Notizie su Bergamo e provincia
(21-26 ottobre 2019)

26 OTTOBRE

 

1 – Sempre più bergamaschi emigrati. Sono almeno 55mila all’estero

In Italia il lavoro si fa fatica a trovare, quindi sempre più spesso si espatria. Lo fanno anche i bergamaschi, e non è solo una fuga di cervelli. Sono almeno 55.887 quelli che vivono lontano dalla nostra provincia, scrive oggi L’Eco di Bergamo. La Fondazione Migrantes li ha fotografati nel «Rapporto Italiani nel mondo», realizzato elaborando i dati Aire, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero. Ma probabilmente sono molti di più, i migranti, perché non tutto assolvono all’obbligo di iscriversi all’Aire.

2 – Investimento ciclista, c’è un morto a Rivolta

Investimento di un ciclista a Rivolta d’Adda sulla Provinciale 90, sulla strada per Cassano d’Adda. È successo poco prima delle 8. Sul posto ci sono i soccorritori della Croce bianca di Rivolta. Ignote ancora le generalità delle persone coinvolte. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, una Fiat Doblò avrebbe travolto il ciclista che nell’impatto ha sfondato il parabrezza dell’auto. Sul posto anche la polizia stradale di Crema e la Polizia locale di Rivolta. Il conducente dell’auto  è un 55enne di Rivolta che viaggiava con la moglie e la figlia minorenne. Tutti e tre sotto shock, sono stati trasferiti all’ospedale di Lodi per accertamenti.

3 – Ryanair cresce a Bergamo: terzo hangar per la manutenzione

Ryanair ha inaugurato nell’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio il terzo hangar di manutenzione per i jet della propria flotta. L’hangar è gemello del primo aperto nell’ottobre 2016, a cui se n’è aggiunto un secondo preesistente sul sedime e acquisito nell’estate 2018. La compagnia low cost ha investito a Orio oltre 4,5 milioni di euro in questi impianti all’avanguardia per la manutenzione degli aeromobili, partendo nel 2016 con un solo hangar. La stazione di manutenzione di Orio, una delle oltre 70 in Europa, conta ora tre hangar e oltre 100 ingegneri e tirocinanti, ed è la terza più grande struttura di questo tipo per Ryanair in Europa.

4 – Via il superticket, la Bergamasca risparmia 7 milioni

Secondo la rilevazione della Corte dei Conti, a testa ogni lombardo nel 2018 ha speso per la compartecipazione delle spese per le prestazioni sanitarie poco più di 21 euro. Di questa cifra, un terzo circa riguarderebbe il superticket. Una somma che a Bergamo corrisponderebbe a circa 7 milioni di euro l’anno, e che dal prossimo settembre nessuno, in provincia, come in Italia, dovrà più pagare.

5 – Ora solare 2019 torna nella notte fra 26 e 27 ottobre… sarà l’ultima volta?

Nel fine settimana ritorna l’ora solare. Ciò significa che alle 3 della notte fra sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019 le lancette degli orologi vanno spostate indietro di un’ora e dunque alle ore 2. In realtà chi ormai si regola con lo smartphone o comunque con un “device” non ha più bisogno di compiere quest’operazione… ma è bene ricordarsi, specie se si hanno appuntamenti in programma. Potrebbe anche essere l’ultima volta: infatti a livello europeo c’è un dibattito aperto ormai da tempo per abolire l’ora legale e lasciare dunque il corso naturale del tempo per tutto l’anno. Se da un lato era stata introdotta per un risparmio energetico, con un’ora di luce in più, in molti sostengono che porta scompensi alla salute e favorirebbe persino gli incidente stradali. Difficile però pensare di rinunciare alle belle serate di luce fino oltre le 21 in estate…

 

25 OTTOBRE

 

1 – Egitto, rapina finisce nel sangue. Ucciso imprenditore di Treviglio

Sorprende i ladri in casa e viene  ucciso. È morto così Rached  Khedr, 58 anni, imprenditore italo-egiziano noto a Treviglio per essere  il titolare di un’agenzia viaggi di via Leonardo da Vinci e di un’altra a Bergamo. La rapina fatale è avvenuta infatti nella notte tra il 13 e il 14 ottobre, a Bahna, città della regione del Delta del Nilo a una cinquantina di chilometri dal Cairo, nel Gorvernatorato di al-Qalyūbiyya.  L’uomo si trovava nella sua città d’origine per lavoro.

