Un negozio che è più d’un negozio
A Lonno c’è il nuovo minimarket

Il minimarket di Lonno ha finalmente riaperto i battenti. Tutte le mattine, domenica compresa, e tre pomeriggi a settimana (gli orari definitivi sono ancora in fase di test), c’è qualcuno dietro al bancone. C’è il Paolo dei formaggi, naturalmente, vincitore del bando indetto del Comune e nuovo gestore del locale. E poi ci sono Eleonora, sua moglie, e Anna, la commessa, che allietano i lonnesi con i loro sorrisi contagiosi. E gli abitanti della frazione? «Mai avuto un negozio così ben fornito».

 

 

«L’attività è partita con il piede giusto – spiega Eleonora -, entrano quaranta, cinquanta persone al giorno. È in linea con i numeri che ci aspettavamo di fare, quello che ci occorre per poter tenere aperto, ed è un sollievo. Anzi, siamo convinte che possiamo anche crescere. Ogni settimana entrano persone nuove, che si guardano attorno con meraviglia. Chi già ci conosce ed è un cliente ormai abituale viene a trovarci volentieri. E il sabato e la domenica Lonno si riempie di turisti e sportivi, tanti sono anche stranieri e ci ordinano prodotti freschi da portare a casa».

«Abbiamo di tutto in negozio – continua -, dai beni di prima necessità al banco dei freschi con formaggi, salumi e qualcosa di gastronomia. Sono prodotti che i lonnesi conoscono bene, perché mentre il negozio era chiuso, mio marito Paolo saliva a Lonno ogni domenica mattina con i suoi formaggi. Un sacrificio che ora viene ripagato dall’affetto e dalla fiducia dei lonnesi. Le persone che entrano in negozio ci vogliono bene, ci fanno i complimenti per il buon lavoro. L’età media? Piuttosto alta, quello sì, ma entra anche qualche giovane e altri hanno dato una…

 

Articolo completo a pagina 54 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 7 novembre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.