Il Bestia parte forte, Italtrans sorride
Il Loca, invece, può fare di più

Comincia con un nono, meraviglioso posto l’avventura di Enea Bastianini con l’Italtrans. Grande Bestia, monumentale Italtrans. Miglior rookie della Moto2, giornata da ricordare. Che impresa, che bellezza per Enea. L’avventura in questo mondiale ci dice che l’inizio è giusto, la strada è buona, la volontà c’è. Avanti così. E poi ci dice che Bastianini è uno veloce, che sa il fatto suo. Lo sapevamo, ma quando uno cambia squadra e categoria le incognite ci sono sempre. In Qatar, invece, il Bestia comincia alla grande la sua nuova esperienza, passato dall’ultima categoria alla classe di mezzo, quella Moto2 che quest’anno si annuncia difficile, difficilissima, complicatissima.

 

 

Ci sarà tempo per valutarlo ancora e meglio e, come si dice, visto che l’appetito vien mangiando è giusto avere fame di risultati e gloria. «Mi sono divertito un sacco, è stata una gara bellissima. All’inizio ho fatto fatica. Ho stressato un po’ la gomma anteriore. Sono entrato in top ten e sono veramente emozionato». Nel paddock è lì che suda, sorride. Vicino a lui c’è Sandi, il capotecnico dell’Italtrans. E poi ci sono tutti i dirigenti del team, perché si soffre sempre tutti insieme. E naturalmente si gode di gioia per questo inizio di Bastianini. Da rookie, non poteva esserci inizio migliore. A vincere la gara è stato un altro italiano, Lorenzo Baldassarri, davanti a Luthi. È stata una gara meravigliosa, tirata fino all’ultimo. Alla fine Baldassarri è stato bravo a tenere gli attacchi dello svizzero, sono arrivati al rettilineo finale per decidere chi meritava il successo.

Alla fine è stato il pilotino italiano a tagliarlo per primo. La bella giornata è però anche quella dell’Italtrans, che si prende questo nono posto di Bastianini. Da segnalare anche la prestazione di Andrea Locatelli. L’altro pilota italiano, il titolare, non è entrato nemmeno nei primi dieci. Soltanto tredicesimo. Un risultato da rivedere, ma che comunque mette in luce aspetti positivi di un Loca ancora in crescita. «Dobbiamo lavorare per capire bene quello che abbiamo fatto – dice il Loca -, in Argentina dovremo riuscire a fare qualcosa in più». È stata una gara complicata, difficile, per il Loca. Ma il bilancio per l’italtrans è comunque positivo. Ottava posizione finale per Luca Marini dello Sky Racing Team VR46. Per Baldassarri è la terza vittoria in carriera dopo quella di Misano nel 2016 e in Spagna nel 2018.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.