Cinque notizie che non lo erano
Tante riguardano i migranti

 

1) Il complotto del naufragio al largo della Libia

Lo scorso 29 giugno i giornali hanno riportato l’ennesima tragedia avvenuta al largo delle coste libiche, dove sarebbero morti anche diversi bambini. Il recupero di alcuni corpi è stato ripreso da diversi fotografi e le immagini sono state mostrate in molti telegiornali nazionali, ma c’è chi ha gridato al complotto. Sui social network è circolata una fotografia modificata, che mostrava due soccorritori all’interno di un set cinematografico, e si è parlato di «una messa in scena delle ONG di Soros». La genuinità delle fotografie però, purtroppo, è stata confermata dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) e da diverse agenzie.

 

2) Il cantante dei Pearl Jam chiede scusa agli italiani

Durante il proprio tour in Italia, il cantante del gruppo rock Pearl Jam aveva auspicato una maggiore accoglienza da parte del nostro Paese, proprio nei giorni in cui Salvini annunciava la chiusura dei porti per le ONG. Contro di lui si sono scagliati diversi politici ma anche la showgirl Rita Pavone, che con un tweet ha chiesto ai suoi follower: «Con tutte le rogne che hanno a casa loro negli USA, vengono a fare le pulci a noi?». Eddie Vedder, voce solista del gruppo, avrebbe quindi deciso di scusarsi con gli italiani, almeno secondo quanto riportato su alcuni siti web.
Si trattava però di una bufala, a parlare nel video è infatti un ragazzo italiano e non il cantante della band.

 

3) Le foto del porto libico

Il tema dell’immigrazione è ancora una volta al centro dell’agenda europea ma anche motivo di discussione accesa sui social, dove è difficile distinguere tra vero e falso. È stato lanciato anche un allarme su una possibile partenza di massa di migranti dalle coste libiche, che potrebbe iniziare tra pochi giorni. Una fotografia mostrerebbe infatti decine di migliaia di persone già pronte sulle spiagge della Libia, in attesa del momento giusto per salpare. L’immagine però era un’evidente provocazione “satirica”, è stata infatti scattata nel lontano 1989, durante il leggendario concerto dei Pink Floyd a Venezia ed infatti è ben visibile anche il palco dove si è svolta l’esibizione.

 

4) Maxi operazione al campo Rom: trovati 27 milioni di euro in contanti

La scorsa settimana, alcuni siti web hanno dato l’annuncio di una maxi operazione dei carabinieri in un campo rom, dove sarebbero stati sequestrati ben 27 milioni di euro in contanti. La notizia però risaliva al 2015 ed era stata riportata anche da diversi quotidiani nazionali. Le banconote, sequestrate tre anni fa in un campo rom nella periferia di Torino, erano inoltre false ed era ben visibile la scritta fac-simile, che le avrebbe rese inutilizzabili anche per un tentativo di truffa.

 

5) Il Papa ha concesso l’immunità diplomatica a un prete pedofilo

Papa Francesco ha ereditato dai suoi predecessori una difficile situazione che riguarda i preti accusati di pedofilia ed ha più volte chiesto scusa a tutte le vittime di questi terribili abusi. Secondo quanto scritto su alcuni siti, il Papa avrebbe però concesso l’immunità diplomatica ad un prete, proprio per evitargli la detenzione per accuse di pedofilia. Si trattava però di una bufala. Monsignor Carlo Alberto Capella, diplomatico di Città del Vaticano, è infatti stato condannato a cinque anni di carcere per la cessione e trasmissione di materiale pedopornografico. L’uomo è attualmente detenuto per questo motivo, come hanno riportato tutti i maggiori quotidiani nazionali ed internazionali.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.