ospedale18

Notizie su Bergamo e provincia
(9-14 gennaio 2016)

14 GENNAIO

 

1 – Ospedale, la sosta costerà meno | Sconti fino a 60 centesimi in arrivo

È stata trovata la quadra per diminuire le tariffe, sembra, per il parcheggio dell’ospedale. Non da subito ma da ottobre, quando saranno pronti i 500 posti per i dipendenti. La Bhp, società che gestisce la sosta, è venuta incontro alle richieste di Comune, Provincia e Azienda ospedaliera. La novità principale? Dai 60 ai 90 minuti di sosta il costo passa da 2,60 euro a 2 euro. Inoltre la prima mezz’ora sarà gratuita (oggi non si paga per 15 minuti, non di più). Da 30 minuti a 60 minuti costerà 1 euro anziché 1,30; da 90 a 120 minuti 2,50 euro anziché 2,60, ma si dovrebbe scendere a 2,20 euro a fine anno.

2 – Parchimetri incappucciati e volantini. Sosta, azione di protesta di CasaPound

Parchimetri incappucciati e volantini di protesta attaccati nel centro città contro la scelta di mettere i parcheggi a pagamento anche la domenica. CasaPound Italia Bergamo si mobilita «contro l’ennesimo esborso chiesto ai cittadini». «Dopo gli aumenti già imposti dalla giunta Pd – ricorda una nota di Cpi – da domenica i nostri concittadini dovranno pagare per poter parcheggiare anche in centro». «Il centro città – prosegue il movimento – soffre da anni, gli esercizi commerciali chiudono a favore di un incremento folle della grande distribuzione e dei centri commerciali. Ci chiediamo come questa decisione possa aiutare le attività locali e i cittadini in generale, già fortemente vessati da tasse e spese sempre più alte». «Chiediamo una marcia indietro per non desertificare ulteriormente la nostra città. Bergamo – conclude Cpi – non ha bisogno di quest’altro disagio: ha già problemi ben più gravi, che si chiamano sicurezza, viabilità e immigrazione».

3 – Passaporto creativo: sardo rispedito a Orio da Bucarest

Forse pensava di fare il simpatico con i rumeni. Ha sbagliato. Un uomo di 51 anni residente in Sardegna è stato rimandato dalle autorità di Bucarest all’aeroporto di Orio al Serio dopo essere sbarcato con un volo da Alghero con un passaporto a dir poco creativo. La nazione indicata? Regno di Gaia.

4 – Ladro saltimbanco al ristorante Extè di Zanica

Si è calato con movenze felina da una finestra sul retro del locale dopo aver segato le sbarre di ferro. Poi, dentro, si è messo supino e ha strisciato fino al bancone del bar. Non voleva finire tra e fotocellule dell’allarme. C’erano però le telecamere della videosorveglianza a riprenderlo. Il ladro acrobata ha agito nella notte tra mercoledì e giovedì al ristorante Extè di Zanica. È riuscito a fuggire con alcune centinaia di euro prese dal registratore di cassa, ma ha lasciato le stecche di sigarette che aveva già insacchettato perché a un certo punto l’allarme è scattato.

5 – A Ornica apre un call center: fornisce servizi alle imprese

Nuove possibilità di occupazione in alta Val Brembana. Solo 4 posti di lavoro, per il momento, ma è già qualcosa. È stato aperto il Centro servizi dell’alta Valle Brembana, il 2 gennaio scorso a Ornica, un call center fortemente voluto dal sindaco Gino Quarteroni. L’ufficio è legato alla Alps’Word, società specializzata in servizi alle imprese e nella comunicazione.

 

13 GENNAIO 

 

1- Infarto mentre spala la neve. Morto 72enne a Costa Volpino

Purtroppo è un fenomeno che si ripete, quando nevica. Perché spalare è un’attività molto faticosa, da non affrontare sottogamba. E anche stamattina, verso alle 10.30, un uomo ha perso la vita a causa di un infarto sopraggiunto proprio mentre stava liberando il marciapiede dalla neve davanti a casa, in via San Fermo nella frazione Piano di Costa Volpino.

