A Cagliari non sarà una gita
Poi via a un’estate caldissima

La stagione dell’Atalanta non è ancora terminata ma i tifosi sono già proiettati al futuro e qualcuno sta pure iniziando a pensare alla prossima Europa. L’ambiente orobico è in subbuglio, c’è un entusiasmo incredibile e i tempi in cui l’ultima partita del campionato era spesso vista come una gita in cui far esordire qualche ragazzino sono lontanissimi. E allora analizziamo i temi degli ultimi 90′ minuti, senza dimenticare che l’obiettivo dei Percassi è sempre e solo uno: migliorare un passo alla volta.

 

 

Cagliari, i tifosi credono nel sesto posto. L’ultima trasferta in Sardegna sarà molto importante per cercare di raggiungere aritmeticamente anche il sesto posto. Milan-Fiorentina è la gara decisiva, se i rossoneri vincono l’Atalanta non può fare nulla ma i tifosi ci credono davvero e un sondaggio lanciato dalla pagina Facebook RadioDea conferma questa posizione: oltre 360 utenti hanno votato e il novanta per cento crede che l’Atalanta possa davvero arrivare alla qualificazione diretta per l’Europa. Le combinazioni decisive sono sostanzialmente due: con un successo a Cagliari l’Atalanta raggiungerebbe quota 63 e basterebbe una mancata vittoria del Milan per festeggiare, se invece in Sardegna arrivasse solo un pareggio la Dea dovrebbe sperare in un exploit della Fiorentina in modo da impattare a quota 61 i rossoneri e sfruttare il vantaggio degli scontri diretti. Se il Milan vincesse o se l’Atalanta perdesse senza una goleada della Fiorentina a Milano, settimo posto garantito e tutti al mare.

Primavera, Festa della Dea e ritiro: estate caldissima. Tra giugno e inizio luglio, i sostenitori nerazzurri avranno tanti appuntamenti da seguire anche senza il campionato e le coppe in corso. La formazione Primavera di Brambilla è qualificata alle semifinali scudetto, tra il 6 e il 9 di giugno a Reggio Emilia si disputeranno le finali Scudetto e chissà che sia necessario organizzare una trasferta lampo per sostenere i piccoli nerazzurri nella gara decisiva per il Tricolore: se così fosse, tutti pronti ancora una volta per il Mapei Stadium. La Festa della Dea è fissata per il 12 luglio, mentre, pensando al campo, da quello che trapela la squadra ha già avuto indicazioni dal mister di quali saranno le due possibili date di inizio della nuova stagione. Che si tratti di preliminari o di qualificazione ai gironi di Europa League, l’Atalanta 2018/2019 si radunerà a inizio luglio con una settimana circa di differenza in base al piazzamento finale. Tutti i giocatori, come ogni anno, dovranno seguire una pre-preparazione in vacanza in modo da non arrivare in difficoltà al ritiro che si svolgerà ancora a Rovetta sul terreno di gioco del Marinoni.

 

 

Gasperini resta a Bergamo, adesso arrivano tutti. Dulcis in fundo, iniziano ad arrivare conferme importanti sulla permanenza a Bergamo, notizia che su queste pagine (virtuali e non) avevamo già dato da un pezzo. Per settimane si è letto un po’ di tutto ma l’intenzione dei Percassi è sempre stata quella di andare avanti con Gasperini, i risultati e le prestazioni hanno sempre messo in mostra una Dea da applausi e, dopo Tuttosport nei giorni scorsi, anche la Gazzetta del 18 maggio certifica il futuro a Bergamo del tecnico nerazzurro. La costruzione della prossima rosa è già iniziata, come sempre i nomi sono top secret ma nelle prossime settimane cercheremo di scoprire tutto. La cosa più importante, però, è che il tecnico e la proprietà abbiano segnato la strada comune da seguire; il mercato ha mille imprevisti ma quando c’è l’idea giusta si cammina tutti insieme. La squadra verrà migliorata nei reparti dove bisogna intervenire, qualcuno partirà ma nessuno sarà svenduto (per Cristante servono almeno trenta milioni) e come sempre in queste situazioni sono i Percassi a decidere. E questa è la miglior garanzia per tutto il popolo orobico.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.