Val Brembana, la ciclabile cresce
Aperto il tratto Almè-Villa d’Almè

Da Zogno in su si va alla grande. Però per arrivare a Zogno in bicicletta, su percorso protetto, bisogna attendere ancora. Un nuovo passo avanti però è stato fatto: lunedì 29 ottobre, alle 15, alla stazione di Sombreno ad Almè è stato aperto un nuovo tratto della ciclabile sull’ex sedime della ferrovia della Valle Brembana. Si tratta della parte di percorso lunga 1,9 chilometri, compresa tra la via Riviera nel comune di Almè e la via F.lli Calvi nel comune di Villa d’Almè.

Il progetto nasce dalla necessità di riqualificare il vecchio sedime ferroviario che lungo il percorso offre scenari naturali, architettonici e artistici di inestimabile bellezza, e di migliorare la circolazione ciclistica e soprattutto pedonale attorno ai comuni interessati. «Sono particolarmente orgoglioso di partecipare a questa inaugurazione, perché rappresenta l’esempio di un risultato raggiunto grazie a un metodo che in questi 4 anni ho cercato di portare avanti in tutti gli ambiti – spiega l’ormai ex presidente della provincia Matteo Rossi – quello della messa in rete di tutti i soggetti interessati e della nascita di progetti in cui la Provincia si mette in gioco con le proprie risorse per la realizzazione, il coordinamento, il finanziamento in questo caso anche la ricerca di finanziamenti. È la realizzazione di quello “sviluppo territoriale” in cui abbiamo sempre creduto».

Raccordo. L’itinerario, come anticipato in apertura, ha lo scopo inoltre di raccordare le piste ciclabili esistenti del Parco dei Colli a sud del comune di Almè e della Ferrovia Valle Brembana a nord del comune di Zogno, nonché di collegamento alla pista ciclopedonale di Clanezzo e a quella in previsione della Val Brembilla. Una connessione fondamentale, di circa otto chilometri di lunghezza, che darà continuità a un percorso che collegherà la città di Bergamo con Piazza Brembana nel cuore della Valle Brembana.

Un milione e 200mila euro. L’importo totale dell’opera è di 1 milione e 200mila euro finanziati per 522.572 euro dalla regione mediante Unioncamere e partecipazione dei Comuni Almè, Villa d’Almè, Sedrina e Zogno e Comunità Montana Valle Brembana, e per 648.022 euro dalla Provincia di Bergamo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.