Notizie su Bergamo e provincia
(18-23 febbraio 2019)

23 FEBBRAIO

 

1 – Perseguita e picchia la fidanzatina per due anni, 18enne in comunità

Perseguita per mesi la fidanzatina minorenne, arrivando addirittura anche a picchiarla. È successo nella Bassa Bergamasca. Eseguita dai carabinieri la misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti di un neo 18enne su disposizione del gip presso il Tribunale per i Minorenni. Contestati gli atti persecutori aggravati e le lesioni personali. I fatti contestatigli abbracciano un periodo piuttosto ampio, dal novembre 2017 al gennaio 2019, e si sono consumati in diversi Comuni della Bassa. Sono stati i carabinieri della Compagnia di Treviglio, per mesi, riservatamente, ad indagare sulla delicata vicenda. Il neo 18enne aveva una condotta ossessionata nei confronti della 15enne, attuando comportamenti reiteratamente persecutori. La costringeva ad esempio a mandarle delle foto in tempo reale per dimostrare dove la ragazzina si trovasse, la tempestava di telefonate per controllarla (a qualsiasi ora del giorno e della notte), aveva addirittura installato un’apposita applicazione sul telefono della ragazzina per controllarla in tempo reale, sia per sapere dove si trovasse, con chi fosse e cosa stesse facendo. Le aveva anche impedito in alcune circostanze di frequentare le lezioni scolastiche, costringendola ad uscire, durante l’intervallo, dall’Istituto Scolastico che la 15enne frequentava per raggiungerlo, inducendola a volte anche a falsificare le giustificazioni. Aveva anche costretto la giovanissima vittima a rubare a casa soldi ed oggetti vari, per un totale di diverse migliaia di euro al fine di consegnarglieli. Il neo 18enne aveva pure minacciato i genitori della ragazza, quando questi avevano tentato di riprendersi ad esempio la figlia dopo che la stessa, su costrizione del fidanzatino, era nuovamente scappata di casa. Il giovane stalker, in più occasioni, percosso la 15enne anche in strada, procurandole a fine gennaio scorso lesioni personali guaribili in 7 giorni.

2 – L’omicida di Gorlago all’ex amante: «Vuoi fare il bastardo a tutti i costi»

«Tua moglie ti rovinerà la vita. Stefano, stai esagerando. Vuoi fare il bastardo a tutti i costi perché mi vuoi dimostrare che sei capace? Lo stai facendo con la persona sbagliata». Così Chiara Alessandri si rivolgeva al suo ex amante, Stefano Del Bello (che non voleva più saperne di lei), un mese e mezzo prima di uccidere sua moglie Stefania Crotti. La frase è parte di una serie di messaggi vocali resi noti in esclusiva da Enrico Fedocci di NewsMediaset e che ieri sera sono andati in onda in versione integrale nel corso della trasmissione tv Quarto Grado. L’audio è stato registrato a fine novembre – si spiega nel servizio – ed inviato tramite l’account Facebook di un’amica dei due, visto che i profili social e le utenze telefoniche di Chiara Alessandri erano state tutte bloccate da Stefano Del Bello.

3 – Malore in strada, 48enne muore a Bonate Sopra

Malore in strada, 48enne muore a Bonate Sopra. Inutile ogni tentativo di soccorso. La chiamata al 112 è arrivata poco dopo le 8 di questa mattina. Sul posto si sono precipitate due ambulanze della Croce Azzurra di Alzano e da Bergamo in codice rosso. Raggiunto l’uomo, che si trovava in via San Francesco d’Assisi, hanno tentato in ogni modo di soccorrerlo. È morto poco dopo.

4 – Tomaso Trussardi potrebbe rilanciare l’ex Taverna del Colleoni

Si era già interessato alla vicenda del ristorante in crisi 4 anni fa. Poi l’accordo con Ubi Banca, proprietario degli spazi, non andò in porto. Parliamo della Taverna del Colleoni, in piazza Vecchia, e parliamo di Tomaso Trussardi. Che, nuovamente chiamato in causa, si è detto disponibile a valutare uno studio di fattibilità su un rilancio del ristorante. Perché ristorante, e di qualità, deve restare, come confermato anche dall’istituto di credito.

5 – Bergamasco palleggia per sei chilometri tra le bellezze di Roma

Gunter Celli, 29 anni di Brescia ed Enrico Maffioletti, 28 anni di Bergamo, hanno palleggiato ininterrottamente per sei chilometri da piazza del Popolo fino al Colosseo, passando per piazza Venezia. I due, che sono campioni italiani di calcio freestyle, sono passati per le bellezze capitoline senza far cadere mai la palla. Tra le difficoltà incontrate ci sono folle di turisti, scalinate e anche vigili urbani che volevano bloccarli.

6 – Il bergamasco Franco Locatelli presidente del Consiglio superiore di sanità

È il bergamasco Franco Locatelli, oncoematologo del Bambino Gesù di Roma, classe 1960, il nuovo presidente del Consiglio superiore di sanità (Css). È quanto deciso nella riunione di insediamento del Css di oggi al Ministero della Salute. Paolo Vineis e Paola Di Giulio sono i due neonominati vicepresidenti del Css. Vineis è professore ordinario di epidemiologia all’Imperial college di Londra, nato ad Alba nel 1951. Di Giulio, nata a Brindisi nel 1955, invece, è professore associato in Scienze infermieristiche a Torino.

