Fiordilatte, banana e limone
Il gelato in casa senza gelatiera

Vi proponiamo una scommessa: trovare qualcosa di più piacevole di un fresco gelato in una calda serata estiva. Difficile, vero? Perché il gelato è qualcosa di meraviglioso, in grado di accontentare sia i più golosi sia coloro che sono alla ricerca di una piacevole frescura per le proprie papille gustative. Ce n’è per tutti i gusti ed è anche un perfetto alimento da abbinare alla frutta fresca, sempre apprezzata nei mesi più caldi dell’anno. C’è però una cosa che dà ancora più soddisfazione: gustarsi, in una calda serata estiva, un fresco gelato… fatto in casa, proprio da voi. L’arte del “fai-da-te” culinario, infatti, non risparmia neppure questo settore, da sempre popolato di centinaia di gelaterie artigianali. È anche vero che, ad esempio, Bergamo è una città ricca di gelaterie, e tutte ottime come ha dimostrato il nostro articolo di qualche tempo fa e i tanti commenti che abbiamo ricevuto sui social, in cui i lettori ci consigliavano altri locali in cui gustare ottimi gelati. Ma niente dà più soddisfazione di gustarci qualcosa fatto con le nostre mani.

Il metodo più semplice per fare il gelato tra le mura domestiche è usando la gelatiera, ovvero la macchina che permette di montare, freddare e compattare il gelato. Non tutti però ne hanno una. Ma non preoccupatevi, perché si può fare un ottimo gelato anche senza gelatiera. Ce lo dice La Cucina Italiana, il più antico (dal 1929) e autorevole mensile di gastronomia e di cultura alimentare italiano. In un articolo, Giorgia Sabatino ci espone tre ricette molto semplici che vi permetteranno di gustare un sorbetto al limone, il gelato alla banana e quello al fiordilatte interamente homemade. Unica raccomandazione: questo tipo di gelato va consumato subito oppure si può conservarlo in freezer e consumarlo dopo un massimo di due giorni, altrimenti perderà consistenza e gusto.

 

Sorbetto al limone

In un pentolino riscaldate dell’acqua con 200 grammi di zucchero e la scorza di mezzo limone ripulita della parte bianca interna. Quando lo zucchero si sarà sciolto, spegnete il fornello e fate raffreddare, a temperatura ambiente, lo sciroppo che avete creato. Togliete la scorza dall’acqua e aggiungete invece 150 grammi di succo di limone. A questo punto versate il composto in un contenitore e mettetelo nel congelatore, dove lo lascerete per almeno 10 ore. Successivamente, quando è arrivato il momento di servire, tiratelo fuori dal freezer e frullatelo per ammorbidire il tutto. Buon dessert!

 

Gelato al fiordilatte

gelato fiordilatte

Il primo passo è montare 500 millilitri di panna ben ferma. Successivamente mescolatela, molto molto lentamente, con una confezione di latte condensato (per la precisione 397 grammi). Attenzione al movimento di mescolamento: dev’essere rigorosamente dal basso verso l’alto e, se possibile, effettuato con una spatola. Continuando a mescolare, aggiungete un cucchiaio di rhum. A questo punto versate il composto in uno stampo d’alluminio o in un contenitore da freezer per gelati. Mettete il tutto nel congelatore per circa 8 ore, poi potrete gustarvi il vostro gelato al fiordilatte fatto in casa.

 

Gelato alla banana

Questo gelato è una vera e propria sorpresa, perché il suo gusto stupirà grandi e piccoli, ma soprattutto perché prepararlo è veramente semplicissimo. Prendete due banane, sbucciatele e tagliatele a rondelle. Mettetele poi in una bustina per surgelati e lasciatele in congelatore per 3 ore, minuto più minuto meno. Quando le tirerete fuori, oramai congelate, frullatele, aggiungendoci un cucchiaio di cannella in polvere e uno di zucchero a velo. Poi servite il prima possibile e gustatevi questa delizia. Vedrete, rimarrete soddisfatti.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.