Cinque notizie che non lo erano
Come i 3 milioni d’eredità per Silvio

 

1) Ottantottenne lascia 3 milioni di euro in eredità a Silvio Berlusconi

Embed from Getty Images

Nelle ultime settimane si sono lette sul web diverse notizie dal contenuto bizzarro, con al centro testamenti ed eredità di grande valore economico. Secondo quanto scritto da diversi siti, una signora di 88 anni, residente a L’Aquila, avrebbe addirittura lasciato 3 milioni di euro in eredità a Silvio Berlusconi. Il Corriere si è occupato di questa e di altre vicende simili, spiegando che si tratta di una serie di bufale, create da quella che viene definita “la fabbrica italiana della fake news”. L’unica fonte che viene citata dai vari siti web è infatti una fondazione che pare non esistere nemmeno.

 

2) Vince alla lotteria e copre il giardino del capo con 20 mila tonnellate di letame

Un uomo di cinquant’anni, residente in un piccolo paese degli Stati Uniti, avrebbe vinto l’incredibile cifra di 125 milioni di dollari alla lotteria, finendo su tutti i giornali locali. La sua vicenda è diventata ulteriormente famosa quando è stato reso pubblico l’utilizzo di una parte della sua vincita, circa 224mila dollari, che sarebbe stata destinata all’acquisto di 20mila tonnellate di letame. L’uomo avrebbe scaricato l’incredibile quantità di fertilizzante nel giardino del suo ex datore di lavoro, consegnandosi poi alla polizia senza opporre resistenza. Si trattava però di una bufala, diffusa inizialmente dal noto sito di fake news World News Daily Report.

 

3) La sangria infetta venduta nei supermercati

La bevanda Capriccio Blubby Sangria è entrata in commercio all’inizio di maggio e qualcuno ha subito iniziato a far circolare notizie allarmante sugli ingredienti utilizzati dalla ditta produttrice. Secondo quanto scritto, la bevanda potrebbe addirittura essere stata contaminata e contenere il virus HIV, che potrebbe quindi infettare i consumatori. La notizia però era del tutto inventata, come spiegato dal sito specializzato Snopes. Secondo quanto spiegato dall’OMS, l’HIV non può essere trasmesso tramite acqua o cibo, perché non sopravvive più di qualche minuto al di fuori del corpo umano.

 

4) Tagliare le auto blu può far risparmiare 20 miliardi di euro l’anno

Il taglio della spesa pubblica, e in particolare di tutte quelle spese che vengono percepite come un privilegio per la classe politica, è uno dei temi più discussi delle ultime campagne elettorali. Le proposte sono molte e le cifre che circolano diverse tra loro. Secondo quanto scritto da diverse pagine Facebook in questi giorni, il taglio delle auto blu potrebbe portare ad un risparmio di addirittura 20 miliardi di euro ogni anno. Il calcolo però è molto fantasioso, a partire dal conteggio delle auto blu, che non sono 630mila come riportato, ma poco meno di 30 mila. Secondo un calcolo del sito Linkiesta, riportato dal blogger David Puente, nel 2015 c’erano in servizio oltre 50mila auto blu, che costavano ai contribuenti circa 400 milioni di euro.

 

5) Gli effetti dannosi del 5G

Il prossimo mese dovrebbe iniziare in cinque città italiane (Milano, Bari, Matera, Prato e L’Aquila) la sperimentazione della nuova tecnologia di connettività 5G, che dovrebbe ulteriormente migliorare il passaggio di dati tra dispositivi mobili. Secondo quanto scritto su alcuni gruppi Facebook, questa tecnologia potrebbe però nascondere pericolose conseguenze sulla popolazione. Il 5G potrebbe infatti danneggiare il nostro sistema immunitario e potrebbe spingere i medici a somministrare ai pazienti medicinali inutili se non dannosi. Si tratta ovviamente di bufale, senza alcun fondamento scientifico. I test comunque serviranno anche a verificare la sicurezza dell’utilizzo di questa nuova tecnologia.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.