I biglietti a ruba per la Juve
e l’esordio azzurro di Gollini

Il “tutto esaurito” ormai vicinissimo per la sfida alla Juventus, l’ottima partenza delle vendite per Atalanta-Dinamo Zagabria di Champions League ma, soprattutto, l’esordio assoluto in gare ufficiali del portiere Pierluigi Gollini con la maglia dell’Italia. È stato un venerdì ricco di spunti per il Mondo Atalanta: nonostante la sosta per le nazionali e gli allenamenti con la rosa ristretta sono arrivate notizie interessanti e la prima gioia in azzurro di Gollini è certamente motivo di orgoglio per tutto lo spogliatoio.

 

 

Titolare nella Dea, esordiente con Mancini. L’anno scorso, di questi tempi, Pierluigi Gollini non era un titolare fisso dell’Atalanta. L’alternanza tra i pali con Berisha è andata avanti per diverso tempo, poi finalmente il ragazzo di Ferrara si è preso la scena e nella cavalcata che ha portato i nerazzurri in Champions League il suo contributo è stato determinante. Dall’inizio della stagione, con Sportiello a fare da secondo, Gollini è titolarissimo in campionato e in Champions League, e dopo un paio di chiamate che lo hanno visto andare solo in panchina il tecnico Mancini ha deciso di regalargli i primi minuti ufficiali con l’Italia. Venerdì sera, sul terreno di gioco del Bilino Polyie Stadium in Bosnia, Gollini è entrato come terzo cambio al posto di Donnarumma sul risultato di 3-0 per l’Italia. Seppur per pochi minuti, vedere un atalantino in Nazionale fa sempre grande effetto soprattutto parliamo di uno dei pochi “azzurrabili” presenti nella rosa a disposizione di Gasperini. Nella prossima gara contro l’Armenia è difficile capire se potrà giocare ancora, ma intanto questo esordio è un bel segnale anche per tutta la famiglia atalantina.

 

 

Quasi quattromila biglietti venduti per Atalanta-Juventus. A Bergamo e sui canali web prosegue intanto la vendita dei biglietti per la partitissima in programma sabato 23 novembre alle 15 tra Atalanta e Juventus. Le curve e la tribuna Ubi sono praticamente esaurite, si parla di quasi quattromila tagliandi staccati che aggiunti ai sedicimila e 500 abbonati portano il totale a oltre ventimila presenze attese al Gewiss Stadium. Si tratta di un risultato importante, i prezzi dei biglietti non erano certamente economici ma alla fine lo stadio sarà pieno come spesso capita contro la Juventus e non solo. Per chi non avesse trovato biglietti in Curva Pisani c’è un’ultima possibilità: scorrendo le condizioni di vendita dei tagliandi pubblicate sul sito www.atalanta.it si legge che è permesso il cambio nominativo. Quindi, per farla semplice, se un amico non può andare alla partita e io sono in possesso di Dea Card si può cedere il biglietto. L’anno scorso questa opzione non era attiva e, considerando che il sabato è giorno in cui molti lavorano, magari ci sono amici impossibilitati ad andare allo stadio che possono cedere il proprio posto.

 

 

Avviate le vendite per Atalanta-Dinamo Zagabria. Da ieri, venerdì, alle 12, è aperta anche la vendita dei biglietti per la gara di Champions League in programma a Milano il 26 novembre contro i croati dello Zagabria. Nel primo giorno sono stati bruciati circa 2.500 tagliandi e anche in questo caso il numero è destinato a salire di ora in ora. Al momento la società ha aperto solo il settore Arancio del Secondo Anello ma c’è la possibilità di sfruttare lo spazio anche al Rosso se dovesse esserci la corsa al biglietto.
Atalanta-Dinamo Zagabria è l’ultima partita che si giocherà in casa per questa edizione della Champions, in caso di vittoria la Dea avrebbe poi la resa dei conti a Kharkiv contro lo Shakhtar ma senza i tre punti con i croati tutto diventerebbe quasi inutile. Attenzione, per questa partita, all’ordine pubblico: i tifosi della Dinamo non sono proprio dei pivelli e già all’andata qualche strano movimento intorno allo stadio si era visto.