Duvan Zapata è il migliore
Ma tutti han dato tutto

Buona prestazione complessiva nonostante il Napoli sia superiore, con Zapata migliore dei bergamaschi e un pareggio che sarebbe stato preziosissimo, sfumato solo all’85°. Atalanta–Napoli premia gli ospiti nel risultato ma per l’Atalanta ci sono solo tante buone indicazioni, considerando anche che gli avversari si sono dimostrati davvero una bella squadra. Non ci sono insufficienze tra i nerazzurri, chi è andato male nel primo tempo si è ampiamente riscattato nella ripresa.

 

 

Berisha 6: incolpevole sul gol del vantaggio di Ruiz anche se arriva sul suo palo, rischia di capitolare ancora sul palo di Insigne e su un’altra azione del numero 24 partenopeo al 33’. Al 67’ mette in angolo un sinistro da posizione defilata di Insigne, esce alla disperata su Milik, ma la conclusione del polacco è perfetta.

Mancini 6: primo tempo molto complicato, l’errore al 33’ quando si lascia scappare Insigne su un lancio lungo di Albiol è davvero elementare, ma ha il grande merito di migliorare nella ripresa chiudendo una buona gara.

Palomino 6,5: parte piano, ma con il passare dei minuti migliora e nel finale di tempo sbroglia un paio di volte matasse complicate. Nella ripresa è bravo a uscire spesso palla al piede, un po’ sorpreso anche lui dal gol di Milik.

Masiello 6: come Palomino, meglio nella seconda parte del primo tempo con una bella chiusura al 41’ di una grande azione del Napoli. Buon secondo tempo. In occasione del 2-1 del Napoli segnato da MIlik, però, si fa anticipare dal movimento del neo-entrato che fulmina anche Berisha.

 

 

 

 

Hateboer 6,5: non arriva sul cross di Insigne per Ruiz che insacca il vantaggio dopo nemmeno 2 minuti. Dopo un primo tempo non dei migliori, nella ripresa serve a Zapata il pallone del pareggio. Corsa e spinta fino alla fine, buona prestazione complessiva.

De Roon 6,5: fatica un po’ in avvio contro la superiorità del Napoli a centrocampo, ma migliora sensibilmente nella seconda parte del tempo. Anche nella ripresa è bravo a lottare e a non lasciare spazio al Napoli, peccato solo per il risultato.

Freuler 6,5: vale lo stesso discorso fatto per de Roon: ha sul piede un paio di situazioni che dovrebbe sfruttare meglio con il tiro da fuori area. Al 46’ su assist di Zapata calcia a colpo sicuro, ma Albiol salva tutto. Buona partita nel cuore della manovra.

Gosens 6: un po’ bloccato sull’azione da cui nasce il palo di Insigne, non è ben posizionato in altre occasioni e fino al riposo fatica. Meglio in avvio della ripresa, al 51’ bel cross tagliato per Hateboer che arriva tardi e nel complesso prestazione sufficiente.

 

 

Gomez 6,5: ottima partenza, entra in tutte le azioni d’attacco della Dea e fino a quando ha birra in corpo riesce a essere costantemente pericoloso. Cala un po’ nel finale, il pareggio era quasi conquistato, ma Milik ha rotto tutti i piani.

Rigoni 6: un fantasma nel primo tempo, si accende nella ripresa ed entra in tutte le migliori azioni dell’avvio, che culminano con il pari di Zapata. Gioca un altro paio di palloni interessanti, esce al 71’ per Valzania e tutto sommato strappa una sufficienza per quanto ha fatto vedere. (71’ Valzania 6: entra bene, lotta, affronta tutti con spirito battagliero e non sfigura).

Zapata 7: il migliore dei nerazzurri. Grandi sportellate con Albiol, al 27’ si vede per la prima volta al tiro ma Ospina mette in angolo. Apre la ripresa con una grande azione personale che manda al tiro Freuler. Segna un gol importantissimo al 56’ su assist di Hateboer. In altre circostanze è bravo a tenere la palla e a far salire la squadra. Prestazione positiva.

 

 

All. Gasperini 6,5: senza la sua fonte di gioco in difesa (Toloi) e in avanti (Ilicic) riesce comunque a tenere aperta la sfida fino all’85’. Dopo il pareggio mette Valzania per infoltire il centrocampo e tenere la sfida sui binari dell’equilibrio, arriva la sconfitta per merito della qualità di MIlik e della mossa di Ancelotti, ma ritrova la sua Atalanta.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.