Olimpia, siamo tutti al tuo fianco
In finale serve un capolavoro

Dopo aver sfiorato il successo nella competizione la scorsa stagione, l’Olimpia Bergamo va all’assalto della Coppa Italia di Serie A2. La formazione guidata da Alessandro Spanakis – che nella scorsa edizione “scippò” il trofeo proprio ai bergamaschi nella finalissima di Bari quando era alla guida di Roma, club in cui militava anche lo schiacciatore Nicola Tiozzo, oggi a Bergamo – tenterà di conquistare il successo all’Unipol Area di Casalecchio di Reno (domenica 10, ore 14.30, diretta su Lega Volley Channel), in provincia di Bologna, affrontando la Gas Sales Piacenza, capolista nel Girone Blu – lo stesso di cui fa parte anche l’Olimpia – con quattro lunghezze di vantaggio sui bergamaschi.

 

 

L’avversario, quindi, non andrà certamente sottovalutato, anche perché non va dimenticato che gli emiliani sono stati gli unici a sconfiggere l’Olimpia nel girone d’andata, prima che nel ritorno ci pensassero anche Gioia del Colle e Tuscania. Ma questo lo sa benissimo anche coach Spanakis, che questa volta vuole alzare la Coppa dalla sponda bergamasca. «Essere a Bologna è una grande gioia e una grande opportunità – afferma il tecnico, alla prima stagione sulla panchina di Bergamo -. Pratichiamo questo sport per vivere giornate così e faremo di tutto per giocarci le nostre carte. Piacenza sta facendo cose importanti e sta sfruttando tutte le potenzialità del proprio organico. Nel gruppo di lavoro ci sono tanti giocatori forti e con molta esperienza anche in categorie superiori o a livello internazionale. Penso a Fei, Yudin, Klobucar, Tondo e Mercorio, che rappresentano una batteria di attaccanti di spessore e che fan del servizio un’arma con cui aggredire l’avversario. Noi però conosciamo quali sono le loro qualità e faremo di tutto per scalfire la loro corazza. Per me è un sogno poter giocare la seconda finale di Coppa Italia consecutiva e sarebbe indimenticabile portare Bergamo a conquistare questo trofeo. La società sta dimostrando grande entusiasmo e con il tempo si sta portando al livello delle migliori nella categoria. Sarebbe veramente bello regalare a tutti questo trofeo».

 

 

E le parole di capitan Fernando Garnica fanno da eco a quelle del tecnico: «Mi aspetto una finale molto…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 22 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 14 febbraio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.