Ancora Rigoni (ma Barrow c’è)
In settecento verso Udine

Ilicic no, probabilmente ancora Rigoni in campo e i quasi settecento che a Udine saranno come al solito presenti nel settore ospiti. Il giovedì appena trascorso in casa Atalanta ha regalato spunti in vista della gara di domenica (ore 15) che si giocherà alla Dacia Arena. Gasperini non potrà contate sullo sloveno e potrebbe puntare ancora sul numero 24 argentino anche se le opzioni, visto il ritorno di Barrow a disposizione, sono diverse.

 

Ilicic, ricorso ritirato dopo le motivazioni. In casa nerazzurra c’era grande attesa anche per il ricorso contro la squalifica di Ilicic, ma alla fine non è stato necessario l’intervento degli organi federali competenti. L’Atalanta tra mercoledì e giovedì ha approfondito i contenuti del referto di gara e delle motivazioni che hanno portato alla squalifica e ha preventivamente deciso di ritirare il ricorso: la valutazione è stata fatta sulla possibilità effettiva di ottenere uno sconto e siccome non c’erano spazi di manovra, è stata scelta la via del ritiro.

La reazione di Ilicic a Empoli con il “vaffa” a Manganiello dopo il giallo per proteste resta dunque punita con due giornate di sospensione e a questo punto saltano tutti i ragionamenti fatti con il paragone alla precedente sospensione del milanista Higuain: ogni caso è diverso e le valutazioni sono decisamente soggettive. Lo sloveno non sarà della partita in Friuli, l’Atalanta dovrà fare altre scelte e questo può essere un bel problema per lo sviluppo del gioco considerando quanto è importante il numero 72 per la manovra.

 

 

Il sostituto: Rigoni o Barrow con Zapata? Ora che è sicura l’assenza di Ilicic, il tema che si apre è quello riguardante il sostituto da mandare in campo a Udine. Logica vuole che sia ancora Emiliano Rigoni a giocare, nella seconda parte di gara contro il Napoli l’argentino ha fatto bene e uno come lui può sempre dare un contributo importante soprattutto con avversari di livello inferiore, ma la presenza di Barrow in panchina con il Napoli permette al Gasp di avere un’importante alternativa in più.

Con Zapata confermato titolare e Gomez alle sue spalle, se la scelta ricadesse su Barrow la Dea per la prima volta in campionato potrebbe scendere in campo con i due attaccanti insieme dal primo minuto in un 3-4-1-2 decisamente offensivo. Per caratteristiche Barrow può giocare senza problemi anche con compiti di ripiegamento sull’esterno, il gambiano ha gamba e corsa per muoversi in quella zona e la sua propensione al gol non va mai sottovalutata. Forse è più un’opzione da valutare nell’arco dei 90 minuti, di certo però il mister può scegliere e vista la necessità di tornare a fare punti contro una squadra che lotta a fondo classifica ogni possibilità non va scartata.

 

 

Settore ospiti, quasi 700 biglietti venduti. Detto che anche Toloi è ormai pienamente recuperato e che il report giornaliero da Zingonia conferma come il solo Varnier sia rimasto ai box, in serata sul sito web di Ticketone su cui sono disponibili i biglietti per Udinese–Atalanta si contavano quasi 700 posti già occupati dai tifosi nerazzurri. Tra Bologna, Empoli e Udine la presenza dei sostenitori orobici si conferma massiccia, tra Curva e altre organizzazioni impegnate nell’allestimento di bus c’è grande fermento e la risposta degli appassionati è molto buona.

In particolare, l’iniziativa di maggior interesse è quella degli amici di “Chei de la Coriera” che come annunciato prima di Bologna–Atalanta stanno raccogliendo per ogni bus organizzato contributi utili all’acquisto di 250 kg di riso: con 8 bus già riempiti siamo già arrivati a due tonnellate raccolte per la “Maison Sans Frontieres”, grazie a questo aiuto la Onlus che opera in Togo potrà fornire circa diecimila pasti a base di riso per le popolazioni bisognose di quel Paese africano.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.