Notizie su Bergamo e provincia
(14-19 maggio 2018)

19 MAGGIO

 

1 – Primo Bergamo Pride, festa grande in centro e partecipazione numerosissima

Avere già delle stime è complicato (se non impossibile). Quel che è certo e che si può già dire è che la prima edizione del Bergamo Pride, la manifestazione Lgbtqi, è stata un successo. Dopo il ritrovo fissato alle 15 al piazzale della Malpensata, un serpentone di persone in festa, tra musica, striscioni e bandiere arcobaleno, alle 16 circa ha iniziato a snodarsi per via Bonomelli, viale Papa Giovanni, via Tiraboschi, Piazza Pontido, via XX Settembre e piazza Matteotti, davanti al Comune, dove su un palco è iniziata la musica dal vivo.

 

 

Migliaia di persone hanno partecipato all’evento e anche le istituzioni non sono mancate, compreso il sindaco Gori, armato di bandiera arcobaleno e sorridente. Prima del via al Pride, il centro città aveva ospitato invece il passaggio della 1000 Miglia, anch’esso evento molto partecipato. Il Pride non finisce con la sfilata: visitando la pagina Facebook della manifestazione, infatti, è possibile scoprire i tanti eventi collaterali organizzati per l’occasione e che prolungheranno la festa ancora di qualche ora.

2 – Disposta la chiusura temporanea del Bolgia di Osio Sopra dopo il blitz dei Carabinieri

Nella tarda serata di sabato 12 maggio, i carabinieri di Treviglio e il “gruppo interforze” (Nas di Brescia, il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Bergamo, l’Inps di Bergamo, il Nucleo Cinofili di Orio al Serio, l’Agenzia dell’Entrate di Bergamo e la Siae) avevano compiuto un blitz presso la nota discoteca Bolgia di Osio Sopra. Diverse le irregolarità riscontrate durante i controlli e anche delle “criticità” circa la sicurezza e la certificazione antincendio della discoteca. Per questo motivo, sabato 19 maggio è stata emessa un’ordinanza di sospensione temporanea dell’attività di pubblico spettacolo del locale, a firma del sindaco di Osio Sopra e a seguito dell’informativa dei Carabinieri.

3 – Prime convocazioni azzurre del ct Mancini, ci sono anche Caldara e Cristante

Nel tardo pomeriggio di sabato 19 maggio, sono state rese note le prime convocazioni da ct della Nazionale italiana di calcio del nuovo commissario tecnico Roberto Mancini in vista delle amichevoli del 28 maggio contro l’Arabia Saudita (a San Gallo, in Svizzera), dell’1 giugno contro la Francia (a Nizza) e del 4 giugno contro l’Olanda (a Torino). Tra i trenta convocati, oltre a Mario Balotelli, ecco anche due nerazzurri: Mattia Caldara, alla sua prima convocazione, e Bryan Cristante. Ma ecco l’elenco completo dei convocati, con relative squadre d’appartenenza e ruoli:

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Genoa), Salvatore Sirigu (Torino).

Difensori: Leonardo Bonucci (Milan), Mattia Caldara (Atalanta), Domenico Criscito (Zenit San Pietroburgo), Danilo D’Ambrosio (Inter), Mattia De Sciglio (Juventus), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessio Romagnoli (Milan), Daniele Rugani (Juventus), Davide Zappacosta (Chelsea).

Centrocampisti: Daniele Baselli (Torino), Giacomo Bonaventura (Milan), Bryan Cristante (Atalanta), Alessandro Florenzi (Roma), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Napoli), Rolando Mandragora (Crotone), Claudio Marchisio (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma).

Attaccanti: Mario Balotelli (Nizza), Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Matteo Politano (Sassuolo), Simone Verdi (Bologna), Simone Zaza (Valencia).

4 – Padre Francesco Spinelli il 14 ottobre diventerà santo

Nel corso della celebrazione dell’Ora Terza e del Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione di alcuni beati, papa Francesco ha dato una notizia: il 14 ottobre prossimo Padre Francesco Spinelli, fondatore della congregazione delle Suore Sacramentine, diventerà santo. Nato a Milano il 14 aprile del 1853, Francesco Spinelli era di origini bergamasche e a Bergamo frequentò sia il liceo che il Seminario, in seguito al quale fu ordinato sacerdote. È morto il 6 febbraio 1913 a Rivolta d’Adda.

5 – Da ottobre oltre 54mila diesel devono restare fermi in garage

L’assessore regionale Cattaneo ha confermato quello che già era nell’aria (inquinata): il blocco degli Euro 3 dal prossimo autunno in Lombardia. Un provvedimento che riguarda ben 600mila auto in Lombardia, oltre 54mila nella Bergamasca. Previsti incentivi per la rottamazione. La misura viene messa in atto in risposta alla procedura d’infrazione dell’Unione europea contro l’Italia, che ha ripetutamente sfiorato i limiti annuali di Pm10.