7 – Gazzaniga, blitz del Blocco Studentesco alla stazione

Nella mattinata i ragazzi del Blocco Studentesco hanno inscenato un blitz con un striscione e dei fumogeni, protestando contro Sab e Comune di Gazzaniga. Sullo striscione ben visibile la frase: «Dopo 4 mesi la situazione non è cambiata, la sicurezza non può essere rimandata!». «Sono passati 4 mesi dalla tragedia alla stazione, non è accettabile che tutto sia rimasto esattamente come allora, è il momento che gli studenti facciano sentire la loro voce!», dice il Blocco Studentesco di Bergamo, intervenuto con un blitz. «Gli studenti hanno diritto a viaggiare in condizioni di sicurezza e agio – spiega il Blocco Studentesco – sono abbonati paganti di un servizio penoso, la stazione può accogliere al massimo 400 persone, ma ogni mattina ce ne sono 1200. Per non parlare dei pullman, sempre sovraffollati e dove le persone non trovano posto a sedere, dovendo viaggiare in piedi in situazioni davvero pericolose. È il momento che gli studenti bergamaschi protestino a gran voce e noi siamo al loro fianco».

8 – L’ex stazione di Ponteranica diventerà un polo dedicato alla terza età

L’ex stazione ferroviaria di via Valbona diventerà proprietà del Comune di Ponteranica che ne farà un polo dedicato alla terza età. L’accordo raggiunto nelle ultime settimane fra Demanio e comune, col benestare della Soprintendenza ai beni artistici e archeologici che seguirà le fasi di restauro, può passare ora alle fasi finali.

 

22 FEBBRAIO

 

1 – Seduto in Città Alta col narghilè. Tremaglia: «A voi sembra normale?»

Oggi alle 17 il consigliere comunale di Bergamo Andrea Tremaglia (Fratelli d’Italia) ha postato la foto che mettiamo sopra: un uomo fuma un narghilè su una delle panchine a Colle Aperto. « Sole, panchina, narghilè… e sei in pole position! Amici, ma a voi sembra normale fumarsi un narghilè sulle panchine in Città Alta? Tra un po’ l’Accademia dell’integrazione servirà ai Bergamaschi!», scrive Tremaglia.

2 – Un anziano a Romano: «Non so chi sono e perchè sono qui»

«Non so chi sono e perché sono qui». Con queste parole un anziano ha chiesto aiuto sabato pomeriggio al comando di Polizia locale di Romano. L’uomo visibilmente scosso ha suonato al citofono del comando chiedendo di essere aiutato. Gli agenti di turno, hanno accolto il signore e dopo averlo tranquillizzato hanno cercato di carpire qualche informazione per risalire alla sua identità. All’inizio l’anziano è apparso in ansia per aver dimenticato, oltre che il suo nome, anche dove aveva parcheggiato la sua automobile. Così gli agenti hanno insistito, aiutando l’uomo a ricostruire i suoi recenti spostamenti, partendo dal fatto che aveva guidato l’ automobile. L’anziano ha dato un indizio da cui sono partite le ricerche, confidando che si trovava a Romano per trovare la moglie ricoverata in ospedale. Gli agenti si sono confrontati con la struttura ospedaliera, cercando la consorte ricoverata e una volta trovata sono risaliti all’identità dell’anziano.

3 – Due pusher di Palosco arrestati: vendevano cocaina a Palazzolo

La Polizia locale di Palazzolo sull’Oglio, a seguito di alcune segnalazioni di presunto spaccio da parte dei cittadini residenti in zona cimitero e via Prato, ha effettuato ripetuti sopralluoghi e indagini in zona. Mercoledì ha effettuato un servizio di controllo mirato, che ha permesso l’arresto in flagranza di reato di due persone di Palosco, arrivate a bordo di una Wolkswagen Polo. I due sono stati visti cedere una dose di cocaina a un consumatore residente a Castelli Calepio e sono stati arrestati dagli agenti  e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

4 – Ops, l’hanno fatto ancora: un tir resta incastrato in via Autostrada

Non è la prima volta che succede e non sarà neanche l’ultima. Ma ogni volta il traffico va nel caos, comprensibilmente. Stamattina alle 8.30 un camion è rimasto incastrato in via Autostrada, a Bergamo, sotto il ponte della ferrovia. Molti i curiosi che si sono fermati ad osservare il grande tir bloccato.

5 – Ripartono a marzo i lavori di asfaltatura delle strade cittadine

Asfaltature, si riparte: il Comune di Bergamo continua nel proprio impegno di rinnovamento dell’asfalto sulle strade cittadine, con una ripresa degli interventi addirittura all’inizio del mese di marzo 2019. Si tratta infatti degli interventi che Palazzo Frizzoni non è riuscito a completare a fine 2018, quando è stato predisposto un piano straordinario di asfaltature per oltre 2 milioni di euro. Tra gli interventi previsti nelle prossime settimane ci sono la Rotonda dei Mille nel tratto compreso tra via Crispi e via Piccinini, i marciapiedi di piazzale Pirovano (lato fioristi da viale Pirovano al parcheggio di via Serassi), il Piazzale d’ingresso del mercato ortofrutticolo (nel tratto compreso da via Borgo Palazzo), via Don Orione, via Goisis, via dei Ronchi (escluso il tratto di via Marzanica), via Goethe (il parcheggio e i marciapiedi nel tratto compreso da largo Ragazzi del 99), via Crispi e infine via Gallicciolli.