2 – Ufficialmente aperto stamane il nuovo piazzale in via Spino

È ufficialmente aperto il nuovo parcheggio pubblico di via Spino: stamattina l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla ha dato il via libera definitivo e i tecnici incaricati dal Comune di Bergamo hanno così rimosso le transenne di cantiere che cingevano l’area. Sono stati infatti eseguiti gli ultimi interventi sulla segnaletica e l’area, la realizzazione della quale è iniziato l’estate scorsa, è finalmente completata. Complessivamente la dotazione di parcheggi nell’area di via Spino andrà così ad aumentare a 340 posti completamente gratuiti: i 270 del nuovo piazzale si aggiungono ai 70 reperiti nelle vie adiacenti. «Un intervento – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla – che serve a dare una risposta concreta alla cronica mancanza di parcheggi del comparto industriale tra via Canovine e via Spino, ma che consentirà anche lo spostamento del mercato del piazzale della Malpensata: il Comune di Bergamo potrà ora dare corso agli altri due interventi di riqualificazione del quartiere a sud della ferrovia, incrementando di oltre 5mila metri quadrati il parco della Malpensata (prevedendo anche attrezzature per lo sport come uno skate park) e realizzando la nuova struttura polifuzionale laddove fino a non molto tempo fa si ergeva il vecchio pala ghiaccio». Il piazzale serve anche per l’ospitalità dei tifosi in trasferta in occasione delle gare interne dell’Atalanta B.C.: già da questa domenica, in occasione della partita di campionato Serie A contro l’Udinese, le forze dell’Ordine potranno quindi utilizzare il piazzale per garantire la sicurezza dell’evento.

3 – Tentano di derubare un’anziana, denunciate due 20enni

Denunciate per tentato furto in concorso. Sono finite nei guai due ventenni bulgare che ieri, giovedì 24 ottobre 2019, hanno tentato di derubare un’anziana cliente al centro commerciale. Mentre una delle due ragazze la distraeva, l’altra si è impossessata della borsetta che la donna teneva nella borsa della spesa, dimostrando una notevole destrezza. A mandare in fumo il colpo messo in atto dalle due giovani ci hanno pensato però gli addetti alla sicurezza che hanno notato la loro azionee le hanno bloccate chiedendo l’intervento dei carabinieri. Le due giovani sono state denunciate per tentato furto in concorso.

4 – Vendevano sigarette ai minorenni. Licenza sospesa a tre tabaccherie

Vendevano sigarette ai minorenni. Licenza sospesa a tre tabaccherie del centro. I Baschi Verdi della Guardia di Finanza hanno organizzato un apposito servizio di controllo in prossimità di alcuni istituti scolastici e delle autolinee. Oltre alla sospensione, multe fino a tremila euro.

 

5 – Rovetta, fatture false per un milione e 600mila euro

La Tenenza della Guardia di Finanza di Clusone, al termine di una verifica fiscale nei confronti di una società di Rovetta operante nel settore del commercio all’ingrosso di rottami, ha scoperto che l’azienda utilizzava fatture per operazioni inesistenti al fine di frodare le Imposte sui redditi e l’Iva. Complessivamente, è stata constatata la contabilizzazione di fatture false per oltre 1.600.000 euro, che hanno consentito di evadere le imposte per circa 340mila euro.

6 – Jeep contro il tram ad Alzano: nessun ferito

Incidente poco dopo le 13.30 di giovedì 24 ottobre ad Alzano: una Jeep è finita contro il tram della Teb. Uno scontro che fortunatamente non ha creato feriti. Lo schianto poco dopo le 13.30 in via Pesenti, dove la strada delle piscine e del palasport incrocia i binari.

7 – Aggressione a Caravaggio, coinvolti un 26enne e un 32enne

Aggressione a Caravaggio, coinvolti un 26enne e un 32enne. È successo poco dopo le 9.30 in via Treviglio a Caravaggio a poca distanza dalla rotonda del Centro Commerciale. Non si conosce, al momento, la causa scatenante dell’aggressione che ha coinvolto due uomini, di 26 e 32 anni. Forse una lite, ma saranno le Forze dell’ordine, intervenute sul posto, a fare chiarezza su quanto accaduto. Nel frattempo sul posto è giunta un’ambulanza della Croce bianca di Rivolta in codice giallo per soccorrere le persone coinvolte.