6 – La truffa dei 50 euro cambiati, che in un attimo diventano 10

Una truffa con destrezza ben nota ieri è sbarcata ad Alzano. A farne le spese la farmacia Bonzoni di Alzano. Si presenta un giovane rumeno e dice: «Scusi, mi cambierebbe queste banconote con una da cinquanta? Grazie mille.. ah, guardi che per errore mi ha dato una banconota da 10». Una mossa da prestigiatore, in sostanza, e il farmacista resta beffato. C’erano anche un paio di complici a fungere da palo e da elemento di disturbo, per rendere la preda più «malleabile».

7 – Foppolo e Valleve, per gli ex sindaci arriva anche il sequestro degli immobili

Gli hanno tolto anche la casa. Ancora brutte notizie per gli ex sindaci di Foppolo e Valleve, Giuseppe Berera e Santo Cattaneo. Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bergamo, su disposizione del gip Massimiliano Magliacani dopo richiesta della Procura, ha messo sotto sequestro immobili e altri beni di proprietà degli ormai ex amministratori della Brembo Ski, società fallita degli impianti dell’Alta Val Brembana.

8 – Ancora lettere minatorie a Ciserano, Forza Italia nel mirino

Ancora lettere minatorie a Ciserano. Questa volta a finire nel mirino è stato il coordinatore del circolo di Forza Italia Massimo Tagliabue. L’ha ricevuta giovedì, a casa propria. Una lettera con raffigurato un teschio sorridente con le ossa incrociate e una scritta. «Cucù, cucù…presto la tua testa sarà giù. Esaltato, ciarlatano, ruffiano». Tagliabue, coordinatore del circolo di Forza Italia di Ciserano è l’ultimo destinatario di una lunga serie di lettere minatorie arrivate a vari personaggi in vista del paese.

9 – Mille persone a Le Due Torri per il contest. Con giudice il Papu

Uno stuolo di influencer e vere e proprie star del web hanno fatto impazzire circa mille ragazzi che ieri sera si sono presentati al centro commerciale Le Due Torri per la DoubleTap, la sfida tra talenti di musical.ly e Instagram. Il palco è stato montato nel parcheggio esterno del primo piano del centro commerciale e i partecipanti che hanno passato la selezione si sono esibiti nelle categorie canto, ballo e video. Dei circa 2.500 provini visionati dalla produzione di 2MuchTv, che ha organizzato l’evento, solo tre partecipanti per categoria hanno avuto la possibilità di affrontare la sfida. A valutare le loro prestazioni quattro giudici, tra i quali anche il capitano dell’Atalanta Papu Gomez, che lo scorso anno ha fatto ballare «todo il mundo» con la sua Baila como el Papu.

 

18 MAGGIO

 

1 – Tre carabinieri finiscono in carcere. Sono accusati di aver rubato soldi

Nella tarda mattinata a Cassano d’Adda e a Bergamo i carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Milano su richiesta della Procura , nei confronti di tre militari dell’Arma. Uno di loro era già stato sospeso dall’impiego e attualmente sottoposto agli arresti domiciliari. Ai militari viene contestato, a vario titolo, di essersi impossessati di somme di denaro, tra aprile 2016 e agosto 2017, in occasione di quattro attività di perquisizione domiciliare a pregiudicati locali e, solo in un caso, di aver detenuto stupefacenti (10 grammi) attribuendone il possesso ad un arrestato, attestando il falso nei relativi verbali di arresto.

2 – Piscine di Romano: tre rinvii a giudizio e una posizione stralciata

Venerdì scorso si è tenuta la prima udienza del «caso piscine» di Cologno al Serio. L’esito è stato questo: tre rinvii a giudizio e una posizione stralciata per via di un errore di notifica, a cui seguirà una nuova richiesta. I protagonisti della vicenda, oltre al Comune che si è costituito parte civile, sono i tre soci della società ormai fallita On Sport di Cologno più una quarta persona direttore dei lavori. Tutti e quattro accusati di truffa aggravata.

3 – Marigolda di Curno: spaccano cassaforte. I condomini fanno fuggire i 5 ladri

Marigolda di Curno: ieri sera alle 22.30 i vicini sentono forti rumori in un condominio, escono in strada e vedono uscire uno a uno delle persone dallo stabile. Un vicino cerca di bloccarne uno per i capelli, sospettando fossero ladri, e un altro torna indietro e lo minaccia con la pistola. I cinque fuggono con un’Audi 4 con targa di un altro veicolo e urtano diverse auto in sosta. La ricostruzione dei fatti conferma che i 5 ladri erano entrati in un appartamento dove l’ inquilino era assente. Hanno ribaltato tutta la casa e con una mazza hanno aperto cassaforte e asportato 500 euro. Disturbati dal vociare allarmato dei vicini sono scappati.