6 – Anziano aggredito a sputi e spintoni da un tossicodipendente

Anziano aggredito per strada per futili motivi. Un giovane noto per problemi di tossicodipendenza lo ha spintonato dopo un diverbio. «Ero in auto quando un giovane in bici in contromano mi ha sfiorato per un pelo – ha raccontato l’uomo, ancora scosso – lui mi ha mandato a quel paese e allora mi sono fermato per chiarire. Gli ho chiesto spiegazioni ma subito mi ha sputato in faccia, mostrandomi la testa rasata e poi mi ha spinto per terra». È successo a Fara d’Adda.

7 – Il Comune premia Carlo Petrini, fondatore di Slow Food

Il Comune di Bergamo, nell’ambito della manifestazione Molte Fedi, ieri a Longuelo, ha consegnato un riconoscimento a “Carlin” Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, per il suo impegno nel senso di una agricoltura sostenibile e di una politica del cibo più equa e solidale. E oggi c’è la manifestazione Pà e salàm, con quattro condotte Slow Food presenti.

8 – Estorsione e rapina aggravata: in carcere Pino Romano

Stamattina i carabinieri hanno accompagnato in carcere a Bergamo Giuseppe “Pino” Romano, uno degli esponenti più noti della “mala” romanese, colpito da una condanna definitiva per estorsione e rapina aggravata in concorso. Dopo la dichiarazione di inammissibilità del ricorso per Cassazione, il Tribunale di Brescia ha  emesso il provvedimento restrittivo a carico dell’uomo, con alle spalle già altri precedenti penali. La condanna definitiva è di 5 anni e mezzo di reclusione, ai quali va comunque decurtato il periodo di custodia cautelare in carcere già espiato dall’uomo. In sostanza il residuo pena è di circa 5 anni, oltre alle pene accessorie applicate dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici e dell’interdizione legale per la stessa durata della pena, per i reati di estorsione e rapina aggravata in concorso per fatti risalenti al 2012 e compiuti dal 60enne in provincia di Brescia. Tutto nacque all’epoca dall’indagine “Squalo” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale carabinieri di Brescia. Stamattina per l’uomo si sono aperte le porte del carcere di via Gleno a Bergamo.

 

21 FEBBRAIO

 

1 – Folla in silenzio a Ubiale per Gabo. I funerali del 19enne morto sabato

Una folla silenziosa si è riunita nella piazza della parrocchiale di Ubiale, oggi, per salutare Gabo, ovvero Gabriele Pesenti, 19 anni, scomparso tragicamente nella notte tra sabato 16 e domenica 17 febbraio sulla Villa d’Almè-Dalmine, per un incidente d’auto. La stessa cosa accadde a suo fratello Simone 9 anni fa.

2 – Bergamo città virtuosa nello smaltimento dell’amianto

Bergamo si candida a diventare una delle prime città senza amianto del nostro Paese: il Comune di Bergamo continua il proprio impegno in materia ambientale, in particolare affrontando il tema, fondamentale, della bonifica delle coperture in amianto ancora presenti sul territorio comunale. Palazzo Frizzoni ha avviato lo scorso anno una mappatura puntuale delle coperture della città, anche grazie all’utilizzo innovativo di droni per videoriprese dall’alto. L’alta risoluzione delle immagini scattate dal drone ha permesso di risolvere, nella maggior parte dei casi le incertezze che le coperture fossero semplicemente in fibro-cemento e non in cemento-amianto (permanendo tuttavia un margine di errore di circa il 3%-5%). Ne è emerso un quadro confortante, con la città che si dimostra con numeri molto al di sotto delle medie regionali e nazionali per quello che riguarda le coperture di edifici ancora in amianto.

3 – Il treno per l’aeroporto di Orio sarà pronto a fine 2023

Il collegamento ferroviario con l’aeroporto di Bergamo sarà pronto per dicembre 2023. Questa l’indicazione emersa a margine della presentazione del piano di investimento Rfi per la Lombardia, presentato a Milano. L’opera avrà un costo totale di 110 milioni di euro, di cui 8 già finanziati, e altri 102 che dovranno rientrare nelle risorse aggiuntive da ricavare nel contratto di programma 2018-2019. Il tracciato di 5 km tra lo scalo ferroviario di Bergamo e l’aerostazione si avvia alla fase di progettazione, che dovrebbe concludersi nel 2020. La stazione ferroviaria aeroportuale sarà a tre binari. L’aeroporto di Bergamo Orio al Serio sarà raggiungibile da Milano in un’ora e ciò faciliterà la connessione con Malpensa. In Italia gli aeroporti collegati alla rete ferroviaria sono Fiumicino, Malpensa, Torino, Trieste, Cagliari, Palermo e, con un people mover (sistema di trasporto automatico in sede propria), Pisa e prossimamente Bologna.

4 – Pub, ladro ripreso dalle telecamere. Il video messo su Facebook dal titolare

Una persona con il volto parzialmente coperto da un cappuccio si introduce in un pub chiuso e al buio, con in mano una torcia elettrica, inizia a rovistare dietro il bancone, svuotando il cassetto del registratore di cassa e cercando altro materiale di valore da rubare. La scena del furto avvenuto la sera di lunedì 18 febbraio al Keller di Curno, è adesso visibile interamente su Facebook. Uno dei titolari del pub, infatti, ha deciso di pubblicare le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza sul social network accompagnate da una domanda: «Chi lo conosce?». Si è così scatenata una sorta di caccia al ladro su Facebook che potrebbe anche aver portato a una pista: un altro commerciante dello stesso paese del Bergamasco ha infatti scritto di aver subito un furto il giorno prima ad opera di un ladro che era vestito alla stessa maniera.

