Tris Zanetti, battuta pure Filottrano
L’Olimpia conquista la nona vittoria

Prosegue la marcia vincente della Zanetti Bergamo, che centra la terza affermazione consecutiva superando anche la Lardini Filottrano. E continua anche la striscia positiva dell’Olimpia Bergamo, che liquida Cantù in quattro set e si impone per la nona volta in questa stagione.

 

Foto Rubin/LVF

Zanetti in ripresa. Dopo il negativo avvio di stagione che aveva posto molti interrogativi sul reale valore della squadra, le ultime tre prestazioni sono state utili a scacciare qualsiasi dubbio e a mostrare una Zanetti Bergamo in crescita. La squadra allenata da Matteo Bertini – scesa in campo ieri con Cambi in cabina di regia, Smarzek opposta, Olivotto e Tapp al centro, Mingardi e Courtney in posto quattro e Sirressi libero – non ha incontrato eccessive difficoltà nello sbarazzarsi della Lardini Filottrano grazie a una buona prova del pacchetto delle attaccanti, che ha chiuso con il 46% in attacco con il picco del 56% nel quarto set e a un’altrettanto positiva prestazione a muro (15 complessivi). Le bergamasche non incontrano particolari intoppi nelle prime due frazioni di gioco (chiuse entrambe 25-18) in cui la supremazia della Zanetti appare netta. Qualche problemino in più esce nel terzo set, con Olivotto e compagne che abbassano la propria percentuale realizzativa al 37%, mentre parallelamente Filottrano – in campo con Tominaga in palleggio, Whitney opposta, Garzaro e Cogliandro centrali, Vasilantonaki e Di Iulio schiacciatrici-ricevitrici e Cardullo libero – cresce sino al 49% e strappa un 23-25 che prolunga il match. La quarta frazione rimane equilibrata solamente fino all’11-10, poi la Zanetti scappa e allunga progressivamente sino al 25-16 di Courtney che chiude i giochi.

 

 

Olimpia schiacciasassi. È un’Olimpia che ci ha preso gusto e non accenna a bloccarsi. La formazione allenata da Alessandro Spanakis stende anche Cantù e ottiene la nona vittoria consecutiva che consente ai bergamaschi di rimanere al vertice della classifica con 26 punti (su 27 disponibili) con quattro lunghezze di vantaggio su Piacenza (seconda della classe) e ben nove sul quinto posto occupato dalla coppia formata da Club Italia e Catania. Tornando al match del PalaParini, non c’è stata storia. O almeno non c’è stata quando l’Olimpia – in campo con Garnica in palleggio, Romanò opposto, Cargioli ed Erati centrali, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero – ha voluto dettare la legge della capolista. Il 57% di squadra in attacco è il segnale che è stata una vittoria di tutto il gruppo in quanto tutti i terminali offensivi sono stati chiamati in causa a turno dalla sapiente regia dell’italoargentino e con Romanò e Tiozzo a chiudere con un ottimo 60%. Dopo una prima fase equilibrata, l’Olimpia scava un piccolo solco (15-18) che gestisce fino al 22-25 di Tiozzo. Nel secondo set parte meglio Cantù (6-2), ma è già parità sul 9-9. L’equilibrio dura ancora qualche scambio, poi i padroni di casa allungano e chiudono (25-20). Nel terzo periodo l’Olimpia si riorganizza e preme con veemenza sull’acceleratore (11-19) gestendo le fasi conclusive (20-25). Nella quarta frazione di gioco Cargioli e compagni viaggiano sempre con un paio di punti di margine, ma Cantù rientra sul 20-20 rendendo necessario uno sprint con Shavrak e Romanò protagonisti a chiudere 23-25.

Zanetti Bergamo-Lardini Filottrano 3-1
(25-18, 25-18, 23-25, 25-16)

Zanetti Bergamo: Smarzek 21, Olivotto 7, Courtney 16, Tapp 9, Mingardi 16, Cambi 2, Sirressi (L); Imperiali, Acosta. Non entrate: Carraro, Loda, Strunjak. Allenatore: Bertini.

Lardini Filottrano: Vasilantonaki 12, Garzaro 11, Tominaga 4, Di Iulio 8, Cogliandro 12, Whitney 14, Cardullo (L); Schwan 2, Non entrate: Yang, Baggi, Rumori, Pisani. Allenatore: Schiavo.

Arbitri: Sandro La Micela e Armando Simbari.

Durata set: 22’, 26’, 29’, 23’. Totale 99’.

Note: spettatori 966 per un incasso di 7574 euro. Muri 15-3, aces 3-3, errori in battuta 9-8.

 

Pool Libertas Cantù-Olimpia Bergamo 1-3
(22-25, 25-20, 20-25, 23-25)

Pool Libertas Cantù: Monguzzi 6, Cominetti 9, Santangelo 21, Preti 14, Alberini 2, Robbiati 5, Butti (L), Rudi, Baratti 1, Gasparini 4. Non entrati: Suraci, Grosu, Denielli, Frattini. Allenatore: Cominetti.

Olimpia Bergamo: Erati 6, Cargioli 11, Tiozzo 13, Garnica 6, Shavrak 12, Romanò 20, Innocenti (L), Gritti, Sette 1. Non entrati: Cioffi, Franzoni, Cogliati. Allenatore: Spanakis.

Arbitri: Maurina Sessolo e Cristian Palumbo.

Durata set: 27’, 26’, 27’, 27’. Totale 107’.

Note: muri 7-7, aces 7-6, errori in battuta 16-19.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.