Notizie su Bergamo e provincia
(10-15 giugno 2019)

15 GIUGNO

 

1 – Schianto a Clusone nella notte. Perde la vita 19enne di Ardesio

Tragico incidente stanotte all’1.20 di stanotte a Clusone, in via Brescia, nei pressi del ristorante la Bussola. Davide Fornoni, 19enne di Ardesio, ha perso la vita. Da una prima ricostruzione sembra che il ragazzo stesse per fare un sorpasso mentre dal lato opposto proveniva un furgoncino guidato da un 35 enne. Dopo l’impatto, l’auto del giovane ha preso il volo e si è capottata, finendo contro la rotonda. Davide è morto sul colpo. Il conducente del furgone ha riportato invece solo ferite lievi.

2 – Il Capolinea 65 ha chiuso i battenti. La Ramera perde un locale storico

Sulla statale della Val Brembana, a Ponteranica, zona Ramera, è venuto meno un punto di riferimento per i motociclisti e non solo. Il Capolinea 65, coi suoi solidi tavoloni in legno, posto sulla sinistra della carreggiata in un punto in cui la strada è in leggera discesa (all’incrocio tra via Faustina e la Strada al Mulino), ha chiuso i battenti. Al titolare Matteo Riceputi non è stato rinnovato il contratto d’affitto. Un bar che esiste dagli anni ’50 e che il trentanovenne di Ponteranica ha preso in gestione da quando ne aveva solo ventisette. Non si sa bene cosa ne sarà di quella struttura: si parla di un possibile abbattimento per costruire un locale più moderno, ma il destino dell’area resta ancora nebuloso.

3 – Scrutini finiti: nei licei scientifici fioccano le promozioni

Nei licei scientifici la percentuale di promossi senza debiti è sempre alta, soprattutto se confrontata con quella di istituti tecnici e professionali. Ma quest’anno, scrutini conclusi alla mano, i dati sono più elevati del solito. Il 69,38% degli studenti del Lussana e addirittura il 79,38% del Mascheroni hanno superato l’anno in modo pieno, senza nemmeno un debito. Di poco superiore al 5% e al 3%, rispettivamente, i bocciati senza appello.

4 – Processo di Foppolo: anche Carona e Valleve si costituiscono parte civile

Dopo il Comune di Foppolo, anche Carona e Valleve si costituiscono parte civile nel processo che vede imputato tra gli altri l’ex sindaco di Foppolo Giuseppe Berera. Oltre ai tre Comuni dell’alta Valle Brembana – per anni al timone della partecipata Brembo Ski, poi fallita – anche Regione Lombardia ha deciso di costituirsi parte civile in quanto vittima delle presunte truffe sulle rendicontazioni aggiustate per incassare contributi: 3 milioni e 290 mila euro secondo le indagini della Guardia di Finanza.

5 – Scivola sul sentiero a Vertova: 17enne trasportata in elisoccorso

Una 17enne è rimasta ferita lungo un sentiero di montagna a Vertova nel pomeriggio di venerdì 14 giugno. L’episodio si è verificato sul sentiero 527 che, dalla Val Vertova, conduce al bivacco Testa. Scivolata, la ragazza avrebbe riportato una semplice lussazione alla caviglia. Intervenuti i vigili del fuoco di Gazzaniga con due mezzi fuori strada, il Soccorso Alpino di Clusone e l’elicottero del 118 di Bergamo. La 17enne è stata trasportata in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

 

 

14 GIUGNO

 

1 – Studente investito da bus. Autista condannato a 5 anni

Il giudice ha condannato in rito abbreviato a 5 anni di reclusione per omicidio stradale Aliou Gningue, 58 anni, l’autista dell’autobus che il 24 settembre dell’anno scorso ha investito e ucciso Luigi Zanoletti, studente di 14 anni, e ferito di altri due ragazzi, a Gazzaniga. La richiesta del pm era stata di 12 anni. Prosciolti i tre dirigenti della Sab.

2 – Ricatto sessuale a un parroco della Bergamasca: 5 arresti

Avrebbero ricattato per quasi un anno un parroco della Bergamasca per aver avuto un incontro sessuale a pagamento con un ragazzo. Per questo tre ragazzi e una ragazza, tutti di 23 anni, più un uomo di 57 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del Norm della Compagnia di Zogno e dai carabinieri del comando provinciale di Rimini.

