E intanto fioccano sorprese
Il Porto fuori dalla Champions

Ci sono i nomi sulle maglie (davanti e dietro) che fanno sognare i tifosi. Si ragiona a tavolino su chi è più forte e chi invece non ha speranze, si spargono certezze come il formaggio grattugiato sui casoncelli, ma alla fine arriva il campo e le cose cambiano. Sempre. L’Atalanta attende beatamente i sorteggi di Champions League del 29 agosto e mentre i nerazzurri aspettano Giana e Mantova (oggi e domenica si gioca a Zingonia alle 16), in giro per l’Europa c’è chi si sta già giocando le partite di qualificazione alla prossima Champions. E le sorprese fioccano.

 

 

Celtic, Porto, Basilea e Dinamo Kiev a casa. Per chi sta ancora cercando un posto ai gironi, martedì è andato in scena il terzo turno di qualificazione. All’obiettivo finale manca ancora una doppia sfida (play-off, si giocano il 20-21 e 27-28 agosto) ma grosse sorprese sono già arrivate. Il Porto è stato incredibilmente eliminato dai russi del Krasnodar che hanno vinto 3-2 in Portogallo dopo aver perso in casa per 1-0; l’altro risultato davvero inatteso è l’eliminazione del Celtic di Glasgow che dopo aver pareggiato per 1-1 in trasferta ha perso in casa 4-3 contro i rumeni del Cluj. Un altro risultato sorprendente è l’eliminazione del Basilea: gli svizzeri hanno perso all’andata per 2-1 contro gli austriaci del Lask e al ritorno si sono fatti superare anche in casa con un netto 3-1. Più equilibrata la partita che ha visto di fronte Bruges (Belgio) e Dinamo Kiev con la formazione ucraina che ha ceduto il passo agli avversari pareggiando in casa per 3-3 dopo aver perso la gara di andata per 1-0. Quattro squadre con esperienza interessante in Champions League sono dunque state eliminate.

 

 

Fuori il Copenaghen, avanti l’Ajax. Nelle altre gare (10 in tutto) da segnalare la qualificazione di Apoel Nicosia (sul Qarabag), Dinamo Zagabria (fuori gli ungheresi del Ferencvaros), Rosenborg (eliminato il Maribor) e Olimpiakos (superati i turchi del Basaksehir) con i risultati di Copengahen e Ajax a completare il tabellone. I danesi che l’anno scorso eliminarono la Dea dall’Europa League hanno ceduto ai calci di rigore in casa contro la Stella Rossa Belgrado (1-1 al 90’esimo, gol ospite dell’ex atalantino Boakye) mentre gli olandesi dell’Ajax si sono qualificati con brivido. Dopo il 2-2 all’andata sul campo del Paok Salonicco, i lancieri sono andati sotto al 23’ (gol di Biseswar) pareggiando con un rigore di Tadic in chiusura di primo tempo. La rete di Tagliafico ha portato avanti la squadra di Amsterdam al 79’ e solo all’85’ con un altro rigore di Tadic le cose si sono simstemate definitamente, rendendo inutile il 3-2 del Paok al 93’esimo. Nell’ultimo turno di qualificazione si giocheranno 6 partite: Dinamo Zagabria-Rosenborg, Cluj-Slavia Praga, Young Boys-Stella Rossa, Apoel Nicosia-Ajax, Lask-Bruges e Olimpiacos-Krasnodar.

 

 

Come cambiano le griglie del sorteggio. I risultati del terzo turno preliminare hanno già dato una bella botta alla definizione delle griglie dei gironi che saranno sorteggiati a Montecarlo. La prima fascia è completa, la seconda manca solo di un posto da assegnare: se passa l’Ajax, il posto sarà degli olandesi, mentre in caso di clamorosa eliminazione toccherà al Lione far parte della seconda urna. In quarta fascia, ad oggi, ci sono Atalanta, Lille, Lipsia e Galatasaray mentre delle squadre ancora in gioco eventuali qualificazioni di Rosenborg, Lask, Cluj e Stella Rossa manderanno queste squadre nella stessa urna della Dea. La fascia più difficile da definire è la terza, Lokomotiv Mosca e Genk sono già qualificate ma in bilico, per via del proprio coefficiente Uefa che è molto vicino a quello di parecchie squadre che puntano alla qualificazione, mentre il caso più curioso riguarda i russi del Krasnodar: dovessero passare il turno con l’Olimpiacos, i neroverdi sarebbero inseriti in terza fascia con un coefficiente migliore di quello dell’Inter. La curiosità per le ultime partite è comunque alle stelle, chi saranno le tre squadre che affronteranno la Dea?

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.