La convocazione in nazionale
di Pierluigi “Gollo” Gollini

La convocazione in Nazionale di Pierluigi Gollini, le sensazioni dopo il sorteggio di Montecarlo e la scelta della società di affidare a Ovet, agenzia ufficiale della società orobica, la gestione dei pacchetti viaggio per le trasferte in Champions League. È stato un venerdì movimentato in casa Atalanta: la sfida con il Torino è alle porte ma si parla anche di diversi argomenti che con la seconda giornata di campionato c’erano ben poco. I prossimi giorni saranno comunque importanti per approfondire ogni questione.

 

 

 

Il comunicato dell’Atalanta sulle trasferte europee. Sul sito ufficiale atalanta.it, all’indomani del sorteggio di Montecarlo che ha riservato alla Dea il girone con Manchester City, Shakthar Donetsk e Dinamo Zagabria, è stato pubblicato un comunicato ufficiale con cui viene confermata la partnership con Ovet quale agenzia viaggi ufficiale. Il passaggio che ha fatto e sta facendo parecchio discutere i tifosi è questo: “In particolare – si legge -, per quel che riguarda le trasferte, Ovet sarà l’unico punto di riferimento della Società: i biglietti per assistere ai match saranno venduti solo all’interno di pacchetti viaggio organizzati”. Questa scelta della società va nella direzione di favorire le trasferte in gruppo, nei regolamenti pubblicati sul sito della Uefa si fa specifico riferimento al fatto che le società devono attuare una politica di vendita dei tagliandi rigorosamente controllata, che è necessario fornire elenchi con i nominativi di chi ha comprato i biglietti e che le società sono responsabili della distribuzione che non devono in alcun modo favorire l’entrata dei tagliandi del mercato nero. In questo contesto, chi vuole organizzarsi con il “fai da te” resta tagliato fuori.

 

 

I sogni di gloria e il calendario. Tornando agli avversari che la Dea dovrà affrontare, più passano le ore e più la mancanza di avversari magari dal grande passato (Real Madrid e Liverpool sono molto diverse da Manchester City e Shakthar da questo punto di vista) viene vista come un bel vantaggio piuttosto che come un’occasione sprecata. Con questo girone la Dea ha molte più possibilità di giocarsela e pensare che la squadra possa davvero passare il turno è qualcosa di fantastico. In particolare, la prima e la seconda giornata, al pari della quinta e della sesta (sono gli incroci contro Dinamo Zagabria e Shakthar Donetsk), saranno fondamentali nell’economia del gruppo e avere il doppio confronto con Guardiola e il suo Manchester City lontano dai momenti caldi, dove si decide la qualificazione, rappresenta un vantaggio non da poco. Le partite sono tutte da giocare, sbagliato pensare che sia tutto facile perché l’esperienza soprattutto degli ucraini a certi livelli è un fattore da tenere in considerazione, ma Gasperini e i suoi ragazzi hanno tutto quello che serve per provarci davvero.

 

 

Gollini in Nazionale, è il terzo portiere italiano. Dopo la partita di domani con il Torino (si gioca a Parma, tutti a disposizione per Gasperini tranne il belga Castagne) ci sarà la sosta per le Nazionali con diversi nerazzurri convocati. Una delle chiamate più importanti è certamente quella di Pierluigi Gollini da parte del ct dell’Italia Mancini. “Grande soddisfazione – si legge su Atalanta.it – per Pierluigi Gollini che è stato convocato nella Nazionale italiana dal c.t. Roberto Mancini. In programma le partite di qualificazioni a Uefa Euro 2020: gli azzurri affronteranno in trasferta l’Armenia giovedì 5 settembre a Yerevan e la Finlandia domenica 8 settembre a Tampere. Lunedì il raduno a Bologna”.
L’estremo difensore della Dea è stato convocato con Donnarumma (Milan) e Sirigu (Torino), la seconda parte della passata stagione e l’inizio di questa hanno confermato che la sua crescita è costante e quindi la convocazione è la naturale conseguenza di un percorso che il classe 1995 di Ferrara sta compiendo come nelle più rosee aspettative. Per Gasperini questa chiamata è un altro attestato di stima: il lavoro che sta svolgendo il tecnico della Dea è grande anche da questo punto di vista.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.