5 – Casirate si prende un’altra logistica, dopo l’arrivo di Amazon

A Casirate arriverà un’altra logistica che si insedierà a fianco di Amazon. E a portarla nel piccolo paese della pianura sarà ancora Vailog, la società italiana specializzata a livello internazionale nello sviluppo di grandi progetti immobiliari e fra questi il centro di smistamento del colosso dell’e-commerce statunitense.

6 – Seriate, per l’estate è in arrivo il porfido nel centro storico

Lavori in corso nel centro storico, per la sicurezza e la sua riqualificazione. Da lunedì 25 febbraio sino all’8 agosto, la società Unareti interverrà nelle vie Deco’ e Canetta e Sacerdote Parietti, via Tasca e via IV Novembre, via Molino Vecchio e via Colombo per la sostituzione e l’adeguamento della rete del gas metano. Saranno ripristinati 1.160 metri di tubo. I disagi per i residenti saranno limitati e la viabilità non sarà interrotta, salvo nei tratti più stretti delle carreggiate per necessità tecniche della società. Al termine dei lavori le strade verranno ripristinate, ma non con asfalto, bensì con porfido, che ricoprirà una superficie totale di circa 5.500 mq. «L’intervento in materia di sicurezza della società che gestisce in modo integrato e capillare la distribuzione di gas, è stata accolta dall’Amministrazione comunale come un’occasione per riqualificare l’area – afferma il sindaco di Seriate Cristian Vezzoli -. Al termine dei lavori infatti le strade saranno ripristinate posizionando il porfido, che darà maggior decoro al centro storico». Il crono-programma dei lavori prevede che da lunedì 25 febbraio al 6 maggio siano interessate le vie Deco’ e Canetta e Sacerdote Parietti. Nel primo mese la società interverrà nel tratto stradale di via Decò e Canetta, tra via Da Giussano e il campo sportivo. Il transito avverrà in senso unico alternato. Nei mesi successivi si agirà sul secondo lotto, da piazza Bolognini sino a via Stazione, passando per via Parietti. Per i residenti l’accesso alle proprietà sarà garantito, mentre la viabilità potrà subire delle interruzioni temporanee nei tratti più stretti della carreggiata. Dal 13 maggio al 24 giugno sarà interessata via Tasca, mentre dal primo luglio all’8 agosto via Colombo.

7 – Gewiss gold sponsor della Lega Nazionale Pallacanestro

Gewiss, la nota società di Cenate Sotto, settore elettrotecnico, che opera nella produzione di soluzioni e prodotti per la domotica, l’energia e l’illuminotecnica, entra a far parte della famiglia di Lega Nazionale Pallacanestro, diventando gold sponsor e fornitore ufficiale a partire dalla stagione 2018/2019. L’accordo, siglato nell’ambito del progetto Digital Sport Innovation, che si pone come obiettivo principale quello di rinnovare e rendere migliori le strutture sportive in cui atleti di ogni sport e ogni fascia di età praticano attività agonistica sull’intero territorio nazionale, è stato illustrato questa mattina nel corso della presentazione della Lnp Coppa Italia Old Wild West 2019.

8 – Rapinatore seriale arrestato dai carabinieri

Nel giugno 2018 fu arrestato in flagranza di reato a Brembate per estorsione continuata. Dopo un primo periodo di custodia cautelare in carcere, il Tribunale di Bergamo dispose gli arresti domiciliari. A  gennaio scorso infatti l’uomo, un 33enne di origini calabresi, residente a Brembate, con alle spalle precedenti vari e senza un’occupazione, tentò di estorcere nuove somme di denaro alla stessa donna, facendo sempre leva, oltre che sulle minacce, anche sulla relazione extra-coniugale avuta in precedenza, tra l’altro “supportato” in tutto ciò da un familiare e da un’altra persona. In quella circostanza i carabinieri intervennero sul posto identificando così il soggetto ed avviando le indagini di rito. Nel frattempo, sempre a gennaio, due violenti episodi di rapina si sono poi consumati a Brembate e a Osio Sotto, di cui il 33enne è stato riconosciuto come autore. Ieri quindi è stato nuovamente arrestato.

 

20 FEBBRAIO

 

1 – Sottopassaggio tra Loreto e l’ospedale | I lavori (attesissimi) partono a marzo

Si è sbloccata la situazione di un’opera pubblica molto attesa: partono infatti entro il mese di marzo i lavori per la realizzazione del sottopassaggio ciclopedonale che collegherà il quartiere di Loreto all’Ospedale Papa Giovanni XXIII. «Si tratta di un’opera pubblica – spiega l’assessore alla mobilità del Comune di Bergamo Stefano Zenoni – prevista dalla realizzazione del polo ricettivo nell’area della Trucca e per la quale il via è ormai imminente. Il sottopassaggio collegherà l’area dei campi sportivi di Loreto, dove in questo momento il Comune sta realizzando la nuova palestra per la scherma della città, a via Brambilla, che costeggia a nord l’Ospedale Giovanni XXIII. La ciclopedonale, tra l’altro, passerà sotto la nuova stazione ferroviaria dell’ospedale, realizzando quindi un collegamento molto semplice tra la struttura sanitaria e i quartieri di Loreto e Longuelo. Infine riusciamo a ricucire in parte due quartieri, quello del Villaggio degli Sposi e quello di Loreto, che in questo momento sono separati dalla “barriera” costituita dalla Briantea e dalla ferrovia». L’intervento dovrebbe quindi prendere il via entro le prossime settimane. La nuova ciclopedonale si salderà poi ai percorsi promiscui che, lato Villaggio degli Sposi, corrono lungo via Martin Luther King fino al Parco della Trucca e alla pista ciclabile che invece dal Polaresco e dal Parco di Loreto si snoda fino al centro città e da qui verso Borgo Palazzo e Celadina (attraverso il tratto in fase di realizzazione in via Mai e via Bono) e verso Monterosso, passando da via Frizzoni, via Pitentino e Giulio Cesare.