3 – Incendio in un ristorante a Calcio, fiamme in cucina

Incendio oggi al ristorante “Due lanterne” di viale Della Vittoria a Calcio. Sul posto i pompieri, che hanno domato l’incendio. Le fiamme si sarebbero sviluppate in cucina, danneggiandola. Ancora da chiarire le cause del rogo.

4 – Basket, chiusura anticipata del Pilo. Ma i giocatori entrano lo stesso

La gestione del parco sportivo di via Rosolino Pilo, Valtesse, a carico di Bergamo Infrastrutture, ultimamente fa acqua da tutte le parti, come abbiamo già scritto qui. Punto di ritrovo dei giocatori di basket, soprattutto d’estate, è sempre rimasto aperto fino a mezzanotte. Ma ora, con il bar non in gestione, la chiusura è stata anticipata alle 19 e la domenica, nonostante i cartelli, talvolta nessuno si preoccupa di aprire il cancello. Così ogni sera (e non solo) molti giocatori ci entrano lo stesso, anche perché la rete a lato del cancello d’ingresso è stata sostanzialmente abbattuta.

5 – Adrara San Martino, scontro tra moto: un morto e un ferito

Scontro fra scooter e moto nella serata di giovedì 13 giugno ad Adrara San Martino: uno dei due motociclisti, 38 anni, è deceduto. L’incidente poco dopo le 22 lungo la via Provinciale, sul posto sono intervenute due ambulanze e un’automedica. L’altro, 19 anni, è stato preso in carico da un’ambulanza e trasportato in ospedale in codice giallo.

6 – Diplomi falsi a 3mila euro, 25 prof indagati da Cosenza a Bergamo

La centrale del falso, ben nascosta ma molto efficiente, era a casa di un pensionato 69enne di Mangone. Qui, durante una perquisizione, i carabinieri hanno trovato computer, stampanti, materiale informatico e anche decine di diplomi falsi freschi di stampa, da usare per permettere a sedicenti insegnanti di ottenere cattedre in tutta Italia. Il materiale è stato sequestrato, e la procura di Cosenza ha emesso l’avviso di conclusione indagine nei confronti di 25 insegnanti che sono stati assunti presentando titoli di studio falsi. Vivono non solo in provincia di Cosenza ma anche a Lecce, Pistoia, Milano, Bergamo, Forlì-Cesena.

7 – Maga Valery a processo, ha carpito a una donna 600mila euro

La sedicente maga Valery, all’anagrafe Elvira Di Lorenzo, 79 anni, è accusata di circonvenzione di incapace. Dal 2011 alla fine del 2013, avrebbe sottoposto una donna di 45 anni residente a Fara Olivana con Sola a dei riti magici per risolvere le sue pene d’amore. Un rituale costosetto, se è vero che è riuscita a carpirle 600mila euro. La “maga”, nata a Fermo ma residente a Milano, è stata rinviata a giudizio a Cremona.  Il 2 ottobre dovrà affrontare il processo.

8 – Malore fatale in strada, muore anziano a Treviglio

Si è sentito male mentre era per strada, in via Primo Maggio, a Treviglio. Ancora da accertare con precisione le cause della morte del novantenne. I fatti questa mattina alle 9.15. L’anziano stava camminando quando improvvisamente si è sentito male. Allertati immediatamente i soccorritori della Croce Bianca di Ciserano si sono precipitati sul posto ma per l’uomo non c’era più nulla da fare.

 

13 GIUGNO

 

 1 – Cura dei linfomi, un passo avanti grazie agli studi del Papa Giovanni

Grazie a un donatore con caratteristiche rarissime, a Bergamo un gruppo di ricercatori ha individuato per la prima volta in assoluto la presenza sui neutrofili della molecola CD16A, finora trascurata ma capace di influire sul successo della terapia. Il risultato, pubblicato su “Blood”, apre importanti scenari nelle ricerche sul nostro sistema immunitario e soprattutto sulla cura dei linfomi. Alla scoperta ha lavorato un gruppo tutto bergamasco che ha riunito ricercatori del Centro di Terapia Cellulare “Gilberto Lanzani” dell’Asst Papa Giovanni XXIII, dell’Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma (Ail) – sezione Paolo Belli di Bergamo, che ha fondato e sostenuto il Centro di Terapia Cellulare fin dal 2003, e della From, Fondazione nata da una costola dell’ospedale di Bergamo e oggi importante centro di ricerca presieduto da Alberto Bombassei, patron di Brembo spa e del Kilometro Rosso.