4 – 28enne fermato per spaccio in via Maglio del Lotto

Ancora alta l’attenzione della Polizia Locale nei confronti dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree intorno al centro cittadino: ennesimo arresto di questa prima metà 2018 ieri da parte degli agenti del Nucleo di Sicurezza Urbana del Comune di Bergamo, questa volta in via Maglio del Lotto. Colto in flagrante durante un servizio in borghese è stato stavolta N.I., 28enne residente in provincia di Bergamo e con precedenti specifici. Il giovane stava vendendo hashish a una donna residente in Spagna, ma domiciliata in città, quando gli agenti lo hanno notato e raggiunto. Stamattina sarà processato per direttissima. Si tratta del 24mo arresto della Polizia Locale nel 2018, avvenuto nell’ambito di un’operazione che ha interessato piazzale degli Alpini (due persone sono state segnalate alla Prefettura per detenzione ai fini dello spaccio), via Bonomelli, Quarenghi e Malpensata.

5 – Morta per il bypass gastrico, assolti i medici di Habilita

Era morta per il bypass gastrico nel dicembre 2016 alla clinica Habilita di Zingonia. Ma il Tribunale di Bergamo non ha avuto dubbi: i medici non avrebbero potuto fare niente per lei. Il caso è stato archiviato. La donna, Sara Roncucci, 31enne di Latina mamma di due figli, si era sottoposta all’intervento per perdere peso i primi di settembre del 2016. Già dalle prime ore dopo essere stata dimessa dall’ospedale di Siena dove era stata operata aveva iniziato ad accusare forti dolori e malessere. Così si era recata a Latina, in pronto soccorso. Ma, dopo essere stata sottoposta a qualche accertamento, era stata dimessa. Tornata il giorno dopo per eseguire una tac la donna ha avuto un arresto circolatorio proprio mentre stava facendo l’esame. La causa del malessere che l’ha portata alla morte è stata un’emorragia addominale dovuta alla rottura di una delle graffette del bypass. Dopo essere stata operata d’urgenza all’addome Sara Roncucci, ormai in stato vegetativo, era stata trasportata all’Habilita di Zingonia. Arrivata nella struttura il 7 dicembre aveva perso la vita 20 giorni dopo, lasciando il marito e i due figli di 7 e 12 anni. Sul caso era stato aperto un fascicolo che vedeva indagati 25 medici, tra cui 10 dell’Habilita.

6 – Mobike: abbonamenti più economici, rincaro per gli utenti occasionali

Basta 30 centesimi per singola corsa: l’utilizzo delle Mobike a Bergamo ora verrà a costare 69 centesimi. Gli utenti occasionali, quindi, dovranno sborsare di più. Calo invece per gli abbonamenti, per favore la fidelizzazione al servizio di bike sharing a flusso libero: 30 giorni da euro 9,90 a euro 7,50; 90 giorni da euro 24,90 a euro 19,99; 180 giorni da euro 48,90 a euro 37,50; 360 giorni da euro 89,90 a euro 54,99.

7 – «Tradita» dal pernottamento in albergo. Arrestata dai carabinieri due volte una sinti pregiudicata

È stata arrestata dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio in un albergo di Dalmine in nottata la 28enne sinti, pregiudicata, ricercata da quasi un anno, in quanto pendevano a suo carico ben due provvedimenti di carcerazione emessi dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Milano per reati contro il patrimonio commessi negli anni scorsi, in provincia di Milano, e poi andati a giudizio con condanne definitive. Complessivamente, sommando i due ordini di esecuzione, la donna dovrà scontare quasi 11 anni di reclusione residui e pagare sanzioni penali pecuniarie per alcune migliaia di euro.

 

17 MAGGIO

 

1 – Novità per la sosta in centro con posto riservato a un hotel

Il Comune di Bergamo ha delimitato nelle scorse ore il primo posto auto riservato a una struttura ricettiva in città: si tratta di uno stallo di sosta in concomitanza con l’ingresso dell’Hotel Petronilla in via San Lazzaro. L’albergo si è avvalso del recente provvedimento varato dal Comune di Bergamo, in accordo con le associazioni di categoria di Ascom e Confesercenti, che consente agli hotel di riservare stalli di sosta, dietro pagamento di una tariffa annuale. Nei prossimi giorni un altro stallo di sosta di via San Lazzaro verrà sostituito dal dehor di una delle attività commerciali della via. Il Comune di Bergamo, volendo inserire i processi di miglioramento della fruibilità dello spazio pubblico in un quadro che tenga conto delle diverse istanze, provvederà a creare nuovi posti per residenti nella stessa zona di sosta. In via Moroni infatti saranno istituiti 7 nuovi e ulteriori stalli di parcheggio di colore giallo utilizzabili dai residenti della stessa zona di sosta.