2 – A Bergamo è boom di allevamenti caprini da latte: più 28%

Negli ultimi 10 anni nella Bergamasca si è verificato un vero e proprio boom di allevamenti caprini da latte, che sono passati dai 75 del 2006 ai 104 del 2016 (+28%). Il fenomeno è messo in evidenzia da un’analisi di Coldiretti Bergamo su dati dell’Anagrafe Nazionale Zootecnica.

3 – 153 appartamenti assegnati dal Comune di Bergamo nel 2016

Un altro anno record, con un incremento del 500% rispetto a cinque anni fa: il Comune di Bergamo ha assegnato nel 2016 ben 153 appartamenti di edilizia residenziale pubblica, un numero importante se confrontato a quello degli anni precedenti. Lo scorso anno Palazzo Frizzoni fece registrare la quota più alta dell’ultimo quinquennio, ovvero ben 112 assegnazioni, incrementando di una dozzina di case i numeri del 2014, primo anno dell’Amministrazione Gori. Il confronto con il triennio precedente, ovvero gli anni che vanno dal 2011 al 2013, consegna un quadro profondamente mutato: nel 2011 furono solo 46 gli appartamenti assegnati dal Comune di Bergamo, nel 2012 appena 31.

4 – Addio ad Annamaria Colombelli. Stroncata da un male incurabile

Una donna libera, schietta, poco avvezza alle formalità, con una giusta dose di autoironia. Grande personalità e spirito da imprenditrice. Così la ricorda chi la conosceva davvero, Annamaria Colombelli, moglie da oltre 50 anni dell’imprenditore seriano Miro Radici, con cui ha avuto due figli, Marco, nato nel 1963, e Nicola, dieci anni dopo. Un terzo l’avevo perso quando ancora lo portava in grembo, cosa che l’aveva segnata parecchio. Ma ha saputo reagire nel migliore dei modi. Da 4 anni lottava con un tumore. Aveva 74 anni. È morta ieri sera alla Fondazione S. Maria Ausiliatrice di via Gleno, dove era ricoverata da alcune settimane a causa del peggioramento irreversibile delle sue condizioni. Era l’unica figlia dei coniugi Colombelli, residenti in città. Sin dalla gioventù frequentava la Val Gandino (la madre era originaria di Gandino) dove vivevano la nonna e numerosi parenti. Ha ricoperto incarichi ai massimi livelli nelle aziende della famiglia Radici, di cui ha vissuto l’escalation, ma anche nel Credito Bergamasco. Fra i suoi impegni operativi va ricordata soprattutto la gestione illuminata, in prima persona, della Radici Casa di Orio al Serio. Non ha mai amato troppo le luci della ribalta e la mondanità. Oltre al marito e ai figli, lascia le nuore Ines ed Ainette con i nipoti Leonardo, Cristopher e Jacopo. I funerali si svolgeranno domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Longuelo. La camera ardente è allestita presso l’abitazione di famiglia, sempre a Longuelo.

5 – Botte a una studentessa in Città Alta per rubarle il telefono

Aggressione ieri alle 16.30, in Città Alta, a una studentessa dell’Università di Bergamo di 24 anni. La giovane, di Castelli Calepio, è stata attaccata da un 18enne italiano nei pressi di POrta Sant’Agostino: puntava al telefono che teneva in mano. Disarmato e a volto scoperto, il ragazzo l’ha spinta a terra e l’ha colpita più volte, riuscendo a impossessarsi dello smartphone. Quindi si è dato alla fuga.

6 – Fuga di gas vicino alla scuola, evacuati cento bambini

Il forte odore di gas ha fatto scattare l’allarme stamattina alla scuola materna di via Capersegno a Presezzo. Un centinaio di bambini sono stati portati fuori dall’edificio e condotti alle vicine scuole elementari di via Montessori. Pare che la fuga non sia avvenuta dalle tubature della materna, ma dalla strada. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco per riparare il guasto: la situazione sembra sotto controllo.

7 – Al bar Le Torrette di Ranica boom di vendite di Gratta&Vinci

Al bar Le Torrette di Ranica è stato venduto il biglietto della Lotteria Italia da 5 milioni di euro. La fama di ricevitoria fortunata, evidentemente, ha fatto il giro della provincia. Tant’è che le vendite di gratta e vinci sono decollate: più 25 per cento questa settimana. I giocatori sperano che la Dea Bendata si sia fermata in zona.