2 – Duro colpo al narcotraffico internazionale, fermato anche a Ciserano

Centinaia di chili di stupefacenti sequestrati, due latitanti italiani arrestati in Colombia e diversi arresti in Italia e all’estero. È il bilancio dell’operazione Edera dei carabinieri del Ros, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, che ha inferto un duro colpo al narcotraffico e all’organizzazione legata alle cosche della ‘Ndrangheta. Una vasta operazione condotta con il supporto della polizia colombiana, di quella olandese e della gendarmeria francese che ha individuato e fermato un gruppo criminale ormai consolidato. Dalla Colombia e dall’Ecuador la droga veniva importata negli scali portuali di Anversa in Belgio, Rotterdam di Olando e Gioia Tauro in Italia oppure trasportati in auto per essere smerciati nel nord Europa, in Canada e in particolare nella regioni del nord Italia, soprattutto Lombardia e Veneto. Trenta, in tutto, i destinatari dei provvedimenti cautelari emessi dal gip del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Dda nelle provincie di Reggio Calabria, Milano, Bergamo, Bologna e Padova. L’accusa riguarda l’associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Altre invece sono state eseguite in Olanda, Francia e Colombia. La rete criminale aveva messo radici anche nella Bassa: a Ciserano, infatti, è stata fermata una persona coinvolta nelle indagini.

3 – Schianto al semaforo a Caravaggio, feriti due giovani

Schianto in via Francesca a Vidalengo, feriti un 22enne e una ragazza di 18 anni. È successo ieri sera, mercoledì, intorno alle 20.15 all’altezza dell’incrocio semaforico con via Donizetti alle porte della frazione caravaggina. In seguito all’incidente, che ha coinvolto due auto, è subito scattata la chiamata al 118 che ha inviato un’ambulanza della Casirate Soccorso in codice rosso. I soccorritori giunti sul posto hanno stabilizzato i feriti ed è stato disposto il trasporto in ospedale a Treviglio in codice giallo. Sul posto anche le Forze dell’ordine per i rilievi del caso. Da verificare la dinamica dello schianto frontale tra le due auto che stavano impegnando l’incrocio.

4 – Scanzo, rapinano una banca poi appiccano il fuoco all’auto

Si sono presentati in due alla filiale della Banca di credito cooperativo dell’Oglio e del Serio a Scanzorosciate. Volto coperto con casco e sciarpa, verso le 9.45 di ieri, hanno estratto dalla tasta una pistola, forse giocattolo, minacciando i tre impiegati alle casse. Non c’erano clienti. Con un bottino da 7mila euro sono fuggiti su una Fiat Uno vecchio modello. Che hanno presto abbandonato per salire probabilmente su un altro mezzo, guidato da un complice. Prima di cambiare auto, però, hanno dato fuoco all’abitacolo, in modo da cancellare indizi.

5 – A Romano Prodi il primo Premio Molte Fedi “Costruttori di Ponti” 2019

La nuova edizione di Molte Fedi Sotto Lo Stesso Cielo ospiterà una novità assoluta: il Premio Molte Fedi “Costruttori di ponti”, assegnato al professor Romano Prodi. Gli verrà consegnato il prossimo 23 settembre presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bergamo in Città Alta. Dopo la premiazione terrà la sua attesa lectio magistralis sul tema “Le sfide del XXI secolo – Oltre le paure, per un’idea di futuro”.

6 – Casa bruciata a Casale, Cristina Biava ringrazia su Facebook

«La vera grandezza di una persona non si misura dalla sua posizione sociale, si misura dalla bontà che porta nel cuore. Più grande è l’umiltà e la dolcezza che regala al prossimo, più grande è il valore della sua esistenza. Ecco la grandezza, niente di materiale, solo una luce che brilla nel cuore, per quell’amore che sa provare, non solo per se stesso. In questi giorni go ricevuto tantissima solidarietà… Grazie a tutti con tutto il mio affetto….». Così Cristina Biava ringrazia in un post sul suo profilo Facebook il grande cuore dei suoi concittadini di Albino e di tutti i bergamaschi che hanno positivamente risposto al suo grido d’aiuto. La sua casa a Casale di Albino è andata completamente distrutta per un incendio scoppiato nella notte tra venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno per un corto circuito.

