Notizie su Bergamo e provincia
(17-22 dicembre 2018)

22 DICEMBRE

 

1 – Botte e umiliazioni ai genitori. Arrestato un 44enne a Romano

È stato arrestato a Romano in flagranza di reato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate un 44enne italiano, con alle spalle già piccoli precedenti di polizia per reati contro la persona. Sono stati in particolare i militari della stazione di Romano di Lombardia, insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile di Treviglio, ad intervenire nella giornata di ieri dopo che l’uomo, da tempo senza un’occupazione e con seri problemi di alcol, aveva aggredito per l’ennesima volta gli anziani genitori conviventi. L’abuso di bevande alcoliche, ciclicamente, determinava degli scatti di violenza dell’uomo contro la madre 70enne e il padre 80enne, manifestatisi con gravi offese, botte e minacce anche con armi improprie. A volte, la coppia di genitori anziani era stata addirittura lasciata fuori casa dal violento figlio, dopo il suo ennesimo raptus di ingiustificata follia. Capitava in alcune circostanze che il 44enne mettesse anche a soqquadro la casa, danneggiando intenzionalmente anche le suppellettili. Nei mesi precedenti erano state già presentate delle denunce-querele che segnalavano lo stato di triste prostrazione che i due anziani erano costretti oramai a vivere, oltre alle continue richieste di denaro del figlio, il tutto verosimilmente derivante sempre dai suoi problemi di alcolismo. Calci, schiaffi, pugni, prese al collo, botte e altro ancora, un desolante quadro di violenza domestica, psicologica e fisica. In una circostanza la madre del 44enne era stata anche costretta a ricorrere alle cure mediche. Un altro figlio della coppia, sempre convivente, in più occasioni era intervenuto per frapporsi tra il fratello ed i genitori maltrattati, venendo così a volte anche lui preso di mira. Ieri, infine, l’epilogo dell’incubo per la coppia di anziani genitori con la chiamata al 112 e quindi l’intervento dei militari dell’Arma, con il conseguente arresto in flagranza del figlio maltrattante.

2 – Sequestrate anche le paghette: il Gip le restituisce

Nel sequestro da parte della Guardia di Finanza, nell’ambito di una presunta evasione fiscale da 34 milioni di euro attraverso un consorzio di cooperative, aveva sequestrato da una cassaforte anche due buste con 2.690 e 2.170 euro. Ma erano paghette (sostanziose) per suoi due figlioletti, con tanto di biglietti di auguri all’interno. Ora il Gip ha fatto restituire le paghette ai figli dell’indagato.

3 – Spaccata, l’incubo si rinnova a Ghisalba: via le slot machines

Torna l’incubo spaccate per i baristi della Bassa. Nella notte tra giovedì e venerdì, in particolare, è toccato a bar di piazza Garibaldi a Ghisalba, assalito come al solito dai banditi ingolositi dalle slot machines cariche di contanti.  Dopo aver divelto l’inferriata del locale, che si trova nella centralissima piazza Garibaldi, hanno infranto il vetro della finestra, sono entrati e hanno rubato le macchinette.

4 – Consegnate 14 benemerenze civiche al Teatro Sociale

Quattordici benemerenze civiche (quattro medaglie d’oro e dieci d’argento) sono state consegnate ieri dal sindaco Giorgio Gori al Teatro Sociale. «La vostra energia – ha detto rivolto ai destinatari – è l’anima della città». Tra i premiati Silvio Albini (alla memoria), don Davide Rota del Patronato San Vincenzo, le associazioni Noesis e Venezia Giulia e Dalmazia.

5 – Furgone contro tubo dell’acqua: allagato parcheggio dell’Oriocenter

Ieri alle 17 un furgone, durante una manovra ha urtato un tubo nel parcheggio “arancio” di Oriocenter. Lo spazio si è rapidamente allagato. Il problema è rientrato nel giro di pochi minuti, con il servizio sicurezza subito entrato in azione per riparare il danno. Il parcheggio è stato poi riaperto.

6 – Oriocenter chiude un’ora prima per la vigilia di Natale: 19, non 20

Piccolo passo indietro della direzione di Oriocenter sugli orari d’apertura di lunedì 24 dicembre: dalle 9 alle 19, e non le 20 come l’anno scorso. Stessa cosa il 31. Confermata l’apertura a Natale e Capodanno aperta della sola food court della zona cinema, dalle 17 alle 23. A Santo Stefano apertura regolare dalle 9 alle 22.