8 – Temperature sottozero per molti giorni, ghiaccia anche il Sebino

Già il fatto che ghiacci il lago di Endine non è più così frequente. Ma che lo faccia l’Iseo è caso raro. È accaduto, invece, complici le temperature rigide di questi giorni e il basso livello delle acque. Nel porto di Clusane i pescatori devono rompere il ghiaccio per muovere le barche: sono decenni che non dovevano farlo.

 

12 GENNAIO

 

1 – L’aeroporto continua a correre. Passeggeri aumentati del 7,26%

L’aeroporto di Bergamo chiude il 2016 con un consuntivo di 11.159.631 passeggeri, che corrisponde a un incremento del 7,26% rispetto al dato 2015 quando si raggiunse la cifra di 10,4 milioni di passeggeri. Il risultato conseguito nel 2016, a cui ha contributo in termini generali l’ulteriore crescita del load factor sui voli di linea e che si accompagna a uno dei migliori indici di puntualità su scala mondiale nella categoria aeroportuale corrispondente ai volumi di traffico, consente di consolidare la terza posizione nella classifica degli aeroporti nazionali dopo Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

2 – Omicidio di via Moroni, barista condannato a 10 anni e 8 mesi

Dieci anni e 8 mesi a Djedje Meles Guillaume, l’ivoriano di 58 anni accusato di avere ucciso il 30 ottobre 2015 il senegalese Amadou Papa Diouf, di 33 anni. L’accusa di omicidio volontario avrebbe comportato, secondo la richiesta del pm, 15 anni di reclusione. I fatti: all’esterno del bar Socraf gestito dall’ivoriano, all’epoca 56enne, era scoppiato un litigio per una bottiglia di birra abbandonata. Dopo un breve collutazione, l’ivoriano era rientrato nel locale, uscendo poco dopo con un coltello in mano. Diouf era stato inseguito e accoltellato al cuore.

3 – Bruciata canna fumaria a Seriate, famiglia resta senza casa

Una canna fumaria otturata sarebbe all’origine dell’incendio divampato oggi pomeriggio in un vecchio stabile di piazza Bolognini 22, a Seriate. A farne le spese una famiglia di origini ivoriane, rimasta senza un tetto sopra la testa. Non si registrano feriti: l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha evitato che il rogo avesse conseguenze gravi.

4 – Trovato wurstel farcito di lamette. Pericolo per i cani ad Almenno S.B.

La foto postata dalle Guardie Ambientali di Bergamo su Facebook è eloquente. «Almenno san Bartolomeo: trovato oggi pomeriggio (ieri, ndr) questo würstel pieno di lamette di ferro nelle aiuole vicino ai parcheggi del centro “La Fornace”». I carabinieri sono già intervenuti e stanno controllando i circuiti delle telecamere della zona per ricostruire i fatti. Non bastavano i bocconi avvelenati: qualcuno odia i cani, evidentemente.

5 – In manette 36enne in via San Giorgio: aveva un etto di hashish

Sarà giudicato per direttissima questa mattina N.S., 36enne originario del Senegal, arrestato ieri pomeriggio dalla Polizia Locale per possesso di 100 grammi di hashish. Durante uno dei controlli in borghese predisposti dal Corpo del Comune di Bergamo per contrastare lo spaccio di stupefacenti in via san Giorgio, gli agenti hanno notato N.S. all’interno del parcheggio tra via San Giorgio e via Simoncini: l’uomo, dopo essersi assicurato di non essere osservato, si è sdraiato a terra e da una grata ha estratto un sacchetto di cellophane. Gli agenti sono a questo punto intervenuti, bloccando l’uomo e recuperando il sacchetto, contenente due panetti di hashish del peso di un etto. N.S. è stato accompagnato in Questura: era privo di documenti, ma grazie all’identificazione a mezzo rilievi fotosegnaletici gli agenti hanno scoperto che si trovava sul territorio italiano senza permesso di soggiorno e gravato da numerosi precedenti penali. Il Pubblico Ministero ne ha quindi disposto custodia nella camera di sicurezza del Comando di via Coghetti. Si tratta del secondo arresto in poche settimane per spaccio di sostanze stupefacenti da parte della Polizia Locale: a fine 2016 alla Malpensata era stato fermato uno spacciatore 46enne, segnalato dai residenti del quartiere al Comando di via Coghetti.