2 – Geo: Bergamo nella top ten d’Europa da vedere in inverno

La rivista tedesca Geo indica Bergamo tra le dieci destinazioni europee da vedere in inverno: «Il centro storico, la posizione ai margini delle Alpi e l’eccellente cucina rendono la città la destinazione perfetta per una breve pausa, soprattutto in inverno». Lo segnala il Comune di Bergamo su Facebook.

3 – Celebra matrimoni in carcere, gli regalano un pigiama di fine anni ’60 dei detenuti

«Da oltre 15 anni sono il delegato per la celebrazione dei matrimoni nella Casa Circondariale di Bergam – scrive il consigliere comunale Simone Paganoni -. Oggi, salvo sorprese, ho celebrato i miei ultimi due matrimoni in questo luogo tanto particolare. Nei prossimi mesi ci saranno tante “ultime volte” che affronterò, spesso, con tristezza (l’ultimo, matrimonio, l’ultimo consiglio, l’ultimo intervento, l’ultima votazione). Quella di oggi è stata particolarmente “commovente” grazie anche ad una sorpresa inaspettata. La neo direttrice del Carcere (dott.ssa Mazzotta) e la responsabile giuridico pedagogica (dott.ssa Maioli) mi hanno donato un oggetto di cui spesso avevamo parlato negli anni. Un pigiama. Un bellissimo pigiama, fine anni ’60, in dotazione ai detenuti presso l’ex carcere di SantAgata in Città Alta (1802-1978). Un semplice pigiama ricco di storia ma soprattutto di storie… Grazie di cuore, un pensiero bellissimo».

4 – Operaio bergamasco cade dal tetto all’ex Piaggio di Genova: è grave

Un incidente sul lavoro si è verificato questa mattina nei capannoni dell’ex Piaggio Aero, a Genova, ora in uso a una ditta di impiantistica. Secondo quanto ricostruito un operaio, un quarantenne di Bergamo, mentre stava camminando sul tetto del capannone, ha messo un piede sopra un lucernaio ed è precipitato nel vuoto per circa 6 metri. L’uomo è ricoverato in gravissime condizioni al pronto soccorso del San Martino. Sul posto sono intervenuti il personale del 118 e i vigili del fuoco. Sono state avviate le indagini di Asl e carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

5 – Violenza sui genitori anziani, 35enne finisce in carcere

Arrestato dai militari della Bassa Bergamasca un 35enne italiano con precedenti, residente a Ciserano con la famiglia e autore di reiterati atti di violenza nei confronti degli anziani genitori. I problemi di droga dell’uomo, senza un’occupazione, sono stati probabilmente la causa scatenante dell’ennesimo raptus di violenza contro il padre e la madre, da tempo disperati per la situazione in essere in casa. Minacce con coltelli e danneggiamenti in casa gli ultimi gesti del 35enne, responsabile anche di aver con violenza tolto alla madre anche il telefono cellulare mentre la stessa stava avvisando i carabinieri al 112. In casa i carabinieri di Zingonia, intervenuti, hanno trovato l’immobile a soqquadro e i residui di un probabile precedente consumo di sostanze stupefacenti. Botte, insulti e minacce erano frequenti, al punto tale che, già nei giorni precedenti, i carabinieri erano intervenuti nell’abitazione in questione, ma i genitori non avevano mai denunciato il figlio.

6 – Cenate Sopra piange Zelda Amigoni, 43 anni, morta di tumore

Dolore a Cenate Sopra e alla Cooperativa Ruah, dove lavorava, per la morte di Zelda Amidoni, 43 anni, che ha esalato l’ultimo respiro dopo aver lottato contro un tumore che alla fine non le ha dato scampo. La malattia l’ha strappata all’affetto del marito Andrea e dei due figli di 8 e 10 anni. In passato Zelda aveva lavorato come mediatrice linguistica e nel settore intercultura della società servizi Val Seriana.

7 – Cani seppelliti con i padroni, la Regione approva legge

Cani e gatti e in generale gli animali d’affezione, da compagnia, potranno essere seppelliti accanto al loro padrone. Accade per la prima volta in Italia. È la principale novità della legge sull’attività funebre, medicina legale, polizia mortuaria e cimiteriale approvata oggi al Pirellone. Il documento approvato a maggioranza dall’Aula è stato presentato da Simona Tironi di Forza Italia. «È stato un duro lavoro in Commissione, impegnativo, dove ha prevalso lo spirito di collaborazione», ha osservato la rappresentante azzurra.

