Dentro Malinovskyi o Muriel?
Domenica 25 è già campionato

Ruslan Malinovskyi o Luis Muriel? Il grande ballottaggio in vista della gara d’esordio in campionato di domenica 25 agosto a Ferrara contro la Spal è quello tra i due nuovi acquisti più importanti dell’estate orobica, Josip Ilicic non ci sarà per squalifica e quindi Gasperini si troverà subito di fronte a una scelta importante per cercare di partire con il piede giusto in campionato. I due hanno caratteristiche diverse, per la squadra non è la stessa cosa che ci sia in campo uno o l’altro e quindi proviamo a capire cosa sceglierà il tecnico.

 

 

Atalanta più coperta: dentro Malinovskyi. Il calciatore ucraino numero 18 può giostrare sia da centrocampista che da vice Gomez. In questo momento, lo ha detto lo stesso Gasperini, la sua condizione atletica e il suo modo di giocare sono più adatti a uno schieramento tra le linee di centrocampo e attacco, quindi con de Roon e Freuler a protezione è in quella posizione di vice Gomez che può diventare molto prezioso per la squadra. Il suo piede sinistro è educato, ha i tempi del centrocampista, ma punta spesso la porta sia con l’assist che con il tiro da lontano, quindi la sua scelta sarebbe, almeno inizialmente, quella più improntata all’equilibrio di squadra. Il contro? Gomez, con Malinovskyi in campo, scalerebbe in attacco nella posizione di vice Ilicic con Zapata a completare il tridente e togliere il Papu dalla posizione che l’anno scorso lo ha visto spesso decisivo potrebbe far perdere alla squadra soluzioni importanti.

 

 

Atalanta a tutta birra: Muriel con Zapata. Nella gara di Getafe, ultima partita di un certo livello giocata dai nerazzurri in precampionato, il tecnico nerazzurro ha optato per il duo colombiano in avanti con Gomez a supporto. Le cose non sono andate benissimo, i tre giocatori avanzati hanno fatto pochino in fase di copertura e la formazione spagnola ha spesso messo in difficoltà centrocampisti e difensori, ma non è detto che il mister non la possa riproporre. Muriel e Zapata sono una coppia di alto valore, con il Papu nella posizione di suggeritore che ormai è diventata il suo habitat naturale si potrebbe finalmente vedere una Dea molto pericolosa sul campo di una Spal che nelle ultime due stagioni ha sempre imbrigliato la Dea. Il problema principale di una soluzione come questa è che, Barrow a parte, partire con le due punte in campo assieme ti toglie una possibile variante di peso in attacco durante la partita.

 

 

Pasalic e Barrow le mosse alternative. Oltre alle due soluzioni descritte, Gasperini avrebbe anche uomini come Pasalic e Barrow da sfruttare nel segno della continuità rispetto all’anno scorso e considerando che il mister non è mai banale nelle scelte c’è da aspettarsi di tutto. Tuttavia, l’occasione per provare i due nuovi è ghiotta e la partita non sembra assolutamente fuori portata anche in virtù delle difficoltà dell’avversario nella scelta degli uomini. Non va dimenticato, infatti, che il tecnico della Spal, Semplici, non avrà la propulsione di Lazzari (ceduto) e Fares (infortunato) sulle fasce, i due esterni sono stati sempre una bella spina nel fianco per i nerazzurri. Dal canto suo, l’Atalanta dovrà fare a meno di Castagne che è stato operato al menisco e sarà nuovamente a disposizione dopo la sosta in tempo per la Champions League: i due uomini di fascia saranno Hateboer a destra e Gosens a sinistra.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.