6 – Parte la caccia per smaltire l’amianto. Con i droni 

Convenzione biennale stipulata dal Comune con Arpa, Ats e Regione Lombardia per il censimento dei tetti in amianto. Che verrà effettuato anche attraverso l’utilizzo dei droni, capaci di volare ad altezze molto basse e dotati di un braccio robotico in grado di prelevare un campione del materiale.

7 – Meningite, grande richiesta per i vaccini alle Asst

La psicosi continua. Sono state centinaia le telefonate, in tutta la provincia: arrivate ai numeri che le tre Asst, Aziende sociosanitarie territoriali di Bergamo e provincia, hanno attivato per prenotare la somministrazione dei vaccini contro la meningite. Le somministrazioni, intanto, secondo le disposizioni regionali, verranno avviate dal 15.

8 – Good bank, ecco l’offerta vincolante di Ubi Banca

Il consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, su proposta del consiglio di gestione, ha approvato e inviato al Fondo di Risoluzione un’offerta vincolante per l’acquisto del 100% del capitale delle good bank nate dalla risoluzione di Banca Marche, Etruria e Carichieti. Confermate le voci circolate alla vigilia. Prezzo simbolico di 1 euro. Ubi Banca provvederà a un aumento di capitale di 400 milioni. Buona l’accoglienza degli analisti, e il titolo balza del 9,75% a 3,106 euro.

 

11 GENNAIO

 

1 – Il bergamasco Zanni lascia i 5 Stelle e va nel gruppo di Lega e Le Pen

Momento di grande caos all’Europarlamento per il Movimento 5 Stelle. L’annuncio dell’ultima ora? L’eurodeputato bergamasco del M5S Marco Zanni abbandona il gruppo Efdd e aderisce allo Enf (Europa delle Nazioni e della Libertà), la formazione euro fobica che vede al proprio interno la Lega Nord di Matteo Salvini, il Front National di Marine Le Pen e il Pvv di Geert Wilders. Prima di Zanni, stamattina, avevano detto addio ai grillini Marco Affronte e Daniela Aiuto, passati al gruppo dei Verdi.

2 – Freddo in aula anche al liceo Sarpi: studenti con le coperte in classe

Anche gli studenti del Liceo Sarpi non se la passano bene, in quanto a temperature in aula. Dopo i casi dei giorni scorsi del Vittorio Emanuele e del Mamoli, alle prese con le temperature rigide e i guasti agli impianti di riscaldamento, è arrivata alla redazione di Bergamonews la lettera di una giovane studentessa del Sarpi che parla della situazione in classe: «Vorremmo farci sentire per le condizioni pietose di riscaldamento in cui versa la succursale del Seminarino, dove proprio non si riesce a stare con questo freddo a causa della presenza nella classe di un solo termosifone (se così lo si può chiamare) elettrico che non scalda. Il preside tuttavia ha respinto velocemente le nostre lamentele». La ragazza allega una foto: in classe si indossano cappello, sciarpe, guanti e coperte.

3 – Sciopero del gruppo Arriva, disagi per gli utenti Sab in provincia

«Non vogliamo parole, ma accordi. Non promesse, ma certezze». I sindacati dei trasporti partecipano allo sciopero su scala regionale indetto per venerdì 13 gennaio nei confronti del gruppo Arriva, per protestare contro le diverse aziende del gruppo (a Bergamo la Sab) che si sono rese nei fatti «indisponibili alla firma di accordi territoriali di garanzia dei livelli occupazionali e delle condizioni economiche dei lavoratori». Lo sciopero di venerdì, proclamato per le 24 ore, attuerà fasce di rispetto dalle 6 alle 8,30, e dalle 12,30 alle 16,00.