8 – Cisl contro la decisione di tagliare le detrazioni per gli ospiti delle case di riposo

Sono circa 6.400 le famiglie bergamasche che guardano con apprensione all’incontro di domani tra sindacati e Regione Lombardia per la questione del tagli alle detrazioni fiscali per gli ospiti delle RSA. Nelle 64 strutture della provincia, infatti, sono oltre 6.300 gli anziani ricoverati a un costo che oscilla tra i 50 e i 100 euro al giorno, costo per il quale, fino allo scorso anno ogni famiglia che sosteneva la spesa poteva detrarre l’aliquota classica delle spese sanitarie. Una delle ultime decisioni assunte dalla Giunta della Lombardia, invece, assimila le spese di ricovero alle spese alberghiere, tagliando mediamente del 70% il “rientro” fiscale delle famiglie. Per i parenti, quindi, si può contabilizzare un aumento medio della spesa di 3.500 euro all’anno. «Ribadiamo di ritenere infondata e non accettabile la decisione di Regione Lombardia, dal momento che comporta l’assimilazione a costi alberghieri di spese sostenute per attività che sono strettamente correlate al mantenimento del benessere psico-fisico degli ospiti, oltre che produrre un incremento degli oneri posti a carico delle famiglie, che si sommano al mancato sostegno alla compartecipazione dei costi da esse stesse sostenute per la residenzialità», dichiara Mario Gatti, segretario Cisl Bergamo, fiducioso che si possa arrivare a «una revisione urgente e sostanziale della decisione assunta, con effetti immediati sui cedolini fiscali in via di emissione da parte delle strutture, anche in ragione del fatto che non appare legittimo modificare il regime di deducibilità in atto a livello regionale per spese già sostenute dalle famiglie per l’anno di imposta 2018».

 

19 FEBBRAIO

 

1 – Fiocco rosa per la Dea: è nata Bo, terzogenita di Marten de Roon

È nata oggi, martedì 19 febbraio, la piccola Bo, terzogenita di Ricarda e Marten de Roon (Dopo Linn Sophie ed Evie). Mamma e bimba stanno bene, con grande gioia del papà. «A Ricarda e Marten le più sincere e affettuose congratulazioni da parte di tutta la famiglia Atalanta!  Benvenuta piccola Bo!», scrive l’Atalanta sul suo sito.

2 – Aree pedonali e marciapiedi, prime spazzatrici 100% elettriche

Il Comune di Bergamo e Aprica hanno aggiunto al proprio parco macchine una nuova spazzatrice per la pulizia delle strade e dei marciapiedi più grandi: si tratta della nuova Electra 2.0, un mezzo al 100% italiano ed elettrico, quindi a zero emissioni e completamente ecologico. La scelta dell’Amministrazione e dell’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade si inscrive nel piano di rinnovo dei mezzi di comunali e pubblici. Solo pochi mesi fa il Comune ha cambiato le auto di rappresentanza con macchine ibride, arrivate qualche mese dopo l’avvio della linea C di trasporto pubblico elettrico. La settimana scorsa, poi, l’inaugurazione della rete di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. La nuova spazzatrice è molto più silenziosa, ha un’alimentazione a batterie gel con 8-10 ore di autonomia, con manutenzioni ridotte e costi di ricarica molto bassi.

3 – Parcheggio in via Europa, Zenoni: «Si prevedano tariffe per pendolari»

«L’Amministrazione comunale – dichiara l’assessore alla mobilità del Comune di Bergamo Stefano Zenoni dopo aver letto la lettera del Comitato Pendolari – condivide le riflessioni proposte oggi dal Comitato Pendolari Bergamaschi sul tema della sosta di interscambio in prossimità della stazione. Gli stessi pendolari riconoscono infatti nella loro lettera come nel cuore di una città capoluogo le dinamiche siano complesse e richiedano un ventaglio di soluzioni adeguate alle diverse esigenze che convivono sul territorio. Nella stessa lettera chiedono esplicitamente la predisposizione di specifici abbonamenti a loro dedicati. Proprio per questa ragione il Comune di Bergamo ha previsto nel parcheggio dell’ex gasometro (in corso di realizzazione) titoli di abbonamento pensati per loro, in analogia con quanto deciso 4 anni fa per l’altro parcheggio a gestione pubblica in prossimità della stazione autolinee. L’abbonamento mensile convenzionato a  40 euro all’interno di un parcheggio custodito è una formula che ha riscontrato un elevato successo  e verrà dunque riproposta, proponendo anche altri titoli per le soste giornaliere occasionali». «Cogliamo – continua Zenoni – l’occasione per ricordare come l’operazione ex gasometro si spinga ben oltre la realizzazione di un’area di sosta (attesa da vent’anni), perseguendo l’obiettivo ben più ambizioso di una riqualificazione di complessiva di un intero quartiere sia dal punto di vista viabilistico (nuova rotatoria) sia dal punto di vista ambientale (ampliamento del parco sull’area dell’attuale piazzale). Il Comune chiede infine alla Provincia di Bergamo di inserire anche sul parcheggio di Viale Europa di sua proprietà forme di abbonamento e tariffazione pensate per i pendolari bergamaschi».

4 – Una dozzina di furti in appartamenti. Scoperta banda di ladri in provincia

Sarebbero loro gli autori di una dozzina di furti in casa in tutta la provincia, da agosto a ottobre: nell’Isola, fino alla Valle Brembana e in una parte della Bassa. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Zogno hanno eseguito una doppia ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovani albanesi, rispettivamente di 25 e 26 anni. Gli obiettivi erano scelti con cura: case senza antifurto e facilmente accessibili. Il colpo avveniva in velocità, agendo a bordo di una golf e un’Audi, vetture entrambe rubate a cui cambiavano le targhe. Il bottino complessivo si aggira sui 30mila euro.

5 – Schianto del bus a Gazzaniga, il pm: «Omissioni Sab per risparmiare soldi»

Per la morte di Luigi Zanoletti, 14 anni, investito da un pullman della Sab a Gazzaniga, sono indagati l’autista per omicidio stradale e il presidente del Cda e due responsabili della sicurezza per cooperazione in omicidio colposo. Sono da considerare delle omissioni in tema di sicurezza da parte dell’azienda – scrive il pm Giancarlo Mancusi nell’avviso di conclusione delle indagini  – per risparmiare soldi.

