La Dea corre a Genova in bici
(con le nuovissime divise)

La grande attesa per la partita con la Sampdoria (che si vede chiaramente nel progredire della vendita dei biglietti), Masiello che torna subito in gruppo a Zingonia ma, soprattutto, i venticinque tifosi che seguiranno l’Atalanta a Genova in bicicletta. Avete capito bene: da Bergamo all’ombra della Lanterna, ci sarà un gruppetto di tifosi orobici che arriverà al Ferraris su due ruote con le nuovissime divise Rosti, licenziatario ufficiale Atalanta, che andranno certamente a ruba nelle prossime settimane allo store.

 

 

Bergamo–Genova in bici, si parte alle 5. L’organizzatore si chiama Flavio Pandini e la sua idea non è una novità. Già un paio d’anni fa questo cinquantenne super allenato aveva messo in pratica l’impresa, ma questa volta ad essere speciale è il numero dei coinvolti: venticinque ciclisti amatoriali, parecchi dei quali non si conoscono tra loro, seguiranno la squadra di Gasperini a Genova partendo alle 4.30 dal Creberg teatro di Bergamo e facendo prima una tappa da Lazzarini Dolciumi ad Azzano e poi dalle parti di Voghera.

Il tempo di percorrenza previsto è di sette ore cui va aggiunta una mezzora di pausa, al seguito ci saranno due pulmini di appoggio con a bordo 250 litri di acqua per darsi una lavata arrivati a destinazione prima di entrare allo stadio. Il ritorno sarà in bus, l’impresa è comunque di quelle speciali e a giudicare dalla fantastica divisa che il maglificio Rosti ha preparato c’è da scommettere che il successo non si fermerà al racconto del viaggio tra strade secondarie e con una parte della pedalata da fare al buio. Nei prossimi giorni la divisa sarà disponibile all’Atalanta Store, prevedibile una grande risposta di pubblico.

 

 

Gli altri viaggiano comodi, già 1.300 i biglietti venduti. Matti su due ruote a parte, il grosso del pubblico orobico in movimento verso la Liguria si dividerà tra auto e bus per una risposta che nel giro di un paio di giorni ha già raggiunto il ragguardevole numero di 1.300 biglietti venduti. Il settore ospiti di Marassi tiene poco più di duemila persone, con tre giorni pieni ancora a disposizione è facile che si arrivi vicino al tutto esaurito, e se da un lato la risposta era prevedibile visto che la trasferta è aperta, dall’altro è chiaro che i fatti di Firenze potevano anche un po’ fiaccare la voglia di viaggiare e invece è successo esattamente l’opposto.

La presenza dei tifosi in massa anche a Genova non fa altro che confermare come l’entusiasmo generato dai ragazzi di Gasperini sia la miccia migliore per un ambiente innamorato dei colori nerazzurri che negli ultimi dieci giorni è passato da due sfide con la Fiorentina ad alto tasso di emozione, da una bruttissima vicenda di cronaca legata ai fatti di Firenze a una classifica che sorride ancora e alimenta una voglia di spingere il gruppo di Gasperini anche nello scontro diretto di Genova.

 

 

Dal campo: Masiello in gruppo, Toloi no. La squadra intanto è tornata ad allenarsi sul centrale di Zingonia e la notizia più interessante arriva da Masiello. Il numero 5 di Viareggio, uscito all’inizio della ripresa di Atalanta–Fiorentina per un indurimento al quadricipite, si è regolarmente allenato con i compagni e va considerato a disposizione per la sfida di Marassi. Toloi invece ha fatto un lavoro a parte e, per ora, è in dubbio. Domenica servirà grande attenzione in difesa e quindi più giocatori recuperano meglio è.

Il resto del gruppo è a posto, a centrocampo e in attacco sono tutti a disposizione e Gasperini non dovrebbe cambiare molto rispetto a domenica scorsa. Per fare qualche variazione c’è eventualmente la successiva sfida al Chievo mentre adesso è fondamentale spingere al massimo con tutti i migliori in campo per cercare un risultato contro una Sampdoria che segue in classifica ad appena due punti nel giorno in cui si giocano anche Fiorentina–Lazio e Frosinone–Torino.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.