 

21 DICEMBRE

 

1 – Beffa sotto l’albero per 70mila. Pensioni senza rivalutazione

Rivalutazione tagliata a quasi un pensionato su tre della provincia di Bergamo. Questa la “beffa” che si materializzerà dal 1° gennaio 2019. Il Governo, con la Legge di Bilancio 2019, infatti interviene nel modificare il meccanismo della rivalutazione delle pensioni, scrive la Cisl bergamasca in un comunicato. Tramite la perequazione gli importi delle pensioni vengono rivalutati in base alla variazione dell’inflazione rilevata dall’Istat, così da mantenere inalterato il potere d’acquisto dell’assegno previdenziale con il passare degli anni. Per il 2019 il tasso di rivalutazione ufficializzato nelle scorse settimane dal Mef è dell’1,1%; tuttavia, la perequazione piena ci sarà solamente per quegli assegni di importo inferiore a tre volte il trattamento minimo, ossia per i trattamenti fino a 1.521 euro. In pratica, nei tagli verranno coinvolti in Lombardia 664.061 pensionati che ricevono un assegno superiore ai 1 500 euro; a Bergamo saranno 69.527, il 35% del totale.

2 – Ravasi: «Meglio evitare commistioni di fedi» in ex chiese

«La religione musulmana nel nostro Paese ha diritto ad avere spazi, ma entrare in una chiesa cattolica è difficile. Questa ha una sua forte identità, una sua struttura e una sua storia che non può essere facilmente sovrapposta ad un’altra completamente diversa dal punto di vista stilistico e spirituale. L’appello è quello di concedere spazi propri dei musulmani per il loro culto». Lo ha detto il cardinal Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, a “Porta a Porta” sul caso della cappella agli ex Riuniti.

3 – Incidente in tangenziale Sud, code tra Dalmine e Villa d’Almè

Un’auto si è ribaltata verso le 16 sulla tangenziale Sud all’altezza dell’uscita di Dalmine. Un 56enne è rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale. Code di diversi chilometri fino a Villa d’Almè.

4 – Vende il computer per la droga. Mamma fa arrestare il pusher

Il figlio ha venduto il computer per comprarsi la droga e la madre, seguendolo, ha fatto arrestare il pusher. Come nel film Ben is back, una madre ascolta la telefonata del figlio 38enne tossicodipendente, scopre luogo e ora dell’incontro, in via campagnola, e chiama i carabinieri, che trovano 21 dose di droga e telefoni rubati a casa dello spacciatore, un marocchino di 31 anni. La donna da tempo cerca di convincere il figlio di 38 anni a disintossicarsi. E, per farlo, lo tiene d’occhio costantemente. Il fermato è stato giudicato per direttissima ed è stata disposta la misura cautelare del carcere.

5 – Polveri sottili troppo alte, fermi anche i diesel Euro 4

Viste le elevate concentrazioni di polveri sottili (Pm10) riscontrate nei giorni scorsi a Bergamo da oggi sono attive le limitazioni temporanee di 1° livello per contenere l’inquinamento dell’aria. Non possono quindi circolare i seguenti veicoli: veicoli privati diesel fino a Euro 3 compreso, da lunedì a venerdì, dalle 7.30 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 8.30 alle 18.30; veicoli privati diesel Euro 4: tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30; veicoli commerciali diesel fino a Euro 3 compreso, da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 8.30 alle 12.30. Quando le limitazioni temporanee sono attive è vietato sostare con il motore acceso. Oltre alle limitazioni per i veicoli è fatto divieto di: utilizzare sistemi di riscaldamento a legna non efficienti (classe emissiva inferiore a 3 stelle); superare la temperatura di 19°C nelle abitazioni e negli spazi commerciali; accendere fuochi all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc.); spandere liquami zootecnici.

6 – Regge il turismo di Natale: sold out i ristoranti e bene gli alberghi

Sarà un Natale di festa per ristoratori e albergatori che vedono le prenotazioni per la vigilia e capodanno in linea con quelle dell’anno scorso o addirittura in lieve aumento. In città le prenotazioni di alberghi per l’ultimo dell’anno sono già al 50% e si prevede un incremento mentre ci si avvicina alla vigilia. «Natale è tranquillo per quanto riguarda le prenotazioni e difficilmente ci saranno delle variazioni. Invece per l’ultimo dell’anno siamo già al 50% di occupazione, ma è ancora tutto da costruire e chiaramente i conti li dobbiamo fare alla fine», nota Giovanni Zambonelli, presidente Ascom Confcommercio Bergamo che aggiunge: «la clientela è prevalentemente straniera e ci aspettiamo delle richieste last minute, anche se non si riesce a coprire tutto il ponte dell’Epifania. L’offerta di alloggio a Bergamo è variegata, come anche la richiesta, e a seconda della categoria si può spendere fra gli 80 ai 100 euro a notte per una camera doppia con colazione».

