Truffa delle monetine dopo la spesa
sotto la Coop di via Autostrada

Fate attenzione quando caricate la spesa sull’auto nel parcheggio del supermercato: i ladri possono essere in agguato e voi non lo sospettereste neppure.

La truffa delle monetine. Di trucchi ce ne sono tanti… ma la truffa delle monetine, purtroppo, resta un evergreen. L’ultima denuncia riguarda un episodio avvenuto recentemente nel posteggio sotterraneo della Coop di Bergamo, non lontano dallo svincolo dell’autostrada. A presentarla ai carabinieri una pensionata di Villa d’Adda, che ha visto sparire (letteralmente, poi vi spieghiamo perché), cellulare, documenti, carte e pochi spiccioli.

Dopo la spesa al supermercato. Seguiteci con attenzione. Allora, voi arrivate alla vostra auto con la borsa della spesa, aprite le portiere e cominciate a caricare. Molto spesso – capita più alle donne – lasciate momentaneamente incustoditi borsello o borsetta, durante questa operazione. Ecco, potrebbe capitarvi in quell’attimo di sentire un tintinnio di monetine che cadono proprio alle vostre spalle: impossibile non girarsi! Anche perché il primo pensiero e che siano cadute proprio a voi… che per qualche strana ragione avevate lasciato aperta qualche cerniera.

 

 

La borsetta sparisce nel nulla. È successo proprio così anche alla protagonista della nostra disavventura: s’è girata, dando le spalle alla propria vettura, e ha cominciato istintivamente a raccogliere tutte quelle monetine di poco valore… Una manciata di secondi, ma sufficiente: quando è tornata a rivolgere lo sguardo sull’abitacolo ha visto che la borsetta appoggiata momentaneamente sul sedile del guidatore era sparita!

Il posteggio sotterraneo deserto. La cosa più inquietante è che la signora non è riuscita a vedere nessuno, neppure di sfuggita, nemmeno un’ombra: in quel momento, incredibilmente, il posteggio sotterraneo era un deserto surreale. Cosa è successo? Presumibilmente, il ladro in questione s’è appostato dietro una colonna o un’altra auto in sosta e ha aspettato l’arrivo della “preda” per poi lanciare da una certa distanza le monetine per terra. A quel punto è riuscito a sgattaiolare alle spalle della vittima senza fare il minimo rumore e a sparire in maniera altrettanto sfuggente (potrebbero anche essere stati in due).

Conclusione. Più facile a dirsi che a farsi, ma se vi trovate in una situazione simile e sentite tintinnare monetine vicino a voi… drizzate le orecchie, ma soprattutto non raccoglietele.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.