La Primavera dei Millennials

Quando ci si prepara a una nuova stagione ci si chiede sempre quali saranno i protagonisti. È lo stesso anche per quanto riguarda il settore giovanile. Nonostante alla fine del mercato manchi ancora un mese, le scelte dell’Atalanta riguardo alla rosa della Primavera sembrano ormai quasi definitive. Ci sarà da vedere quale degli elementi nati nel 2002, convocati per il ritiro, conquisterà la fiducia del tecnico al punto da rimanere nel giro dell’Under 19. Con tre competizioni da giocare, a cui si aggiunge la Supercoppa italiana, la formazione Campione d’Italia ha bisogno di essere molto ampia e di qualità. È altrettanto chiaro che la situazione attuale, che vede a disposizione di Brambilla più di venticinque ragazzi, diventerebbe un problema per il tecnico nel corso del campionato. Per questo motivo l’allenatore nerazzurro dovrà fare delle scelte.

 

[Brambilla nel ritiro a Clusone (foto atalanta.it)]

 

Sulla qualità del gruppo orobico c’è poco da discutere. La Dea riparte da un’ottima base di partenza con sei fuoriquota classe ‘00, gli uomini che attraverso la loro esperienza nella categoria dovranno guidare i più giovani. Il cammino strepitoso dello scorso anno con la vittoria dello scudetto è stata un’esperienza formativa ai massimi livelli. Ai nastri di partenza i bergamaschi si presentano con un pacchetto arretrato navigato nella categoria. In porta Ndiaye è il titolare designato per dare sicurezza alla linea di difesa composta da Guth e Heidenreich. Da Riva è l’altro fuoriquota che agirà in mezzo al campo; tra i veterani, anche Colley e Cambiaghi, con il primo sempre più osservato speciale in ottica prima squadra. Passiamo ora alle certezze su cui Brambilla potrà costruire un’altra impresa: Piccoli, Okoli e Traore. Il bomber originario di Sorisole, che ha già calcato palcoscenici importanti come la Serie A, è un lusso per la categoria. Le quattordici marcature realizzate nello scorso campionato Primavera (in ventuno presenze) hanno attirato l’attenzione di molti club disposti a prenderlo in prestito.

 

[Piccoli durante il ritiro a Clusone (foto atalanta.it)]

 

La volontà della società però è quella di blindarlo un altro anno a Bergamo aspettando la sua definitiva esplosione. Il centrale…

 

Articolo completo a pagina 17 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 8 agosto. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.