7 – Chiusa la discoteca Casa Loca di Dalmine

Chiusa la discoteca Casa Loca. Stamattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno notificato e così eseguito la sospensione temporanea dell’attività della discoteca di Dalmine.  Diverse poi le aggressioni o le risse verificatesi le settimane scorse dentro o nei pressi della discoteca in questione, al punto tale rendere il locale un luogo “a rischio” ordine e sicurezza pubblica. In una circostanza venne addirittura rilevata la presenza di una presumibile arma nella disponibilità di un gruppo di albanesi (allontanati dal locale in quanto molesti), tuttora in corso di identificazione da parte degli investigatori dell’Arma.

8 – Controlli antidroga a scuola, sequestri a Treviglio e Caravaggio

Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno messo in atto nuovi controlli nelle scuole superiori del territorio. Le ricerche con l’ausilio dei cani antidroga si sono concentrate in particolare a Treviglio e a Caravaggio. In entrambi i casi i carabinieri hanno rinvenuto degli stupefacenti. Sono stati segnalati diversi studenti e sequestrate decine di dosi tra hashish e marijuana.

 

20 DICEMBRE

 

1 – Derubato del Rolex in zona Santuario a Caravaggio: la ladra è stata presa

Derubato del Rolex sul viale del Santuario a Caravaggio, presa la ladra. È successo intorno a mezzogiorno, lungo viale Papa Giovanni XXIII, come scrive oggi il Giornale di Treviglio. Il malcapitato è stato fermato con una scusa da una donna che con abilità è riuscita a sfilargli il Rolex che portava al polso. L’uomo è riuscito poi ad allertare la Polizia locale che, raccolta la sua testimonianza, si è messa sulle tracce della ladra riuscendo infine a identificarla e denunciarla.

2 – Coppia di anziani investita a Urgnano, condizioni non preoccupanti

Una coppia di anziani investita a Urgnano. È successo alle 17.37 in via Roma. I due stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali insieme alle due figlie quando sono stati travolti da una macchina in corsa. Le figlie sono rimaste incolumi. Alla guida dell’auto, una Volkswagen nera. un giovane che, secondo i testimoni, stava procedendo a velocità moderata. Il ragazzo stava rientrando dal lavoro e ha dichiarato di non aver visto le persone sulla carreggiata. Il giovane si è subito fermato e ha chiamato i soccorsi. Le condizioni dei due feriti non sembrano essere gravissime. Quando sono stati caricati in ambulanza i due erano coscienti e non c’erano tracce di sangue sull’asfalto.

3 – Remuzzi lascia l’Istituto superiore di sanità, Grillo infuriata

Tre membri dei vertici dell’Istituto superiore di sanità lasciano, subito dopo il presidente Walter Ricciardi che ha comunicato ieri le sue dimissioni, e il ministero si innervosisce. La responsabile della Sanità Giulia Grillo addirittura sembra minacciare non meglio precisate azioni giudiziarie. Ad uscire sono stati il membro del comitato scientifoco dell’Istituto Armando Santoro e Giuseppe Remuzzi, il direttore dell’Istituto Mario Negri. È l’Ansa la prima a battere la notizia, dove si specifica che i due professori avrebbero deciso di lasciare il proprio incarico «perchè considererebbero ormai non garantita l’indipendenza scientifica dell’ente, che è il primo istituto di ricerca pubblica in Italia e in Europa». Remuzzi spiega che lui voleva già andare via a luglio, quando è appunto diventato direttore dell’istituto lombardo. «Ricciardi mi ha chiesto di rimanere fino all’approvazione del bilancio e alle sue stesse dimissioni. Per questo lascio adesso. Ho avuto l’incarico da Beatrice Lorenzin e nutro una fiducia immensa in Ricciardi. È stata un’esperienza bellissima e personalmente non ho alcuna recriminazione e anzi penso viga assoluta indipendenza di giudizio all’Istituto».

4 – Schianto a Monaco di Baviera. Muore ortopedico della Castelli

Erano partiti ieri mattina all’alba per andare a Monaco di Baviera a seguire una sessione specialistica di ortopedia organizzata proprio per loro da uno specialista tedesco di fama mondiale, ma un grave incidente gli ha impedito di giungere a destinazione. Poco dopo il confine tra Austria e Germania, la Bmw X3 sulla quale viaggiavano è stata ltravolta da altre due vetture, in una carambola mortale. Nello schianto avvenuto a Krün hanno perso la vita due ortopedizi: Alessandro Petteruti, 38 anni, che dallo scorso maggio lavorava nella nuova équipe di Ortopedia della Humanitas Castelli, figlio dell’ex sindaco di Caserta fino al 2008, Nicodemo Petteruti; e uno specializzando all’Università di Napoli, Luca Di Donato, di 27 anni.

5 – Abbandona i rifiuti nel cestino pubblico, beccato dalla fototrappola

A Covo, dove è da tempo entrata in vigore la tariffa puntuale, il problema dell’abbandono dei rifiuti sta diventando serio. E così il sindaco Andrea Capelletti corre ai ripari. Recente l’acquisizione di una fototrappola che proprio ieri ha fatto la sua prima vittima. Nelle immagini si vede chiaramente un uomo che, cappotto scuro e ombrello sotto il braccio, abbandona un sacchetto di rifiuti domestici in un cestino pubblico. «È già pronta per lui una bella sanzione – ha commentato soddisfatto il sindaco – avanti il prossimo».