 

24 OTTOBRE

 

1 – Cade da tre metri in cantiere. Grave un muratore di 38 anni

Ennesimo, grave infortunio nel settore delle costruzioni in provincia di Bergamo: questa mattina un lavoratore di 38 anni è caduto da un’altezza di oltre 3 metri in un cantiere di Pedrengo mentre stava lavorando alla rimozione dell’armatura della soletta del primo piano di un edificio. L’operaio edile ha riportato gravi traumi e fratture multiple. «Segnaliamo ancora una volta – e non ci stancheremo mai di farlo – quanto siano pericolose le lavorazioni in altezza. Troppo spesso vengono sottovalutati i rischi e ignorate le più elementari misure di sicurezza a tutela dell’incolumità dei lavoratori» hanno commentato poco fa Giuseppe Mancin della Feneal-Uil, Simone Alloni della Filca-Cisl e Luciana Fratus della Fillea-Cgil di Bergamo. «Secondo le prime informazioni sull’accaduto,  sembrerebbe che tra le cause dell’infortunio ci sia la mancanza di protezioni obbligatorie che avrebbero impedito la caduta del lavoratore: dalla ricostruzione del personale tecnico dell’Ats intervenuto sul luogo dell’infortunio, infatti, sembra che nel cantiere non fosse presente il parapetto a protezione dei lavoratori. A una situazione di rischio legata all’altezza, si è aggiunta, poi, quella della cattive condizioni metereologiche. Per giornate di pioggia come quella di oggi, però, il settore edile prevedrebbe specificatamente la possibilità di utilizzo della Cassa integrazione per maltempo in caso di precipitazioni, neve, gelo e temperature estive sopra i 40 gradi».

2 – Ghisalba, arrestato il vertice di Sereni Orizzonti. L’azienda: «Nessuna prova»

Arrestato il fondatore di “Sereni Orizzonti” Massimo Blasoni: è accusato di truffa, in un’inchiesta sulla gestione di case di riposo e comunità di recupero in sei regioni. La società è quella che sta costruendo la nuova casa di riposo di Ghisalba, ma i fatti contestati non riguardano ad oggi strutture lombarde.

3 – Aperta nuova rotatoria di collegamento all’aeroporto

Sacbo comunica che sono stati portati a termine i lavori di formazione della rotatoria sulla strada di accesso all’aeroporto, che consente di il collegamento diretto tra l’aerostazione, il parcheggio P3 e la direzione sud della ex statale 591bis “nuova Cremasca”, evitando l’inversione di marcia in corrispondenza dell’intersezione con l‘asse interurbano di Bergamo. L’intervento, concordato con Provincia e Comune di Bergamo, produce la razionalizzazione e riduzione sostanziale dei percorsi lungo le strade principali che vengono di fatto sgravate della viabilità locale da e per il parcheggio P3.

4 – Trovato morto 34enne marocchino. Fermato il fratello per omicidio

Nel pomeriggio di mercoledì 23 ottobre è stato trovato senza vita a Rogno, nell’appartamento del fratello maggiore, Mouhal Hicham, un ragazzo marocchino di 34 anni. I sospetti del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Bergamo sono subito ricaduti sul fratello. Il 34enne, residente a Darfo Boario Terme ma di fatto senza fissa dimora, sarebbe morto in seguito ad un violento litigio e sarebbe stato colpito con pugni all’occhio destro e al naso, soffocato con un cuscino e poi posizionato sul divano di casa. È stato proprio il padre dei due a scoprire il corpo: la chiamata ai soccorsi è arrivata attorno alle 14 del 23 ottobre. Moulam è stato arrestato: l’accusa è di omicidio volontario. Entrambi i fratelli hanno un passato di precedenti penali e problemi di alcolismo.

5 – Il Ponte di Paderno riapre l’8 novembre a passo di lumaca

Confermata la riapertura del Ponte di Paderno per venerdì  8 novembre. Riapertura che riguarderà solo il traffico veicolare (i treni non potranno tornare a passare dal San Michele fino alla fine del 2020), ma c’è anche un aspetto che ancora si è poco evidenziato rispetto alla riattivazione della circolazione di superficie: non tutti potranno salire sul ponte e chi potrà farlo dovrà rassegnarsi a procedere…  a passo di lumaca. Un’accortezza necessaria in termini di sicurezza (imposta da Rfi, Reti ferroviarie italiane) e del tutto accettabile, però, è infatti che i veicoli ammessi al passaggio non dovranno superare i 20 chilometri all’ora. Sì a moto e autoveicoli, ma no a mezzi pesanti oltre le 3,5 tonnellate e i 2,20 metri di larghezza.

