Cinquemila in un solo giorno
Febbre per il posto Champions

Abbonamenti Champions, trasferte europee con biglietti in vendita libera e tessere stagionali per il campionato: la febbre per la Dea dei tifosi nerazzurri è alle stelle. È stata una giornata importante sul fronte della biglietteria per la società orobica, i primi impegni ufficiali in Champions League sono ormai alle porte e la tifoseria si sta organizzando per rispondere presente. Nonostante qualche difficoltà tecnica del sito vivaticket.it, ieri c’è stata la corsa all’abbonamento per San Siro e si è arrivati a quota quindicimila tessere.

 

 

Champions League: 15.044 abbonamenti venduti. Dopo che la fase dedicata alla prelazione degli abbonati si era chiusa con circa 10.500 tessere vendute per le gare con Shakthar, Manchester City e Dinamo Zagabria, nel primo giorno di vendita riservato ai possessori di Dea Card è stato boom di richieste. I sistemi di Vivaticket sono andati un po’ in affanno e molti tifosi hanno lamentato blocchi e ritardi, ma i numeri sono pazzeschi: quasi cinquemila persone sono riuscite ad acquistare il loro posto per le tre gare a San Siro. I settori aperti alla vendita sono quelli del primo anello, sul web e nei punti vendita in questo momento restano disponibili solo seggiolini della tribuna rossa (si parte da circa 270 euro), la società a oggi non ha ancora aperto la possibilità di acquisto per i due rettilinei del secondo anello che saranno riservati alla vendita libera. Una risposta così importante è segno di una febbre enorme per i nerazzurri, la gara contro gli ucraini è in programma il prossimo 1 ottobre alle 18.55 e l’obiettivo di arrivare almeno a trentamila presenze dichiarato dal presidente Percassi a Montecarlo appare alla portata.

 

 

Dinamo Zagabria-Atalanta, 300 biglietti in vendita libera. Ieri in serata dal sito ufficiale Atalanta.it è arrivata una notizia importante. La società croata ha allargato la disponibilità di tagliandi a circa tremila unità e da Zingonia hanno deciso di riservare il 10 per cento del totale alla vendita libera. Sul sito www.atalanta.it sono spiegate tutte le modalità di richiesta dei biglietti svincolati dai pacchetti Ovet (disponibili da oggi), la decisione è importante perché amplia le possibilità di acquisto per i tifosi che vogliono organizzarsi in autonomia il viaggio. Le indicazioni della Uefa sono, in generale, a favore dello spostamento dei tifosi ospiti in gruppi organizzati e compatti. Per una questione di sicurezza e per limitare il bagarinaggio, da Nyon viene scoraggiata la vendita di biglietti singoli, ma lasciare una quota anche a chi non vuole acquistare pacchetti completi è una scelta giusta. Il consiglio è sempre quello di fare attenzione, Zagabria non è una trasferta semplice dal punto di vista ambientale ma sarà uno spettacolo vedere tremila orobici al seguito per l’esordio assoluto della Dea in Champions League.

 

 

Abbonamenti Serie A a quota 12.883. Per quanto riguarda le tessere stagionali di campionato, siamo intanto arrivati a quota 12.883 e anche in questo caso la sensazione è che ci sia la classica quiete prima della tempesta. Dal 9 settembre sarà possibile acquistare i posti in vendita libera, molti tifosi hanno scelto di non esercitare la prelazione per il proprio posto per provare a comprare l’abbonamento nella nuova Curva Pisani (350 euro il prezzo intero in vendita libera) e quindi si attende una nuova accelerata. Non è dato sapere quanti posti rimangono nella nuova gradinata coperta in fase di costruzione, prima dell’avvio della prelazione di agosto il conteggio parlava di oltre novemila posti disponibili a fronte di ottomila abbonati con possibilità di prelazione tra vecchia Curva Pisani, Distinti Nord e Tribuna Ubi Laterale Scoperta (GCA). Ragionando su questi dati, almeno mille posti dovrebbero essere a disposizione: probabile la corsa al posto con successivo ripiego, per chi non riesce ad acquistare, sugli altri settori a disposizione.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.