochi virtuali, pittura di miniature e modellini, scacchi e lingua inglese; 8 i tornei di eSport, gli sport elettronici competitivi. Dodici le aree dedicate a tutti gli eventi della manifestazione (auditorium, area Hackathon, expo area, sale IT session developer, lan room per attività di gaming, aree laboratori, voliera droni, area concerti & dj set, area ristorazione e food truck).

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.