Sicurezza a Seriate, arrivano
i rinforzi: sono i bersaglieri

Bersaglieri sempre più vicini ai cittadini: il Comune di Seriate ha infatti stipulato un accordo di collaborazione con l’associazione seriatese Protezione Civile Bersaglieri per il potenziamento del servizio di presidio civico per l’anno 2018/2019. «I Bersaglieri sono stati sempre presenti sul territorio per collaborazione pregresse – spiega il comandante della Polizia locale Giovanni Vinciguerra –. Con questo accordo, viene costituito un vero e proprio presidio civico per controllare ancor più accuratamente il territorio e comunicare e segnalare dove è necessario che l’amministrazione intervenga».

I bersaglieri, spesso insieme ad altre associazioni del territorio, sono infatti un prezioso supporto del Comando di Polizia locale di Seriate in occasione di particolari eventi che richiamano numeroso pubblico o che coinvolgono una parte rilevante della viabilità cittadina. Svolgono importante azione di controllo e deterrenza, soprattutto nelle giornate di sabato e domenica, nei parchi e giardini pubblici cittadini, per invitare l’utenza a rispettare le norme che regolano le aree verdi, nonché per segnalare eventuali problematiche. Nei parchi, ad esempio, i volontari segnaleranno eventuali danneggiamenti degli arredi urbani, delle aiuole e del patrimonio arboreo e potranno invitare a un corretto comportamento i frequentatori, nel rispetto delle regole della convivenza civile e dei regolamenti comunali per l’utilizzo di spazi pubblici, nonché di aree verdi per la circolazione di veicoli e animali. In caso di inosservanza, potranno far presente al contravventore il comportamento scorretto invitandolo a porvi rimedio e, in caso contrario, non avendo potere di sanzionare o di identificare persone, richiederanno l’intervento della Polizia.

 

 

«La loro presenza costituisce una grande azione di deterrenza contro azioni di disvalore e di inciviltà: si tratta di una sorveglianza che dovrebbero avere anche tutti i cittadini, per non incentivare atti indecorosi e, al tempo stesso, per disincentivare questi comportamenti – continua Vinciguerra –. Come accade già per altre associazioni, come Anpe, i volontari si recano nei quartieri, nei parchi, tra la gente, e ascoltano i cittadini, i quali, vedendo loro indosso la divisa, sanno di confrontarsi con persone competenti, presenti per loro e a loro dedicate. Naturalmente ogni azione è svolta sulla base della loro disponibilità, mantenendo un punto fermo quella che è la libertà del volontario» puntualizza il comandante. Difatti, secondo il nuovo accordo, sarà l’associazione stessa a concordare i calendari e gli orari in cui potrà essere presente, sulla base delle proprie disponibilità e dei propri impegni. «Come Polizia locale, noi collaboriamo da diversi anni con i bersaglieri: con questo accordo si è voluto ampliare questa collaborazione, fermo restando ovviamente i loro accordi con l’assessore all’Ambiente. In pratica i bersaglieri hanno voluto ampliare la loro disponibilità di tempo e aiuto e ho acconsentito volentieri a questa forma nuova di presidio civico declinato in un accordo che nasce da una stima istituzionale e al tempo stesso molto cordiale tra la Polizia, l’Amministrazione e i bersaglieri».

 

 

Non si limitano ai parchi e agli eventi: «La nostra Associazione Nazionale Bersaglieri Sezione di Seriate nasce nel 1929 ed è attiva sul territorio nel campo del volontariato in vari settori: da una parte c’è l’azione più ambientale, ossia, tramite la convenzione con il Comune di Seriate Assessorato all’Ambiente, curiamo sei parchi e l’aula didattica ambientale della città, fornendo manutenzione e attenzione all’ambiente pubblico, sia con volontari dell’Anb sia della Protezione Civile Anb. Dall’altra ci sono molte altre attività legate alla solidarietà» spiega Mauro Lussana, presidente e capo nucleo Protezione Civile Anb Seriate. La collaborazione continua anche con altri enti e associazioni: con il Comune di Seriate l’Anb si occupa della formazione nei confronti del volontariato con gli studenti dell’istituto superiore Majorana di Seriate, collabora per il progetto integrato per la disabilità del Comune di Seriate con momenti ludici di socialità tramite feste e momenti di convivialità, così come con Tempo di Agire Onlus e Gruppo Aperto, associazioni legate alla disabilità che operano sul territorio.

«Con le altre associazioni para-militari cerchiamo e creiamo momenti di condivisione, non solo per vivere di ricordi, ma per attuare il decalogo bersaglieresco che spinge tutti noi, anche i simpatizzanti, a essere un Corpo con il rispetto per se stessi e gli altri, al di là della divisa che abbiamo indossato quando avevamo a vent’anni – nota Eugenio Crosta, presidente Anb Seriate –. Con i carristi e gli alpini di Seriate esiste da sempre un ottimo rapporto. Con le altre sezioni di Bersaglieri tendiamo a superare i soliti limiti territoriali, imposti dal nostro statuto, perché le persone che incontriamo ai raduni o in altre occasioni valgono molto e sono da stimolo per una crescita reciproca».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.