2 – Omicidio di Caravaggio, l’ultimo saluto a Carlo e Maria Rosa

I funerali di Carlo Novembrini e Maria Rosa Fortini sono stati celebrati oggi pomeriggio, giovedì, nella chiesa parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico di Caravaggio. Una cerimonia unica per i due che da anni vivevano insieme a Sergnano. E insieme hanno trovato la morte per mano del fratello minore di Carlo, Maurizio Novembrini oggi ancora in carcere a Bergamo.

3 – Al via i lavori per gli orti sociali nel Parco del Quintino

Sono partiti i lavori per la realizzazione di orti sociali al Parco del Quintino, nel quartiere Monterosso. Gli orti saranno gestiti dall’Associazione Propolis tramite il Regolamento Beni Comuni voluto dal Comune di Bergamo per favorire progetti di cittadinanza attiva. Il progetto prevede anche la creazione di uno spazio comune con un pergolato e la messa a dimora di alberi da frutto.

4 – Auto contro un albero a Pisogne. Perde la vita 54enne di Lovere

Una 54enne di Lovere è morto, una 47enne di Cerete – che era passeggera della Citroen C1 incidentata – è rimasta ferita. Grave incidente stanotte alle 4 a Pisogne: un auto si è schiantata contro un albero. Immediati i soccorsi con l’intervento dell’elisoccorso decollato da Brescia e due ambulanze. La tragedia nel centro del paese, a pochi metri dalla stazione dei treni.

5 – Case, le vendite sono cresciute del 50% in 5 anni

Buoni segnali dal mercato immobiliare in provincia, con la fine di una fase di stanca che andava avanti da 11 anni. Le compravendite sono salite del 50% rispetto a cinque anni fa, anche se le quotazioni sono lontane da quelle pre-crisi. Tengono le zone di pregio cittadine: si sfiorano i 5mila euro al metro quadro. In Città Alta si sale fino a 8mila euro. Bene anche il mercato degli affitti.

6 – Calano le vendite di diesel: boom di ibride, metano e benzina

Dopo gli annunci ripetuti di grandi casi automobilistiche, pronte ad abbandonare entro un limitato numero di anni i motori alimentati a gasolio, i bergamaschi si muovono di conseguenza. Ulteriore calo dei diesel (è così da inizio anno), crescita superiore al 20 per cento per ibride e benzina. Boom ad aprile, grazie agli incentivi, per le auto a metano, addirittura triplicate rispetto allo stesso mese del 2017.

7 – Zingonia, arresti e perquisizioni: 150 identificati

Non accenna ad allentare la «morsa» dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio nell’area sensibile di Zingonia. Una porzione di territorio sensibile sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica compresa nella competenza areale di cinque comuni: Osio Sotto, Ciserano, Verdellino, Boltiere e Verdello. Oltre alle maxi operazioni antidroga dei militari dell’Arma ai palazzoni di Ciserano  o alle  torri di Verdellino, che da due anni circa si susseguono costantemente, i carabinieri hanno nell’ultimo anno hanno altresì intensificato notevolmente le attività diuturne di controllo del territorio, il tutto soprattutto nelle aree più a rischio, come appunto le stazioni e le piazze. Aumentati, anche, i controlli agli esercizi pubblici e commerciali di Zingonia, soprattutto quelli etnici. Nelle ultime 72 ore, in particolare: a Ciserano è stato arrestato e sottoposto a detenzione domiciliare un marocchino 37enne colpito da un provvedimento di restrizione emesso a suo carico dal Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria per reati in materia di sostanze stupefacenti; a Verdellino è stato denunciato a piede libero un marocchino 25enne, regolare sul territorio nazionale, controllato all’interno di un bar e trovato in possesso di un coltello di circa 20 cm e di un bastone di oltre mezzo metro; a Ciserano denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti due magrebini ultraventenni trovati complessivamente in possesso di circa mezzo etto di hashish; a Verdellino, liberato un appartamento occupato abusivamente e denunciato a piede libero il relativo occupante, uno straniero, per invasione di edifici; a Boltiere, Osio Sotto, Ciserano, Verdellino e Verdello, rintracciati e denunciati a piede libero complessivamente dieci stranieri clandestini sul territorio nazionale (nazionalità marocchina, tunisina e sudamericana), nei confronti dei quali, oltre al reato di clandestinità, è stata altresì avviata la relativa procedura di espulsione dal territorio nazionale mediante l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo.

8 – Auto blocca il passaggio a livello di Montello, in tilt i treni sulla Bergamo-Brescia

Il treno 4905 delle 7 da Bergamo per Brescia soppresso, il treno 4906 da Brescia le Bergamo in arrivo alle 7.13 ha avuto 75 minuti di ritardo. Il problema? Un’auto non ha rispettato il passaggio a livello, bloccando i binari, e la circolazioni stamane è andata in tilt. Il problema, poi, si è ampliato a catena, a causa dei continui ritardi e delle coincidenze perse per i pendolari.

