La vita sulla Terra è sostenibile?
Bergamo Scienza cerca risposte

Lo sappiamo fin troppo bene: è il tema del momento, il cambiamento del clima, e Bergamo Scienza (dal 5 al 20 ottobre) non poteva non trattarlo diffusamente. È possibile avere un mondo che funzioni al 100% utilizzando energie rinnovabili? È questa la speranza di Mark Jacobson (domenica 6 ottobre al Centro Congressi), direttore del programma su atmosfera ed energia del Dipartimento di ingegneria civile e ambientale della Stanford University. Tra gli altri nomi che si occuperanno spiccatamente dell’argomento c’è anche Massimo Tavoni (domenica 6 ottobre alle 15, sempre al Centro Congressi), senior scientist presso il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

 

 

Simonetta Cheli (domenica 6 alle 11.30), capo dell’Ufficio di coordinamento nella direzione dei programmi di osservazione della Terra, incontra Paolo Cipollini, oceanografo che opera utilizzando i satelliti. Insieme guidano il pubblico del festival in viaggio tra immagini mozzafiato alla scoperta di come l’uomo riesca a controllare lo stato di salute della Terra. L’alpinista e scienziato Federico Bianchi (sabato 12 alle 15.30) permetterà di prevedere il reale tasso di riscaldamento del pianeta e il ruolo che gioca l’inquinamento dell’aria…

 

Articolo completo a pagina 26 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 10 ottobre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.