Bosatelli compra il 40 per cento
dell’impresa degli «altri» Percassi

Impresa Percassi Spa – società appartenente al Gruppo Immobiliare Percassi (guidato da Francesco Percassi, nipote di Antonio, presidente dell’Atalanta), operante da oltre 50 anni nel settore delle costruzioni – ha definito oggi un accordo con Polifin Spa, holding di partecipazione che controlla, tra le altre, Gewiss Spa e Grupedil Spa, promotrice dell’innovativo intervento di riqualificazione Chorus Life. L’accordo prevede un investimento finanziario da parte di Polifin con acquisizione del 40% delle quote del capitale di Impresa Percassi.

Edilizia integrata. «Questa operazione – dichiara Domenico Bosatelli, presidente di Polifin Spa – permette a Polifin di individuare un partner qualificato che accompagnerà la società nello sviluppo delle sue innovative iniziative in ambito real estate e immobiliare. Si tratta di un primo importante passo verso la costituzione di un’aggregazione di imprese che avrà come obiettivo lo sviluppo di progetti immobiliari di respiro internazionale. La nostra volontà è infatti quella di dare forma ad un modello di edilizia integrata replicabile nel mondo, che coniughi lo sviluppo sociale con la crescita economica».

«Progetto entusiasmante». Francesco Percassi, presidente di Impresa Percassi Spa, spiega: «Siamo molto onorati della fiducia che il Cav. Bosatelli, con cui da tempo collaboriamo, ha espresso con questo investimento, che rappresenta un importante fattore di accelerazione dei piani di sviluppo e crescita di Impresa Percassi. Il rafforzamento patrimoniale e finanziario unitamente all’esperienza e all’innovazione apportati dal nuovo socio consentiranno alla squadra guidata dall’amministratore delegato Jacopo Palermo di raggiungere nuovi importanti traguardi e di continuare, con ancor maggior determinazione, il processo di crescita avviato da anni, elevando ancor più gli standard qualitativi e professionali. La nostra società è cresciuta tra il 2011 e il 2017, con una media del 30% annuo, conseguendo nel 2017 il massimo storico di volume di affari e da oggi si cimenta in un nuovo ed entusiasmante progetto industriale».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.