 

16 MAGGIO

 

1 – Mille Miglia e Bergamo Pride insieme. Il Comune: lasciate a casa l’auto

Sabato 19 maggio si prospetta giornata delicata per la viabilità del centro città. In primo luogo transiterà a Bergamo la 1000 Miglia, la più importante manifestazione su strada di auto d’epoca. Circa 400 auto d’epoca, precedute da 200 tra Ferrari e Porsche, transiteranno da via Broseta per largo Rezzara, via XX Settembre, Piazza Matteotti, via Tasso, Piazzetta S.Spirito, Via Pignolo e via Borgo Palazzo (da Via Camozzi a Piazza S.Anna) per poi uscire dalla città in direzione di Seriate. Le Ferrari e le Porsche arriveranno in città dalle ore 12 circa, mentre la manifestazione vera e propria farà il suo passaggio in città dalle 14.00 alle 17.00 circa. Il centro sarà chiuso al traffico da Largo Porta Nuova a via Petrarca e tutta Piazza Pontida, XX Settembre e Piazza Matteotti sino a via Tasso dalle 11.00 alle 19.00. Dalle 16.00 sfilerà invece un corteo per sensibilizzare sul tema delle differenze di genere (il BergamoPride) che si snoderà a partire da Via Bonomelli, attraverso viale Papa Giovanni, Largo Porta Nuova, Via Tiraboschi, via Zambonate, P.zza Pontida, via XX Settembre per concludersi in Piazza Matteotti. Dalle ore 16.00 alle 17.00 sarà quindi chiuso al traffico anche il tratto dalla Stazione ferroviaria (via Bonomelli compresa) a Porta Nuova e a seguire via Tiraboschi – via Zambonate – piazza Pontida sino a quando il corteo confluirà in XX Settembre, già chiusa. Man mano il corteo avanzerà, le strade saranno riaperte. Saranno ovviamente chiuse al traffico anche le vie che confluiscono nel percorso del corteo. Piazza Matteotti rimarrà chiusa sino alle ore 20.00 circa.

2 – SuperEnalotto, vinto un premio da 13mila euro a Presezzo

Jackpot del SuperEnalotto solo sfiorato per due giocatori lombardi, che però nell’ultimo appuntamento centrano ognuno un 5 da 13mila euro. Le schedine fortunate sono state convalidate a Gavardo (Brescia, Tabaccheria Nuova Idea in via Rivetta 21) e Presezzo (Bergamo, Tabaccheria in via Vittorio Veneto 1453). Il premio per la sestina esatta vola sempre più in alto, adesso vale 35,4 milioni di euro. In Lombardia il 6 manca dal giugno 2013, con 40,7 milioni vinti a Milano, mentre l’ultima vincita di prima categoria in ordine di tempo è finita a Caltanissetta lo scorso 17 aprile, con un premio da 130,2 milioni.

3 – Blue Panorama inaugura un volo da Bergamo a Capo Verde

Blue Panorama Airlines ha inaugurato oggi, mercoledì 16 maggio, il collegamento diretto tra Bergamo e l’aeroporto Amilcar Cabra di Sal, Capo Verde. Il volo, in collaborazione con Cabo Verde Time, si effettuerà tutte le settimane fino al 12 settembre ogni mercoledì,  mentre dal 22 settembre verrà effettuato ogni sabato. L’aeromobile impiegato sulla tratta, un Boeing 737-800 Next Generation, con una capienza di 189 posti, è decollato alle 13.30 ora locale.

4 – Fara, parcheggio sotto la lente. Indaga l’Anticorruzione di Cantone

Procedimento di vigilanza sul cantiere per fare chiarezza su quanto è stato segnalato, lo scorso mese di agosto, in un esposto presentato dal Movimento 5 Stelle. Insomma, entra in gioco l’Autorità Anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone sul maxi cantiere della Fara, dove a fine gennaio sono iniziati i lavori per la realizzazione del parcheggio sotto l’ex parco faunistico. La verifica riguarda una presunta mancanza di trasparenza nelle procedure e le condizioni, giudicate «nettamente sbilanciate» a favore della parte privata. Il Comune di Bergamo non si scompone: «Siamo tranquilli».

5 – Frode da 16 milioni di euro, sgominata associazione a delinquere

Oltre 16 milioni di euro di frode accertata attraverso emissione di fatture false, riciclaggio di denaro frutto di evasione, somministrazione illecita di manodopera nel settore edile. Operazione di ampio respiro quella condotta dalla Guardia di Finanza di Bergamo, che ha arrestato quattro persone ritenute a capo del sodalizio. Altre 11 sono state raggiunte da misure cautelari. Sequestrati contanti e conti correnti.

6 – Arrestato spacciatore seriale a Cortenuova dopo mesi di indagini

È finito in carcere il 24enne Naghmouch Mohamed, l’uomo arrestato nelle scorse settimane dai militari della compagnia di Treviglio, in quanto sospettato di aver tessuto una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti nella Bassa, in particolare attorno a Cortenuova.  In centro al paese, distribuiva da ormai cinque anni il discount per giovanissimi di cocaina ed eroina.