6 – Schianto sulla Rivoltana, traffico in tilt alla rotonda di Calvenzano

Ennesimo incidente, questa mattina, all’altezza della rotatoria “maledetta” tra Calvenzano e Vailate. L’incidente ha coinvolto una Fiat Punto che proveniva da Vailate, e che con ogni probabilità, non ha rispettato lo stop. A quel punto è stata centrata da una Volkswagen Golf che viaggiava sulla Rivoltana. Inevitabile l’impatto. Nell’incidente sono rimaste coinvolte quattro persone: tre donne (due di 31 e 43 anni) e un uomo di 56. Sul posto sono giunti due mezzi dei Vigili del fuoco di Treviglio, i carabinieri della Compagnia di Treviglio, l’automedica e tre ambulanze della Soccorso Casirate, Croce Bianca di Boltiere e Croce Rossa di Treviglio. Per tutti è stato disposto il trasporto in ospedale per accertamenti, solo un ferito è in codice giallo.

7 – Ultimo dell’anno, funicolare operative fino alle 2.30

Atb comunica che lunedì 31 dicembre, in occasione delle festività di fine anno, il servizio della funicolare di Città Alta verrà prolungato fino alle ore 2:30. Le altre linee serali Atb termineranno il servizio alle 23. Martedì 1° gennaio, autobus, funicolari e tram circolano per l’intera giornata con orario festivo.

8 – Bergamo, bandiere a mezz’asta per il funerale di Antonio Megalizzi

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha disposto per oggi, 20 dicembre, giorno delle esequie di Antonio Megalizzi deceduto a seguito dell’attentato terroristico di Strasburgo, l’esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici dell’intero territorio nazionale. Pertanto, tutte le bandiere esposte nelle sedi di competenza del Comune di Bergamo, anche quella comunale per decisione del sindaco Giorgio Gori, si atterrano a tale disposizione in segno di lutto.

 

19 DICEMBRE

 

1 – «Trucca, parco buio e pericoloso. Quando piove diventa un lago»

«Ore 18.30, stasera, sono al parco della Trucca e noto che il parco è vuoto: ci sono 2 o tre corridori (tutti uomini) e nessun altro. Le motivazioni sono sostanzialmente legate a una scorretta progettazione dell’illuminazione, una mancata manutenzione dei percorsi, alla mancanza di mezzi di sicurezza e a una segnaletica poco chiara», ci scrive Elena Dal Zio. Insomma, secondo lei il parco è inadeguato, e spiega per punti il perché. Innanzititto «l’illuminazione del parco lascia molto a desiderare considerando che crea ampie zone completamente buie anche lungo il percorso. Questo non permette alle donne di correre serene, quindi il parco rimane vuoto e questo tiene lontano tutti. C’erano due adulti nascosti ad amoreggiare su un gioco di corde accanto all’area cani perché il parco è vuoto. Il parco è vuoto perché non è sicuro e se qualcuno si avventura anche solo a portare fuori il cane, come me, ha paura. I lampioni sono solo da un lato del percorso a 20 metri l’uno dall’altro; i percorsi “in quota” sulle montagnette sono completamente privi di illuminazione quindi impraticabili di inverno quando è buio; l’ingresso verso Curnasco è troppo buio». C’è poi il problema dell’allagamento: «I percorsi, dopo una pioggia, sono pieni di pozze d’acqua piuttosto profonde che non permettono, da un lato all’altro, di passare se non in punta di piedi o passando nell’erba (bagnata e fangosa). Andrebbero ripristinati i percorsi con le giuste pendenze per il defluimento delle acque meteoriche. Dovreste vedere quelle povere ocone a dormire in un prato inondato d’acqua». A Milano, dove Elena abitava, hanno avuto un’idea: «Al Parco Lambro hanno installato ogni tot metri delle colonnine Sos: lo stesso dovrebbe essere fatto in questo parco proprio perché può succedere di tutto a bambini, anziani, donne, uomini». Infine, le scarse informazioni: «All’ingresso c’è un cartello assolutamente inutile che ha sostituito quello buono con tutte le informazioni per estate e inverno (si vedono sotto le vecchie scritte, quindi hanno usato anche lo stesso cartello… perché quello di prima non andava bene?): ora ci sono solo le informazioni invernali: devono cambiare cartello a ogni stagione? E poi cosa vuol dire orario invernale? che mettano una data!». Infine l’area cani, invidiabile per dimensioni: «In inverno non può più essere usata dopo il tramonto perché non c’è alcuna illuminazione e ci sono delle buche che quando piove diventano piccole piscine fangose dove alcuni cani adorano buttarsi. Poi i padroni li devono lavare. Inoltre lo stazionamento dei padroni di cani intorno alle panchine (giustamente) ha reso il terreno fangoso e senza erba: si torna a casa con i vestiti pieni di fango e anche i cani sono sporchissimi. La manutenzione è inesistente».