7 – Olmi a New York, retrospettiva sul regista bergamasco al Lincoln Center

Le luci della città si accendono per Ermanno Olmi. E il tributo è grande come la Grande Mela, che lo ospita da domani al 26 giugno, al Lincoln Center. New York celebra il regista bergamasco scomparso l’anno scorso, con una retrospettiva calda come un abbraccio, lunga 19 film.

8 – Intossicazione da monossido: stava usando un tagliacemento a scoppio

Stava facendo dei lavori domestici con un tagliacemento a scoppio, ma a un certo punto ha perso conoscenza. Causa: intossicazione da monossido di carbonio. Un uomo di 62 anni, originario di Martinengo e residente ad Albano Sant’Alessandro, è stato soccorso nella serata di mercoledì 12 giugno; è stato portato prima all’azienda sanitaria Bolognini di Seriate e poi presso la camera iperbarica di Habilita a Zingonia. Il trattamento di ossigeno terapia lo ha salvato.

 

12 GIUGNO

 

1 – Lavoro nero alla Notte Bianca. Locali multati a Caravaggio

Buona la prima per la Notte dei Commercianti organizzata sabato sera dalla collaborazione tra la Pro loco e i commercianti caravaggini, nonostante un fuori programma che ha lasciato un po’ di amaro in bocca agli esercenti. A guastare la festa ci ha provato la visita, a sorpresa, di carabinieri e Ispettorato del lavoro che dalle 21 alle 00.30 ha visitato diversi locali caravaggini elevando anche alcune multe a dir poco salate. Un’operazione di controllo di routine che fa capo a un protocollo d’intesa sovraccomunale per la prevenzione e la sicurezza sul lavoro. Diversi i locali sanzionati per la presenza di personale in nero: multa da diverse migliaia di euro e chiusura forzata per un giorno.

2 – Tampona un’auto e fugge, denunciato un 37enne

Tampona un’auto e fugge senza prestare soccorso. È successo oggi pomeriggio a Treviglio, all’incrocio tra via Masano e via Calvenzano. Il fatto è avvenuto verso le 15.  Una vettura era ferma allo stop di via Masano e doveva immettersi in via Calvenzano, quando è stato violentemente tamponato da un’altra auto che sopraggiungeva, causando gravi danni ai mezzi e il ferimento delle persone a bordo del veicolo tamponato. Il conducente del veicolo responsabile del sinistro si però velocemente allontanato dandosi alla fuga e omettendo di prestare soccorso. Giunta immediatamente sul posto, una pattuglia della Polizia locale di Treviglio ha raccolto tutti gli indizi necessari per l’individuazione del responsabile e, utilizzando anche le telecamere a lettura targhe presenti sul probabile tragitto seguito dal conducente datosi alla fuga, ha individuato il responsabile nel territorio del Comune di Casirate d’Adda. Il responsabile dell’incidente è risultato essere un cittadino egiziano di 37 anni, regolarmente presente in Italia e residente a Lurano. È poi emerso che l’uomo circolava a bordo di una “Renault Capture”, senza avere la patente di guida. Sul veicolo tamponato, una “Skoda”, era presente una coppia di coniugi, rispettivamente di 69 e 62 anni, di Treviglio, che hanno riportato ferite e hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso cittadino.

3 – Scuole, sicurezza degli edifici: promossi con voti buoni i plessi bergamaschi

«La scuola è finita e i plessi della provincia di Bergamo sono quasi tutti promossi per quanto riguarda la sicurezza degli edifici (alta) e gli infortuni degli studenti (di lieve entità), ma le vacanze estive possono essere l’occasione giusta per mettere mano ad alcune carenze in vista della ripresa a settembre». Così Sergio Piazzolla (Responsabile Area Specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro – Ufficio Direzione UOS Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro di ATS Bergamo) fotografa la situazione degli istituti comprensivi della Bergamasca, oggetto di vigilanza periodica da parte dei tecnici dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, al termine dell’anno scolastico 2018/2019. «Dal 2003 al 2018 la nostra attività di vigilanza nelle scuole ha interessato 572 edifici dei circa mille del territorio. Le “materie” oggetto di verifica sono igiene e sanità pubblica, sicurezza sul lavoro, sicurezza termica e sicurezza elettrica. Nel 2018 il risultato è stato positivo per il 71,8% delle trenta scuole controllate fra statali, paritarie o private, di ogni ordine e grado (esclusi università e asili nido)», spiega Piazzolla.