6 – Curare il cuore con un robot: all’Humanitas Gavazzeni si può

I polsi ruotano a 360 gradi, le mani hanno una presa salda e fermissima, gli occhi riescono a vedere dettagli che sfuggirebbero a chiunque: succede in Humanitas Gavazzeni, a Bergamo, dove i cardiochirurghi operano il cuore con il sistema da Vinci X. Obiettivo, effettuare interventi più precisi ed efficaci ma anche più soft, perché l’estrema accuratezza della mano robotica consente di ridurre al minimo il trauma dei tessuti e quindi il sanguinamento e il tempo di recupero dei pazienti, rendendo inoltre quasi invisibili le cicatrici sul torace. Il Dipartimento Cardiovascolare dell’ospedale entra così in rete, come unico caso italiano, con i 20 Centri europei (dal Belgio all’Inghilterra, dai Paesi Bassi alla Francia) in cui è attivo un programma di cardio-robotica al fianco della cardiochirurgia tradizionale, della cardiochirurgia mininvasiva e cardiologia interventistica. Grazie al robot, i cardiochirurghi possono applicare una tecnica all’avanguardia al trattamento dell’insufficienza mitralica, con tutti i vantaggi per il paziente dati dalla mininvasività robotica: riduzione del trauma, minore sanguinamento, rapido ritorno a una vita normale senza necessità di riabilitazione.

7 – Il teleriscaldamento conquista nuovi quartieri

Più 50% di calore disponibile in rete, più 2.6 milioni di metri cubi riscaldati, meno 14.500 tonellate di Co2 immesse nell’aria. Come racconta l’assessore all’Ambiente Stefano Zenoni, questo è il risultato che l’accordo A2A – Rea Dalmine permetterà di raggiungere in 5 anni grazie all’ampliamento della rete di teleriscaldamento che raggiungerà nuovi quartieri come Colognola, Malpensata, San Tomaso, zona stadio e via Corridoni.

8 – Mattarella per la seconda volta in città

Seconda volta per Mattarella in città, oggi. Nessun presidente della Repubblica aveva mai visitato per due volte Bergamo. Il Falcon del 31° stormo dell’Aeronautica militare atterrerà alle 16.30 a Orio. Alla stessa ora all’Auditorium del Seminario inizieranno a entrare i 980 invitati fra i quali 500 studenti. Ma la prima fase della visita si svolgerà al Kilometro Rosso. Al «Mario Negri» Silvio Garattini e Giuseppe Remuzzi illustreranno le loro attività con 120 giovani ricercatori. Infine visita alla Brembo, partenza da Stezzano alle 17.50 e l’arrivo alle 18 in Città Alta, dove faranno gli onori di casa il vescovo e i rappresentanti delle due associazioni.

 

23 OTTOBRE

 

1 – Investe una ragazza e poi scappa. Preso 30enne pirata della strada

È finita in poche ore la fuga di un trentenne di Romano che stamattina è scappato dopo aver travolto una giovane in via Piave. Erano da poco passate le 10.45, proprio davanti alle scuole medie Rubini, quando una giovane di nazionalità marocchina che stava attraversando sulle strisce pedonali è stata falciata da un’auto. Il conducente alla guida non si è fermato a prestare soccorso e dopo essere ripartito ha fatto perdere le sue tracce. Alcuni passanti hanno assistito all’incidente hanno lanciato l’allarme. Sul posto è giunta poco dopo un’ambulanza della Padana Emergenze che ha trasportato la vittima in codice giallo all’ospedale. Immediato l’arrivo di una pattuglia della Polizia locale di Romano che si è messa subito sulle tracce del pirata della strada. Dapprima gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei presenti.  Contemporaneamente in comando sono state visionate le immagini delle telecamere di videosorveglianza poste lungo il tratto della circonvallazione interna dov’è avvenuto l’incidente. Una doppia indagine che poco dopo ha dato un nome e un viso al pirata della strada. Poco dopo le volanti della Polizia locale si sono precipitate a casa dell’indiziato che è risultato essere un trentenne romanese, incensurato, di nazionalità italiana. «Grazie all’incrocio dei dati ci è stato possibili individuare il responsabile dell’investimento – ha detto Arcangelo di Nardo, comandante della Polizia locale di Romano – Il trentenne dopo essere scappato è tornato a casa. L’automobile, posteggiata nel box, mostrava i segni dell’impatto». Il trentenne è stato denunciato a piede libero per investimento, fuga e omissione di soccorso.

2 – Addio al partigiano Luciano, si è spento Albino Previtali

L’Anpi Provinciale di Bergamo esprime profondo cordoglio per la scomparsa del Partigiano Albino Previtali “Luciano”, presidente della Sezione Anpi “Natale Betelli” di Dalmine e componente della Presidenza Onoraria dell’Anpi Provinciale di Bergamo. Operaio, nacque a Stezzano nel 1924.

