I tifosi nerazzurri danno i voti
alle nuove maglie dell’Atalanta

La prima è classica, con un motivo orizzontale che si nota toccando la maglia con mano e un paio di dettagli che rendono tutto ancora più speciale, come il collo modello polo e il ricamo sullo spacco laterale che riporta il vecchio logo atalantino. La seconda, invece, è un mix di stile vintage e modernità; i colori sono bianco, nero e azzurro, come l’anno scorso, ma sono stati rimescolati con il logo d’orato della Dea che corre e il disegno in rilievo del profilo di Città Alta sull’addome. Parliamo delle maglie dell’Atalanta per la stagione 2019/2020, che sono state presentate mercoledì 3 nella splendida cornice del Roof Garden di Bergamo alla presenza di tutti gli sponsor più importanti. E subito sono stati chiariti un paio di cose: manca ancora la terza divisa e mancano anche le maglie della Champions League, che saranno svelate con un successivo evento, probabilmente ad agosto.

 

 

Durante la presentazione, cioè un frizzante “aperitivo rinforzato” all’ultimo piano del bellissimo ristorante in centro città, le novità non sono passate di certo inosservate. Oltre alle sei bellissime modelle che hanno indossato maglia, pantaloncini e calzettoni da gara, l’amministratore delegato dell’Atalanta Luca Percassi ha presentato tutti i dettagli delle divise descritti in precedenza con particolare attenzione ai particolari: quello che balza all’occhio più di tutti è l’assenza dei due stemmi Atalanta (quello tradizionale e quello con finitura gialla usato in passato) in favore della Dea che corre, che è presente sul lato sinistro del petto con il secondo sponsor di maglia UPower e che finisce sotto il primo sponsor RadiciGroup.

Un’altra grande novità della stagione 2019/2020 è la presenza del marchio Gewiss nella parte posteriore delle magliette, proprio sotto i numeri, lì dove l’anno passato c’era lo sponsor Elettrocanali. Il colosso bergamasco dell’elettronica ha dunque fatto il doppio colpo a favore dei nerazzurri: prima il nome allo stadio di Bergamo (Gewiss Stadium, per l’appunto) e poi la presenza sulle divise ufficiali insieme anche ad Automah (sul braccio sinistro). Il primo impatto è molto positivo e se i giornalisti e alcuni selezionati sponsor hanno potuto già ammirare dal vivo le divise del prossimo anno, i tifosi hanno subito dimostrato di apprezzare in toto il lavoro della società. Poche ore dopo la presentazione delle maglie, infatti, la pagina Facebook Radiodea ha pubblicato un sondaggio: «Maglie Atalanta Serie A 2019/2020: che ne dite, vi piacciono? La prima ha…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 25 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 11 luglio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.