4 – Angelo Zanchi scomparso a Nese. Dopo 6 giorni nessuna notizia

Non sanno più cosa pensare i familiari di Angelo Zanchi scomparso dalla sua abitazione a Nese il 6 giugno. A quasi una settimana di distanza di lui non si ha alcuna notizia. Il pensionato di 78 anni è uscito e non ha più fatto ritorno. Abita nella frazione di Alzano Lombardo con la moglie e il figlio. L’uomo era solito uscire di casa tutte le mattine ma, come ha spiegato la figlia Nives, generalmente rientrava sempre entro mezzogiorno. Giovedì scorso invece non è tornato a casa. La moglie, preoccupata, ha subito allertato la figlia che ha sporto denuncia ai carabinieri. Oltre alle forze dell’ordine per cercare Zanchi si sono mobilitati  anche i volontari della protezione civile e le unità cinofile. Ad essere ritrovata però solamente la bicicletta dell’uomo, abbandonata in località Busa. Il pensionato indossa pantaloni blu e maglietta a righe blu e bianche. Ha con sé uno zaino grigio con le chiavi e una bottiglia di acqua. Chiunque lo vedesse può contattare la figlia al numero 347 9839986.

5 – Poco personale in aeroporto per l’estate, l’allarme del sindacato di polizia

Il sindacato di Polizia Fsp a Orio al Serio non ci sta: troppo poco personale per il periodo estivo. «Oggi ci duole rilevare che – scrive il sindacato –, con il piano dei potenziamenti previsti fino ad aprile 2020, è annunciato un incremento di organico di sole 5 unità, 2 delle quali arriveranno nel mese di dicembre e le ultime 3 arriveranno ad aprile 2020. È necessario sottolineare per l’ennesima volta la situazione orobica attuale, profilandosi un’estate da incubo per i circa 130 operatori di polizia in servizio presso lo scalo di Orio, atteso inoltre che non sono previsti rinforzi nemmeno per il periodo estivo». E ancora: «Il problema è strettamente legato ai numeri: il personale in servizio presso la Polizia di Frontiera di Orio al Serio è senza dubbio insufficiente per far fronte ai volumi di traffico mossi dalla terza aerostazione d’Italia, si prevede di superare i 13 milioni di passeggeri quest’anno; rispetto a 5 anni fa l’incremento ha segnato una crescita del 60%, mentre l’organico del predetto ufficio è rimasto pressoché identico».

6 – Nata la piccola tapira Lodi al Parco Le Cornelle

Al Parco Faunistico Le Cornelle di Bergamo è arrivata Lodi, una piccola tapira la cui nascita è salutata come un vero e proprio “dono” dai veterinari e dagli esperti del parco. Una sorpresa, l’arrivo del cucciolo, perché per questa speciale non è possibile stabilire la data del parto. Inoltre la madre ha alle spalle un passato travagliato a livello di salute.

7 – Da luglio a fine ottobre Vueling vola da Bergamo a Barcellona

Dal 24 luglio al 25 ottobre 2019 le opportunità di volare a Barcellona dall’aeroporto di Bergamo aumentano grazie alla compagnia aerea Vueling, che torna a offrire il collegamento extra nel cuore dell’estate e agli inizi d’autunno. Quattro voli settimanali da luglio e per tutto il mese di agosto (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica), tre le frequenze nei mesi di settembre e ottobre (lunedì, venerdì e domenica), per oltre 20mila posti disponibili tra andata e ritorno.

8 – Mercatone Uno, richiesta la sospensione dei mutui per i lavoratori senza stipendio

«Un tavolo interassessorile di settore per valutare quali azioni intraprendere per superare le difficoltà degli ex dipendenti di Mercatone Uno e la verifica della possibilità di riattivazione di uno strumento di anticipazione sociale finalizzato al sostegno dei lavoratori sospesi a zero ore, tenendo presente che non ci sono i tempi per intervenire su questo specifico caso». Sono questi gli elementi presentati dall’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Melania Rizzoli intervenuta oggi in Consiglio regionale per commentare la proposta di chiedere all’Abi di sospendere temporaneamente il pagamento delle rate di mutuo dei lavoratori coinvolti nella crisi occupazionale di Mercatone Uno. La mozione, approvata, è stata firmata da tutti i capigruppo in Consiglio regionale. Nel testo della mozione si legge anche la richiesta di «riattivare il Fondo di Garanzia a copertura dell’Anticipazione Sociale a sostegno dei lavoratori in attesa di un ammortizzatore sociale».