4 – Caduta in un cantiere a Suisio. Gravissimo muratore di 30 anni

Grave infortunio sul lavoro a Suisio stamattina verso le 8.30. Un muratore di 30 anni è precipitato in via Edmondo De Amicis da un’impalcatura che stava smantellando. Ha perso l’equilibrio ed è caduto per circa tre metri. Si teme si tratti di un malore: i colleghi dicono che non ha tentato di aggrapparsi e non ha gridato. Immediato l’allarme e l’arrivo dei soccorsi. Il ferito, in condizioni gravissime, è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

5 – Tentato furto in un negozio di abiti, fermato un 14enne

Prima l’ha bloccato la vigilanza del negozio di abbigliamento da cui ha tentato di trafugare dei vestiti, poi sono intervenuti i carabinieri che lo hanno riconsegnato ai genitori e segnalato alla magistratura. A Brembate, i militari hanno denunciato penalmente per tentato furto aggravato un 14enne.

6 –  Cuoco evade per fotocopiare i menù: condanna a 8 mesi

Sabato i domiciliari sarebbero giunti al capolinea. Un cuoco bergamasco di 38 anni, però, aveva visogno di fotocopiare i menù per il ristorante per cui lavora. Avrebbe potuto avvertire i carabinieri, recandosi prima al posto di lavoro. Invece è stato pizzicato per un’uscita senza permesso da casa. Arrestato per evasione, si è preso altri 8 mesi, sempre ai domiciliari, in rito abbreviato.

7 – Meno iscritti alle elementari: Ponteranica ci mette una pezza con la Montessori

Cresce la popolazione ma  gli iscritti alle scuole elementari vanno già. Forse perché la scuola pubblica pura e semplice è poco attrattiva, devono aver pensato all’Amministrazione comunale di Ponteranica. Così, insieme alla dirigenza scolastica, si è deciso di metterci una pezza proponendo l’attivazione di una sezione Montessori nel plesso della scuola primaria Lorenzo Lotto.

8 – Facciate degli edifici ritinteggiate nel centro storico grazie ai contributi del Comune

Sei edifici del centro storico riqualificati a regola d’arte. L’intervento è stato possibile grazie agli incentivi a fondo perduto, previsti dal regolamento comunale, per il recupero del patrimonio edilizio e la riqualificazione urbanistica degli edifici di piazza Bolognini e vie adiacenti. Sono circa 12.800 euro i contributi erogati dall’Amministrazione comunale a sei famiglie seriatesi che, nel 2016, hanno presentato domanda per interventi di miglioria e valorizzazione estetica, ristrutturazione edilizia e riqualificazione delle facciate delle abitazioni.

 

10 GENNAIO

 

1 – Auto prende fuoco sull’asse. Code tra Bergamo e Seriate

Lunghe code oggi pomeriggio sull’asse interurbano tra Bergamo e Seriate. Il motivo: un’auto in fiamme sul cavalcavia dell’asse interurbano a Seriate, poco prima dell’uscita per il centro commerciale dell’Iper. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco per spegnere le fiamme. La Polizia locale è stata costretta a bloccare il traffico per agevolare il lavoro dei pompieri.

2 – Accademia Carrara, cambio al vertice: Rodeschini al posto di Daffra

Emanuela Daffra lascerà la direzione della Fondazione Accademia Carrara alla scadenza del suo incarico, il 31 gennaio. La decisione è stata assunta consensualmente dalla direttrice e dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione. Il nuovo direttore designato all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione è Maria Cristina Rodeschini, già conservatore dell’Accademia Carrara e per diversi anni, dal 2005, responsabile degli Istituti Accademia Carrara e Gamec per il Comune di Bergamo. In questa veste si è occupata nel 2015 della riapertura della pinacoteca e del nuovo allestimento museale.

3 – Abb si aggiudica un mega contratto in India del valore di 640 milioni 

Abb si è aggiudicata un mega contratto in India del valore di 640 milioni di dollari per la realizzazione di una linea di trasmissione di energia di oltre 1.800 chilometri che porterà energia elettrica a più di 80 milioni di persone. Il sistema in altissima tensione, connetterà Raigarh, situata nell’India centrale, con Pugalur, nello stato meridionale di Tamil Nadu.