3 – Sicurezza, 782 ore di controllo e 4 arresti per spaccio

Un’attività costante di presidio delle aree più delicate della città, con numeri importanti che dimostrano l’impegno della Polizia Locale e dell’Amministrazione per tutelare le strade e coloro che le vivono e vi risiedono: parliamo dei controlli del Comando di via Coghetti nelle vie Novelli, Paglia e Bonomelli, un piccolo triangolo non lontano dalla stazione ferroviaria. Dall’inizio dell’anno sono state ben 782 le ore di servizio, durante le quali 4 persone son state arrestate per spaccio e ben 11 denunciate a piede libero. Le denunce sono state per resistenza, guidai in stato di ebbrezza, false dichiarazioni, detenzione ai fini dello spaccio e somministrazione di alcolici a persona in stato di ubriachezza. La Polizia Locale ha mantenuto un’alta attenzione anche sulle regole del Codice della Strada, comminando 1716 sanzioni nelle tre vie. La parte del leone la gioca via Paglia, con 1424 interventi (sosta vietata, mancato rispetto dei semafori della via, ecc.), 176 in via Novelli e 116 in via Bonomelli. Tanti anche i controlli ai negozi etnici che si trovano in queste vie: ben 17 i controlli effettuati, con 12 violazioni per mancanza di corretta etichettatura o di esposizione dei prezzi, ma anche per insegne abusive, inosservanza dell’ordinanza per il decoro delle vetrine o per occupazione di suolo pubblico senza alcuna autorizzazione. Tra questi controlli spicca quello eseguito con Ats Bergamo che ha portato al sequestro di 85 kg di carne e 15 kg di pesce mal conservati.

4 – Treno stracolmo, pendolari ammassati. In piedi anche nel deposito delle bici

Treni come carri bestiame e la situazione non accenna a migliorare. A testimoniare una situazione che si ripete tristemente ogni mattina sono i pendolari che da anni sono costretti a sottostare a condizioni di viaggio inaccettabili pur pagando ogni giorno il loro biglietto. E così succede anche questa mattina come dimostrano le foto scattate dai nostri lettori a bordo del treno regionale 2090 partito da Brescia e diretto a Milano. Ma sulla linea Bergamo-Milano le cose non vanno meglio, anzi: «E si viaggia così con 45 minuti di ritardo. Guasto sulla rete e hai praticamente già buttato via 2 ore della tua vita, come se avessi fatto andata e ritorno. Avete sulla coscienza la situazione ambientale del territorio, quella del lavoro e quella personale di migliaia di persone, nonché una chiara mancanza di visione per lo sviluppo di una Regione e in generale di un Paese, fermo ormai a 20 anni fa», scrive su Facebook il Comitato pendolari bergamaschi.

5 – Ventisettenne travolta da una moto in via Crescenzi

Donna di 27 anni investita da una moto alle 9 in via Crescenzi. La donna, di origine cinese, è stata portata in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni XXIII per un trauma cranico. Aveva un bambino di 4 anni con sé: fortunatamente non ha riportato ferite.

6 – Aveva Pistole, baionette e due ordigni bellici: sequestro a Valtesse

Pistole, baionette e bombe della seconda guerra mondiale. Curioso rinvenimento in un’abitazione di via Bolis, Valtesse. La casa messa in vendita, è stata svuotata dagli attuali proprietari, che hanno trovato le armi in solaio. Chiamate le forze dell’ordine, che hanno posto sotto sequestro cautelativo l’immobile, in attesa dell’arrivo degli artificieri.

