Auto elettriche, 8 cose da sapere
prima di decidere di comprarne una

Continua a crescere il mercato delle auto elettriche, tanto da far decollare la percentuale al +120% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’intero settore ha fatto registrare solo a giugno un rialzo del 225%. Numeri che vanno inquadrati in una generale sensibilizzazione verso emissioni minori: un trend ecosostenibile che sembra destinato a coinvolgere una fetta sempre maggiore di guidatori. Nelle speranze dei produttori le auto elettriche a breve potrebbero coprire l’1% del complessivo circolante. Ciò grazie anche alla maggiore capacità e autonomia delle nuove batterie, il cui prezzo sta calando in maniera significativa. Un intero settore che continua a crescere, spesso inquinato da falsi miti o informazioni poco accurate: cerchiamo di fare chiarezze, con una lista di cose da sapere prima di scegliere l’elettrico.

 

Auto elettriche, 8 cose da sapere

  • L’auto elettrica non inquina – L’auto elettrica non emette in marcia né CO2 né NOxe neppure rilascia polveri sottili. Nonostante alcuni studi datati 2012 abbiano messo in dubbio la quota di emissioni delle elettriche, sono oramai considerati datati e superati.
  • Le batterie costano sempre meno – E aumenta l’efficienza e il range di km di autonomia, anche grazie ai nuovi sistemi di recupero di energia in frenata. Caratteristiche che consentono alle nuove auto elettriche di avere un’autonomia molto più ampia rispetto ai primi modelli, quando erano ancora in fase sperimentale.
  • I prezzi delle auto elettriche sono accessibili a tutti – I prezzi delle auto elettriche, anche in virtù del punto 2, stanno diventando più accessibili. Gli incentivi regionali e statali in questo momento sono generosi: la differenza a listino con le auto a benzina si sta assottigliando, come si può notare anche sul portale web di Quattroruote ad esempio, dove è possibile anche confrontare i vari modelli.
  • Esistono già soluzioni di noleggio per privati – Certamente la batteria è la più grande preoccupazione per chi si approccia al mondo delle auto elettriche. In realtà esistono già soluzioni di noleggio a lungo termine per i privati, che di fatto mettono al riparo da qualsiasi tipo di imprevisto.
  • Le colonnine di ricarica sono in aumento – Al momento sono attive circa 145mila stazioni di ricarica in tutta Europa, ma i produttori stanno facendo la voce grossa, chiedendone 3 milioni. E c’è da scommettere che verranno ascoltati.
  • Le reti elettriche non rischiano di sovraccaricarsi – Altro falso mito da sfatare: le reti elettriche nazionali difficilmente collasseranno causa auto elettriche: in Norvegia le auto elettriche rappresentano il 21% di quelle su strada e il consumo nazionale è aumentato solo del 3%
  • La manutenzione delle auto elettriche è minima – Dimenticate il cambio dell’olio, e tutte quelle azioni di manutenzione necessarie per le auto a benzina. Rispetto al motore tradizionale si riducono drasticamente: su alcuni componenti, ovviamente, vanno a virare verso lo 0.
  • I costi in bolletta aumentano? – Altra preoccupazione comune: ricaricare da casa non conviene. Integrando l’auto elettrica con impianto fotovoltaico e batteria, oltre a benefici effetti in termini di ecosostenibilità, i costi si riducono sensibilmente. Altrimenti si può considerare attendibile la spesa di 5 euro circa per un centinaio di km.