4 – Omicidi di Seriate e Colognola. Tizzani: «È stato un serial killer»

Gli inquirenti un’idea precisa non ce l’hanno, però le due donne uccise rispettivamente a Seriate il 26 agosto e a Colognola il 20 dicembre sono state assassinate con le stesse modalità, tant’è che gli esperti della scientifica che hanno esaminato i due cadaveri si sono confrontati. Tanto basta per far dire ad Antonio Tizzani, marito della professoressa uccisa ad agosto, che la pista del serial killer gli sembra probabile. L’ha fatto in televisione, a La vita in diretta, su Raiuno.

5 – Protesta degli studenti contro le aule ghiacciate

I militanti di Lotta Studentesca Bergamo, nella notte hanno affisso degli striscioni (al Vittorio Emanuele e al Mamoli), goliardici, per protestare contro le aule ghiacciate di alcuni istituti superiori di Bergamo. «Scuole ghiacciate, portiamo noi la legna», campeggiava sugli striscioni appesi sugli edifici. Con tanto di mucchietto di legna da ardere accatastato all’entrata.

6 – Treno guasto a Lambrate, altra pessima mattinata per i pendolari

Altra mattinata da dimenticare per i pendolari dei treni, soprattutto per quel che riguarda quelli in partenza dalla stazione di Treviglio Centrale. Un guasto di un convoglio nei pressi di Milano Lambrate ha causato disagi sulla linea ferroviaria per Milano. Si sono creati ritardi a cascata. Problemi anche in metropolitana a Milano: per alcuni tratti è stata costretta a procedere a velocità ridotta.

7 – Mezzi spargisale in azione in città

Le previsioni parlano chiaro: danno per le prossime ore la possibilità di neve in provincia, e di nevischio anche in città e pianura. Il Comune di Bergamo sta provvedendo a spargere sale soprattutto sui marciapiedi ma anche sulle strade di maggior transito per evitare che poi, con le basse temperature l’asfalto, si possa ghiacciare e diventare così pericoloso.

8 – Nuove divise e dispositivi per il cruppo comunale di Protezione Civile di Seriate

Nuove divise e dispositivi per il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile della Città di Seriate. Nato nel 2001, composto da una trentina di volontari coordinati da Claudia Campana, è in prima linea per prevenire i rischi, soccorrere le popolazioni colpite da emergenze, supportare l’attività della Polizia locale per il regolare svolgimento di manifestazioni cittadine. L’Amministrazione comunale, consapevole dell’importante attività di presidio, degli interventi coordinati con i gruppi di protezione civile dei Bersaglieri e degli Alpini e della manutenzione del territorio contro situazioni di rischio, come la pulizia degli argini del fiume Serio, in collaborazione con i Fipsas, e quella delle piste ciclo-pedonali, grazie a una convenzione con il Parco Regionale del Serio, supporta il gruppo comunale di Protezione Civile con l’acquisto di nuove attrezzature. In questi giorni sono stati forniti nuovi pantaloni con rinforzi adeguati, torce a led ricaricabili, radio portatili da usare durante le esercitazione e in servizio, un potatore professionale, gps portatili, un videoproiettore e relativo telo di proiezione, nuove scaffalature con ripiani da usare nella sede del gruppo comunale di Protezione Civile, per sistemare le attrezzature in dotazione.

 

9 GENNAIO

 

1 – Pattina sul lago di Endine ghiacciato. Cade in acqua: ricovero per ipotermia

Non si può e si sa. Però in tanti lo fanno, rischiando grosso. Con’è successo stamattina sul lago di Endine: un uomo che stava pattinando è finito in acqua dopo che la lastra di ghiaccio si è crepata. L’uomo si è salvato riuscendo ad aggrapparsi a una lastra di ghiaccio spezzata. Teatro dell’incidente a Monasterolo del Castello, nella zona di San Felice. Sul posto l’elisoccorso e un’ambulanza del 118, oltre ai carabinieri. In ospedale è finito un uomo di 51 anni, di Gaverina.

2 – Il Telegraph: «Bergamo una delle più belle città d’Europa»

Al Telegraph la nostra città piace proprio tanto. Anche per il 2017 Bergamo figura infatti nelle 21 mete europee consigliate agli appassionati di viaggio. Siamo addirittura in prima posizione nella sezione turismo del sito internet del quotidiano. Si dice che siamo «la più bella città collinare della Lombardia», con Piazza Vecchia che sarebbe «una delle più belle in Italia».

