Cinque notizie che non lo erano
Una sulla morte di Dj Avicii

 

1) La foto dei politici cinesi condannati alla pena di morte

Una fotografia scattata in Cina si è diffusa in questi giorni sui social, raggiungendo quasi un milione di condivisioni in tutto il mondo, Italia compresa. L’immagine, secondo quanto scritto, ritrarrebbe ventisei politici cinesi, condannati alla pena di morte per reati legati alla corruzione. Il blogger David Puente ha fatto una verifica ed ha scoperto che la fotografia risale a diversi anni fa ma non riguarda le condanne ad un gruppo politici, bensì a criminali comuni. Amnesty International in quell’occasione aveva richiesto una moratoria sulla pena di morte in Cina, denunciando le disfunzioni di un sistema giuridico che avrebbe condotto alla morte molte persone innocenti.

 

2) Avicii aveva provato a incastrare un gruppo di pedofili

La scomparsa del giovane dj Avicii ha colpito milioni di fan in tutto il mondo e le circostanze della sua morte non sembrano essere ancora del tutto chiare. Secondo quanto scritto su alcuni siti web, Avicii potrebbe essere stato ucciso e messo a tacere a causa di un’inchiesta che stava conducendo. L’artista, prima della sua morte, avrebbe provato a incastrare un gruppo di pedofili e per questo potrebbe essere stato ucciso. Si tratta però di una bufala, molto simile a un’altra che era circolata in seguito alla morte del cantante dei Linkin Park, Chester Bennington.
Anche in quel caso a diffondere la fake news era stato un sito americano, noto per pubblicare bufale sul web.

 

3) Elon Musk lascia Tesla per dedicarsi ai Bitcoin

La febbre da Bitcoin sembra essere passata, dopo mesi di enorme attenzione mediatica che ha portato a una sorta di nuova corsa all’oro. Molte persone però si sono nuovamente interessate all’argomento, dopo aver letto una notizia incredibile: Elon Musk avrebbe deciso di lasciare la sua azienda, Tesla, per unirsi a una startup che si occupa di Bitcoin. L’articolo, comparso tra i contenuti sponsorizzati di Facebook, è però un falso, già circolato negli Stati Uniti alcuni mesi fa e prontamente smentito. Il patron di Tesla non ha mai lasciato la sua impresa ed infatti accedendo al contenuto si viene indirizzati ad un sito che promette guadagni milionari in poco tempo, investendo ovviamente in Bitcoin.

 

4) Pedofilo ucciso e lasciato sulla porta del Parlamento britannico

Il corpo di un uomo, noto per i suoi crimini sessuali a danno di minori, sarebbe stato rinvenuto in questi giorni di fronte all’ingresso del Parlamento britannico. Secondo quanto scritto, il gesto sarebbe stato compiuto da una sorta di giustiziere, che avrebbe voluto mandare un messaggio anche ai politici, accusati di non essere in grado di far valere la giustizia nel paese. Gli eventi, in realtà, sono stati molto romanzati: un uomo, accusato di abuso su minori, è davvero stato trovato morto nei pressi di Westminster, non si tratta però di un omicidio e soprattutto non è stato rinvenuto alle porte del Parlamento. L’uomo era stato espulso dal Regno Unito ma era riuscito a rientrare in maniera clandestina, vivendo di stenti e senza una fissa di mora. La morte sarebbe sopraggiunta proprio a causa delle sue precarie condizioni ed il suo cadavere è stato trovato nella stazione della metro di Westminster, dove spesso dormiva.

 

5) Attenzione ai meloni infetti

Uno dei frutti più amati dell’estate è senza dubbio il melone, ma secondo quanto si legge in questi giorni su alcuni blog, quest’anno si dovrà stare molto attenti ad acquistarli. I meloni provenienti dall’Australia, presenti anche negli scaffali dei supermercati in Italia, potrebbero causare una vera e propria epidemia di listeriosi, un’infezione molto pericolosa soprattutto per donne incinta e bambini. In Europa però non si sono registrati casi di infezione e il richiamo dei prodotti potenzialmente pericolosi è già stato effettuato dalle autorità a marzo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.