2 – Aveva sepolto viva la sua cagnolina, condannato a 8 mesi

Aveva seppellito viva Siria, la sua cagnolina, dopo averla tramortita a badilate. La vicenda risale ai primi di novembre del 2017: la cagnolina fu sepolta viva perché affetta da tumore e miracolosamente salvata grazie al ritrovamento di una passante. Purtroppo è deceduta una settimana dopo. Ora l’84enne di Zanica autore del gesto è stato condannato a 8 mesi l’84enne.

3 – Burker King a Oriocenter: 28 nuovi posti di lavoro        

Giovedì 20 dicembre si accenderanno le griglie del nuovo ristorante Burger King situato all’interno della food court del centro commerciale Oriocenter. Con la nuova apertura, la quarta in provincia di Bergamo e la 51esima in Lombardia, sono state assunte già 28 persone. Tra i servizi offerti ci saranno il wi-fi gratuito per tutti i clienti e i nuovi chioschi digitali per poter effettuare la propria ordinazione in autonomia risparmiando tempo prezioso per lo shopping o per correre a prendere il volo.

4 – Chiude le imposte: perde l’equilibrio. Caprino, caduta fatale per un 69enne

Precipita dalla finestra e perde la vita. La tragedia si è consumata nel tardo pomeriggio di ieri a Caprino Bergamasco,  poco prima delle 17.45. La ricostruzione della vicenda è ancora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Zogno intervenuti sul posto, ma pare che la vittima, un 69enne originario della Moldavia, V.S., si sia sporto dalla finestra per cercare di chiudere le imposte e abbia perso l’equilibrio, precipitando nel vuoto. Pare fosse in visita dalla figlia, che abita in una palazzina di via Cava di Sopra. Inutili i tentativi di soccorrerlo, per il 69enne non c’è stato nulla da fare.

5 – Boom dei panettoni artigianali: il 79% dei bergamaschi lo avrà in tavola

I regali di Natale? Meglio comprarli nei negozi in centro, nei borghi storici o sotto casa. Secondo un sondaggio nazionale realizzato da Swg per Confesercenti, quest’anno il 21% dei consumatori (circa 8 milioni e mezzo di italiani) farà shopping nelle piccole botteghe: un buon 5% in più rispetto al 2017. Un dato che trova riscontro anche a Bergamo. Secondo un sondaggio effettuato da Confesercenti Bergamo sulla sua pagina Facebook, soltanto il 12% ha comprato o comprerà un regalo in un centro commerciale. Addirittura l’88% sceglierà invece in un piccolo negozio o in un mercatino natalizio cosa mettere sotto l’albero per familiari e amici. Il 56% si dice inoltre disposto a spendere in media più di 20 euro per regalo, contro un 44% che invece dovrà tenere sotto controllo il portafoglio e accontentarsi di doni più economici. In crescita, inevitabilmente, gli acquisti online: un bergamasco su due comprerà almeno un regalo sul web. La voglia di festeggiare insomma non manca, come sempre nel segno della tradizione. L’82% del campione si gusterà il pranzo di Natale in famiglia, mentre il 18% andrà in un ristorante. Per concedersi una buona cena fuori ci sarà tempo, magari a Capodanno. Grande cura, infine, per la scelta del simbolo indiscusso delle feste, il panettone. Il 79% dei bergamaschi ne acquisterà uno artigianale, di gran lunga preferito a quelli preconfezionati (21%).

6 – Scontro tra due auto a Zanica, alle 8: traffico paralizzato

Due auto, una Citroen e una Fiat Punto, si sono scontrate frontalmente all’altezza del benzinaio di via Roma, a Zanica, stamattina alle 8, ora di punta per il traffico. I due conducenti, una donna di 46 anni e un uomo di 35 anni, sono feriti in modo lieve. Sul posto è comunque arrivata un’ambulanza del 118 per le medicazioni del caso. Traffico nel caos, però: si sono formate lunghissime code sia in direzione Bergamo che in direzione Urgnano.

