immagine3

Un dentista che sembra Gardaland
La Disney Pixar a fianco dei bambini

Un’idea unica in Europa, sviluppata grazie a disegnatori e grafici della Disney Pixar, ovvero il meglio a livello internazionale. Per far diventare l’igiene dentale, e le cure odontoiatriche, un’abitudine divertente e un momento positivo. A Nembro il Centro Daina ha assoldato un supereroe, con tanto di serie a cartoni animati e casa a grandezze naturali, da affiancare allo staff di esperti. Un progetto vincente già in partenza, per far avvicinare i bambini dai 3 agli 8 anni all’educazione e alla prevenzione dentale. C’è anche un nemico da battere, naturalmente, il malvagio Mister Carie, sempre attivo nel convincere i bambini a mangiare caramelle. Andando a letto senza lavarsi i denti, poi. Qui, nel cartoon, interviene Joe Brush, castoro dal sorriso smagliante che fa volare via il cattivone a colpi di spazzolino gigante.

Una piccola Gardaland. Cartone a parte, c’è un allestimento in cui entrare che sa un po’ di casa di Prezzemolo. E infatti la tana-albero di Joe Brush è stata realizzata artigianalmente da Davide Simon Mazzoli, creatore della mascotte di Gardaland. Le ambientazioni del cartoon diventano realtà, in sostanza. Quest’area del centro Daina sarà aperta dal 14 gennnaio a partire dal 14 gennaio. Nella tana del castoro c’è un percorso in 6 tappe in cui i bambini verranno accompagnati da attori del Teatro Prova e dentisti dello studio. In ognuna saranno proiettati uno o due cartoni di un minuto. A chi la carie purtroppo ce l’ha, poi, verrà mostrata la poltrona del dentista. I bimbi potranno giocarci, divertendosi a scambiare i ruoli di medico e paziente. Il tutto serve a rendere l’ambiente familiare, meno ostile. In un’altra sala si può vedere come funzionano gli apparecchi odontotecnici e come tenerli puliti. Insomma, spiegazione scientifica e fantasia vanno a braccetto: Paola Daina e il fratello Stefano credono molto in questo. Non si tratta di ingannare i bambini, ma semplicemente di renderli più inclini a sconfiggere le cattive abitudini. Senza paura. «Troppo spesso curiamo adulti che hanno avuto eventi traumatici dal dentista da piccoli – ha dichiarato Stefano -: questo è ciò che vogliamo evitare per creare una nuova conoscenza dentale». «L’idea – ha spiegato Paola – nasce perché ci sono bambini che vanno sedati per essere curati e questo non ci piace. Inoltre i più piccoli sono spesso spaventati dal dentista per questo abbiamo deciso di cambiare tutto, metodo e ambiente, introducendo un supereroe che accompagni i bambini nella quotidianità».

Serve la prenotazione. La casa di Joe Brush, realizzata per gruppi di 30 bambini, sarà aperta gratuitamente (previa prenotazione qui) il mercoledì alle scuole e il sabato alle famiglie. Il cattivo scapperà per tutto il Centro Daina e tutti lo inseguiranno, visitando così la struttura in modo divertente. «Alla fine il bene trionfa — dice Stefano Mecca, direttore artistico del Teatro Prova — ei bambini diventano gli “agenti speciali” di Joe Brush».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.