 

11 GIUGNO

 

1 – Stadio, ottimo ritmo dei lavori. Champions, si decide a fine mese

Oggi ha avuto luogo il sopralluogo al cantiere dello stadio con i giornalisti. I lavori procedono a pieno ritmo e il 29 settembre si dovrebbe riaprire. Intanto c’è l’ok della Prefettura di Parma, che ospiterà le prime due partite casalinghe di campionato dell’Atalanta. Poi si vedrà. Per la Champions, entro fine mese una delegazione dell’Uefa sarà a Bergamo per un sopralluogo allo stadio: poi la decisione in merito alla deroga chiesta dalla società nerazzurra, che spera di disputare le gare europee in città.

2 – Motorizzazione, Carnevali: insufficiente la risposta del Governo

«Tempi lunghi per la revisione dei veicoli e dei mezzi per autotrasporti con impatti sul sistema produttivo, riduzione fino al 57% mensile degli esami per il conseguimento della patente con ripercussione sul rinnovo del foglio rosa scaduti a carico della famiglie, telefoni muti per mancanza di personale al centralino. Queste sono le condizioni drammatiche in cui si trova la motorizzazione civile di Bergamo, in cui gli operatori sono costretti a lavorare con sforzi rilevanti – dichiara l’Onorevole Elena Carnevali, dell’ufficio di presidenza Pd alla Camera – La risposta del sottosegretario Dell’Orco all’interrogazione a mia firma che si è svolta oggi in Commissione Trasporti alla Camera è insufficiente e inaccettabile: l’esito del concorso per nuove assunzioni, sui cui il grazie al mio emendamento avevamo finanziato 200 unità nel dicembre 2017, vedrà la fine delle prove orali nel settembre 2019, un iter iniziato a novembre 2018 – smentendo le previsioni enfatiche dei colleghi della Lega. Per avere 6 unità assegnate dal Ministero dei trasporti tramite il bando alla sola motorizzazione di Bergamo dobbiamo metterci il cuore in pace: ci saranno ancora mesi di attesa. Lo spiraglio – dopo le “denunce” tramite i numerosi strumenti ispettivi parlamentari che ho effettuato – è l’arrivo nei prossimi giorni, tramite lo scorrimento delle graduatorie già in essere, del “prospettato” invio del personale tecnico ed esaminatori dalla sede centrale o dalla direzione generale Nord-Ovest per voce del sottosegretario. Tuttavia una domanda sorge spontanea: ma queste due ultime possibilità per tamponare l’emergenza, non potevano essere messe in campo prima, senza arrivare alla manifestazione delle scuole guida, alle proteste dei cittadini e delle imprese e allo stress del personale in servizio? Non arretrerò di un millimetro fino a quando a Bergamo verrà garantita piena ed efficiente operatività, nonostante le difese d’ufficio di rappresentati bergamaschi pentastellati assenti e non firmatari dell’interrogazione».

3 – Michele Bertola ancora direttore generale del Comune di Bergamo

Al termine del percorso di selezione (sono pervenuti 15 curricula), il sindaco Giorgio Gori ha individuato il Direttore Generale del Comune di Bergamo per il prossimo quinquennio. Si tratta di Michele Bertola, direttore generale di Palazzo Frizzoni anche nei 5 anni del mandato 2014-19. Nelle prossime ore verranno completate le procedure formali relative alla sua assunzione.

4 – Omicidio di Marisa Sartori a Curno. Marito «capace d’intendere e volere»

Nuovo passo avanti nel processo per l’omicidio della 25ebbe Marisa Sartori, avvenuto lo scorso 2 febbraio a Curno. Ezzeddine Arjoun, il marito, è stato ritenuto «pienamente capace d’intendere e volere» quando l’aggredì uccidendola a coltellate nel garage del condominio di via IV Novembre. Lo ha confermato la perizia psichiatrica a cui è stato sottoposto. Per la conclusione delle indagini il pm attende i risultati relativi agli accertamenti effettuati dai Ris di Parma sull’arma del delitto, quel coltello da cucina ritrovato in una siepe.