7 – Il primo Bergamo Visit Center inaugurato a Oriocenter

È stato inaugurato ieri pomeriggio, martedì 18 dicembre, il primo Bergamo Visit Center, lo spazio turistico-promozionale della Provincia all’interno del centro commerciale di Orio al Serio. Uno spazio multimediale allestito al piano terra con il compito di far da vetrina e da volano per i Consorzi turistici bergamaschi. Il progetto nasce con una partnership pubblico/privato tra Provincia di Bergamo, Comune di Azzano San Paolo e Oriocenter, sulla base della convenzione di utilizzo degli spazi concordata tra Provincia di Bergamo e Finser (gestore degli spazi di Oriocenter) all’interno dell’accordo più generale sul “Polo del lusso e della cultura”. Via Tasso si dota quindi di un nuovo strumento di promozione turistica nella struttura che ha da poco festeggiato i 20 anni e che con circa 12 milioni di visitatori all’anno accanto alla propria vocazione commerciale si conferma come importante luogo di aggregazione e di attrazione per i turisti che transitano dal vicino aeroporto.

8 – Protesi d’anca a Treviglio: ecco la via anteriore mini invasiva

Si chiama “via anteriore mini invasiva” e per i profani il nome dirà forse poco. Eppure è una tecnica sempre più richiesta dai pazienti che devono essere operati per una protesi d’anca, perché insieme a un protocollo di riabilitazione veloce consente di accorciare drasticamente i tempi di recupero a una manciata di giorni. A praticarla, però, sono davvero pochi chirurghi ortopedici: uno su dieci circa. E il perché è presto detto: si tratta di una tecnica particolare, che richiede una «curva d’apprendimento» piuttosto lunga da parte del chirurgo. Inutile dire, dopo tutto ciò, che il lavoro del dottor Paolo Prati all’ospedale di Treviglio è diventato negli ultimi anni un prezioso fiore all’occhiello dell’Ortopedia bergamasca.

 

18 DICEMBRE

 

1 – Pezzi di Curva per la Pediatria, appello a Percassi su Facebook

«In primavera inizieranno i lavori di demolizione e di ricostruzione della Curva. Siamo cresciuti, diventati Uomini, su quei gradoni. Un cemento di gioie, di delusioni, di speranze, che vibra di noi e con noi. Facciamo che non vada perduto. Trasformiamolo in offerte». Interessante l’appello fatto alla famiglia Percassi da parte di Marco Saita su Facebook. Offerte che vadano a sostenere «il Comitato per il Dipartimento di Chirurgia Pediatrica e gli Amici della Pediatria dell’Ospedale di Bergamo. Frammenti di pietra viva, per la Vita. Perché quella Curva è stata e sarà sempre parte della nostra».

2 – Altro malore sul lavoro, ma in città: muore sessantenne

Stamattina se n’era andato un 56enne, morto per infarto sul posto di lavoro all’Officina Vimercati, in via Fornasotto, a Pontirolo Nuovo. Oggi alle 13 è accaduta una cosa simile, ma a Bergamo, alla Uniacque di via Canovine. Non si conoscono ancora le generalità del deceduto, solo l’età (60 anni).

3 – Camion si ribalta sull’asse a Terno: traffico in tilt

Un camion che trasportava bobine di acciaio si è ribaltato oggi pomeriggio sull’asse interurbano, all’uscita di Terno d’Isola. Una parte del carico si è riversato anche sulla strada sottostante: sono stati necessari i vigili del fuoco per rimuovere le bobine. L’incidente ha causato lunghe code nella zona.

4 – Tragedia sul lavoro a Pontirolo, 56enne stroncato da un infarto

È un 56enne, di nazionalità albanese e residente a Treviglio, l’uomo che questa mattina ha perso la vita mentre si trovava a lavoro. A stroncarlo, con ogni probabilità, un infarto. Il 56enne, conosciuto da tutti come “Remo”, lavorava da anni all’interno del magazzino dell’azienda Vimercati di Pontirolo, ma era alle dipendenze di una cooperativa esterna. A trovarlo, steso a terra, un collega che ha subito lanciato l’allarme, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Sposato, con due figlie, era in Italia da molti anni.

5 – Anoressia e bulimia, sportello per docenti alla Palazzolo

Uno sportello dedicato a docenti e dirigenti scolastici degli istituti superiori per aiutarli a gestire casi di disturbi del comportamento alimentare in classe e fuori. È questo il nuovo progetto del Centro per la diagnosi e la cura dei disturbi del comportamento alimentare (Cdca) della Casa di Cura Palazzolo di Bergamo, che dopo aver lanciato l’App Sc(Hi)acciaDCA, l’applicazione pensata per sensibilizzare e prevenire i disturbi alimentari, fa ora un ulteriore passo avanti.

6 – Si scontrano due auto a Villa d’Ogna, ferita una bambina

Paura stamattina a Villa d’Ogna per un incidente che ha visto coinvolte due auto sulla provinciale 49. Inizialmente i soccorsi sono usciti in codice rosso per soccorrere quattro persone tra cui una bambina di 10 anni. Poi il colore dell’urgenza è cambiato: solo contusioni, nulla più. La bimba è stata comunque trasportata all’ospedale di Piario per accertamenti.