7 – Donizetti Revolution vol. 4: il Teatro Sociale è soldout

Grande attesa in città e biglietti già esauriti per «Donizetti Revolution vol. 4», la presentazione-spettacolo ideata e realizzata dal direttore artistico Francesco Micheli che, il prossimo 17 maggio al Teatro Sociale (ore 20.30), illustrerà alla città il programma di Donizetti Opera 2018 con la partecipazione del mezzosoprano Sonia Ganassi, che sarà poi fra gli artisti ospiti del festival autunnale. Attraverso un inedito intreccio di musica, parole, immagini e video, il pubblico potrà entrare nel mondo di Donizetti scoprendo la sua prima opera andata in scena duecento anni fa, Enrico di Borgogna, titolo 2018 del ciclo #donizetti200. Con un romanticissimo viaggio, ci si sposterà quindi in Inghilterra per scoprire Il Castello di Kenilworth, altro gioiello operistico di Donizetti che in autunno vedrà sul podio il direttore musicale Riccardo Frizza. Non mancheranno i riferimenti a Rossini, al quale verrà dato ampio spazio in coincidenza con il 150° anniversario della morte, e ai tanti altri eventi in programma: la Donizetti Night, il Dies Natalis, i concerti e le opere da camera e, per finire, un omaggio alla grande Mariella Devia che lascia le scene teatrali in questi giorni ma che – come è noto – riserverà uno dei suoi prossimi concerti proprio al festival bergamasco.

8 – Gesto dell’ombrello, lite tra Donadoni e un ultrà

«Mister pensavo che tu fossi scarso, ma come uomo sei peggio perchè dici le bugie». «No il falso sei tu, sei un ipocrita, forse eri ubriaco». È stato un “sipartietto” tutt’altro che piacevole quello tra il bergamasco Roberto Donadoni, ex stella nerazzurra e anche ex allenatore della nazionale, attualmente numero uno della panchina del Bologna, e un tifoso rossoblu. Il tifoso ha accusato l’allenatore, originario di Cisano Bergamasco, di avergli fatto il «gesto dell’ombrello» al termine dell’ultima partita che il Bologna ha perso con il Chievo. Donadoni, furente, non si è tirato indietro e ha risposto a tono (acceso) all’ultrà. Uno scambio di accuse ripreso dalle telecamere… un vero big match, altro che gli scontri sul campo.

 

15 MAGGIO

 

1 – Addio a Dino Capra, autore della canzone popolare Maslana

Se ne è andato all’indomani dell’Adunata Nazionale degli Alpini a Trento, lui che per tutti era “l’alpino”. È morto martedì 15 maggio, vicino a Lodi, Dino Capra, a tutti noto per essere stato fra l’altro l’autore del noto canto popolare Maslana dedicato alla frazione di Valbondione, posta ai piedi delle Cascate del Serio. Di quelle «baite al sole d’or» aveva raccontato in rima e sul pentagramma «la gran festa di color», segnalando anche con la fraterna gioia alpina il bello di ritrovarsi con semplicità, attorno a una polenta e ballando su un prato al suono di un’armonica. L’annuncio della morte di Dino Capra è stato dato sul gruppo Facebook “Sei di Valbondione se…” da parte del nipote Davide e da subito sono stati tanti i conoscenti e gli amanti della montagna che hanno espresso il proprio cordoglio. A Valbondione arrivò da giovane e si innamorò di questo paese tra i monti. I funerali si terranno mercoledì 16 maggio, alle 14, nella chiesa si San Lorenzo a Lodi.

2 – Lite tra mamme fuori dall’asilo, in ospedale finiscono anche le bambine

Lite tra mamme fuori dall’asilo, in ospedale finiscono anche le bambine È successo oggi pomeriggio a Calvenzano. Erano circa le 15.50 quando al 112 è arrivata la chiamata per richiedere l’intervento di un’ambulanza in seguito a un’aggressione avvenuta all’esterno della scuola materna del paese. Sul posto si è portata un’ambulanza della Croce rossa di Treviglio in codice verde. Niente di grave. La lite era scoppiata tra due mamme, entrambe marocchine, e nella concitazione sono finite in mezzo anche le figlie, di 9 e 5 anni. I soccorritori hanno comunque deciso di trasportare una donna di 30 anni e una bambina di 9 in ospedale a Treviglio in codice verde. Poco dopo essere rientrata a casa anche l’altra donna, una 38enne, ha chiamato un’ambulanza. Lei e la bimba di 5 anni sono state trasportate in ospedale a Crema per accertamenti, ma stanno bene.