5 – Ponti in sicurezza a Seriate, affidata al Politecnico di Milano la valutazione

Il Comune di Seriate ha affidato al Politecnico di Milano – Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente Costruito – la valutazione della sicurezza statica e sismica del ponte di via Italia, del ponte di Corso Roma e del cavalcavia di via Stella Alpina. Lo studio è iniziato una settimana fa, partendo dal cavalcavia di via Stella Alpina, prioritario per l’intenso transito di traffico di veicoli e anche di carichi eccezionali. Si procederà poi con le indagini sui restanti ponti.

6 – Auto contro moto, grave incidente a Lovere

Grave incidente stradale stamattina in via Tadini, a Lovere, tra un’auto e una moto. Ancora da chiarire la dinamica esatta dell’incidente, verificatosi attorno alle 11.20. Il motociclista sarebbe rimasto ferito gravemente: intervenute la Croce Blu di Lovere e l’elisoccorso da Bergamo.

7 – Tentò di uccidere il marito con il caffè avvelenato, condanna a 12 anni confermata

Laura Mappelli la mattina del 4 dicembre 2015, a Premolo, voleva uccidere il marito per portare avanti in libertà il suo rapporto con l’amante. Una volontà portata avanti con lucidità. Non ci sono dubbi sulle intenzioni della donna, scrive la Cassazione nelle motivazioni della sentenza con cui ha rigettato il ricorso della difesa della Mappelli confermando la sentenza della Corte d’appello di Brescia che nell’aprile 2018 ha ridotto da 14 a 12 anni la condanna per tentato omicidio dell’ex ausiliaria della casa di riposo di Albino, che ha messo massicce dosi di insulina nel caffè del consorte.

8 – Torna il raduno provinciale del disabile

Per il diciassettesimo anno consecutivo, Casazza tornerà a ospitare il raduno provinciale del disabile, manifestazione a cura del Gruppo Unitalsi di Casazza e dedicata ai diversamente abili. Una giornata all’insegna dello sport e dell’integrazione, a cui parteciperanno circa 750 persone tra atleti delle associazioni sportive bergamasche, portatori di handicap e gli studenti delle scuole dell’Istituto Comprensivo di Casazza, autori dei disegni che animeranno la mostra sulla disabilità. Il programma si aprirà domenica 16 giugno alle 9.15 agli impianti sportivi di Casazza di Viale delle Rimembranze, che ospiterà le esibizioni delle squadre invitate dagli organizzatori.

 

10 GIUGNO

 

1 – Calzino imbottito di eroina. Fugge in bicicletta: arrestato

Stamattina gli agenti della sezione volanti della Questura di Bergamo hanno arrestato un cittadino di nazionalità nigeriana, in Italia come richiedente asilo. Durante un controllo sulla pista ciclopedonale nel tratto che collega Via Giacomo David a Via Borgo Palazzo, A.E., classe 1989, si è dato alla fuga a bordo di una bicicletta. Ha cercato di disfarsi di un calzino di colore nero che è stato immediatamente recuperato dagli agenti che hanno continuato l’inseguimento fino in Via Pinamonte da Brembate, dove l’uomo è stato bloccato. All’interno del calzino sono stati rivenuti 10 ovuli di eroina per un quantitativo pari a circa 115 grammi. Il 30enne verrà sottoposto a rito direttissimo nella mattinata di domani.

2 – Ranzanico, auto si ribalta: ferito un cinquantenne

Momenti di paura a Ranzanico, alle 14.30, sulla Via Nazionale per un incidente che ha visto coinvolte tre auto, una delle quali si è ribaltata. Le cause sono ancora in via di accertamento. Sul luogo dello schianto è arrivata un’ambulanza della Croce Blu di Lovere per soccorrere un 50 rimasto ferito in modo non grave.

3 – Pregiudicato e latitante da tre anni, arrestato a Dalmine

Domenica 9 giugno una pattuglia di Baschi Verdi della Compagnia Guardia di Finanza di Bergamo, in servizio di controllo del territorio, ha arrestato un 34enne di origini marocchine, domiciliato nella Bassa Bergamasca, con diversi precedenti a carico, sul quale pendeva un ordine di cattura – datato 2016 – della Procura della Repubblica di Torino. Un provvedimento emesso dalla magistratura piemontese a seguito di un cumulo di pene inflitte all’extracomunitario, condannato a 5 anni di reclusione per il reato di contraffazione di documenti e per aver violato la normativa sull’immigrazione. L’uomo è risultato destinatario anche di un mandato di arresto europeo, in corso di acquisizione dalle autorità straniere.