7 – Aeroporto, rotte non rispettate: approfondimento dell’Enac

Non si placa il dibattito sulle rotte dell’aeroporto di Orio al Serio non si placa. Ieri nuovo capitolo in Commissione aeroportuale e nel mirino è tornata la Prnav, la rotta che, effettuando una virata più stretta, dovrebbe alleviare il passaggio su Colognola. Ma le compagnie continuano a non rispettarla con la necessaria precisione, sostenendo che è difficilmente volabile. Su pressione dei sindaci del territorio è stato chiesto ad Enac di approfondire ancora la questione.

8 – Rubava e guidava ubriaco, condanna definitiva per un 30enne

I carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno dato esecuzione a un ordine di detenzione emesso nei confronti di un 30enne italiano, residente a Romano di Lombardia, dal Tribunale di Sorveglianza di Brescia. L’uomo dovrà scontare in regime domiciliare due sue vecchie condanne definitive per furto aggravato e guida sotto l’effetto dell’alcol andate in cumulo tra di loro (fatti consumati in provincia di Cremona nel 2011 e nel 2015). Con alle spalle già altri precedenti penali per reati vari, dopo la dichiarazione di non ammissibilità all’affidamento in prova al servizio sociale, è stato sottoposto a regime di detenzione domiciliare dai militari della Stazione di Romano di Lombardia, competenti per territorio.

 

17 DICEMBRE

 

1 – Auto in fiamme alle 18 in via Maj. Due giovani spengono l’incendio

Non hanno esitato: avendo notato del fumo uscire dal motore di una Seicento, hanno cercato dell’acqua per domare le fiamme che di lì a poco si sarebbero alzate dal mezzo. È successo oggi alle 18 in via Mai. Ad agire prontamente due ragazzi di colore. All’origine del rogo ci sarebbe un guasto alla batteria. A bordo della vettura due donne, residenti nel quartiere cittadino del Villaggio degli sposi. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Vigili del fuoco di Bergamo per accertarsi che l’auto non esplodesse, oltre alla polizia locale.

2 – Incidente a Boltiere, coinvolto un bimbo di 5 anni

Grave incidente a Boltiere: un’auto è finita contro un ostacolo. A bordo un bambino di 5 anni. Ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto. L’incidente pochi minuti prima delle 17 sulla provinciale 525 che taglia il paese a metà. Sul posto sono arrivati i soccorritori della Croce Rossa di Bergamo in codice rosso.

3 – Voli extra per il periodo natalizio dall’aeroporto di Bergamo

L’aeroporto di Bergamo presenta una programmazione dei voli aggiuntivi operati durante le festività natalizie, operati da Blue Panorama per Reggio Calabria, Albastar per Catania e Palermo, Vueling per Barcellona. Inoltre Tuifly annuncia l’apertura del nuovo collegamento bisettimanale per Casablanca a partire dall’8 giugno.

4 – Gioca un euro, vince un milione. Jackpot di Million Day a Lurano

Ha giocato un euro e ne ha vinti un milione. A Lurano non si parla d’altro da questa mattina, che dell’anonimo vincitore che si è portato a casa il jackpot di Million day, un gioco a estrazione quotidiana della famiglia del Lotto. La vincita – come scritto dal Giornale di Treviglio – è stata registrata nella tabaccheria Non solo fumo. «Non sappiamo davvero chi abbia giocato la schedina vincente – spiega l’esercente Silvia Bugini – La giocata è stata effettuata sabato mattina attorno alle 9, ma quella mattina abbiamo avuto moltissime persone in negozio, e il giocatore non aveva ancora vinto dal momento che l’estrazione avviene alle 19». L’ignoto fortunatissimo vincitore ha azzeccato tutti e cinque in numeri dell’estrazione di sabato: 9, 11, 24, 36 e 46, vincendo il più grande dei premi in palio. «Oggi siamo davvero tutti euforici – confessa ancora la tabaccaia – Ci stanno inondando di telefonate, ed effettivamente non capita tutti i giorni una vincita del genere. Un augurio per il vincitore? Che se li goda tutti. Magari poi che si possa ricordare della nostra chiesa di Lurano, che ha bisogno di restauri. E perché  no, che si ricordi anche di noi, e che per un giorno offra un caffè a tutti i clienti…». La chiesa parrocchiale di Lurano è effettivamente stata chiusa alcune settimane per rischio crolli. I fedeli, da allora, utilizzano la vecchia chiesa di San Lino, gioiello secentesco di proprietà del Comune. Un regalo di Natale inatteso è già arrivato, a Lurano. Chissà che non ne porti con sé un altro…