3 – Ricercato da un anno, sinti catturato dai carabinieri

È stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Treviglio il sinti 48enne ricercato da circa un anno per furti. Era destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso a suo carico dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Alessandria. L’uomo, con alle spalle già altri precedenti penali, dovrà scontare 8 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio commessi in provincia di Alessandria negli anni scorsi, le cui condanne sono difatti divenute definitive. È stato rintracciato a Capriate San Gervasio dopo un breve inseguimento scaturito quando la “gazzella” del 112, che lo aveva intercettato durante un ordinario pattugliamento del territorio, aveva tentato di controllarlo in quanto ritenuto sospetto.

4 – Il gruppo Bonaldi diventa austriaco. Un affare da circa duecento milioni

Bonaldi Motori diventa austriaco. La più grande concessionaria automobilistiche di Bergamo, ambasciatrice dei principali in Italia dei marchi tedeschi del gruppo Volkswagen, cioè Audi, Porsche, poi Skoda e Seat, oltre a Lamborghini, passerà a un colosso stranieri la Porsche Holding Salzburg, controllata direttamente da Volkswagen. Un affare da 200 milioni di euro di cui parla oggi il Corriere della Sera Bergamo, che mette un po’ di preoccupazione ai dipendenti, manager in particolare: un’operazione simile a Firenze si è conclusa con una sorta di tabula rasa dello staff dirigenziale.

5 – Successo per la mostra di Raffaello: 72mila visitatori, il doppio delle previsioni

Il 6 maggio 2018 si è concluso Raffaello e l’eco del mito, il progetto protagonista della stagione espositiva 2018 di Bergamo, ideato da Fondazione Accademia Carrara in collaborazione con Gamec – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e in coproduzione con Marsilio Electa. Un successo di pubblico proveniente dall’Italia e dal mondo e un ottimo riscontro di critica. 72mila i visitatori, comprendendo gruppi e scuole, provenienti da tante regioni d’Italia (principalmente Lombardia, Veneto, Abruzzo, Piemonte ed Emilia Romagna) e da molti paesi (soprattutto Russia, Francia, Spagna e Germania). I dati raccolti dai questionari destinati al pubblico confermano la conoscenza dell’Accademia Carrara: oltre il 65% aveva visitato in precedenza il museo.

6 – Furti seriali di telefoni cellulari sui treni, denunciato dai carabinieri un 22enne

È stato denunciato a piede libero per furto aggravato e continuato e ricettazione il marocchino 22enne, clandestino sul territorio nazionale e pregiudicato, individuato dagli investigatori dell’Arma quale l’autore seriale di furti di telefoni cellulari all’interno dei convogli dei treni in transito nella Bassa Bergamasca e in particolare nei pressi della stazione di Romano di Lombardia. Il modus operandi era sempre lo stesso, lo straniero agiva mentre i passeggeri riposavano sul treno oppure si distraevano a fare altro. L’ultimo colpo è avvenuto domenica pomeriggio, quando a una passeggera veniva sottratto con destrezza il proprio smartphone di ultima generazione che aveva con sé. Dopo il colpo compiuto sul treno, l’extracomunitario è sceso velocemente dallo stesso e ha tentato la fuga a piedi, prima comunque di essere bloccato da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Romano, nel frattempo allertata tramite chiamata al 112. Sottoposto a perquisizione personale, il magrebino veniva trovato in possesso sia di tale telefono cellulare, ma anche di altri tre apparecchi, anch’essi poi risultati rubati.

7 – Dovevano fare soste obbligatorie ma viaggiavano: il trucco (via bluetooth) dei camionisti

Devono fermarsi tre quarti d’ora ogni quattro ore, perché viaggiare stanchi è pericoloso. Però due autisti di tir truccavano il cronotachigrafo digitale usando un hardware con il bluetooth per ingannare il sistema. Viaggiavano, ma risultavano in pausa. La stradale di Bergamo li ha scoperti: si tratta di due autisti arrivati dalla Campania e dalla Puglia per scaricare frutta e verdura. Sono stati multati (anche il datore di lavoro) ed è stata ritirata loro la patente.

8 – Otto nuovi vigili in arrivo per la polizia locale di Bergamo

La Polizia locale di Bergamo è pronta a rimpolpare il suo organico con ben otto nuovi agenti. La notizia giunge dopo l’accordo stipulato fra i comuni di Bergamo e Cremona, che lo scorso 7 maggio ha selezionato gli aspiranti vigili attraverso un bando di concorso pubblico.

 

14 MAGGIO

 

1 – Le rubano le bici: 4 ore dopo le vede in vendita su subito.it

Erano sparite dal suo cortile, quattro biciclette appartenenti al marito e del figlio, e quattro ore dopo erano già in vendita su subito.it. I fatti risalgono allo scorso 7 maggio: protagonista una donna di Curno che si è subito – è giusto sottolinearlo – rivolta ai carabinieri per denunciare il fatto spiegando che le due bici, del tipo city bike e dal valore di mille euro, erano state fatte costruire su misura. La vittima ha scritto a chi ha pubblicato l’annuncio, fingendosi interessata all’acquisto. Dall’altro lato del pc una signora marocchina di 53 anni, disoccupata, regolare sul territorio italiano e incensurata che le ha dato subito appuntamento a Bergamo. La vittima, però, si è presentata insieme ai carabinieri, che hanno poi denunciato la marocchina per ricettazione.

