Dalmine, bello il San Filippo Neri!
E ora il sindaco “punta” all’ex Cral

Taglio del nastro sabato 16 marzo all’ex asilo San Filippo Neri. L’edificio, completamente restaurato, ospiterà ora tutti gli uffici dei servizi alla persona del Comune, oltre a quelli dell’Ambito territoriale di zona. L’appuntamento per l’inaugurazione è stato fissato alle 10.30. Giunta al completo, autorità civili, militari e religiose di Dalmine per questa importante occasione, come l’ha definita il sindaco Lorella Alessio. «Ho richiesto la presenza di tutta l’Amministrazione perché questo intervento è molto importante per noi. Abbiamo deciso di ristrutturare e abbellire questa pregiata struttura degli anni ’30 che era purtroppo caduta in disuso ed era oramai abbandonata da tempo». L’intervento si inserisce infatti nel recupero degli edifici della città greppiana, che tanto caratterizzano Dalmine. «Questo è il nostro secondo intervento in questo senso – ha proseguito la Alessio –. Abbiamo già recuperato lo spazio Greppi in piazza Caduti 6 luglio, realizzando una sala espositiva a disposizione di tutta la cittadinanza che è sempre molto richiesta. I nostri obiettivi futuri sono la ristrutturazione della palazzina che ospita il comando della polizia locale e l’ampliamento degli spazi dedicati all’anagrafe e all’ufficio tecnico».

 

 

Il sindaco non dimentica la palazzina dell’ex Cral, che si affaccia su piazza Libertà, quindi il retro è visibile dal punto d’ingresso del nuovissimo edificio dell’ex San Filippo Neri, dove le persone sono state radunate per il taglio del nastro. Non usa mezzi termini Lorella Alessio per definire le condizioni della palazzina: «Come potete ben vedere anche voi, fa schifo. Ma questa Amministrazione non ha mai fatto il passo più lungo della gamba, abbiamo adottato sempre il criterio del buon padre di famiglia. Quando ci saranno le risorse interverremo anche su…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 37 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 28 marzo. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.