7 – Camion rubato a Pavia viene ritrovato dalla Locale ad Arcene

Passando per Arcene, nella zona industriale del paese, un uomo ha notato che un automezzo pesante era stato abbandonato con lo sportello del camioncino aperto. Il conducente, insospettitosi per ciò che aveva visto, ha deciso di rivolgersi ai militari che a loro volta hanno chiesto alla locale di Brignano di intervenire. Il comandante Giovanna Farina e i suoi agenti si sono recati sul luogo immediatamente. Tuttavia, quando sono arrivati ad Arcene, il mezzo era già sparito. Solo grazie all’indagine investigativa è stato possibile ritrovare il camioncino poco dopo a Castel Rozzone, dove era stato nascosto nella zona industriale del paese. La Polizia locale è riuscita, anche grazie al numero di targa, a rintracciare il proprietario del mezzo. Il camioncino appartiene infatti a un’azienda di Pavia. I malviventi hanno rubato il mezzo all’interno di una ditta di trasporti, proprietaria del camioncino. Gli stessi hanno cercato di sottrarre anche un muletto sempre appartenente alla stessa ditta. Da quanto emerso, la ditta di trasporti avrebbe un sistema di vigilanza interno. Tuttavia, non sono state segnalate effrazioni. Si stanno, per tanto, svolgendo indagini per capire come sia stato possibile rubare il mezzo. Chi sia l’autore di questo gesto ancora non si sa. Gli agenti stanno continuando nelle indagini per scoprirlo. «È positivo il fatto che il mezzo sia stato ritrovato subito – ha commentato Giovanna Farina – infatti, il camion aveva una minigru nel retro e grazie a questo strumento si possono compiere diverse effrazioni. È stato importante rintracciare subito il mezzo per evitare ulteriori problemi». A breve il camion verrà riconsegnato alla ditta di Pavia.

8 – Riparte la stagione dei Teatri dei bambini

Da domenica 27 ottobre si riparte con la trentesima edizione dei Teatri dei Bambini, rassegna sostenuta dal Comune di Bergamo. Due le importanti novità di quest’anno: l’ora di inizio degli spettacoli anticipata alle 15,30 e l’allargamento della rassegna ad altre due sedi oltre allo storico Auditorium di Piazza della Libertà: il Qoelet Di Redona Cineteatro di Redona e l’Auditorium Ermanno Olmi in via Sora.

 

22 OTTOBRE

 

1 – Furti in serie ad aziende di Bolgare. Due arrestati grazie alle telecamere

Avevano un piano ben congegnato: l’attacco a diverse aziende di Bolgare e poi la fuga lungo l’autostrada. Ma da una delle aziende è partito l’allarme mentre la banda era in azione. Le forze dell’ordine sono così riuscite ad arrestare due dei sei ladri, moldavi di 40 e 46 anni. A chiamare il 112 è stato Matteo Aceti grazie alle telecamere posizionate all’esterno del suo capannone.

2 – Si schiaccia una mano e perde un dito mentre scarica materiale

L’infortunio a un 41enne che stava lavorando in un cantiere in via Cimabue, Urgnano, alle 8.30 di martedì 22 ottobre. L’uomo stava manovrando un carico di macerie su un autocarro, tramite un cassone agganciato ad una gru. La mano dell’infortunato è rimasta schiacciata fra il bordo del cassone ed il manico, causando l’amputazione parziale di un dito della mano destra.

3 – Sagra del Tartufo Nero Bergamasco, domenica la decima edizione

Ottima cucina, tanto divertimento e, soprattutto, una grande attenzione alle ricchezze gastronomiche del nostro territorio. Domenica la decima edizione della Sagra del Tartufo Nero Bergamasco, l’appuntamento di Spirano, diventato ormai una tradizione per tutta la Bassa Pianura Bergamasca.

4 – Hamburger made in Usa allo stadio. Ufficializzato l’arrivo di Burker King

Se ne parlava da tempo, con tanto di voci preoccupate dai bar della zona che si occupano anche di ristorazione: al Gewiss Stadium arriva un colosso del fast food: Burger King. Un marchio americano ma ora controllato da un fondo d’investimento brasiliano. Così sarà un po’ come essere negli stadi di baseball in Usa: hamburger e sport dal vivo. Date precise dell’apertura ancora non ci sono, però. A parte i servizi necessari per l’arena, la nuova apertura aumenterà l’attrattività dell’area (e gli introiti) durante tutta la settimana.

5 – Banda di ladri picchia i cani e svaligia l’abitazione

Sono usciti per pranzo alle 12.30 e sono rientrati meno di due ore dopo. Ma in quel lasso di tempo la loro casa è stata messa completamente a soqquadro dai ladri. I quattro cani che in quel momento erano all’interno dell’abitazione hanno provato a difendersi dall’intrusione, senza però riuscirci. Uno di loro, malmenato, è rimasto sordo. È successo domenica a Sotto il Monte: nel mirino dei soliti ignoti è entrata un’abitazione in zona Bercio.

6 – Ryanair lancia la rotta Milano Bergamo-Yerevan

Ryanair ha da poco annunciato una nuova rotta che, a partire da gennaio 2020, collegherà Milano Bergamo a Yerevan, in Armenia, con due voli a settimana. È già possibile prenotare i voli fino ad ottobre 2020, volando con tariffe convenienti.