2 – Via Sant’Orsola, lampione cade da oltre 10 metri: nessun ferito

Tragedia sfiorata oggi alle 16 in via Sant’Orsola, civico 11: un pesante lampione è caduto da oltre dieci metri di altezza. Nessuno si è fatto male. I vigili del fuoco, insieme alla Polizia Locale, hanno chiuso provvisoriamente l’acceso alla via. Sul posto sono arrivati anche i tecnici di A2A che stanno provvedendo, insieme ai vigili del fuoco, a verificare la stabilità e la sicurezza degli altri sei lampioni dello stesso tipo, collocati sotto il tetto del palazzo che ospita la sede territoriale di Regione Lombardia.

3 – Operaio rimasto schiacciato a Cividate, intervenuto l’elisoccorso

Grave incidente sul lavoro a Cividate, un operaio è rimasto schiacciato in un’acciaieria in via Motta Alta mentre lavorava. Le sue condizioni sembrano destare preoccupazione. L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

4 – In preghiera contro il Gay Pride. Annullata la “riparazione” a Bergamo

Avevano organizzato una vera e propria veglia di preghiera contro il Gay Pride del 19 maggio a Bergamo. Ma alla fine hanno deciso di annullare tutto. Anche se, informano gli ultracattolici del Popolo della Famiglia, pregheranno in forma autonoma. La veglia di preghiera si sarebbe dovuta tenere nella Chiesa del Convento dei frati Cappuccini a Bergamo. L’iniziativa aveva suscitato non poche polemiche. Lo stesso assessore Giacomo Angeloni aveva condannato l’iniziativa. «Da amministratore ritengo che non ci sia nulla da riparare per un evento che si pone come obiettivo la difesa dei diritti – aveva detto -. Da cattolico praticante penso che l’eucarestia debba includere e non discriminare».

5 – Piove dentro un vagone del Bergamo-Milano

Prove sempre più ardue per il pendolari del treno Bergamo-Milano. Se purtroppo ormai non è più una notizia quella dei convogli in ritardo, è una  novità quello che hanno trovato stamattina sul 2606 per Milano delle 7.35. Su un’intera carrozza l’acqua era ovunque, con perdite dal tetto.

6 – Maxi blitz in discoteca a Osio Sopra, molte le irregolarità riscontrate

Grande operazione dei carabinieri e del gruppo interforze nella notte tra sabato e domenica all’interno di una notissima discoteca di Osio Sopra. Numerose le irregolarità contestate sia al locale che ad alcuni clienti, dai dj senza Siae ai giovani sotto effetto di stupefacenti.

7 – Ezio Gritti apre la sua terrazza per gli aperitivi gourmet

Le migliori proposte gastronomiche di sempre, firmate dal cuoco Ezio Gritti, patron dell’omonimo ristorante affacciato su piazza Vittorio Veneto, incontrano le creazioni dei fuoriclasse della mixology Giovanni De Lorenzi e Luigi Arcuri di Cielo Cocktail Bar, il locale – laboratorio che ha reso la miscelazione una vera e propria arte. Ogni giovedì, a partire dal 17 maggio, dalle 18.00, la terrazza del Ristorante Ezio Gritti ospiterà gli Aperitivi Gourmet «Il cielo in terrazza», un esclusivo format di eventi dedicati a cucina e mixology, per un intrecciarsi di mangiar bene e bere bene miscelato capace di stupire anche i palati più intraprendenti ed esigenti.

8 – Aveva pestato a sangue un coetaneo nel 2015, arrestato trevigliese

È stato arrestato dalle forze dell’ordine C.F., 22enne nato e residente a Treviglio, già noto agli inquirenti per diversi precedenti. Il procuratore di Bergamo l’ha infatti  condannato in via definitiva a due anni di carcere in quanto, in concorso con altri, aveva percosso un coetaneo per futili motivi. Il pestaggio era avvenuto una notte dell’estate 2015 fuori da un bar nei pressi della biblioteca comunale, e la giovane vittima aveva perso tre denti nello scontro e ricevuto una prognosi di oltre 40 giorni a seguito delle ferite riportate. All’epoca dell’accaduto, C.F. era già noto alle forze dell’ordine per spaccio di sostanze stupefacenti. Era inoltre strettamente monitorato per il suo comportamento, e sottoposto a libertà controllata. L’8 giugno 2016, invece, il ragazzo aveva tentato di truffare tre spacciatori vendendo loro tre kg di farina doppio zero e spacciandola come droga. Quando i pusher avevano rintracciato il ragazzo, quest’ultimo li aveva inoltre rincorsi minacciandoli con un coltello.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.