3 – Nuova sede della Protezione Civile del Comune di Bergamo, iniziati i lavori

È iniziato questa mattina tra via Coghetti e via Galliari il cantiere per realizzare la nuova sede della Protezione Civile di Bergamo: la sede attuale non era da tempo più adeguata alle esigenze del corpo bergamasco, con seri problemi di sicurezza dell’edificio, soprattutto nella parte dei magazzini, e gravi carenze per quel che riguarda l’apparato antincendio e l’impiantistica. Era stata infatti dichiarata inagibile e la sede della Protezione Civile era stata spostata in via provvisoria in via delle Canovine. Un intervento da un milione di euro, per nove mesi circa di lavori: al termine del cantiere, l’edificio di via Coghetti, accanto all’attuale Comando della Polizia Locale di Bergamo, si presenterà completamente rinnovato. Si svilupperà su tre livelli per un totale 445 mq, con un piano interrato, destinato alla funzione di autorimessa con 18 posti auto, e due piani in superficie (piano terra e primo piano). Al piano terra troveranno collocazione gli spogliatoi, i depositi degli utensili e una sala d’attesa. Al primo piano il cuore operativo dell’ente, con gli uffici, lo spazio riunioni, le sale per i volontari, la cucina e sala da pranzo.

4 – A scuola non va il riscaldamento. Vittorio Emanuele, lezioni sospese

Rientro gelido per gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale Vittorio Emanuele, in piazzale degli Alpini. Aule ghiacciate, sciarpa e giacca, caloriferi ad intermittenza a causa delle caldaie bloccate. Il preside ha deciso per la sospensione delle lezioni, dunque, dalle 10 di stamattina.

5 – Aggressione in piena notte con mazza da baseball a Villongo 

Picchiato nella notte con una mazza da baseball. Tanta violenza, ingiustificata, nei confronti di Ben Aly Kone, ivoriano di 33 anni, in Italia dal 2006, di professione agente della sicurezza in un centro commerciale della Bergamasca. Mancava un quarto d’ora all’1 della notte tra sabato e domenica quando quattro sconosciuti a volto scoperto lo hanno aggredito accanto alla sua auto, parcheggiata fuori casa a Villongo. È stato portato in ospedale: 12 giorni la prognosi.

6 – Mattinata da dimenticare per i pendolari. Soprattutto a Treviglio

Carrozze gelide e ritardi. Cronache di disagi annunciati per i pendolari dei treni stamattina. A Treviglio, però, le cose sono andate anche peggio: i terminali automatici non funzionavano e anche il monitor che dà tutte le informazioni era guasto. Il terminal ha ripreso a funzionare intorno alle 9.30 mentre le biglietterie automatiche non funzionavano ancora a metà mattinata.

7 – Dalla prossima domenica si paga il parcheggio in centro

Dal 15 gennaio nelle strisce blu del centro di Bergamo si pagherà la sosta anche nei giorni festivi, con le stesse tariffe e gli stessi orari dei giorni feriali. Poi, nel giro di un mese, toccherà ai residenti pagare, secondo le nuove regole riguardanti la sosta sulle strisce gialle. Una sorta di tassa sul parcheggio sotto casa, 120 euro l’anno per la zona rossa (la più centrale), 90 per quella arancio (semicentrale), 60 per quella gialla (più periferica).

8 – Formazione docenti neoassunti. Il 13 gennaio a Bergamo incontro di apertura

Sono al via le attività di formazione per i circa 150 docenti neoassunti a tempo indeterminato nelle scuole bergamasche. Venerdì 13 gennaio, ore 14.30-17.30, all’auditorium del Seminario Vescovile in Bergamo Alta, via Arena 11, il personale docente ed educativo neoassunto, con i propri tutor, partecipa al primo incontro, finalizzato ad illustrare le modalità generali del percorso di formazione, il profilo professionale atteso del docente, le principali innovazioni in atto nella scuola. Relatori: Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, e Patrizia Graziani, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.