7 – Donna aggredita a Romano, il 22enne ai domiciliari: «Non ricordo nulla»

Era drogato, K.P., il 22enne bresciano fermato domenica mattina a Romano dopo aver molestato, aggredito e tentato di rapinare una 40enne bergamasca. Davanti al giudice il giovane ha spiegato di non ricordare nulla di quanto accaduto.

8 – «La fontana del Delfino rovinata in appena 25 anni»

«E la fontana del Delfino ha vinto il concorso lanciato da un’azienda che produce detergenti “totalmente biodegrabili, prodotti in uno stabilimento zerowaste e autosufficiente in campo energetico”. Bene – scrive Nicola Cremaschi di Legambiente Bergamo -. Ma io ho un piccolo dubbio. E no, non mi riferisco al fatto che mettere in competizione Amatrice con Bergamo e Torino sia quantomeno discutibile anche solo per motivi di sensibilità… Sono un po’ di giorni che sto cercando di ricordarmi quando è stata restaurata l’ultima volta la Fontana del Delfino. E, se la memoria non mi inganna, stiamo parlando di metà degli anni ‘90 venti/venticinque anni fa. Se non erro dopo il restauro ci fu un teppista che imbrattò la statua con dello spray nero. E la statua fu sottoposta ad un nuovo intervento di restauro. Da qui il dubbio: dopo venticinque anni c’è di nuovo bisogno di restauro? E per quale motivo? L’unico agente che mi viene in mente che possa aver intaccato la fontana è lo scarico dei tubi di scappamento delle automobili… E se in venticinque anni è riuscito a rovinare una statua al punto che necessita di essere restaurata mi domando cosa respirano le persone che in quella zona ci abitano…».

 

21 OTTOBRE

 

1 – Ruota panoramica in Piazza Matteotti. L’idea di Comune e negozi per Natale

Il Comune ha pensato, insieme a Bergamo Shopping, di installare, in occasione del Natale 2019, una grande ruota panoramica in Piazza Matteotti. «Sarà alta 32 metri e offrirà un punto di vista inusuale e al contempo affascinante sulla città», scrive il Comune. Un’idea già vista in altre città, anche in Europa, e che si sta diffondendo a macchie di leopardo anche da noi. Prossimamente i dettagli dell’iniziativa, al momento al vaglio della Sovrintendenza.

2 – Rotatoria A4, l’area di cantiere non sarà sul mercato

«L’incontro di oggi ha portato a un positivo e utile chiarimento che consente di rispettare pienamente le reciproche necessità senza compromettere tempi ed investimenti che i diversi enti stanno programmando o hanno, come nel caso del Comune, già sostenuto»: è questo il commento dell’assessore alla riqualificazione urbana Francesco Valesini a margine della riunione tenutasi questa mattina alla sede di Regione Lombardia in via XX Settembre a Bergamo per proseguire l’interlocuzione sul previsto cantiere per la sistemazione della rotatoria dell’autostrada A4 in città. Nei giorni scorsi i rapporti erano sembrati incrinarsi sul nodo dell’utilizzo del piazzale del mercato di via Spino durante le fasi del cantiere. Utilizzo che invece sembra essere stato scongiurato nella riunione di questa mattina, appuntamento al quale hanno partecipato il sindaco Giorgio Gori, insieme agli Assessori Brembilla, Valesini e Zenoni, per il Comune di Bergamo, l’Assessore Regionale alle infrastrutture Claudia Terzi e i tecnici di Infrastrutture Lombarde, la società incaricata della progettazione dell’opera.

3 – Un milione per i progetti di integrazione delle famiglie

Un milione di euro per finanziare i progetti di integrazione dei nuclei familiari stranieri sul territorio: Bergamo vince il bando nazionale, aggiudicandosi addirittura la prima posizione della graduatoria con un progetto sviluppato dal Comune di Bergamo come ente capofila Ambito 1 in partenariato con Cesvi, Consorzio Solco Città Aperta, Consorzio Servizi Val Cavallina, Comune di Dalmine (capofila per Ambito Dalmine). Il bando ministeriale si chiama Fami (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione): Bergamo si assicura 978.784 euro con obiettivi che riguardano la creazione di un nucleo di coordinamento tra gli ambiti, che permetta il potenziamento dei temi legati all’intercultura dei 3 Servizi Minori e Famiglia sovracomunali coinvolti per il sostegno alla genitorialità di nuclei familiari di origine straniera con minori e in carico ai servizi; l’intervento sulla formazione e aggiornamento degli operatori ai fini di qualificare al meglio le reti territoriali di presa in carico e supporto famiglie straniere in situazioni di fragilità e nuclei monoparentali con minori a carico; il rafforzamento dei servizi scolastici per l’inclusione di alunni con famiglie vulnerabili attraverso percorsi formativi mirati; infine l’aumento dell’efficienza e dell’efficacia del lavoro degli operatori socio-sanitari del territorio attraverso strumenti innovativi e figure di raccordo. Le attività previste dal progetto riguardano: il rafforzamento del sistema di governance territoriale, il potenziamento dei servizi di accoglienza e la sperimentazione di azioni innovative rivolte a rinforzare la capacità dei servizi socio assistenziali coinvolti per le situazioni di bisogno specifico dei diretti interessati con azioni di peer tutoring e mentoring, attività legate ai servizi di tutela minori e alle scuole.

