Robin Gosens è il migliore
Gomez campione di slalom

Il migliore in campo, senza dubbio, è Robin Gosens. Protagonista nel primo e nel secondo tempo, il tedesco è la massima espressione di come con allenamento e grande spirito di abnegazione si possano raggiungere grandi livelli. Dietro di lui, Gomez e una serie di ottime prestazioni che confermano il livello raggiunto dagli orobici.

 

 

Gollini 6,5: primo intervento, decisivo, al 39’ sul destro ravvicinato di La Mantia, non ha praticamente più nulla da fare fino alla fine anche se il gol subito da Lucioni lo vede protagonista involontario: non può fare nulla ma il disappunto per la rete subita è netto.

Djimsiti 6,5: gioca da centrale di destra al posto di Toloi e per tutto il primo tempo si disimpegna molto bene. Dopo l’uscita del danese passa al centro ma anche qui non ci sono problemi. Giornata serena e prestazione positiva.

Kjaer 7: senso della posizione e dell’anticipo di altissimo livello, nella prima frazione di gioco è quasi perfetto e sfiora pure il gol in un paio di occasioni di testa. Prende il giallo ad inizio ripresa e per evitare problemi Gasperini lo toglie al 69’: esce tra gli applausi e ancora una volta la prestazione è da applausi. (69’ Toloi 6,5: finale di gara in pieno controllo della situazione. Sempre una garanzia)

Palomino 7: gli tocca Falco, il giocatore più frizzante del Lecce. Nel primo tempo non va mai in difficoltà, nella ripresa trova anche il tempo per alcuni anticipi di ottimo livello e in generale si conferma in un grande momento di forma.

 

 

Castagne 6,5: la catena con Ilicic nella prima frazione di gioco funziona meno bene di quella mancina ma i risultati sono comunque molto buoni. Prestazione positiva.

de Roon 6,5: lavoro oscuro nel cuore della manovra nerazzurra che è bravissimo a mantenere costante fino al fischio finale. Mezzo voto in meno per il giallo che lo manda in diffida.

Freuler 7: grande primo tempo, è ovunque e si vede che sta molto bene dal punto di vista fisico. Anche nella ripresa si fa sempre trovare nel posto giusto al momento giusto e alla fine è tra i migliori.

Gosens 8: il migliore in campo. Intraprendente fin dall’inizio, al 29’ sfiora il gol con il destro e al 35’ è bravo ad anticipare Rispoli servendo a Zapata la palla del vantaggio e al 41’ è lui ad avviare per Zapata l’azione del raddoppio: primo tempo semplicemente straripante. Apre la ripresa con il gol del 3-0 dopo lo scambio con Ilicic (56’), sfiora la doppietta all’81’ di testa e si conferma in un grande periodo.

 

 

Gomez 7,5: mette sulla testa di Zapata un gran pallone dopo nemmeno 2’ minuti, al 41’ insacca il 2-0 su perfetto assist di Zapata. In avvio di ripresa (50’) supera con un tunnel Petriccione e manda la palla di poco sopra la traversa, al 77’ chiude uno slalom in area scaricando su Gabriel in uscita e in pieno recupero cerca ancora il gol.

Ilicic 6,5: subito molto frizzante, al 9’ serve un intervento prodigioso Gabriel per negargli il gol. È sempre nel vivo dell’azione, al 73’ fallisce solo davanti a Gabriel il gol del 4-0 ma esce lo stesso tra gli applausi di tutto lo stadio. (74’ Malinovskyi 6: finale di gara nel cuore del gioco, cerca di farsi vedere ma non trova lo spazio giusto per andare in gol)

Zapata 7: prima bella occasione al 2’ di gioco su assist di Gomez, al 35’ spacca lo 0-0 su assist di Gosens e al 41’ serve a Gomez la palla del raddoppio. Esce dopo un’ora con la partita sul 3-0, prestazione ancora una volta da applausi. (59’ Muriel 6,5: ci prova molto, conclude spesso ma Gabriel gli dice sempre di no e nel complesso il suo ingresso è positivo. Sarà preziosissimo.

 

 

All. Gasperini 7,5: l’Atalanta è una splendida orchestra, si inalbera quando la squadra sbaglia qualche appoggio di troppo ma nel complesso ha una serie infinita di motivi per essere felice. Ora la sosta permetterà di migliorare ancora automatismi e condizione. Avanti con fiducia.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.