6 – Upset di Seriate, risse e schiamazzi ripetuti: 3 mesi di sospensione

Licenza sospesa per tre mesi – dal 16 febbraio al 16 maggio – per l’Upset, discoteca di Seriate: i carabinieri hanno notificato al titolare il provvedimento siglato dal questore Girolamo Fabiano ed emesso su richiesta degli stessi militari dell’Arma, a seguito di una serie di interventi delle pattuglie al locale di via Levata. L’ultimo, lo scorso fine settimana, per una rissa tra giovani, senza gravi conseguenze per i ragazzi coinvolti.

7 – Auto rubate fermate dalla Stradale sulla Brebemi

Una delle due macchine aveva già la targa contraffatta, mentre l’altra era stata rubata da pochi giorni e molto probabilmente, quando è stata fermata dalla Polizia, stava proprio andando a «rifarsi il trucco». Gli agenti della Stradale di Chiari, agli ordini del comandante Sergio Motterlini, hanno denunciato due fidanzati per riciclaggio di una Mini Cooper dal valore di circa 40mila euro e per ricettazione di una Range Rover un uomo eritreo. Le auto sono state fermate sulla BreBeMi.

8 – La Bonomelli ospiterà anche le persone in convalescenza

L’ Albergo Popolare Opera Bonomelli si prepara ad una piccola rivoluzione: la struttura che si occupa di solidarietà pensa di aprire nuovi servizi, come quello per le persone in convalescenza. In Malpensata, quindi, si pensa ad uno sviluppo del lato sanitario.

 

18 FEBBRAIO

 

1 – BreBeMi, 3600 posti di lavoro | in cinque anni di autostrada

Presentato oggi lo studio relativo ai benefici portati da BreBeMi sul territorio lombardo. Secondo i dati presentati dal professor Andrea Gilardoni, che ha condotto l’approfondimento con l’aiuto del suo allievo Michele Perotti, parlano chiaro. «Bisogna distinguere benefici diretti e indiretti, che sono ancor più di quanti se ne prospettassero alla vigilia della realizzazione dell’infrastruttura in questione – ha spiegato Gilardoni – Il beneficio indiretto più eclatante sta nell’insediamento di nuove aziende e logistiche su tutto il territorio attraversato da BreBeMi, dove abbiamo 18 nuovi insediamenti, sei dei quali già attivi e che hanno portato a ben 3.600 assunzioni. Parliamo di un impatto pari a circa 913milioni di euro, senza contare i benefici giunti ai Comuni in termini di oneri, e che giungeranno regolarmente tramite l’Imu. Il nostro studio evidenzia poi come anche il mercato immobiliare abbia tratto beneficio dalla realizzazione di BreBeMi, nonostante per un riscontro migliore serva un lasso di tempo ancor più ampio, dato che l’opera è ufficialmente conclusa da soli 15 mesi, quando è stata realizzata la bretella che la unisce all’A4». «Per quanto riguarda i benefici diretti – hanno proseguito Gilardoni e Perotti – abbiamo un netto risparmio in termini di tempo e di inquinamento, minori emissioni e un miglioramento della viabilità a livello locale, come emerso dai nostri colloqui con i sindaci dei paesi attraversati da BreBeMi. È significativo anche il forte aumento del turismo religioso al santuario di Caravaggio, segno di come la connessione offerta da BreBeMi abbia stimolato tutto il territorio. Guardando i dati del traffico, invece, notiamo come la crescita sia stata costante, e in soli cinque anni BreBeMi sia passata da un traffico medio giornaliero di ottomila veicoli, a uno di oltre 20mila».

2 – Nuovi controlli “a tappeto” agli scali ferroviari contro il degrado

A partire dalle 18.30 circa, alcune decine di militari dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG), con l’ausilio altresì di unità cinofile del Nucleo Cinofili di Orio al Serio (cani specializzati nella ricerca di droga, armi e di ordine pubblico), stanno ripetendo i controlli straordinari di pubblica sicurezza presso le Stazioni Ferroviarie di Treviglio (Centrale ed Ovest), Caravaggio, Vidalengo, Romano di Lombardia, Bariano-Morengo, Arcene, Verdello-Dalmine e Calcio. Come già svolto nelle settimane precedenti (sia di mattina che nella fascia oraria pomeridiano-serale), anche questa volta i Carabinieri della Bassa Bergamasca hanno proceduto in orario pomeridiano e a seguire serale, in concomitanza con le partenze e gli arrivi dei pendolari presso tali Stazioni Ferroviarie, ad espletare nuove attività di verifica e, all’occorrenza, perquisizioni, per contrastare così qualsivoglia attività delittuosa nonché il degrado nei pressi di tali scali.

3 – Un altro passo verso la riqualificazione dell’ex carcere di Sant’Agata

Arriva un altro passo significativo verso la riqualificazione dell’ex carcere di Sant’Agata. Gli spazi sopra l’ex circoscrizione, il cortile de “l’ora d’aria”,  l’intera copertura dell’ex carcere e il campanile verranno sistemati grazie all’integrazione di convenzione che il Comune di Bergamo e la Cooperativa Città Alta approvano in questi giorni. Un accordo che integra gli impegni che già sono stati stipulati nei mesi scorsi e che hanno portato all’avvio del cantiere che creerà nuovi spazi a favore del “Circolino” nell’ex chiesa di vicolo sant’Agata: nel 2017 infatti è stato approvato il nuovo accordo per la valorizzazione del compendio, superando gli accordi che erano stati presi nel 2012 e che si erano dimostrati impraticabili.

