La app che ti paga per camminare
Sweatcoin, soldi digitali per sudare

Camminare fa guadagnare molto in salute, ma ora, con una app, anche materialmente. Una moneta (virtuale) ogni mille passi. Tracciate con il Gps, tutte le camminate che farete (all’aria aperta) vi ripagheranno, nel vero senso della parola, a suon di lilleri spendibili in un negozio virtuale. A maggio 2016 è stata lanciata nel Regno Unito e negli Usa. Ora però a Sweatcoin ci si può iscrivere anche in Italia.

 

 

Oltre 10 milioni di utenti. Ha avuto successo come nessuna altra app di questo tipo: gli utenti, con i loro “gettoni sudati”, possono acquistare nel negozio virtuale collegato alla app svariati oggetti come gift card, scarpe da ginnastica, gadget di ogni tipo fino a prodotti tecnologici quali smartphone e tv. Quanto serve per far bottino? Servono più o meno 15 sweatcoin per comprarsi beni per un controvalore di 25 dollari, ma per mirare a premi più consistenti c’è da camminare molto di più, con l’impiego di migliaia di sweatcoin.

Come funziona? L’utente si registra e collega i propri dati di salute e fitness nell’app del proprio smartphone e la posizione Gps. L’app tiene traccia di quanti passi si fanno in un giorno e premia con un valore monetario in base ai movimenti. Ci sono però delle limitazioni. Se le offerte iniziano a 10 sweatcoin, nella versione gratuita l’app si limita a far guadagnare al massimo 5 sweatcoin al giorno. Passare al livello successivo, pagando cinque gettoni al mese, significa poterne accumulare fino a dieci al giorno.

Finalità benefiche. «Siamo intenzionati a cambiare radicalmente il valore attribuito a salute e fitness e fornire la motivazione per le persone a condurre una vita migliore», dice intanto il co-fondatore della piattaforma Oleg Fomenk.

Niente cripotvalute. Parlare di premi in criptovaluta è tuttavia scorretto: Sweatcoin non si basa su tecnologie blockchain, gli sweatcoin non sono convertibili in altre valute ed è dunque impossibile “uscire” dai confini dell’applicazione. Si tratta, almeno per il momento, di un ecosistema chiuso che ha deciso di premiare gli utenti che hanno maturato più “punti” grazie al movimento con oggetti e servizi veri e propri.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.