4 – Levate, operaio schiacciato in azienda. Molto grave, intervenuto l’elisoccorso

Gravissimo infortunio sul lavoro stamattina intorno alle 10.30 a Levate, in un’azienda di via per Comun Nuovo: ancora poco chiare la dinamica e le condizioni della persona ferita che, stando alle prime informazioni, sarebbe rimasta schiacciata sotto un grosso peso. La vittima sarebbe un uomo di 48 anni di origini marocchine e residente a Calcinate, soccorso dall’ambulanza e trasportato al Policlinico San Marco di Zingonia dall’elicottero in codice rosso. Avrebbe riportato la frattura del femore.

5 – A Dalmine vince la Lega, a Romano il centrosinistra fa il bis

Risultati bipartisan per i ballottaggi bergamaschi ieri in provincia. Cambia colore Dalmine, dove la sindaca uscente di centrosinistra Lorella Alessio cede il passo, con un distacco di soli 169 voti, al leghista Francesco Bramani. Fa il bis invece a Romano il primo cittadino Sebastian Nicoli, battendo il centrodestra di Romualdo Natali: 51,37% a favore dell’esponente dem il risultato definitivo.

6 – Rifiuti abbandonati, individuato e sanzionato il trasgressore

Li hanno ritrovati a bordo strada. Tre sacchi neri condominiali contenenti rifiuti domestici, abbandonati lungo la via Arzago a Calvenzano. Gli agenti della Polizia locale in convenzione tra Calvenzano, Arzago e Casirate sono intervenuti sul posto per cercare di individuare chi fossero i trasgressori. Non è la prima volta che sul territorio della Bassa vengono ritrovati rifiuti abbandonati. Ne sanno qualcosa ad Arzago, dove fu presa di mira la via Vailate che collega i due Comuni tra la Bassa bergamasca e l’Alto cremasco e una strada poderale nei pressi della cascina Ravaglia. Gli agenti anche in quei casi risalirono ai trasgressori che vennero multati. Stessa sorte toccherà a chi ha abbandonato i sacchi, presumibilmente nella notte tra venerdì e sabato in via Arzago a Calvenzano. Frugando tra l’immondizia domestica presente nei sacchi neri, gli agenti della Polizia locale hanno rinvenuto quanto necessario per individuare il responsabile. Lo ha comunicato lo stesso sindaco Fabio Ferla con un post sulla sua pagina Facebook. «Stamattina sulla via Arzago sono stati trovati questi rifiuti abbandonati – ha postato la foto il primo cittadino – Grazie all’intervento della Polizia Municipale e alla collaborazione interfunzionale degli Uffici, abbiamo individuato il colpevole che dovrà pagare una sanzione salata». Insomma, tolleranza zero anche a Calvenzano per chi non rispetta l’ambiente e viola le norme per il normale smaltimento dei rifiuti.

7 – Notte Bianca dello Sport, contate circa 50mila presenze

Grande successo sabato sera per la decima Notte Bianca dello Sport con oltre 50mila presenze che hanno animato il centro di Bergamo. Presenti numerose discipline minori, con un occhio di riguardo per lo sport a misura di diversamente abili.

8 – Red Bull Neymar Jr’s Five: le ragazze bergamasche di Giampit trionfano alla finale nazionale

Grande giornata di calcio e divertimento alla finale nazionale del Red Bull Neymar Jr’s Five 2019, che si è disputata sabato 8 giugno a Milano in Piazzale Donne Partigiane (quartiere Barona). Il torneo di calcio a 5, che porta il nome della stella brasiliana ed è riservato a ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25, ha visto competere le migliori squadre italiane che nelle scorse settimane hanno superato le rispettive tappe locali di qualificazione. Alla finale nazionale la vittoria del torneo femminile è andata alle ragazze bergamasche di Giampit, incoronate campionesse italiane (battuta la squadra napoletana Paris San Gennar 2.0 per 5-0). Voleranno in Brasile per la finale mondiale.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.