4 – Bancomat fatto esplodere in città. Colpo alle 3 alla Bcc di via Falcone

Esplosione nella notte al bancomat della filiale della “Banca di Credito Cooperativo Caravaggio e Cremasco” di via Falcone 11, una laterale di via San Bernardino, a Bergamo. Due persone hanno messo a segno il colpo intorno alle 3. I due sono poi fuggiti a piedi facendo perdere le loro tracce. Non si conosce ancora l’ammontare del bottino e dei danni causati dall’esplosione.

5 – Matteo Renzi a Treviglio: «i valori restano mentre i Salvini passano»

Matteo Renzi arriva a Treviglio per presentare il suo libro “Un’altra strada. Idee per l’Italia di domani”, e il “Tnt” è colmo di gente. Ieri mattina c’era con lui sul palco anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Il leitmotiv dell’incontro è stata una nuova visione del futuro contro la politica del Governo gialloverde. «Un libro che serve a dire a tutti gli italiani – ha detto dal palco – che credo fortemente nel nostro Paese e nella politica. È un libro che nasce dal desiderio di esprimere la mia profonda fiducia nel futuro, e non nella paura, come gli attuali leader al governo vogliono far credere. Quello di oggi è un mondo dove ci sono fitte reti di opportunità che devono essere colte dai giovani, ma il M5S e Lega danno un’idea del futuro che è buio e paura». «Voglio che il mio libro – ha continuato l’ex premier – che affronta diverse tematiche, dall’immigrazione alla crisi finanziaria, all’investimento sulla cultura e sull’innovazione , sia un aiuto concreto per vivere con curiosità, entusiasmo e voglia di mettersi in gioco, per cogliere le profonde opportunità che ci riservano gli anni a venire». Diverse stoccate contro l’azione politica di Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il “Tnt” era pieno e Renzi è riuscito a conquistare i trevigliesi con battute ironiche. «Vorrei una politica – ha dichiarato sul tema dell’immigrazione – dove i valori restano, mentre i Salvini passano», schierandosi contro la propaganda del Governo su un tema che viene spacciato come un problema degli ultimi anni, dimenticando che nel 1900 erano gli Italiani ad emigrare in America.

6 – Ancora droga recuperata al luna park di Treviglio

Anche questo fine settimana i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno ripetuto i controlli straordinari sul territorio nell’area delle giostre allestita in via Roggia a Treviglio in occasione delle manifestazioni della “Madonna delle Lacrime”, che si prolungheranno sino ai primi giorni di marzo, il tutto tramite nello specifico pattugliamenti appiedati nella zona in questione, con l’impiego altresì della stazione mobile. Un altro giovane, questa volta un 25enne, è stato trovato in possesso di una modica quantità di droga, hashish per l’esattezza, naturalmente sequestratagli con annessa contestazione amministrativa. Il 25enne, domiciliato nella Bassa Bergamasca, verrà quindi segnalato alla Prefettura quale consumatore. Già settimana scorsa, i militari dell’Arma, impegnati sia con pattugliamenti in divisa che in borghese, avevano fermato un 19enne trovato anch’esso in possesso di sostanza stupefacente per uso personale.

7 – L’orchestra giovanile in udienza dal Papa, che chiede il bis

Il 13 febbraio, l’Orchestra Giovanile dei flauti (nata con un protocollo d’intesa tra la Scuola Grossi di Treviglio, il Centro Studi Musicali e Musica per passione a sostegno dell’Indirizzo Musicale Grossi) ha partecipato all’Udienza Generale di Papa Francesco in Vaticano. Erano presenti nella Sala Nervi uomini, donne, bambini di tutte le parti del mondo: dall’Australia alla Russia, dall’America Latina al Portogallo. Al termine delle benedizione, l’Orchestra ha eseguito brani di Handel, Purcell e Rodriguez. Una splendida acustica ha consentito il risuonare in tutta la sala le belle esecuzioni dei flautisti, già applaudite durante le prove dai vari pellegrini e fedeli in attesa del Papa. E poi…l’imprevisto, fuori dal protocollo, al temine dell’Udienza Generale, ancora in Sala Nervi, quasi pronti per l’uscita, la sorpresa: «Il Papa vuole incontrare i ragazzi dell’orchestra». Stupiti, trepidanti e felici, i giovani si sono incamminati nel corridoio fino alla porta che conduceva alla gradinata dove il Papa li attendeva con le braccia protese e il sorriso accogliente che lo caratterizza. Un gesto di umanità e benvenuto inatteso. Ha chiesto il bis della Cumparcita… forse per la nostalgia che il tango riporta in Argentina.

8 – Niente più sogni, scatta l’espulsione per Zakaria

Amarezza al Liceo Don Milani di Romano per la storia di Zakaria, un adolescente richiedente asilo a cui, il 31 gennaio, è stato negato lo status di rifugiato. Un giudice ha infatti deciso che ha un mese di tempo per lasciare la struttura che lo ospita. Daniela Dehò, professoressa di scienze umane nel liceo economico sociale, si è fatta portavoce degli alunni. «Abbiamo conosciuto Zakaria lo scorso anno scolastico. – ha detto la docente – Ha partecipato al nostro progetto di alternanza scuola-lavoro che prevedeva la stesura di un libro, seguiti da una casa editrice. L’argomento che abbiamo scelto era l’adolescenza da diversi punti di vista, adolescenti europei e non, e abbiamo appunto coinvolto un gruppo di giovani richiedenti asilo presenti nel nostro comune».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.