4 – Il notaio trevigliese Alberto Pezzoli morto in un incidente in Polonia

È morto sulle strade della Polonia Alberto Pezzoli, notaio trevigliese in pensione da luglio che da qualche tempo di trovava all’estero per una vacanza. Aveva noleggiato un’auto per il suo soggiorno in Polonia, ma per cause ancora da accertare è finito contro due Tir dopo aver sbandato. All’origine forse un colpo di sonno o un malore. A stabilirlo sarà l’autopsia che verrà eseguita sul corpo del professionista trevigliese. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria polacca e per questo motivo non è ancora stata stabilita la data di rientro in Italia. Inutile ogni tentativo di soccorso, il 75enne è morto sul colpo. A Treviglio era molto conosciuto, non solo per la sua professione, che aveva smesso di esercitare a luglio per godersi la pensione, ma anche per diverse sue passioni, prima fra tutte quella per le auto d’epoca.

5 – Volpe uccisa e appesa a un albero, macabra scoperta a Zanica

Maltrattata fino a ucciderla e poi appesa al ramo di un albero: è la brutta fine capitata a una volpe ritrovata nella campagna di Zanica, in località Capannelle, all’interno del Parco del Serio. A fare il macabro ritrovamento è stata una ragazza che aveva scelto la campagna attorno a Zanica per una passeggiata con il suo cane. La giovane, dopo aver notato la carcassa dell’animale, ha subito dato l’allarme allertando i carabinieri della stazione di Zanica che ora stanno indagando per individuare il responsabile.

6 – Molestata e scippata, 22enne bresciano fermato a Romano

Prima l’ha molestata poi colpita e infine scippata, ma lei non si è arresa e ha dato l’allarme permettendo ai carabinieri di fermarlo poco dopo. È successo domenica mattina intorno alle 11 nei pressi della stazione di Romano di Lombardia.

7 – Chiude con 137.300 presenze la XVII edizione di BergamoScienza

Si è conclusa oggi con 137.300 presenze la XVII edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione scientifica che per 16 giornate ha indagato – in 267 eventi (57 conferenze; 20 spettacoli e 190 tra mostre, laboratori e visite guidate) – il mondo della scienza con uno sguardo trasversale e pluriprospettico e con un’attenzione particolare ai temi della sostenibilità della vita sul pianeta, sia in termini di impatto climatico e salute dell’acqua e dell’aria che di alimentazione. Delle 137.300 presenze: 12.622 alle conferenze; 8.081 agli spettacoli; 84.348 a mostre e laboratori. A questi numeri si aggiungono le 20.993 visualizzazioni in streaming sui canali Vimeo e Facebook per assistere agli eventi live e 11.256 presenze agli eventi extra festival. Alcune conferenze dell’edizione 2019 si potranno rivedere integralmente sul sito di BergamoScienza.

8 – A Bergamo una nuova casa per le famiglie dei bambini cardiopatici

Apre a Bergamo, in via Longuelo 83, “la Mia casa”, l’appartamento che accoglierà le famiglie dei bambini dimessi dal reparto di Cardiologia Pediatrica all’Ospedale Papa Giovanni XXIII e che sarà presentato sabato 26 ottobre, alle 10.30, con un evento inaugurale aperto al pubblico. Il progetto nasce su iniziativa de L’Orizzonte di Lorenzo, Onlus nata nel 2005 con lo scopo di contribuire a migliorare l’assistenza e la cura di bambini, adolescenti e adulti con cardiopatie congenite e attiva con vari progetti presso l’ospedale bergamasco, con la preziosa collaborazione de L’Impronta, cooperativa sociale che opera negli Ambiti territoriali di Bergamo, Seriate, Dalmine e Grumello del Monte per lo sviluppo delle comunità locali, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.