La posta degli amori sfigati
Sii sempre la sua unica preferita

Cara Alba,
È proprio vero che la Pasqua non è altro che un Natale spostato in primavera. E così, proprio come accaduto cinque mesi fa, mi trovo qui a piangere perché lui ha preferito sua moglie a me. Stupida io: se ancora non l’ha lasciata, come potevo pensare che a Pasqua accettasse di passare qualche giorno con me? Come posso ancora pensare di poter essere la sua prima scelta? Faccio l’amante da ormai un anno, e sempre più spesso mi domando perché abbia accettato di ridurmi così. Purtroppo una risposta ce l’ho: perché lo amo. E sebbene lui dica di amare me, non gli credo più. È tutta un’illusione, un gioco. Io sono il gomitolo che lui si diverte a prendere a zampate. Sto iniziando a sfilacciarmi, perdo pezzi. Forse quando di me sarà rimasto soltanto un lungo filo rovinato qualcosa cambierà…
Barbara

Cara Barbara,
Ha preferito sua moglie è, detta molto poco poeticamente, la formula del matrimonio. La scelta uno la fa solo se deve e magari nemmeno troppo volentieri. Se invece le alternative possono coesistere tranquillamente senza che si debba sopportare alcuna piccola rinuncia, perché privarsene? Se l’amore è dare quello che non si ha a qualcuno che non lo vuole, l’amore non corrisposto e senza difese e senza amor proprio e senza autostima e sfilacciarsi come un gomitolo, disfarsi sotto gli artigli di uno così, è buttare la vita e il tempo. Ti va di essere gratis? Ti va di pagare tanto? No, ovvio che no, ma chiami questa dipendenza da rifiuto “amore”. «Primo maggio, su coraggio», cantava Umberto Tozzi alla sua amante. E le diceva «ti amo» e «chiedo perdono» ed era «un guerriero di carta igienica», non un vero compagno a fianco, con la Pasqua e il Natale e le feste e gli aperitivi e il rumore. Il rimedio in questi casi, come sempre, è la stanchezza. A nessuno piace un gomitolo sfilacciato e dopo un po’ se ne accorge anche il gomitolo. Ti auguro che questo momento arrivi presto e che “essere preferita” diventi la tua unica motivazione per amare qualcuno.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.