5 – Imprenditore in arresto per frode fiscale, sequestrati beni per 3 milioni

I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo hanno tratto in arresto un imprenditore di Cenate Sotto ed eseguito sequestri di beni e disponibilità finanziarie per oltre 3 milioni di euro. I provvedimenti cautelari sono giunti una settimana fa, all’epilogo di un’articolata indagine. L’attività investigativa si è concentrata su sei cooperative, riunite in due consorzi, operanti nel settore del facchinaggio e della movimentazione di merci, ritenute riconducibili ad un 51enne imprenditore di Cenate Sotto che, attraverso un meccanismo fraudolento, nel corso degli anni, è riuscito a realizzare un’ingente evasione di imposte e contributi previdenziali. Le indagini dei finanzieri e della Procura di Bergamo, anche attraverso perquisizioni, accertamenti bancari, intercettazioni telefoniche, escussione di testimoni, hanno permesso di svelare che i consorzi, grazie all’applicazione di prezzi assolutamente concorrenziali, si sono aggiudicati numerosi appalti, per poi sistematicamente sub-appaltarli a società cooperative compiacenti. Queste ultime, intestate a prestanome, hanno omesso qualsiasi dichiarazione fiscale, non hanno versato imposte, Iva e contributi in favore dei soci-lavoratori, utilizzando falsi crediti d’imposta, assistiti anche da «visti di conformità» falsificati. Complessivamente i finanzieri hanno stimato in più di 1500 i soci-lavoratori gestiti tramite le società cooperative. L’imprenditore, nonostante le perquisizioni, i sequestri e gli accertamenti fiscali in capo alle cooperative, ha continuato ad operare, chiudendo le cooperative «bruciate» e creandone di nuove trasferendo a queste i soci-lavoratori, per garantire la continuità dei contratti in corso.

6 – Auto schiacciata da un albero, l’appello di una famiglia

La loro auto, acquistata da pochi mesi, è rimasta schiacciata sotto un albero durante la tempesta del 29 ottobre. Un episodio avvenuto nel cortile della case Aler di via XX Settembre di Treviglio dove Nezha El Hor e il marito Savino Schiavone vivono con i quattro figli. Il perito dell’assicurazione si è presentato però solo pochi giorni fa e la famiglia da oltre 40 giorni è senza vettura, con non pochi problemi. Un’auto che, tra l’altro, stanno ancora pagando.

7 – Natale, il mercato gioca d’anticipo

Il mercato gioca d’anticipo sul Natale. In diversi paesi della Bergamasca, per evitare la coincidenza con le Festività, l’appuntamento settimanale si terrà nei giorni immediatamente precedenti. Un vantaggio per i commercianti ambulanti, che non perderanno la giornata di lavoro, ma anche per i consumatori, che avranno l’occasione di fare spesa e shopping alla vigilia o all’antivigilia. Il mercato sarà anticipato da martedì 25 a domenica 23 nei seguenti paesi: Azzano San Paolo, Calolziocorte, Castelli Calepio (fraz. Tagliuno), Curno, Gorle, Martinengo, Osio Sotto, Sotto il Monte Giovanni XXIII, Trescore Balneario. Bonate Sopra invece anticiperà al pomeriggio di lunedì 24, così come Ciserano (anziché mercoledì). Si svolgeranno domenica 23 anche i mercati di Cologno al Serio e Arcene (invece di mercoledì 26). In città, il mercato della Malpensata si svolgerà regolarmente nella mattinata di lunedì 24. «È il nostro regalo alla clientela – spiega Giulio Zambelli, presidente Anva Confesercenti – che non sarà costretta a saltare l’appuntamento settimanale. Sarà un’occasione per fare gli ultimi acquisti, scegliendo tra prodotti freschi e di qualità, a prezzi sempre vantaggiosi. E perché no, sarà anche un’occasione per incontrarsi e farsi gli auguri di Buone Feste».

8 – Zingonia, nuovi controlli antidroga in Piazza Affari

Dopo il maxi blitz ai condomini Athena e Anna di Ciserano, i controlli dei militari dell’Arma si sono nuovamente concentrati in Piazza Affari a Zingonia, Verdellino. Ieri sera, in particolare, i carabinieri della Stazione di Zingonia hanno eseguito un altro blitz antidroga recuperando così alcuni panetti di droga, per un complessivo quindi di 3 etti di hashish, e alcuni grammi di cocaina già suddivisa in dosi, nascosti nella piazza. Una sorta di nascondiglio temporaneo in attesa che la droga venisse smerciata al dettaglio. Lo stupefacente sequestrato dai carabinieri, che avrebbe fruttato al dettaglio alcune migliaia di euro, era stato occultato in tali spazi da spacciatori magrebini, sulle cui tracce si stanno già muovendo gli investigatori dell’Arma. Da evidenziare, nello specifico, il simbolo “identificativo” presente su alcuni panetti (l’immagine dell’euro circondata da tre stelle), già rilevato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio dopo l’ultima maxi operazione “Zingonia libera” dello scorso 28 novembre; il tutto indica chiaramente che si tratta della stessa partita di droga.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.